Connect with us

Senza categoria

Volontari nel Parco: pulizia dei sentieri, aiuto a personale e operatori turistici

Pubblicato

on

Pescasseroli – Nell’ambito del progetto storico dell’Ente, sono stati predisposti dieci turni di volontariato. La Società Cooperativa “Camosciara”, inserita nell’Elenco Unico Operatori del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, partendo dalle indicazioni dell’Ufficio Educazione, si è aggiudicata il bando per la gestione dei turni di volontariato, per l’anno 2018. Gli assegnatari hanno sviluppato i programmi di attività e affiancamento ai volontari, tenendo conto delle differenti esigenze dei partecipanti e della logistica. I campi svolti nei versanti abruzzese e laziale del Parco, partendo da fine aprile a fine settembre, hanno visto la partecipazione di 98 persone, con un incremento del programma Family, che prevede la presenza di minori accompagnati da un adulto che abbia con loro un rapporto di parentela (nel 2017 dieci ragazzi minorenni, quindici nel 2018). Le strutture ospitanti sono state cinque: nel versante abruzzese l’Azienda Apistica “Fate dei fiori” a Civitella Alfedena, la foresteria gestita dalla Coop. SORT in Val Fondillo, il B&B “Prati del Lupo” Bisegna; nel versante laziale l’Agriturismo “Le Case Marcieglie” e l’Ostello “Dai francescani” a San Donato Val Comino. Chi partecipa a questo progetto decide di dedicare parte del proprio tempo libero al servizio della natura e del territorio; le attività sono legate principalmente alla manutenzione della rete sentieristica, pulizia di tratti di fiume e/o sentieri, lavori nella struttura ospitante, affiancamento a personale dell’Ente nei Centri Visita o ad eventi, incontri con operatori locali, come allevatori, produttori, piccoli artigiani, ecc…finalizzati ad una maggiore conoscenza delle realtà territoriali. Nei primi due turni organizzati a Civitella Alfedena i volontari hanno tenuto aperto il Museo comunale della Transumanza, fatta assistenza presso le aree faunistiche, fornendo informazioni ai turisti. Inoltre hanno pulito alcune località adiacenti il centro abitato in accordo con il Comune e fatto manutenzione ai sentieri: H3-I5-G1-G5-G6-G7. Nei turni a Bisegna i volontari hanno supportato l’Associazione “Montagna Grande” nell’apertura del “Centro Capriolo” e affiancato il personale del Parco presso il Centro Visita di Pescasseroli. I sentieri oggetto di manutenzione nella Valle del Giovenco sono stati V6-V8-V9-W5 con rinfrescatura della segnaletica preesistente, rimozione rifiuti, potatura rovi. Nei turni previsti a S. Donato Val Comino i volontari hanno contribuito alla sistemazione di un tratto della “Via dei lupi”, e precisamente il pezzo di sentiero che ripercorre l’antica via che i pellegrini facevano per recarsi dal paese (Settefrati) fino alla Madonna di Canneto, in accordo con il Sindaco di Settefrati e la cooperativa di servizi che gestisce il trasporto dei pellegrini. I sentieri oggetto di manutenzione sono stati: O7-O8-P2, con la potatura di fitta vegetazione che impediva di fatto il passaggio e una rinfrescata alla segnaletica. A seguito della festività della Madonna di Canneto, i volontari hanno raccolto gran parte dei rifiuti presenti in valle. Nel turno svolto in Val Fondillo è stata sistemata la sezione del Tratturo Regio che l’attraversa, con lavori riguardanti il ripristino di alcuni tratti di muretti a secco e una rinfrescata alla segnaletica. Essendo al termine della stagione estiva, è stato necessario fare una accurata pulizia del sentiero sterrato principale di fondo valle. Nell’ultimo turno organizzato a Civitella Alfedena, i volontari hanno completato la sistemazione dei sentieri C1-C2-I3-I6-H5.

 

 

 

 

 

 

 

La presenza dei volontari, identificabili con le divise fornite dall’Ente, rappresenta un importante segnale per il territorio e per la popolazione residente, in quanto alcune attività da svolgere possono essere concordate dagli Operatori direttamente con Associazioni/Enti locali (riverniciatura panchine e pulizia all’interno di aree verdi comunali, ecc…).

 

 

Ogni inizio turno i volontari hanno incontrato il personale dell’Ente dell’Ufficio Educazione e Volontariato e del Servizio Scientifico e il veterinario dell’Associazione “Salviamo l’orso” per conoscere meglio le numerose emergenze del Parco.

 

 

L’apporto del volontario attivo e quasi sempre silenzioso, è importante non solo per l’Ente Parco, da anni promotore del progetto, ma per tutto il territorio che ne trae benefici pratici ed economici.

L’obiettivo del volontariato è prevalentemente educativo, finalizzato ad accrescere in ognuno di noi la consapevolezza del valore dei comportamenti quotidiani, come risposta ai problemi del Pianeta.

L’Ente Parco ringrazia tutti i volontari e gli Operatori che, con il loro impegno e dedizione, ci aiutano a portare avanti questo importante progetto.

Senza categoria

Progettano sensori per il ponte Morandi, il sindaco di Genova scrive ai ragazzi del “Majorana”

Pubblicato

on

Avezzano – La Classe 5° Aet dell’I.I.S. E.Majorana di Avezzano, coordinata dal Prof. Carlo Maria Seritti, ha realizzato un modello di ponte monitorato da alcuni sensori (estensimetri, accelerometri, vibrazioni, temperatura e umidità) gestiti da Arduino e Labview. Tutto ciò anche al fine di tenere informati i ragazzi sulle problematiche inerenti il monitoraggio di una struttura, aumentarne le conoscenze e le competenze in campo scientifico e tener vivo il ricordo di quanto accaduto a Genova e delle persone che hanno sofferto a causa della tragedia.

Informato di ciò, il Sindaco di Genova, Marco Bucci, ha scritto al docente complimentandosi vivamente per l’intenzione di avviare tra gli studenti un percorso formativo che, oltre ad incrementare le loro conoscenze e competenze, includa un’esperienza pratica basata sull’attualità, con uno sguardo rivolto al mondo che li circonda e alla realtà in cui vivono, stimolando in loro la riflessione e incoraggiando sentimenti di solidarietà. Il progetto è stato molto apprezzato dal Sindaco tanto più perché volto anche a tenere vivo il ricordo di quanto accaduto nella città di Genova.
La classe è stata anche invitata a Genova e il Sindaco si è dichiarato lieto di poter far incontrare i ragazzi con i tecnici che stanno operando per la demolizione e la costruzione del viadotto sul Polcevera. Il Sindaco ha infine espresso riconoscenza, gratitudine e fervidi auspici per il miglior proseguimento dell’impegno.

Continua a leggere

Senza categoria

Pensioni Quota 100, Confesercenti Avezzano attiva lo sportello

Pubblicato

on

Avezzano – Il 17 gennaio 2019 il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto-legge su “Quota 100”, confermando la possibilità di andare in pensione sommando 62 anni di età e 38 di contributi. Per accedere a questo nuovo tipo di pensione anticipata non è però semplice ed è fondamentale valutare tutti gli aspetti del proprio percorso lavorativo e previdenziale, per effettuare la scelta migliore. Tutto questo è possibile tramite lo Sportello Pensioni Quota 100 organizzato dal Patronato Epasa Itaco di Avezzano. “Negli uffici di Via Roma –  spiega Monica Federici, responsabile del Patronato – è possibile, da subito, avere una disamina gratuita della propria situazione personale. Con il Servizio Quota 100 effettuiamo uno studio personalizzato della posizione contributiva, per verificare la soluzione pensionistica più conveniente e per istruire ed inoltrare la domanda di pensione”. La sede del Patronato Epasa-Itaco Confesercenti, si trova ad Avezzano, in via Roma 242, ed è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 13:00 e dalle ore 14.30 alle 18:00. E’ possibile contattare il Patronato al n° 0863/22764.

Continua a leggere

Senza categoria

Assistenza del paziente anziano: 100 specialisti a confronto ad Avezzano

Pubblicato

on

Avezzano – Migliorare la gestione clinica del paziente anziano in ospedale e sul territorio: è il filo conduttore del IX convegno interregionale, ‘Aging and chronic diseases’, in programma ad Avezzano, all’auditorium dell’agenzia culturale in via C, Vittorio Veneto. Ai lavori parteciperanno oltre 100 specialisti della provincia AQ e di altre aree d’Abruzzo che sviscereranno l’argomento a 360 gradi. Il convegno, promosso dal reparto di geriatria dell’ospedale di Avezzano, diretto dal prof. Giovambattista Desideri, giunge in un momento quanto mai cruciale per l’assistenza ospedaliera del paziente anziano, soprattutto per l’allungamento progressivo dell’aspettativa di vita (oggi fissata a 85 anni) che recentemente ha portato la geriatria a spostare più in là l’asticella convenzionale anagrafica (da 65 a 75 anni) a partire dalla quale si è considerati anziani. Lo svolgimento del convegno ha una valenza territoriale quanto mai appropriata considerando che l’Abruzzo, tra le Regioni italiane, è una di quelle col maggior numero di anziani e che, soprattutto la provincia di L’Aquila, nell’ambito regionale ha il il primato dell’aera con il più alto indice di vecchiaia tra la popolazione. In provincia Aq, infatti, vi è una percentuale del 22% di utra65enni, un dato che impone risposte adeguate e sempre più efficaci al servizio sanitario, e quindi alle Asl, per poter fronteggiare le mutevoli necessità di un’assistenza così complessa come quella della persona anziana. Scompenso cardiaco, osteoporosi, ipertensione, fibrillazione atriale e altre problematiche saranno al centro del convegno che intende affrontare l’analisi in un’ottica multidisciplinare che coinvolga specialisti delle varie branche. E’ questa infatti la metodica operativa da seguire, secondo gli organizzatori, per incidere al meglio sulla gestione clinica del paziente con queste caratteristiche anagrafiche. Il paziente geriatrico, con la specificità che gli deriva dalla comorbidità, dalla fragilità e dalla vulnerabilità sociale, è il soggetto su cui oggi si concentra maggiormente l’impegno assistenziale sia ospedaliero sia territoriale. Tra le patologie quelle cardiovascolari e cerebrali sono oggi la più importante causa di mortalità e disabilità nella popolazione geriatrica.

Continua a leggere

Senza categoria

Recupero e messa in sicurezza dei vecchi loculi al cimitero di Celano

Pubblicato

on

Celano – Parte il cantiere per la ristrutturazione di 200 vecchi loculi presso il veccchio cimitero di Celano. Da programma, salvo imprevisti, i lavori dovrebbero terminare entro la primavera. “Mi auguro che questa opera di recupero e messa in sicurezza del vecchio cimitero prosegua da parte delle amministrazioni in divenire, perché i nostri defunti meritano rispetto e perché non esiste ragione alcuna, secondo il mio modesto parere, che venga ulteriormente ampliato il cimitero con loculi nuovi di zecca in una zona già impervia” ha commentato il sindaco Settimio Santilli.

Continua a leggere

Senza categoria

Comune di Avezzano, nuovi orari per l’ufficio tributi

Pubblicato

on

Avezzano – A partire da lunedì 21 dicembre, l’ufficio tributi del Comune di Avezzano sito in via Luigi Vidimari n. 36 (II piano) osserverà il seguente orario di apertura al pubblico:
Lunedì dalle ore 9 alle ore 12:30
Martedì dalle ore 15 alle ore 17
Mercoledì dalle ore 9 alle ore 12:30
Giovedì CHIUSO
Venerdì dalle ore 9 alle ore 12:30.
Per il lunedì e mercoledì pomeriggio (dalle 15 alle 17) rimane confermata la possibilità di Istruttoria pratiche PER APPUNTAMENTO per consulenti, caaf, commercialisti e altro.

Continua a leggere

Senza categoria

Ad Aielli gli scrutatori si sorteggiano con un’App, Di Natale: no alle raccomandazioni

Pubblicato

on

Aielli – Al comune di Aielli gli scrutatori si estraggono a sorte. “Come ogni anno, come gruppo di maggioranza, abbiamo scelto gli scrutatori utilizzando una app che genera numeri random – ha spiegato il sindaco Enzo Di NataleLo facciamo perché siamo convinti che gli aiellesi iscritti all’albo debbano avere gli stessi diritti e le stesse opportunità, rifiutando quindi metodi clientelari e anacronistici. Alla nomina preferiamo la sorte perché convinti che sia il modo più trasparente per permettere a chiunque di vivere questa esperienza. Senza favoritismi e senza raccomandazioni.” Una pratica che stenta a decollare nonostante da più parti venga invocata come esempio di trasparenza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Di Pangrazio alla Festa del Mondo Agricolo Fucense, “bene i 50 milioni per la rete irrigua a pressione”

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – “Fonte di vita e nutrimento per eccellenza, la terra è il bene per antonomasia. La risorsa più preziosa che esige di essere tutelata e salvaguardata”. Con queste parole Giuseppe Di Pangrazio, candidato alle prossime elezioni regionali, ha salutato le autorità civili, militari e religiose intervenute in occasione della XVII Edizione della Festa del Mondo Agricolo Fucense, organizzata dall’Associazione Culturale Agricoltori di Luco dei Marsi ‘Come chicchi di una sola spiga’. Dopo la messa di ringraziamento del mondo agricolo Fucense, officiata da Monsignor Pietro Santoro, la cerimonia è proseguita con la benedizione dei mezzi in Piazza Umberto I. “Quello di oggi è un momento importante per i contadini di questa zona – ha sottolineato Di Pangrazio – perché agricoltori e allevatori fanno benedire i mezzi come auspicio per una campagna agricola fruttuosa. La Regione, in questa legislatura, ha fatto la sua parte per questa terra e per i problemi legati al sistema idrico della Piana, in particolare, mettendo in campo un investimento di 50 milioni di euro”.  Da Presidente del Consiglio regionale, Di Pangrazio si è battuto per dare soluzione ai problemi di carenza idrica di cui soffre la Piana del Fucino e, di rimando, il mondo agricolo marsicano. L’investimento di 50 milioni di euro per il potenziamento del sistema idrico della Piana attraverso la costruzione di una rete irrigua a pressione, tenendo conto delle direttive europee sul risparmio idrico ed energetico, rappresenta un’opera di straordinaria importanza, unica del suo”, ha inteso ribadire il candidato al Consiglio regionale. “Hanno partecipato attivamente, e li ringrazio ancora per lo sforzo profuso, i sindaci del territorio, gli imprenditori agricoli ed i loro rappresentanti, l’Arap e il Consorzio di Bonifica Ovest”. Un intervento strategico in tema di sostenibilità ambientale che “ridurrà i gravi sprechi oggi esistenti sulla rete e consentirà di garantire l’approvvigionamento idrico servendosi di un grande bacino di raccolta ed evitando l’utilizzo delle falde nel sottosuolo. Altro elemento da segnalare è la costante depurazione delle acque che contribuirà a migliorare la qualità dei prodotti agricoli tipici di questo territorio”.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com