Connect with us

Abruzzo

Questa è informazione?

Pubblicato

on

Il 47% dell’attività del Consiglio Regionale Abruzzese è svolta da Iniziative del Movimento Cinque Stelle. Tra queste iniziative (15 risoluzioni, 3 progetti di legge, 16 interpellanze, 11 interrogazioni) siamo particolarmente fieri delle azioni portate avanti contro il decreto Sblocca Italia, ormai legge. Infatti è la Risoluzione presentata dalla Capogruppo Sara Marcozzi che ha impegnato la Regione ad avanzare il ricorso contro la legge di conversione del d.l. SfasciaItalia ma anche a far intraprendere alla Regione altre sue prerogative quali proposte di legge alle Camere di iniziativa regionale, finalizzate ad attuare una buona volta una politica energetica eco compatibile e di autosufficienza dell’Italia.

Ma oggi quello che succede ha dell’incredibile. Il Presidente D’Alfonso si appropria dell’iniziativa di fare ricorso alla corte costituzionale contro lo sbloccaItalia e, cosa più grave, la stampa lo asseconda. I media sono consapevoli della “paternità” della proposta poiché il Movimento Cinque Stelle Abruzzo ha inviato numerosi comunicati, convocato conferenze stampa a cui sono seguiti alcuni articoli sul web. Ma i quotidiani locali preferiscono far finta di nulla ed attribuire al Gran Presidente qualcosa che non ha fatto.

“Negli articoli degli ultimi giorni il M5S non è mai citato se non per il gossip o l’organizzazione della manifestazione del 9 novembre a Pescara” spiega la capogruppo Sara Marcozzi “ La tendenza è quella di citare il Movimento esclusivamente per evidenziare la protesta è mai la proposta. Invece, carte alla mano, è proprio la proposta costruttiva che contraddistingue l’azione politica del Movimento Cinque Stelle in Regione” – conclude la Marcozzi.

Il M5S regionale ha già un testo redatto è pronto per essere depositato sulle iniziative volte a sostenere una politica eneregetica e una economia eco compatibile fornendo alternative possibili ed economicamente vantaggiose alle politiche petrolifere dello sblocca Italia – oltre che la proposta di un referendum abrogativo delle legge di conversione del decreto di iniziativa regionale. Sempre dal M5S sono state depositate mozioni in tanti comuni abruzzesi che impegnano i sindaci contro il decreto.

Tutto questo nel silenzio della quasi totalità della stampa. Ci chiediamo se questa sia informazione. Ci meravigliamo di come si possa omettere di raccontare la verità in maniera così spregiudicata e di cosa spinga alcuna stampa a farlo!

Il PD sta distruggendo il Paese e l’Abruzzo, a partire da Roma ma con la connivenza di tutti i parlamentari abruzzesi, M.Amato, G.Fusilli, G.C Sottanelli, P.Tancredi, A.Castricone, V.D’Incecco, T.Ginobile e Y.Gutgeld, Pezzopane, Pelino e Razzi, si continua a farlo. Nascondendosi dietro un dito facendo passare il messaggio che è lo stesso PD locale a difendere il territorio. Tutti salvatori del territorio tranne quelli eletti nelle fila del M5S, che invece a conti fatti sono gli unici ad opporsi allo “Scempio Italia” in Parlamento, in Regione e nei comuni.

Si mente sapendo di mentire lasciando ai cittadini l’illusione di una realtà che non esiste. I nostri argomenti sono supportati da fatti: documenti presentati in regione, informazioni comunicate tempestivamente alla stampa dallo staff di comunicazione. Abbiamo fornito sia i contenuti che gli strumenti per far sapere alla gente quale sia il grande lavoro che il Movimento Cinque Stelle Abruzzo sta facendo a tutela del territorio, ma i giornalisti preferiscono attingere a commenti scritti da non ben definiti utenti facebook contro il movimento e trasformarli in articoli da prima pagina, piuttosto che sottolineare l’oggettività di un’attività consiliare propositiva e utile per il territorio. Questioni di priorità!

La prova più grande rimangono le affermazioni rimbalzate da tutti gli organi di stampa sull’intenzione di D’Alfonso di promuovere il ricorso alla Consulta. Questa affermazione fantasiosa arriva dopo che la Risoluzione è stata presentata dal M5S al consiglio regionale del 30/9 u.s, arriva nonostante che il Presidente abbia cercato di convincerci a stralciare dal provvedimento proprio la parte relativa al ricorso, e arriva dopo che lo stesso D’Alfonso esce dall’aula e non vota la risoluzione. Hanno dato il merito di un’azione ad una persona che NON C’ERA neanche in aula!

“Ognuno deve prendersi le responsabilità dei propri comportamenti e crediamo che anche certa stampa debba ricominciare a prendere il giornalismo, l’informazione che si da ai cittadini, come qualcosa di serio e nobile, come si evince nella storia che ha spinto la stampa libera ad affermarsi in questo Paese. Le notizie che vengono raccontate ai cittadini influiscono sui risultati elettorali e, dunque, sulle politiche di governo (centrale e regionale). Questa è una grande responsabilità!”

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Abruzzo

Strada dei Parchi: A24 e A25 sono sicure, siamo gli unici a fare l’adeguamento antisismico

Pubblicato

on

Regione – Questa mattina la Commissione “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” presieduta da Pierpaolo Pietrucci, ha ascoltato i vertici di Strada dei Parchi Spa in merito alla questione sicurezza delle autostrade abruzzesi. Alle domande poste dai commissari regionali Pierpaolo Pietrucci (Pd), Sara Marcozzi e Riccardo Mercante (M5S), l’amministratore delegato di Strada dei Parchi, Cesare Ramadori, ha risposto affermando che “Le autostrade abruzzesi sono sicure dal punto di vista statico e vengono monitorate costantemente: i controlli sono trimestrali e poi c’è un controllo annuale più approfondito. La manutenzione straordinaria è già partita con il progetto dell’antiscalinamento che aiuta ad aumentare la sicurezza in caso di sisma. Siamo l’unica concessionaria autostradale che ha l’obbligo di fare l’adeguamento antisismico. Resta da avviare l’adeguamento sismico delle pile e lo potremmo fare con i 192 milioni di euro che probabilmente verranno inseriti nel decreto che riguarda Genova. Con la firma del decreto potremmo completare l’adeguamento antisismico delle autostrade e renderle ancora più sicure, per l’avvio dei lavori siamo pronti a partire subito anche chiedendo un anticipo agli istituti bancari. Le opere che ci apprestiamo a realizzare avranno come priorità proprio quei viadotti segnalati giorni fa dalla stampa e dai cittadini”.

Ramadori ha risposto anche sulla questione delle aree di servizio non realizzate e previste nel Piano economico finanziario: “Le aree andavano messe a gara perché non le gestiamo noi direttamente. Le ultime due gare sono andate deserte perché c’è poco traffico e quindi poca utenza, ci apprestiamo a realizzarla direttamente come Strada dei Parchi”.

Sulla questione delle barriere antirumore assenti in alcuni tratti autostradali, l’Ad di Strada dei Parchi ha confermato che “Verranno installate entro il 2023 e che vi è una mappatura che fa il Ministero dei punti dove possono essere installate”.

Mentre sul caro pedaggi: “I sindaci chiedono di intervenire sul caro pedaggi, ricordo che per ogni euro che incassiamo dai pedaggi restituiamo 56 centesimi allo Stato a cui in questi anni Strada dei Parchi ha versato 840 milioni di euro. Io gestisco una società che è stata in perdita fino al 2017 e se mi abbattono ulteriori tariffe vuol dire che avrò ulteriori perdite. Se il Ministero ci viene incontro riducendo la percentuale che dobbiamo conferire allo Stato, potrebbe esserci un minore impatto sull’utenza”.

Continua a leggere

Abruzzo

#Elezioni regionali, monta la polemica: Forza Italia annuncia ricorsi, contrario anche il M5S

Pubblicato

on

Regione – Appena resa nota la data delle prossime elezioni regionali, barricate di Forza Italia abruzzese che ha annunciato un ricorso al Tar. Gli azzurri e il Movimento cinque stelle da tempo hanno chiesto che la consultazione elettorale si potesse svolgere entro il prossimo mese di novembre, mentre il centrosinistra, con il Pd in testa, non ha mai fatto mistero di preferire una data a febbraio. Quindi si annuncia una campagna elettorale infuocata che per ora ha un solo candidato presidente ufficiale, il consigliere regionale uscente del M5S Sara Marcozzi, uscita vincitrice dalle Regionarie.Proprio quest’ultima si scaglia contro la scelta del 10 febbraio: “imprese e cittadini pagheranno un duro prezzo. Il Pd cerca di allontanare la sconfitta e i cittadini lo puniranno alle urne”.

Il centrodestra che ha rischiato di non correre compatto, sta aspettando indicazioni da Roma sul partito che sceglierà il candidato presidente nella logica di una ripartizione nazionale. D’Alfonso ha lasciato la presidenza abruzzese dopo la convalida della carica da parte della Giunta per le elezioni di palazzo Madama. In conseguenza di ciò, l’assemblea regionale è stata sciolta il 22 agosto scorso. Lo scontro politico e le polemiche hanno tenuto banco già all’epoca in cui D’Alfonso decise di candidarsi al Senato: l’attesa della Giunta aveva portato le opposizioni in consiglio regionale ad accusare l’ex governatore di ‘sequestro istituzionale’ ai danni dell’Abruzzo.

Continua a leggere

Abruzzo

Aironi e garzette migratori fanno sosta in Abruzzo, lo spettacolo della natura in una foto

Pubblicato

on

Pescara- “Settembre è il mese della migrazione degli uccelli e a Pescara, che si trova lungo la linea di costa seguita da molte specie per muoversi, si può assistere a veri e propri spettacoli della natura come quello immortalato in questi giorni da Pasquale Sergente: una ventina tra aironi cenerini e garzette in sosta per riposarsi e pulirsi sopra le scogliere antistanti la spiaggia. Non è inconsueto osservare ardeidi nella città adriatica, considerando anche la presenza del Fiume Pescara. Così sulla diga foranea svernano da anni diversi aironi cenerini che poi sorvolano la città per andare ad alimentarsi lungo il fiume. – A darne notizia è la SOA, Stazione Ornitologica Abruzzese ONLUS – Queste belle immagini testimoniano però una fase della vita degli animali molto intensa e faticosa, quella della migrazione. Servono luoghi di sosta e lungo la conurbazione costiera sono sempre più rari punti tranquilli dove fermarsi per cercare di riprendersi dalla fatica dei lunghi voli di spostamento tanto che in questo caso hanno scelto una scogliera artificiale per posarsi. Evidentemente le foci dei fiumi lungo la costa adriatica, di limitata estensione e circondate da strade e palazzi, sono sempre più disturbate. Ricordiamo che gli uccelli valutano continuamente la presenza ravvicinata di altri animali, tra cui l’uomo, e hanno distanze di fuga di decine di metri. Se un possibile predatore si avvicina oltre questa distanza prendono il volo. Per questo hanno scelto la scogliera e non la spiaggia per posarsi”.

“Si noterà -continua la nota dell’associazione ambientalista abruzzese – anche che molti degli individui sono intenti a sistemare il piumaggio, altro elemento fondamentale per poter avere un volo efficiente durante questa fase molto dispendiosa in termini energetici della loro vita. Non a caso le normative comunitarie, sulla carta, promuovono la tutela dei luoghi di sosta lungo le rotte di migrazione. L’Airone cenerino (nella foto si notano tre esemplari, di color grigio e di dimensioni maggiori) non frequenta l’Abruzzo solo in migrazione o in inverno in quanto diverse colonie riproduttive si sono insediate nella regione, dal Tirino alle Sorgenti del Pescara fino al FucinoLa Garzetta, invece, si riproduce più raramente ma è comune osservare la specie con singoli esemplari estivanti lungo i fiumi e i bacini della regione. Insomma, anche luoghi molto grigi possono riservare scorci di vita selvatica spettacolari e per questo ringraziamo ancora Pasquale Sergente per averci inviato queste belle immagini. Servono anche per ricordarci l’importanza di conservare o, se possibile, ricreare, aree umide utili a diventare punti di sosta tranquilli per queste ed altre specie di uccelli.”

Continua a leggere

Abruzzo

Carta di identità e patente falsi: arrestato sulla A24 un cittadino kosovaro residente all’Aquila

Pubblicato

on

L’Aquila – M.D., cittadino kosovaro di 31 anni residente all’Aquila, è stato arrestato in flagranza di reato dagli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di L’Aquila Ovest, diretti dal Comandante Sostituto Commissario Alberto Ravanetti. Sorpreso con documenti falsi l’uomo,con precedenti penali, è stato arrestato, mentre un suo connazionale, E.B. di 26 anni incensurato, è stato denunciato a piede libero per favoreggiamento.

I fatti risalgono a domenica 16 settembre quando i due uomini, a bordo di un veicolo, venivano sottoposti ad un controllo da parte degli agenti della Polizia Stradale sull’autostrada A24 nei pressi dell’uscita L’Aquila Ovest. Sottoposti a controllo, M.D. è stato trovato in possesso di documenti falsi, carta di identità e patente di guida, rilasciati da autorità bulgare e intestati a nome di un cittadino bulgaro, ma con la foto del fermato. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per “possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi” art. 497-bis c.p. ai sensi del quale “chiunque è trovato in possesso di un documento falso valido per l’espatrio è punito con la reclusione da uno a quattro anni”. Successivamente l’arrestato ha ammesso la propria vera identità, di essere cittadino kosovaro e di utilizzare documenti bulgari falsificati per poter liberamente circolare sul territorio europeo e di averli acquistati in Macedonia. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale “Costarelle” di L’Aquila, in attesa del processo per direttissima.

Continua a leggere

Abruzzo

#Elezioni regionali, è ufficiale: si voterà il 10 febbraio 2019

Pubblicato

on

L’Aquila. Dopo tanta incertezza a seguito delle dimissioni di D’Alfonso e le liti scaturite tra le varie forze politiche della regione, finalmente è stata resa nota la famigerata data delle elezioni regionali. Il presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli ha fissato al 10 febbraio 2019, la data per l’elezione del Presidente della giunta e per il rinnovo del consiglio regionale. L’Abruzzo dunque si prepara per la chiamata alle urne.

La decisione è stata sancita d’intesa con la Presidente della corte d’appello dell’Aquila Fabrizia Francabandera e sentito il presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio. Domani Lolli firmerà il decreto di fissazione della data delle elezioni con la conseguente convocazione dei comizi elettorali.

Continua a leggere

Abruzzo

Sicurezza viadotti A24 e A25: summit in Regione. Convocati ministero, Strada dei Parchi, Anas e sindacati

Pubblicato

on

L’Aquila – La sicurezza delle infrastrutture autostradali che attraversano l’Abruzzo sono tra le priorità nell’agenda della Regione che per domani, martedì 18 settembre alle ore 11, ha previsto, in seduta straordinaria, la convocazione della Commissione consiliare “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” nel corso della quale sono previste alcune audizioni in merito alla sicurezza di A24-A25.

Sono stati invitati a partecipare l’amministratore delegato e il vice presidente della Strada dei Parchi Spa, Cesare Ramadori e Mauro Fabris; il direttore generale per la Vigilanza sulle concessioni autostradali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Bruno Santoro; i presidenti delle Province dell’Aquila, di Chieti, di Pescara e di Teramo; Antonio Marasco di Anas Spa; i rappresentanti di Codacons Abruzzo, FIT CISL Abruzzo-Molise, FILT CGIL Abruzzo, UILTRASPORTI Abruzzo e le segreterie regionali di  CGIL, CISL e UIL .

Continua a leggere

Abruzzo

La patata e la carota del Fucino Igp protagoniste della Fiera dell’Agricoltura di Gioia dei Marsi

Pubblicato

on

Gioia dei Marsi – Grande partecipazione ieri, domenica 16 Settembre, per la seconda edizione della Fiera dell’Agricoltura di Gioa dei Marsi organizzata dalla Pro loco. Protagonisti incontrastati dell’evento sono stati senza ombra di dubbio gli ortaggi tipici della Piana del Fucino. Un convegno a tema è stato, infatti, interamente dedicato alla patata e alla carota del Fucino IGP.

Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, l’assessore regionale Lorenzo Berardinetti, il sindaco di Gioia dei Marsi Gianclemente Berardini, la responsabile per la certificazione IGP Maria Assunta Ciotti e l’imprenditore agricolo Giammarco De Vincentiis tra i primissimi produttori della carota IGP nell’Altopiano del Fucino, titolare della Società agricola Orto.Be.Mar. di San Benedetto dei Marsi.

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com