Connect with us

Senza categoria

Mercato, opposizione attacca: no al tavolo “farsa”, esposto contro azioni poco chiare

Pubblicato

on

Avezzano – La delocalizzazione del mercato del sabato nella zona nord è stata al centro di una conferenza stampa indetta dai consiglieri del gruppo di opposizione. Giovanni Di Pangrazio, Roberto Verdecchia, Gianfranco Gallese, Mario Babbo, Domenico Di Berardino, Cristian Carpineta e Francesco Eligi hanno annunciato che non siederanno ad tavolo di lavoro “farsa” indetto dall’amministrazione De Angelis e che presenteranno un esposto. Nel corso della conferenza stampa i consiglieri di opposizione hanno ribadito tutta la loro contrarietà al progetto sollevando anche importanti questioni sull’iter amministrativo, “poco chiaro”,  intrapreso dall’amministrazioni fatto di numerose “delibere e integrazioni di delibere” e obiettando le spese sostenute per la sperimentazione che vanno dagli 11 mila euro per la rimozione dei cordoli ai 3 mila per l’acquisto dei bagni chimici.
“Presenteremo un esposto in merito ad alcuni aspetti che ci sembrano poco chiari
– ha detto Giovanni Di Pangrazio parlando di – atti amministrativi contraddittori che prendono in giro il consiglio comunale  e la città. Cosa si nasconde dietro lo spostamento del mercato?- si chiede, e continua – Noi non parteciperemo ad un tavolo di lavoro indetto solo a decisione già presa, ci sembra una presa un giro – e aggiunge – daremo vita ad ogni iniziativa purché il mercato resti in centro. Gli esperimenti non si fanno sulla pelle delle persone. Alla fine chi subisce il danno maggiore sono gli ambulanti, i commercianti del centro oltre a tutta la città di Avezzano”. A spiegare gli “aspetti poco chiari” ci ha pensato Roberto Verdecchia che, carte alla mano, dichiara: “il decreto Gabrielli, si legge nella normativa, non è applicabile ai mercati cittadini, inoltre – continua – in materia di mercato e fiere cittadini esiste anche una delibera della Regione Abruzzo, ma l’amministrazione De Angelis ignora tutto questo – continua Verdecchia  che aggiunge – esiste un documento inviato al sindaco De Angelis in cui l’assessore competente in materia, Renata Silvagni, in un “Breve resoconto dei primi incontri del gruppo di lavoro” evidenzia tutte le criticità emerse: “affluenza concentrata” solo in alcune zone (via Einaudi e piazza Nardelli) con via Fabrizi “boicottata dai visitatori”; “gli ambulanti che non hanno trovato spazio hanno occupato in via provvisoria via Kolbe”; via Kolbe e piazza Nardelli “non assicurano lo spazio necessario per il passaggio dei mezzi di soccorso”, per questo, scrive ancora la Silvagni al Sindaco, “occorrerà occupare altri spazi”. Caro sindaco De Angelis – conclude Verdecchia – ripensare è un atto di intelligenza“.
“L’Assessore Silvagni non ha neanche partecipato ad una seduta di giunta sul mercato, proprio sulla materia di sua competenza, e questa è una cosa gravissima – tuona Domenico Di Berardino inoltre nell’ultima delibera di giunta è stato stralciato l’aspetto sperimentale del mercato nella zona nord, senza contare il fatto che con la delocalizzazione si è perso l’aspetto storico e tutto ciò che gli orbitava intorno”.
“Quella del decreto Gabrielli è solo una scusa – ha commentato Francesco Eligi del Movimento Cinque Stelle – i problemi sono stati solo tolti dal centro e trasferiti in periferia, bisogna dire la verità sui veri motivi che sottendono allo spostamento del mercato”.
Cristian Carpineta ha ribadito il fatto che “pur essendo consiglieri di opposizioni siamo comunque espressione di una maggioranza elettorale e quindi espressione di gran parte della città – non risparmiando critiche – all’atteggiamento del sindaco e della sua maggioranza che continuano a calare decisioni dall’altro senza condivisione, confronto e democrazia”. I consiglieri Mario Babbo e Gianfranco Gallese, rincarano la dose, tirando in ballo altre scelte, a loro dire, sbagliate intraprese dall’amministrazione De Angelis come la pista ciclabile e l’isola pedonale permanente. “Una pista ciclabile più sicura e con parcheggi corredate da un’ ampia area pedonale e non da quella che ha tutta l’aria di un contentino – accusa Mario Babbo che ribadisce – occorre ristabilire un principio di democrazia tra le parti sociali mentre qui si va solo verso parchi, parchetti e piazza Torlonia”. Sulla pista ciclabile insiste anche Gallese che rispolvera un vecchio progetto del gruppo consiliare “Per Avezzano” del 2016 che all’allora sindaco Giovanni Di Pangrazio aveva proposto il collegamento ciclabile tra centro, periferia e frazioni.

 

Senza categoria

Appalti Capistrello, domani gli interrogatori di garanzia dei tre arrestati

Pubblicato

on

Capistrello – Saranno ascoltati domani alle 10, dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avezzano, Francesco Ciciotti, sindaco di Capistrello, Corrado Di Giacomo, ex consigliere comunale, e Romeo Di Felice, responsabile dell’ufficio tecnico per gli interrogatori di garanzia. Si tratta dei tre principali indagati, nell’inchiesta condotta dalla Procura della repubblica di Avezzano, sui presunti appalti “truccati” nel comune di Capistrello. Questa mattina si sono tenuti altri tre interrogatori di altrettanti indagati nei confronti dei quali si è deciso di non applicare alcune misura. Si tratta del responsabile dell’Ufficio Amministrativo, il responsabile dell’Area Tecnica ed un impiegato dell’Ufficio Tecnico. Alla luce degli interrogatori rimangono 17 gli indagati, di cui 10 raggiunti da misure cautelari (tre arresti e 7 sospensioni dall’attività professionale per 12 mesi). Le accuse ipotizzate a loro carico vanno dalla concussione alla corruzione passando per ipotesi di reati relative alla turbativa. Tutti gli indagati, secondo le ipotesi accusatorie, sono coinvolti in un presunto giro di irregolarità sull’affidamento di appalti pubblici nel territorio del comune di Capistrello. Il collegio difensivo è composto da Antonio Milo, Roberto Verdecchia e Franco Colucci.

Continua a leggere

Senza categoria

Abbandona i rifiuti e fugge, ma viene ripreso dalla fototrappola. E’ caccia allo zozzone

Pubblicato

on

Aielli – La sua auto è stata fotografata dalla fototrappola dopo aver abbandonato selvaggiamente sacchi neri colmi di rifiuti nel bosco. E’ accaduto nel territorio del comune di Aielli, in una strada campestre. Decine i sacchi neri abbandonati con all’interno rifiuti indifferenziati di ogni genere. Ora è caccia all’uomo o alla donna alla guida dell’auto che potrebbe essere rintracciato grazie alla targa dell’automobile. Per il trasgressore è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria che va da un minimo di 3o0 ad un massimo di 3mila euro. Sanzione raddoppiata se i rifiuti abbandonati sono pericolosi.

Continua a leggere

Senza categoria

Terrorismo internazionale: denunciato egiziano domiciliato in Abruzzo, indagine partita da Procura L’Aquila

Pubblicato

on

Abruzzo – Era domiciliato a Colonnella, in Abruzzo, uno dei cittadini islamici arrestai con l’accusa di essere terroristi  pronti a colpire il Paese. All’alba di oggi, la Polizia di Stato ha portato a termine un’importante operazione per il contrasto al terrorismo di matrice jihadista.

I dettagli dell’operazione “Lupi Solitari”: In particolare a Milano è stata data esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale dell’Aquila, nei confronti del cittadino egiziano SHALABI Issam Elsayed Elsayed Abouelamayem, nato ad Eldakahlia (Egitto) il 01.07.1996, residente a Milano in via A. Meucci 2, per i reati di cui agli art. 270 bis ( associazione con finalità di terrorismo internazionale) e 414 comma 4^ CP (istigazione e apologia per delitti di terrorismo) poiché ritenuto organico allo Stato Islamico, intenzionato di andare a combattere per Daesh ed intraneo alla macchina della propaganda di quest’ultimo. A Teramo è stato denunciato in stato di libertà in quanto indagato per il reato di terrorismo internazionale ex art. 270 bis C.P I.O.M.A., nato ad Asiut (Egitto) il 10.5.1997, già residente a Botricello (CZ) in via A. Moro 16, di fatto domiciliato a Colonnella (TE) c. da Rio Moro nr. 193/E al quale è stato notificato il decreto del Ministro dell’Interno che ne stabilisce l’espulsione dall’Italia in quanto ritenuto pericoloso per la sicurezza dello Stato.

Un terzo cittadino egiziano, è stato denunciato in stato di libertà in quanto indagato per il reato di terrorismo internazionale ex art. 270 bis C.P. E. A. I. A. A., nato il 01.03.1995 in Egitto, residente a Piacenza (PC) via Mischi 16; lo stesso si trova attualmente all’estero e sono in corso fattive ricerche finalizzate al suo rintraccio.

Le indagini: estremamente complesse ed articolate, coordinate dalla Direzione Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo, sono state svolte dalla Procura della Repubblica di L’Aquila.-D.D.A.A.- Direzione Distrettuale Antimafia ed Antiterrorismo, che si è avvalsa delle DIGOS di L’Aquila, Teramo e Piacenza, del Compartimento della Polizia Postale e Comunicazioni Abruzzo di quello della Emilia Romagna, con il contributo delle Digos di Cuneo e Milano e con il coordinamento operativo della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione – Servizio per il Contrasto al Terrorismo Internazionale e del Servizio Polizia Postale e Comunicazioni. L’attività investigativa ha avuto inizio nel dicembre 2017, portando alla luce la presenza di un ristretto gruppo di cittadini egiziani, composto da tre persone, fortemente radicalizzati, con dichiarati sentimenti di odio nei confronti dell’occidente, che ha nello SHALABI la sua figura carismatica. All’inizio delle indigini quest’ultimo risiedeva a Colonnella, in provincia di Teramo, come dipendente della azienda che aveva in appalto le pulizie del Mc Donald’s ubicato in quel centro; dal 20 giugno SHALABI si era trasferito a Cuneo, mantenendo le stesse mansioni lavorative, mentre dal primo agosto il cittadino egiziano si era trasferito a Milano, dove aveva trovato lavoro, in nero, presso una azienda per la bitumazione stradale, cambiando per ben 4 volte il suo domicilio, come rilevato nel corso dei costanti e continuativi servizi di osservazione statica e pedinamento dinamico svolti, continuativamente nell’arco delle 24 ore, da personale specializzato della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione/U.C.I.G.O.S.

 

Continua a leggere

Senza categoria

“Chiamata alle arti”, al teatro San Rocco laboratorio teatrale per adulti

Pubblicato

on

Avezzano – Da martedì 27 novembre alle 21.00, presso il Teatro San Rocco di Avezzano, prenderà il via “Chiamata alle arti – Giù la maschera!”, il nuovo Laboratorio Teatrale per adulti de Il volo del coleottero. ll laboratorio teatrale è rivolto a chi vuole intraprendere un percorso di creatività alla scoperta delle proprie possibilità attraverso gli strumenti del teatro. Il laboratorio teatrale ha come obiettivo la creazione di uno spazio aperto di condivisione, la scoperta delle potenzialità del corpo, per realizzare percorsi di autenticità allenando l’immaginazione e la sensibilità nell’incontro con l’altro attraverso esercizi e attività creative. Non è richiesta una preparazione specifica o un’esperienza teatrale pregressa. A fine corso è previsto uno spettacolo nel quale saranno coinvolti i partecipanti del laboratorio. “L’idea di questo tipo di laboratorio” – sostiene l’attore, musicista e direttore artistico Francesco Sportelli – “è nata per allargare anche quest’anno la nostra offerta formativa ed esperienziale anche ai giovani e agli adulti in aggiunta alle già consolidate fasce di età dei bambini e dei ragazzi a cui si rivolgono i nostri laboratori artistici annuali. Le richieste di attivare un nuovo laboratorio sono state molte anche da parte degli allievi dello scorso anno e questo ci ha invitato a immaginare per quest’anno un percorso la cui tematica suggerirà sicuramente nuove occasioni per favorire la scoperta di sé e degli altri utilizzando gli strumenti del teatro e della musica confrontandosi con professionisti del settore artistico e formativo.” Il laboratorio teatrale è parte di un progetto più ampio denominato “Chiamata alle arti” che prevede anche un corso di formazione sui mestieri del teatro e una rassegna di spettacoli teatrali che saranno realizzati nel corso dell’anno.

Continua a leggere

Senza categoria

Nuova spazzatrice elettrica per la pista ciclabile, prove in corso a piazza del Municipio

Pubblicato

on

AvezzanoProve in corso questa mattina per la nuova spazzatrice elettrica in dotazione al comune di Avezzano. Il nuovo mezzo, completamente ecologico, consentirà la pulizia e la disinfezione urbana dei piccoli spazi del centro della città, difficilmente raggiungibili dai mezzi tradizionali, come l’interno delle piazze, i marciapiedi o la pista ciclabile. Questa mattina è stato eseguito il test grazie all’ausilio di un esperto che, proprio a pizza del Municipio davanti la sede comunale, ha spiegato e dimostrato ai futuri utilizzatori le principali funzioni della macchina spazzatrice.

Continua a leggere

Senza categoria

Giornata degli alberi, i piccoli alunni dell’asilo di Villa hanno piantato un ulivo in giardino

Pubblicato

on

Tagliacozzo – In occasione della Giornata Nazionale degli alberi, istituita dal Ministero dell’Ambiente, i piccoli alluni dell’asilo Pio XI di Villa San Sebastiano hanno messo a dimora un albero di ulivo nel giardino della scuola.
Nel corso della giornata ha avuto luogo anche visitata un’azienda agricola locale dove i bambini hanno “toccato con mano” gli animali ed i prodotti della terra.

Continua a leggere

Senza categoria

Nasce “Il Cammino di San Berardo”, gettate le basi per un sogno che diventa realtà

Pubblicato

on

Pescina – Camminare lungo le strade percorse da San Berardo e riscoprire i luoghi in cui è nato, passato, vissuto e morto. Nello spirito e con il proposito di riscoprire percorsi e luoghi suggestivi, con l’obiettivo di valorizzare un turismo religioso, ecosostenibile ed esperienziale volto ad accrescere l’offerta religiosa, culturale, turistica e naturalistica, si è tenuto a Pescina, il 19 novembre scorso, presso la sala Consiliare del Comune, il secondo incontro per progettare il Cammino di San Berardo. Si è discusso degli aspetti giuridici per la costituzione dell’associazione “Il Cammino di San Berardo”, del simbolo e dei colori che caratterizzeranno il percorso e si è tracciata la prima mappa del percorso stesso. Una serie di incontri con amministratori, associazioni, confraternite, cittadini per progettare e realizzare insieme “un sogno”: “Il cammino di San Berardo”.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com