Connect with us

Avezzano

Sottopasso via Pagani: arriva il progetto antiallagamenti, un investimento da 200 mila euro

Pubblicato

on

Avezzano – E’ arrivato l’ok della giunta comunale di Avezzano per il potenziamento della rete fognaria del famigerato sottopasso di via Pagani, un provvedimento necessario per contrastare il fenomeno degli allagamenti in caso di piogge abbondanti e bombe d’acqua sempre più frequenti. Il progetto definitivo prevede un investimento di 200 mila euro per la “realizzazione del prolungamento con raddoppio della fognatura di via Pagani con collegamento di sfioro fognatura di via Mazzini”.

L’assessore ai Lavori pubblici, il vice sindaco Lino Cipolloni, precisa che saranno necessari circa 20 giorni per contrarre il mutuo e circa un mese per l’avvio delle procedure di gara. L’amministrazione comunale cerca così di trovare soluzione per un annoso problema che interessa un importante punto di congiunzione tra il centro della città e la zona nord. L’intervento, atteso dalla città da anni, rientra nel piano delle opere pubbliche del 2018.

Avezzano

Mercato: fumata nera, ancora un sabato di sciopero. Ecco la proposta degli ambulanti

Pubblicato

on

Avezzano – Fumata nera, ancora un sabato di sciopero
L’accordo sullo spostamento del mercato non c’è e gli ambulanti, ancora in stato di agitazione, annunciano che il mercato non si terrà neanche il prossimo sabato 20 ottobre. La decisione è stata presa ieri, in tarda serata, al termine dell’ennesimo incontro tra l’amministrazione comunale di Avezzano ed una delegazione di ambulanti.

Le accuse degli ambulanti all’amministrazione
L’amministrazione ha deciso che il tradizionale mercato del sabato non deve svolgersi più a piazza Torlonia per motivi di sicurezza, ma, di fatto, non ha fornito una soluzione che sia nello stesso tempo praticabile ed appetibile. L’amministrazione non può fare sperimentazioni sulla pelle dei lavoratori e delle famiglie, lamentano gli ambulanti supportati da numerosi commercianti del centro per i quali il mercato costituiva un’attrattiva anche per le attività a posto fisso della zona.

Le due location a nord
Gli ambulanti riferiscono, infatti, che la zona della campana della pace, proposta dall’amministrazione, non sarebbe idonea così come il vicino parcheggio delle poste, che il comune avrebbe proposto loro come location alternativa. Una soluzione questa in contrasto anche con il vicino commissariato di polizia.

Il mercato deve restare in centro. Ecco la proposta degli ambulanti
Il mercato, a parere degli ambulanti, deve restare in centro. Per questo motivo gli stessi, con il supporto tecnico di alcuni professionisti, starebbero studiando una proposta da sottoporre all’attenzione del sindaco De Angelis e della sua amministrazione. Gli ambulanti si dicono disposti a rivedere la disposizione dei banchi, per le famigerate questioni di sicurezza, purché non si cambi zona. Allo studio ci sarebbe l’ipotesi di disporre di via Mazzini, strada in cui il mercato si svolgeva un tempo, e via Anna Maria Torlonia con le bancarelle disposte su un unico lato delle due strade e con le traverse lasciate libere per il passaggio di eventuali mezzi di soccorso, mentre via Marconi e via Rosselli garantirebbero il regolare transito delle auto. La proposta, allo studio, potrebbe essere formalizzata già nei prossimi giorni. Gli ambulanti, oramai da un mese senza mercato e dunque senza guadagni, si sono detti pronti a continuare la battaglia.

Il mercato che spacca la maggioranza
La questione dello spostamento del mercato potrebbe essere una delle motivazioni alla base della frattura creatasi nella maggioranza tra il sindaco De Angelis ed il suo vice, Lino Cippolloni, e i tre consiglieri dell’Udc. Nei giorni scorsi gli stessi  avevano mostrato apertura ed ascolto nei confronti degli ambulanti programmando più di un incontro, prima di decidere di disertare l’ultimo consiglio comunale. fdm

Continua a leggere

Avezzano

Trovata rotta la statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti ad Avezzano

Pubblicato

on

Avezzano – La statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti è stata trovata rotta questa mattina. L’immagine sacra si trova nella piazzetta che collega via Togliatti a via La Malfa, nella zona nord della città. Una croce celeste custodisce ai suoi piedi una piccola statua raffigurante la Vergine Maria. Questa mattina un cittadino ha notato che la statua era rotta alla base. Un incidente o un atto voluto? Non è dato saperlo. Tanta l’indignazione tra i residenti del popoloso quartiere avezzanese.

Continua a leggere

Avezzano

Piano di Protezione civile; il Comune stila un elenco delle forze di volontariato, ecco come accreditarsi

Pubblicato

on

Avezzano –  Al fine di definire il quadro delle forze di volontariato esistenti sul territorio, l’amministrazione comunale di Avezzano invita tutti i soggetti operanti nel mondo del volontariato, che volessero accreditarsi presso il Comune, per la formazione dell’elenco delle forze di volontariato cui fare riferimento per l’attuazione delle funzioni di supporto.

Il sindaco di Avezzano, in qualità di autorità di protezione civile per la direzione ed il coordinamento del servizio di soccorso e assistenza alla popolazione, si avvale della struttura denominata Centro Operativo Comunale (C.O.C.) che coordina gli interventi delle squadre operative comunali e dei Volontari, segnala alle Autorità competenti l’evolversi degli eventi ed informa la popolazione. La struttura è articolata in dieci funzioni ovvero settori di attività omogenee e prestabilite, i cui referenti, scelti in base alle ordinarie attività svolte per l’amministrazione, sono individuati tra dipendenti in possesso delle competenze che meglio rispondono alle attività previste per ogni singola funzione o anche Volontari di comprovate capacità.

In particolare la Funzione 3, Volontariato, assicura il coordinamento delle risorse delle Organizzazioni di Volontariato, in raccordo con le singole Funzioni che ne prevedono l’impiego; Delinea ed aggiorna il quadro delle forze di volontariato in campo in termini di risorse umane (censimento delle risorse umane: impiego, accreditamento, attestazione), strumentali, logistiche e tecnologiche impiegate. Tale funzione dovrà anche garantire il rilascio delle attestazioni per i volontari effettivamente impiegati nelle diverse fasi emergenziali e post emergenziali, nonché provvedere all’inoltro all’ente regionale delle richieste necessarie a garantire i rimborsi per i benefici di legge (D.P.R. 194/2001). Inoltre, anche sulla base delle esigenze rappresentate dalle altre Funzioni di supporto, concorre alla definizione ed al soddisfacimento delle eventuali necessità di rafforzamento dello schieramento di uomini e mezzi del volontariato, verificandone la disponibilità e individuandone provenienza, caratteristiche, tempistica e modalità di impiego. Lo Statuto Comunale, all’art. 14, Partecipazione ai compiti di protezione civile, prevede: “Per lo svolgimento dei compiti attinenti alla protezione civile il Comune, nell’ambito della disciplina dettata a livello provinciale, si avvale di gruppi e associazioni operanti nel settore ed istituisce ‘il gruppo comunale di protezione civile’ a cui possono aderire tutti i cittadini residenti allo scopo di prestare la propria opera in attività di previsione, prevenzione e soccorso”.

Per l’accredito occorre compilare il modulo scaricabile al seguente link https://www.comune.avezzano.aq.it/index.php?id_oggetto=10&id_doc=2189&id_sez_ori=0&template_ori=9

Continua a leggere

Attualità

Busto Camillo Corradini, Lions Club: collocazione sia più idonea, ma che fine ha fatto la targa?

Pubblicato

on

Avezzano – Dopo le polemiche sulla nuova collocazione del busto di Camillo Corradini e il mistero, non ancora risolto sulla scomparsa della targa, il Lions Club di Avezzano interviene sulla questione con una nota inviata alla stampa.“Il busto di Camillo Corradini, prima scomparso e poi riapparso, collocato però in un luogo diverso dall’originario, ha creato un ampio dibattito, sicuramente producente perchè ha fatto conoscere ancor più la figura di questo illustre e benemerito cittadino avezzanese, ma ha anche creato un tantino di confusione riguardo alla vera paternità dell’iniziativa. Come già avvenuto con le amministrazioni che si sono succedute, dal 2005 il Lions Club Avezzano ha donato alla città cinque busti, l’ultimo nel 2013, quando il Comune di Avezzano dopo specifica richiesta concesse l’autorizzazione di collocare, di fronte alla fontana di piazza Risorgimento, il busto di Camillo Corradini. Per i lavori di restyling della fontana e della piazza circostante, il busto venne rimosso e successivamente ricollocato nel lato destro dell’ingresso della scuola media sempre intestata a Corradini. Tutta l’operazione è avvenuta all’insaputa del Lions Club – sottolinea l’associazione avezzanese – che in qualche modo si era sostituito all’ente comunale nel dare un meritato e tangibile riconoscimento ad un illustre cittadino, che tanto si prodigò nella ricostruzione di Avezzano dopo il tragico terremoto del 1915. Non solo il busto è stato collocato in un punto non idoneo, a nostro parere, ma anche da parte di tantissimi cittadini avezzanesi, ma sono addirittura scomparse le targhe dove vi erano riportate una breve storia di Corradini e la data dell’evento e gli sponsor, che avevano contribuito alla realizzazione dell’opera – tuona il Lions Club – A nostro modesto avviso, il piedistallo e il busto di Corradini, andrebbero invece ricollocati più in là, verso lo spazio adiacente l’ingresso della palestra, che delimita i confini tra gli istituti Corradini e Fermi, magari con il volto rivolto verso l’edificio scolastico. Infatti, il manufatto dove è adesso risulta ingombrante e rende le panchine meno capienti e scomode. Fatto curioso, infine, sul muro dietro al busto di Corradini, come un presagio, vi è scritto “Io non c’ero”. Una imprecazione che si trova lì per caso o proviene…dall’aldilà?”.

Continua a leggere

Avezzano

Maggioranza spaccata, Rosa(Udc): una fake news. Oggi i consiglieri incontrano gli ambulanti

Pubblicato

on

Avezzano – L’Udc di Avezzano smentisce la propria contrarietà allo spostamento del mercato del sabato e di conseguenza l’esistenza di una frattura in seno alla maggioranza. In particolare il partito ha diffuso una nota “in merito all’articolo di stampa apparso sul noto quotidiano web, in cui vengono strumentalizzate e non contestualizzate affermazioni proferite dai componenti dell’Udc.” 

“Unitamente al mio gruppo, con il vice sindaco Lino Cipolloni, i consiglieri Luigia Francesconi e Marco Natale  sottolinea l’avvocato Leonardo Rosa,  capogruppo in Consiglio comunale dell’Udc – non ci siamo mai dichiarati contrari allo spostamento sperimentale, nella zona nord della città, conformemente all’indirizzo assunto dall’amministrazione dichiarandoci, all’unisono, similmente aperti, a valutare soluzioni alternative che ci dovessero provenire dalle parti interessate, apparentemente portatrici di interessi contrapposti: quello dei cittadini di godere e approfittare del valore che offre il mercato alla città e quello degli ambulanti di continuare ad offrire il servizio in prossimità del centro. A conferma di tale continua disponibilità così come dichiarato nell’ultima manifestazione degli ambulanti – conclude il segretario – domani, alle 19, tutto il gruppo Udc, riceverà in Comune una delegazione dei rappresentanti degli ambulanti”.

Continua a leggere

Avezzano

Il sindaco chiede un giorno di prova agli ambulanti e viene contestato all’uscita. Si studiano proposte alternative

Pubblicato

on

Avezzano – Così come avevano annunciato ambulanti e sostenitori hanno manifestato per le vie del centro sotto la pioggia. Questa volta però il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, si è concesso al confronto ospitando a palazzo di città una delegazione di ambulanti. La manifestazione di protesta fa seguito a quella dello scorso sabato quando il primo cittadino, tra le critiche dei presenti, non aveva consentito agli stessi l’accesso in municipio. Nel corso dell’incontro ognuna delle due parti sembra essere rimasta ferma sulle proprie posizioni. Il sindaco ha chiesto che il tradizionale mercato del sabato sia definitivamente spostato in periferia così come previsto, più precisamente a nord nella zona della campana della pace. Gli ambulanti si sono detti contrari al decentramento, ma forse disposti a discutere un eventuale spostamento a condizione che il mercato resti al centro della città. Intanto De Angelis avrebbe chiesto loro di effettuare una prova nella nuova area designata dall’amministrazione per sabato 13 ottobre, giorno in cui dovrebbe essere in programma l’inaugurazione di piazza Torlonia e dunque una protesta in zona potrebbe guastare la festa tanto attesa.  Gli ambulanti stanno ancora valutando se accettare la richiesta del sindaco, intanto allo studio ci sarebbe una proposta alternativa a quella dell’amministrazione. Al termine dell’incontro con gli ambulanti il sindaco ha lasciato il municipio e all’uscita è stato duramente contestato dai manifestanti presenti tanto da essere costretto a battere in ritirata.

 

Continua a leggere

Avezzano

I cani non possono entrare al parco giochi, Di Bastiano: lo prevede il regolamento, serve un’area esclusiva

Pubblicato

on

Avezzano – Il Centro Giuridico del Cittadino, guidato da Augusto Di Bastiano, interviene, leggi alla mano, nel merito della questione del divieto di accesso per i cani a Piazza Torlonia mettendo di fatto un punto al dibattito che ha spaccato l’opinione pubblica cittadina oltre a generare un conflitto tra animalisti e amministrazione comunale.“Il caso del divieto dei Cani a Piazza Torlonia sta diventando un muro contro muro, ma in molti hanno dimenticato il Regolamento di polizia amministrativa e di sicurezza urbana – sottolinea Di Bastiano che al Titolo sedicesimo “Norme particolari sui cani nelle aree pubbliche” articolo 110 punto 18 riporta: “è’ vietato l’accesso ai cani nel raggio di cento metri dalle aree destinate attrezzate ad aree giochi per bambini”. (Atto rivisitato e aggiornato  dal consiglio comunale con atto N.952 del 22/12/2017).

“Questo vuol dire che buona parte della villa non può essere frequentata da cani, sicuramente sono fuori portata dei cani fontana e fontanella. Un regolamento esiste e va rispettato, altra cosa è la dialettica fra l’assessore che proibisce l’intera villa ai cani e chi no. Il regolamento in essere non proibisce accesso alle aree pubbliche a cani, ma norma tutta la materia con prescrizioni ed indicazioni precise (vedi Parchi Giochi-Aiuole Tribunale-Pineta zona Nord –etc etc ), anche perché la giurisprudenza e molto chiara in merito, certo è che eventuali modifiche sono materia della giunta che deve formulare una proposta che dovrà essere valutata dalla commissione preposta e infine il Consiglio Comunale, quindi il dibattito è tutto aperto, certo è che i  vigili sono tenuti a far rispettare tutto ciò che è scritto nel Regolamento di polizia amministrativa e di sicurezza urbana. Io ritengo – conclude Di Bastiano – che la città necessiti anche di un’area destinata esclusivamente ai cani che come ci ricorda la legge i cani devono poter correre in poche parole attività motoria soprattutto per quei cani che vivono in casa. Il parco periurbano ha grandi spazi e una porzione di quest’area debitamente attrezzata potrebbe essere utile”.

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com