Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Riunione del 9 aprile sui depuratori: una svolta epocale

Pubblicato

on

Come preannunciato nei giorni scorsi si è svolto ieri 9 aprile, presso il Comune di Avezzano, l’atteso incontro tra tutti gli Enti chiamati a risolvere la problematica legata alla depurazione.

Ha aperto i lavori il sindaco Gianni Di Pangrazio che ha ancora una volta ringraziato le associazioni agricole Confagricolture, Cia, Coldiretti, il Comitato “Acqua Nostra”  e il Centro Giuridico Del Cittadino che, con le loro proteste, hanno alzato il grado di attenzione sulla mancata depurazione e sull’avvio degli impianti di Avezzano e San Benedetto Dei Marsi.

Lo stesso sindaco ha passato la parola a Gianvincenzo Sforza che ha illustrato quanto fatto dalla Commissione costituitasi nella riunione del 2 aprile. La commissione, partendo proprio dal 2 aprile scorso, ha organizzato alcune riunioni in varie sedi facendo incontrare gli Enti preposti e facilitando soluzioni mediate tra gli stessi. Ogni organismo ha dimostrato con i fatti di voler giungere ad una soluzione concreta ed infatti sono stati appianati, in via preliminare e in vista della Conferenza dei servizi che si terrà il 15 aprile prossimo, moltissimi problemi che ostacolavano l’avvio dei due depuratori che da soli garantiranno il 50/60% della depurazione della Marsica.  Sforza, nel ringraziare i vertici nazionali dell’Enel, da lui contattati direttamente, ha asserito: “Anche l’Enel ha contribuito in modo determinante predisponendo la realizzazione, in soli 12 giorni, della linea elettrica che alimenterà il depuratore di Avezzano e allacciando subito il depuratore di S. Benedetto, rendendo concreto l’esercizio dei due impianti”.

“Il Cam ha avviato subito i lavori di messa in funzione del depuratore di San Benedetto dei Marsi – ha esordito l’Ingegnere Giuseppe Venturini- e a seguito della ricognizione che abbiamo fatto il 4 aprile con la commissione formatasi nella riunione del 2 aprile, stiamo installando i motori nuovi e riparando alcune piccole perdite ad un tubo che collega le due vasche di lavorazione dei reflui. Il Cam, da subito, ha avviato le fasi lavorative che permetteranno il collegamento alla rete elettrica e idrica. Confermo a pieno l’avvio dell’impianto sanbenedettese entro il 20 di aprile e per questo obiettivo continueremo a lavorare nei prossimi giorni senza interruzione“. “Oggi nella sede di Avezzano della Provincia- ha dichiarato Antonio Del Corvo- abbiamo sancito le basi dell’accordo tra Consorzio per il Nucleo Industriale e Cam che porterà al 15 di aprile la ratifica delle condizioni gestionali dell’impianto di Avezzano”.

Ha fatto eco al Presidente Del Corvo il consigliere provinciale Felicia Mazzocchi: “Lavorando con impegno insieme al Comune di Avezzano, al Comitato Acqua Nostra, alle associazioni agricole e al Centro Giuridico Del Cittadino la Provincia ha sancito le procedure che mettono d’accordo, dopo mesi e mesi di diatribe, l’ente gestionale e il realizzatore del depuratore che ora potrà essere avviato”. “Lavoro proficuo e velocizzato al massimo-ha dichiarato l’assessore Roberto Verdecchia- grazie all’impegno diretto dell’amministrazione comunale di Avezzano che ha sempre agevolato l’iter di sua competenza e avviando ogni contatto utile a risolvere la problematica sollevata in queste settimane dalla protesta delle associazioni agricole e da quelle dei cittadini. Continueremo a fare la nostra parte fino in fondo”.

Intanto c’è da registrare che, per agevolare le pratiche irrigue il sindaco di Avezzano- Di Pangrazio- su richiesta delle associazioni agricole, del Comitato Acqua Nostra e Centro Giuridico del Cittadino, ha modificato l’ordinanza che vieta l’irrigazione rendendo  da subito possibile la pratica irrigua con acqua prelevata nei pozzi privati degli agricoltori o da altre fonti di approvvigionamento. “Anche il Consorzio di Bonifica- ha dichiarato il Presidente dell’Ente stesso Sciarretta- sta collaborando ed ha avviato i lavori di ripulitura dei fossi adiacenti ai depuratori di Avezzano e San benedetto onde favorire il maggior deflusso delle acque depurate”.

Intanto l’Arta, come dichiarato dalla responsabile provinciale dottoressa Lena presente all’incontro, in vista dell’avvio della campagna agricola continuerà il monitoraggio dell’area fucense e se dai dati dovesse emergere un miglioramento derivato dalla messa in funzione dei due depuratori comunicherà immediatamente i dati per garantire che le pratiche irrigue e gli usi delle acque è consono alle leggi. Il sindaco di Luco Dei Marsi- Palma- ha chiesto di estendere a tutti i depuratori della Marsica le verifiche e gli eventuali interventi che li rendano attivi.

L’Ingegner Venturini ha risposto al sindaco di Luco garantendo, anche per quanto deciso nella riunione operativa di San Benedetto del 4 aprile scorso con la Commissione formatasi il 2 di aprile e con l’Ato, che da subito sarà esteso da subito il controllo e saranno fatti interventi anche agli altri depuratori della Marsica, partendo da quelli che hanno maggiore incidenza in virtù del numero maggiore di abitanti a cui il depuratore è a servizio. “Dala riunione di ieri 9 aprile è emerso che il lavoro fatto in questi giorni- hanno dichiarato il sindaco di Avezzano e Gianvincenzo Sforza coordinatore della commissione “2 Aprile”- riscatta tutti gli enti da un immobilismo dovuto alle pastoie della burocrazia che, per una volta e in questo caso specifico, sono state superate dal buon senso e dalle esigenze  manifestate con forza da un territorio che vedrà risolto positivamente almeno uno dei problemi che da anni lo affligge.

Appuntamento conclusivo per la definizione della vicenda, quindi, il 15 di aprile data di convocazione della conferenza di servizi che, eventualmente, andrà avanti ad oltranza e fino alla stesura definitiva degli accordi”. Alla riunione hanno preso parte anche il Professor Ziruolo (Cam); Dr. Petrucci, l’Ingegner Fazi (Consorzio Industriale di Avezzano);  Fabrizi, Spitali e Volponi (Associazioni Agricole); Ing. Corrado Rossi (Ato); Ing. Pacchiarotta (Comune di Avezzano); Quirino D’Orazio (sindaco di S. Benedetto)  e i Consiglieri regionali Luca Ricciuti,  Daniela Stati e Emilio Iampieri.

Cronaca e Giudiziaria

Fuoco acceso in pieno centro storico, il sindaco di Sante Marie: non ci sono parole per commentare

Pubblicato

on

Sante Marie – Un fuoco è stato acceso da ignoti in una piazzetta nel centro storico di Sante Marie. La foto denuncia arriva proprio da primo cittadino, Lorenzo Berardinetti, che esprime tutta la propria indignazione per l’accaduto affermando: “Vi sembra normale accendere un fuoco in una piazzetta nel centro storico di Sante Marie ? Non ci sono parole per commentare”. Il fuoco, probabilmente acceso nella notte, ha lasciato una macchia evidente sia sul pavimento in pietra, che caratterizza il centro storico del piccolo comune marsicano, sia sulla pietra di un muretto. Sul posto sono stati lasciati anche pietre e tizzoni.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Mercato: qualche banco a nord, in centro monta la protesta. Cronaca di un sabato avezzanese [VIDEO e FOTO]

Pubblicato

on

Avezzano – Qualche banco che apre a nord, mentre in centro monta la protesta. E’ la cronaca di un sabato avezzanese di fine ottobre. La città è ancora alle prese, per il quarto sabato consecutivo, con la protesta legata allo spostamento a nord del tradizionale mercato del sabato di piazza Torlonia voluto dall’amministrazione De Angelis.

A nord la sperimentazione
Qualche ambulante, si parla al massimo di una decina di banchi, hanno provato la sperimentazione a nord nella zona della campana della pace, a grande richiesta del sindaco, del vicesindaco e degli assessori Casciere e Silvagni. Malcontento tra i pochi che questa mattina hanno tentato di aprire nella nuova zona che parlano di sperimentazione fallita.

In centro monta la protesta
Ma mentre a nord c’è un mercato spettrale, in centro continua la mobilitazione, la protesta e lo sciopero della maggior parte degli ambulanti che, armati di megafoni e slogan, stanno attraversando le vie del centro, compresa la centralissima via Corradini, per rivendicare la posizione centrale del mercato nella zona di piazza Torlonia al grido “lavoro… lavoro”. Il testa al corteo un camion tappezzato di slogan con al seguito i manifestanti che imbracciano bandiere.

La proposta degli ambulanti al sindaco
Intanto lunedì mattina verrà ufficialmente presentata al comune di Avezzano la proposta redatta dagli ambulanti con l’ausilio di alcuni esperti. Il mercato che gli ambulanti proporranno al sindaco De Angelis e alla sua amministrazione si svolgerà in via Mazzini e via AnnaMaria Torlonia nell’osservanza delle misure di sicurezza: i banchi saranno disposti su unico lato delle strade con le traverse che le intersecano lasciate libere per il transito di eventuali mezzi di soccorso. fdm

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Impiegata comunale denunciata, Cotturone: avrebbe cancellato file durante il blitz

Pubblicato

on

Celano – “Siamo sbalorditi! Ogni giorno una sorpresa diversa senza sapere cosa ci riserva il domani e cosa sta accadendo in queste ore. Per quale motivo manomettere dei documenti addirittura in presenza dei Carabinieri? – E’ il segretario cittadino del Pd Calvino Cotturone ad intervenire su quanto accaduto nel corso dell’ennesimo blitz dei carabinieri nel municipio di Celano – E’ assurdo che nessun consigliere di maggioranza ci chiarisca cosa sta accadendo. Nessun parla. Se è vero quanto avvenuto in presenza del nucleo investigativo, cosa succede in loro assenza? Come si può garantire la trasparenza degli atti alla luce di così tante indagini in corso? Durante l’ennesimo blitz dell’Arma dei Carabinieri dell’Aquila – continua Cotturone – un’impiegata dell’ufficio ricostruzione e riqualificazione viene accusata di aver tentato di modificare e cancellare file dal proprio pc riguardanti il progetto della scuola media Tommaso da Celano, in particolar modo documenti riguardanti gli infissi e le specifiche dell’opera. Di cosa si tratta? Celano ha il diritto di sapere! I carabinieri che sono tornati nel comune di Celano erano convinti finalmente di poter trovare anche la documentazione fiscale relativa ai contributi elargiti ad un periodico locale, richiesta dalla Procura e mai fornita. Infine la nuova acquisizione di fatturazioni e documenti relativi all’attività della cooperativa “Il risveglio”, ed alla riqualificazione urbana di alcuni quartieri. C’è qualche amministratore in grado di dirci chi sono i dipendenti che operano per questa cooperativa e di cosa si occupano? Credo che non vi sia nulla di peggio del mistificare la realtà, con l’aggravante che quando si sa di mentire deformando le informazioni si commette qualcosa di più grave. Un’altra pagina buia è stata scritta da questa amministrazione. Avvisi di garanzia, denunce per favoreggiamento, turbativa d’asta, cosa altro dobbiamo aspettarci? Celano non merita tutto questo. Celano non può essere governata nei fine settimana così come da anni avviene; non può essere amministrata da post scritti sui social. Chiediamo per il bene di Celano di collaborare con la Procura e le immediate dimissioni degli amministratori che non si rivedono in questo modus operandi” conclude il segretario del Pd.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Morte Cesidio Innocenzi: Dna incompleto, il proprietario del bovino potrebbe restare impunito

Pubblicato

on

Castellafiume – Potrebbe restare impunito il proprietario del bovino responsabile della morte di Cesidio Innocenzi, il 54enne che lo scorso 25 maggio impattò contro un bovino mentre percorreva in bici la Provinciale 23 dell’Alto Liri tra Castellafiume e Capistrello. L’uomo morì il 30 maggio a causa delle gravi ferite riportate.

Un indagato per omicidio colposo
Sulla morte dell’idraulico, con la passione per il ciclismo, è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo dalla Procura della Repubblica di Avezzano. Nel registro degli indagati, a seguito delle indagini scientifiche e sui reperti raccolti dai carabinieri, era finita un’imprenditrice 54enne di Castellafiume, difesa dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.

Le indagini
Sulla bicicletta della vittima il Ris di Roma aveva isolato una traccia di Dna bovino. Successivamente si era proceduto al prelievo di Dna negli allevamenti bovini della zona nei comuni di Capistrello, Castellafiume e Cappadocia, accertamento che aveva coinvolto almeno trenta esemplari. Il reperti scientifici (dna bovino e reperto trovato sulla bicicletta) sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico di Perugia per la comparazione finale. Qui gli esperti hanno potuto riscontrare che le tracce isolate dai Ris sulla bicicletta non hanno reso un Dna “completo” pertanto la comparazione con i bovini oggetto d’indagine non è stata possibile. Senza una prova scientifica schiacciante l’indagine rischia di essere archiviata. fdm

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pugile avezzanese arrestato a Roma per il tentato omicidio di un uomo in una paninoteca

Pubblicato

on

Avezzano –  Un pugile avezzanese è stato accusato del tentato omicidio di un 42enne romano. Maurizio De Simone, 34 anni di Avezzano ma residente a Roma, ha accoltellato un uomo all’interno di una paninoteca per futili motivi. L’aggressione si è consumata nella notte tra lunedì e martedì scorsi nel quartiere San Lorenzo. Il 34enne, pregiudicato e specializzato nella boxe, ha sferrato una coltellata che è arrivata dritta al cuore del 42enne ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Umberto I.

All’arrivo degli agenti del commissariato Porta Pia il ferito era riverso a terra con il sangue gli usciva dalla bocca, mentre l’aggressore tentava di allontanarsi perdendo sangue da una mano e con in tasca il coltello usato per l’aggressione ancora sporco di sangue. Il pugile è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le immagini della telecamera interna alla paninoteca hanno confermato la responsabilità del pugile che ha picchiato anche un altro cliente.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pino pericolante nel giardino della scuola materna di Massa D’Albe, intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

on

Massa D’Albe – I vigili del fuoco di Avezzano sono intervenuti presso la scuola materna di Massa D’Albe per la rimozione di un pino pericolante all’interno del giardino scolastico. L’albero era pericolante e dunque potenzialmente a rischio caduta per l’incolumità dei piccoli scolari e dei passanti. L’Amministrazione comunale di Massa D’Albe, guidata da Nazzareno Lucci, “ha rivolto un sentito ringraziamento a tutta la squadra dei vigili del fuoco di Avezzano per l’interessamento e il tempestivo intervento di rimozione”.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ancora rifiuti di Roma capitale ad Aielli, 39mila tonnellate fino al 31 dicembre

Pubblicato

on

Aielli“La Giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera con cui viene prorogata fino al 31 dicembre la possibilità di conferire i rifiuti prodotti da Roma Capitale nell’impianto Aciam spa di Aielli in provincia dell’Aquila. La proroga rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lazio e Regione Abruzzo per la gestione di 39 mila tonnellate di rifiuti ‘talquale’ raccolte da Ama spa”. Lo ha reso noto ieri la Regione Abruzzo. “L’Amministrazione regionale – prosegue la nota – garantisce una fattiva collaborazione al Comune di Roma per affrontare le criticità della gestione del sistema dei rifiuti urbani, ma ora serve l’impegno di tutte le istituzioni, come evidenziato anche dal Ministero dell’Ambiente, per completare in tempi brevi l’aggiornamento del Piano Regionale dei Rifiuti”. 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com