Connect with us

Avezzano

Piazza Torlonia, Presutti: accessi controllati per evitare l’abuso

Pubblicato

on

Avezzano – Dopo il restyling di Piazza Risorgimento ora tocca a Piazza Torlonia con un nuovo giardino ed una nuova area giochi per bambini. Nei mesi scorsi, non sono mancate le polemiche per il divieto di ingresso che, l’amministrazione comunale, ha deciso di imporre per gli animali d’affezione. L’opinione pubblica cittadina, come spesso accade, si è spaccata tra favorevoli e contrari, mentre gli animalisti hanno dato luogo ad una dura protesta con tanto di raccolta firme. Ora, però, su Piazza Torlonia sembra aleggiare una nuova polemica circa la concreta possibilità di un ingresso controllato, forse a pagamento.

Sulla questione si è espresso, oggi, l’assessore comunale Crescenzo Presutti che ha dichiarato: “L’uso del giardino storico deve essere controllato e veicolato perché non diventi un abuso. Il fatto che si tratti di spazi aperti non autorizza ad un utilizzo improprio del bene. Verificare gli accessi, non relativamente al numero di ingressi che devono essere, anzi, incentivati, ma in riferimento alla qualità ed alla natura delle visite, permette di fornire al pubblico una chiave di lettura, capace di insegnare ad apprezzare e a valorizzare il patrimonio culturale rappresentato dai giardini storici, che dovrebbero essere gestiti in maniera differente rispetto alle “normali” aree destinate al verde. Una volta recuperato lo splendore di questi paradisi urbani, la manutenzione e l’uso di questi spazi siano controllati da persone competenti, in grado di garantire la continuità nell’educazione all’uso del giardino storico”. L’assessore all’ambiente, infine, dichiara di essersi ispirato alle linee guida suggerite dalla Carta di Firenze per la salvaguardia dei giardini storici. “L’intervento su Piazza Torlonia– conclude – rappresenta un fatto nuovo, dopo 40 anni di incuria, volto alla valorizzazione di una risorsa storico-culturale, e non solo naturale”. Federica Di Marzio

Foto: Alessandro Pierleoni

Avezzano

Ricognizione territoriale Avezzano, gli operatori Tekneko a via San Francesco e Borgo Incile

Pubblicato

on

Avezzano – Sta per partire una nuova ricognizione territoriale ad Avezzano. Gli operatori Tekneko, che negli ultimi mesi hanno contattato 4.769 utenze tra Avezzano e frazioni, da oggi, lunedì 22 ottobre, saranno nella zona di via San Francesco (zona 2) e Borgo Incile. Anche in questo caso gli operatori richiederanno agli utenti carta d’identità e codice fiscale dell’intestatario ruolo Tari; iscrizione o bolletta ruolo Tari e mastelli in dotazione. Inoltre daranno l’opportunità a residenti e non di scegliere se prendere o meno il mastello della plastica più grande.

Chi non verrà trovato in casa, anche al secondo passaggio degli addetti, o non vuole aspettare l’arrivo della Tekneko potrà recarsi al centro servizi il sabato mattina dalle 9.00 alle 12.00 con carta d’identità e codice fiscale dell’intestatario ruolo Tari; iscrizione o bolletta ruolo Tari e tutti i mastelli in dotazione o solo con il contenitore della plastica e la foto di tutti gli altri in dotazione da cui si evinca il codice.

Si ricorda agli utenti che si presenteranno al centro servizi di non portare solo la ricevuta F.24 di avvenuto pagamento della tassa, ma anche la lettera con la quale si è ricevuta la bolletta in cui è specificato l’indirizzo dell’utenza per cui si paga il ruolo.

Continua a leggere

Avezzano

Villa Torlonia come spazio espositivo di opere “en plein air”, assessori al lavoro

Pubblicato

on

Avezzano – I nuovi spazi verdi di Piazza Torlonia o Villa Torlonia, come ha suggerito di chiamarla l’ingegner Gianfranco Granata, potrebbero diventare un luogo d’arte e cultura in cui pittori, artigiani, fotografi e musicisti potrebbero pensare ad esporre le loro opere o ad esibirsi regalando momenti di gioia in questo rinnovato giardino. L’idea è stata lanciata dall’assessore comunale all’ambiente, Crescenzo Presutti, che avrebbe appunto pensato di far esprimere gli artisti all’interno dei nuovi spazi della Villa: nella zona della fontana monumentale o lungo i viali alberati di tigli, platani e altre specie secolari messe a dimora. Non solo famiglie con bambini che giocano spensierati nell’area giochi, o persone che passeggiano coi cani al guinzaglio, ma anche un luogo espositivo in cui si potrà respirare arte e cultura. Una sorta di luogo d’arte “en plein air”. A raccogliere l’idea di Presutti ci ha pensato l’assessore con delega alla cultura, Pierluigi Di Stefano, che avrebbe già parlato di delibera impostata per questa bella idea.

 

Continua a leggere

Avezzano

Mercato, opposizione: dichiarazioni sconcertanti, sindaco non faccia il guappo e si ravveda

Pubblicato

on

Avezzano – “Pochi tragici passaggi che racchiudono tutta la pochezza di questa amministrazione e danno la misura della distanza siderale tra essa e i cittadini, nello specifico gli ambulanti, ma anche con tutti quelli che hanno a cuore una città viva anche attraverso il suo mercato storico”. Arriva a stretto giro la replica dei Consiglieri di Opposizione Gianni Di Pangrazio, Mario Babbo, Roberto VerdecchiaDomenico Di Berardino, Gianfranco Gallese, Cristian Carpineta, agli assessori Renata Silvagni e Leonardo Casciere che hanno confermato, di fatto, l’assoluta mancanza di disponibilità da parte dell’Amministrazione e la conferma ulteriore dell’irremovibilità sullo sfratto del mercato dal centro cittadino. “Non vi è stata alcuna concertazione, perché le decisioni sono state prese e calate dall’alto come una mannaia sui lavoratori, tra l’altro decisioni scellerate per molteplici aspetti, ormai chiari a tutti, pare, meno che al sindaco De Angelis e alla sua Giunta”, continuano i Consiglieri. “Gli assessori Casciere e Silvagni fanno affermazioni a dire poco sconcertanti, che sono un affronto a tutto campo, e lascia perplessi, tra l’altro, che Renata Silvagni, dichiaratamente contraria allo spostamento del mercato, le abbia sottoscritte”, rimarcano i Consiglieri. “É evidente da certe affermazioni la considerazione e il rispetto, pari a zero, che questa Amministrazione ha per il mercato storico e per gli ambulanti, addirittura indicati, a spanne, come una massa di fuorilegge, come se fossero loro il problema… Noi resteremo al fianco degli ambulanti, nella sacrosanta difesa del lavoro, principalmente, e del mercato, storicamente collocato nell’area centrale, pronti ad agire in tutte le sedi. Gabriele de Angelis addita gli altri mentre lui persevera nelle sue magagne, ma non servirà a distogliere l’attenzione dai fatti, che sono chiari: infischiandosene tanto delle proteste quanto delle proposte, De Angelis continua a non ascoltare i lavoratori e la Città, in spregio degli uni e dell’altra e impone l’assegnazione degli stalli, rifiutando ogni confronto reale come ha sempre fatto; in quest’occasione manda avanti i suoi Assessori per propinare agli ambulanti l’ennesimo piatto indigesto. Caro Sindaco”, è l’invito in chiosa dei Consiglieri, “accantona gli atteggiamenti da guappo e ravvediti, ci sono in ballo i destini di oltre 150 famiglie e un corollario di aspetti storici, sociali ed economici collegati che non possono essere semplicemente ignorati”.

 

Continua a leggere

Avezzano

Mercato: fumata nera, ancora un sabato di sciopero. Ecco la proposta degli ambulanti

Pubblicato

on

Avezzano – Fumata nera, ancora un sabato di sciopero
L’accordo sullo spostamento del mercato non c’è e gli ambulanti, ancora in stato di agitazione, annunciano che il mercato non si terrà neanche il prossimo sabato 20 ottobre. La decisione è stata presa ieri, in tarda serata, al termine dell’ennesimo incontro tra l’amministrazione comunale di Avezzano ed una delegazione di ambulanti.

Le accuse degli ambulanti all’amministrazione
L’amministrazione ha deciso che il tradizionale mercato del sabato non deve svolgersi più a piazza Torlonia per motivi di sicurezza, ma, di fatto, non ha fornito una soluzione che sia nello stesso tempo praticabile ed appetibile. L’amministrazione non può fare sperimentazioni sulla pelle dei lavoratori e delle famiglie, lamentano gli ambulanti supportati da numerosi commercianti del centro per i quali il mercato costituiva un’attrattiva anche per le attività a posto fisso della zona.

Le due location a nord
Gli ambulanti riferiscono, infatti, che la zona della campana della pace, proposta dall’amministrazione, non sarebbe idonea così come il vicino parcheggio delle poste, che il comune avrebbe proposto loro come location alternativa. Una soluzione questa in contrasto anche con il vicino commissariato di polizia.

Il mercato deve restare in centro. Ecco la proposta degli ambulanti
Il mercato, a parere degli ambulanti, deve restare in centro. Per questo motivo gli stessi, con il supporto tecnico di alcuni professionisti, starebbero studiando una proposta da sottoporre all’attenzione del sindaco De Angelis e della sua amministrazione. Gli ambulanti si dicono disposti a rivedere la disposizione dei banchi, per le famigerate questioni di sicurezza, purché non si cambi zona. Allo studio ci sarebbe l’ipotesi di disporre di via Mazzini, strada in cui il mercato si svolgeva un tempo, e via Anna Maria Torlonia con le bancarelle disposte su un unico lato delle due strade e con le traverse lasciate libere per il passaggio di eventuali mezzi di soccorso, mentre via Marconi e via Rosselli garantirebbero il regolare transito delle auto. La proposta, allo studio, potrebbe essere formalizzata già nei prossimi giorni. Gli ambulanti, oramai da un mese senza mercato e dunque senza guadagni, si sono detti pronti a continuare la battaglia.

Il mercato che spacca la maggioranza
La questione dello spostamento del mercato potrebbe essere una delle motivazioni alla base della frattura creatasi nella maggioranza tra il sindaco De Angelis ed il suo vice, Lino Cippolloni, e i tre consiglieri dell’Udc. Nei giorni scorsi gli stessi  avevano mostrato apertura ed ascolto nei confronti degli ambulanti programmando più di un incontro, prima di decidere di disertare l’ultimo consiglio comunale. fdm

Continua a leggere

Avezzano

Trovata rotta la statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti ad Avezzano

Pubblicato

on

Avezzano – La statua della Madonnina di via Palmiro Togliatti è stata trovata rotta questa mattina. L’immagine sacra si trova nella piazzetta che collega via Togliatti a via La Malfa, nella zona nord della città. Una croce celeste custodisce ai suoi piedi una piccola statua raffigurante la Vergine Maria. Questa mattina un cittadino ha notato che la statua era rotta alla base. Un incidente o un atto voluto? Non è dato saperlo. Tanta l’indignazione tra i residenti del popoloso quartiere avezzanese.

Continua a leggere

Avezzano

Piano di Protezione civile; il Comune stila un elenco delle forze di volontariato, ecco come accreditarsi

Pubblicato

on

Avezzano –  Al fine di definire il quadro delle forze di volontariato esistenti sul territorio, l’amministrazione comunale di Avezzano invita tutti i soggetti operanti nel mondo del volontariato, che volessero accreditarsi presso il Comune, per la formazione dell’elenco delle forze di volontariato cui fare riferimento per l’attuazione delle funzioni di supporto.

Il sindaco di Avezzano, in qualità di autorità di protezione civile per la direzione ed il coordinamento del servizio di soccorso e assistenza alla popolazione, si avvale della struttura denominata Centro Operativo Comunale (C.O.C.) che coordina gli interventi delle squadre operative comunali e dei Volontari, segnala alle Autorità competenti l’evolversi degli eventi ed informa la popolazione. La struttura è articolata in dieci funzioni ovvero settori di attività omogenee e prestabilite, i cui referenti, scelti in base alle ordinarie attività svolte per l’amministrazione, sono individuati tra dipendenti in possesso delle competenze che meglio rispondono alle attività previste per ogni singola funzione o anche Volontari di comprovate capacità.

In particolare la Funzione 3, Volontariato, assicura il coordinamento delle risorse delle Organizzazioni di Volontariato, in raccordo con le singole Funzioni che ne prevedono l’impiego; Delinea ed aggiorna il quadro delle forze di volontariato in campo in termini di risorse umane (censimento delle risorse umane: impiego, accreditamento, attestazione), strumentali, logistiche e tecnologiche impiegate. Tale funzione dovrà anche garantire il rilascio delle attestazioni per i volontari effettivamente impiegati nelle diverse fasi emergenziali e post emergenziali, nonché provvedere all’inoltro all’ente regionale delle richieste necessarie a garantire i rimborsi per i benefici di legge (D.P.R. 194/2001). Inoltre, anche sulla base delle esigenze rappresentate dalle altre Funzioni di supporto, concorre alla definizione ed al soddisfacimento delle eventuali necessità di rafforzamento dello schieramento di uomini e mezzi del volontariato, verificandone la disponibilità e individuandone provenienza, caratteristiche, tempistica e modalità di impiego. Lo Statuto Comunale, all’art. 14, Partecipazione ai compiti di protezione civile, prevede: “Per lo svolgimento dei compiti attinenti alla protezione civile il Comune, nell’ambito della disciplina dettata a livello provinciale, si avvale di gruppi e associazioni operanti nel settore ed istituisce ‘il gruppo comunale di protezione civile’ a cui possono aderire tutti i cittadini residenti allo scopo di prestare la propria opera in attività di previsione, prevenzione e soccorso”.

Per l’accredito occorre compilare il modulo scaricabile al seguente link https://www.comune.avezzano.aq.it/index.php?id_oggetto=10&id_doc=2189&id_sez_ori=0&template_ori=9

Continua a leggere

Attualità

Busto Camillo Corradini, Lions Club: collocazione sia più idonea, ma che fine ha fatto la targa?

Pubblicato

on

Avezzano – Dopo le polemiche sulla nuova collocazione del busto di Camillo Corradini e il mistero, non ancora risolto sulla scomparsa della targa, il Lions Club di Avezzano interviene sulla questione con una nota inviata alla stampa.“Il busto di Camillo Corradini, prima scomparso e poi riapparso, collocato però in un luogo diverso dall’originario, ha creato un ampio dibattito, sicuramente producente perchè ha fatto conoscere ancor più la figura di questo illustre e benemerito cittadino avezzanese, ma ha anche creato un tantino di confusione riguardo alla vera paternità dell’iniziativa. Come già avvenuto con le amministrazioni che si sono succedute, dal 2005 il Lions Club Avezzano ha donato alla città cinque busti, l’ultimo nel 2013, quando il Comune di Avezzano dopo specifica richiesta concesse l’autorizzazione di collocare, di fronte alla fontana di piazza Risorgimento, il busto di Camillo Corradini. Per i lavori di restyling della fontana e della piazza circostante, il busto venne rimosso e successivamente ricollocato nel lato destro dell’ingresso della scuola media sempre intestata a Corradini. Tutta l’operazione è avvenuta all’insaputa del Lions Club – sottolinea l’associazione avezzanese – che in qualche modo si era sostituito all’ente comunale nel dare un meritato e tangibile riconoscimento ad un illustre cittadino, che tanto si prodigò nella ricostruzione di Avezzano dopo il tragico terremoto del 1915. Non solo il busto è stato collocato in un punto non idoneo, a nostro parere, ma anche da parte di tantissimi cittadini avezzanesi, ma sono addirittura scomparse le targhe dove vi erano riportate una breve storia di Corradini e la data dell’evento e gli sponsor, che avevano contribuito alla realizzazione dell’opera – tuona il Lions Club – A nostro modesto avviso, il piedistallo e il busto di Corradini, andrebbero invece ricollocati più in là, verso lo spazio adiacente l’ingresso della palestra, che delimita i confini tra gli istituti Corradini e Fermi, magari con il volto rivolto verso l’edificio scolastico. Infatti, il manufatto dove è adesso risulta ingombrante e rende le panchine meno capienti e scomode. Fatto curioso, infine, sul muro dietro al busto di Corradini, come un presagio, vi è scritto “Io non c’ero”. Una imprecazione che si trova lì per caso o proviene…dall’aldilà?”.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com