Connect with us

Senza categoria

L’ingegnere Francesco di Stefano va in pensione, ma collaborerà gratuitamente col comune

Pubblicato

on

Avezzano – L’ingegnere Francesco Di Stefano collocato a riposo 1 settembre 2018, già dirigente di quest’amministrazione responsabile Infrastrutture, Lavori Pubblici, Manutenzioni, Urbanistica, Patrimonio, Protezione civile; sentito dal Sindaco, ha dato la propria disponibilità a svolgere attività di collaborazione e supporto presso il comune di Avezzano, a titolo completamente gratuito per un anno e senza vincoli di orario. L’Amministrazione ha ritenuto di avvalersi dell’elevata professionalità e dell’esperienza maturata dal dirigente senza rinunciare agli obiettivi di ricambio e ringiovanimento, per assicurarne, mediante un periodo di affiancamento a personale di nuova assunzione o già esistente, il trasferimento delle competenze e delle esperienze da esso maturate.

Il comune di Avezzano visto l’art. 5 comma 9 del D.L. 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazione dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, come modificato dall’art. 6 co. 1. del D.L. n. 90 del 20.6.2014 (legge di conversione 11 agosto 2014, n. 114) in base al quale è consentito attribuire incarichi gratuiti al personale collocato in quiescenza per un periodo non superiore ad un anno, non prorogabile né rinnovabile in caso di figure dirigenziali e direttive;Vista la delibera -di G.C. n. 35 del 19.2.2018 con la quale sono disciplinate le modalità di conferimento di incarico di collaborazione gratuita al personale collocato in quiescenza in applicazione della citata disposizione legislativa; l’ente si avvarrà della collaborazione dell’ingegnere Francesco Di Stefano.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Premio Internazionale Ignazio Silone, dalla Regione fondi per l’edizione numero XXII

Pubblicato

on

Pescina – Dopo le manifestazioni della XXI Edizione del Premio Internazionale Ignazio Silone, celebrate in onore del Quarantennale della morte dello Scrittore, anche quest’anno la Regione Abruzzo ha stanziato una cifra consistente per finanziare il Premio Internazionale Ignazio Silone ormai giunto alla sua XXII Edizione. L’Edizione appena passata è stata ricca e corposa ed ha previsto una serie di eventi e Conferenze che si sono susseguiti per ben 13 giornate del mese di agosto, dal 18 al 30, e 5 giornate del mese dicembre, dal 15 al 22, giornate della Sezione Giovani del Premio che ha chiuso definitivamente la XXI Edizione. Si sono susseguite Conferenze ed approfondimenti sulla figura dello Scrittore e spettacoli teatrali che hanno visto artisti dal grande calibro come Giannini, Bassi, Quartullo, Guanciale, Siravo ecc…esibirsi in monolghi, dialoghi ed intense rappresentazioni tratte dai testi siloniani. E tutto questo e molto altro ancora potrà essere realizzato quest’anno per questa Nuova Edizione. L’Amministrazione Comunale di Pescina ringrazia profondamente la Regione Abruzzo ed in particolar modo il Consigliere Regionale Maurizio Di Nicola che anche quest’anno si è speso a favore della sua Comunità, permettendo la realizzazione di un Premio che ha come scopo promuovere la figura di questo grande Scrittore del Novecento e farne conoscere ed apprezzare il pensiero soprattutto alle nuove generazioni.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Marano dei Marsi e Avezzano ricordano Monsignor Di Iorio a dieci anni dalla morte

Pubblicato

on

Avezzano  – Il 27 gennaio di dieci anni fa si compiva la vicenda terrena di Monsignor Giuseppe Di Iorio, il sacerdote che ha dedicato tutta la sua attività pastorale alla comunità di Borgo Pineta. Il 26 gennaio si svolgeranno le cerimonie di ricordo a Marano dei Marsi luogo di nascita di del monsignore e di tutta la famiglia. Il 27 gennaio ad Avezzano alla parrocchia Madonna del Passo edificata proprio da Monsignor Di Iorio sono in programma: alle 8.30 una mostra fotografica sulla sua opera pastorale, alle 10.30 santa messa di suffragio concelebrata da sacerdoti amici o allievi e alle 11.30 tavola rotonda introdotta dai saluti del sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis, del presidente del consiglio comunale Iride Cosimati, del vice sindaco Lino Cipollone e dell’assessore alle Politiche sociali Leonardo Casciere. Dopo i saluti delle autorità verrà proiettata una breve storia della parrocchia Madonna del Passo e della comunità di Borgo Pineta. Alla tavola rotonda parteciperanno: don Francesco Tudini, suor Maddalena Tarulli, don Antonio Ruscitti, don Andrea De Foglio, Domenico Di Berardino, Giancarlo Gallese, Giovanni Luccitti, Alberto Lamorgese, Gino Milano.

Continua a leggere

Senza categoria

La comunità di Scurcola Marsicana ha ricordato le vittime dell’eccidio del 1861

Pubblicato

on

Scurcola Marsicana – Lo scorso 19 gennaio la comunità di Scurcola Marsicana ha ricordato le vittime dell’eccidio del gennaio 1861 ad opera dell’esercito piemontese con la celebrazione di una messa solenne e la deposizione di una corona di fiori alla Cappella delle Anime Sante del Purgatorio dove l’eccidio è stato commesso. Questa giornata di ricordo e commemorazione è stata promossa dall’Associazione Alta Terra di Lavoro, presente con Domenico Alonzi, Mario Salulli, Geri De Luca e Claudio Saltarelli, che ha ringraziato il parroco Don Nunzio D’Orazio, l’Amministrazione Comunale di Scurcola Marsicana nella persone del sindaco Maria Olimpia Morgante, dell’assessore Francesco Tortora e del consigliere Franco Farina, la Confraternità delle Anime Sante del Purgatorioe al Priore Matteo Andreoli e il cittadino Fausto Vincenzo Colucci.

Continua a leggere

Senza categoria

Racconti, canzoni e memorie dalla Shoah in scena al Teatro San Rocco

Pubblicato

on

AvezzanoRacconti, canzoni e memorie dalla Shoah è lo spettacolo teatrale, una produzione Gruppo Jobel Teatro di Roma in collaborazione con Il Volo del Coleottero Teatro Musica di Avezzano, che sarà messo in scena per il pubblico serale sabato 26 gennaio alle ore 21.00 presso il Teatro San Rocco di Avezzano oltre ad essere replicato di mattina anche per gli studenti delle scuole medie e superiori marsicane. La struttura dello spettacolo segue l’ordine degli accadimenti così come tutta l’Europa li ha vissuti. “Memorie” cerca di portare lo spettatore a riflettere sul senso della speranza e della resistenza anche quando il male sembra vincere su tutto, attraverso lettere e testimonianze di sopravvissuti, diari di chi non è più tornato. Lo spettacolo intesse in una trama unica ed armonica i simboli di una Memoria collettiva rimasta viva negli anni, con la forte necessità di non tornare mai più in quel buio, nel nome della speranza e del valore positivo di ogni essere umano. “La volontà di ricordare il passato e l’osservazione del periodo storico e politico che stiamo attraversando” afferma Francesco Sportelli direttore artistico deIl Volo del Coleottero Teatro Musica – “ci hanno portati a voler fortemente condividere anche con il pubblico marsicano questo spettacolo molto suggestivo che ha riscosso anche gli apprezzamenti di molte personalità legate al mondo ebraico e all’esperienza della Shoah. Il Jobel Teatro e Il volo del coleottero Teatro Musica sono da lungo tempo unite da una poetica artistica molto simile e dalla certezza di spendere il proprio lavoro per fornire al pubblico occasioni di intrattenimento e riflessione.”
Lo spettacolo vede in scena Luca Pellino, Alessia Tabacco, Davide Mario Lo Presti, Jonathan Bellettini per la regia del Jobel Teatro

HANNO VISTO E APPREZZATO LO SPETTACOLO:
MIRIAM HAIUN – Direttrice Centro Cultura Ebraico di Roma
BICE MIGLIAU – Ex Presidente per 36 anni dell’Ufficio Cultura Comunità Ebraica
ALBERTO TANCREDI – Presidente Federazione delle Associazioni Italia Israele
GABRIELLA FRANZONE – Archivio Storico Comunità Ebraica
SILVIA HAIA ANTONUCCI – Archivio Storico Comunità Roma Ebraica
ADOLFO PERUGIA – Combattente degli Ebrei di Roma
HALINA BIREMBAUM – Poetessa israeliana, sopravvissuta del Ghetto di Varsavia, deportata ad Auschwitz. Il biglietto unico di 5 euro acquistabile presso il Teatro San Rocco il giorno dello spettacolo e in PREVENDITA ad Avezzano presso: Libreria Ubik Avezzano Corso della Libertà 110
Vieniviaconme – lettere e caffè Via Colanieri 10.

Continua a leggere

Senza categoria

Mega impianto sciistico nel Parco Sirente-Velino, insorgono gli ambientalisti

Pubblicato

on

Marsica – Dettagliate “osservazioni” sono state presentate stamattina da Appennino Ecosistema alla Regione Abruzzo, in merito al mega progetto di nuovi impianti sciistici, sottoposto alla procedura di Valutazione di Incidenza e di Impatto Ambientale”. Lo dichiara la stessa associazione in una nota. “Si tratta di quattro nuovi impianti e di otto nuove piste che si vorrebbe realizzare nella zona della Magnola, ampliando così verso Nord-Ovest il comprensorio sciistico omonimo, in piena Zona A di Riserva Integrale del Parco Regionale Sirente-Velino (secondo il mai approvato Piano del Parco), a pochi chilometri dai confini della Riserva Naturale Statale “Monte Velino” e nella Rete Natura 2000 dell’Unione Europea (ZPS/SIC). La realizzazione del progetto da 13 milioni di euro prosegue la nota ” distruggerebbe o comprometterebbe gravemente lo stato di conservazione di una superficie pari a circa 20 ettari, ove sono presenti numerose specie ed almeno cinque habitat di alta quota protetti dalla Direttiva Habitat dell’Unione Europea. Tra le specie, la rarissima vipera dell’Orsini, la coturnice, l’aquila reale e il grifone. Tra gli habitat, uno è considerato prioritario dalla stessa Direttiva UE (n. 6230* – Formazioni erbose di nardo): sebbene tale habitat sarebbe completamente distrutto per una superficie di “soli” 2,4 ettari, si trova in stato di conservazione inadeguato e in peggioramento in tutta la Penisola e sulle Alpi in stato cattivo (secondo il Rapporto ISPRA n. 194/2014). Ogni sua perdita” tuona l’associazione ambientalista “è pertanto da considerarsi inaccettabile; infatti, nel caso di incidenza significativa su habitat o specie indicati come “prioritari” negli Allegati I e II alla Direttiva UE Habitat, la procedura autorizzativa prevista dall’art. 6, c. 4 della Dir. 92/43/CEE (e dal relativo art. 5, c. 10 del D.P.R. n. 357/1997, come modificato dal D.P.R. n. 120/2003) è particolarmente aggravata, poiché per autorizzare la realizzazione del progetto possono essere addotte soltanto “considerazioni connesse alla salute dell’uomo ed alla sicurezza pubblica” o anche, ma in questo caso previo parere obbligatorio e vincolante della Commissione Europea, “altri motivi imperativi di rilevante interesse pubblico”, situazioni chiaramente al di fuori delle motivazioni del progetto in questione. L’assunto (contenuto nello Studio di Incidenza Ambientale) secondo il quale le opere previste comporterebbero la perdita di meno dell’1% della superficie degli habitat protetti dalla Direttiva Habitat, in rapporto all’intera ZPS/SIC, è criticato da Appennino Ecosistema, in quanto non considera le superfici degli stessi habitat già perse a causa di altri precedenti interventi, come quelli attuati in passato nella zona sciistica esistente della Magnola”. “Gli interventi di ripristino degli habitat proposti” osserva Appennino Ecosistema “sono basati sull’elevata resilienza delle comunità vegetali, che sono invece caratterizzate da un basso livello della stessa, trattandosi di habitat di alta quota; essi sono quindi destinati a fallire. Inoltre, gli stessi interventi, basati sulla concimazione e l’idrosemina, produrranno solo comunità vegetali disorganizzate caratterizzate da specie opportuniste, ben lontane da quelle originarie, configurando così un totale fallimento degli stessi. Appennino Ecosistema chiede infine che siano fornite, a corredo dello Studio di incidenza ambientale, le carte della vegetazione e degli habitat, in modo da poter valutare la reale incidenza delle opere punto per punto e la possibilità di un loro spostamento per eliminarne o ridurne l’incidenza sugli habitat. La valutazione di possibili alternative al progetto è obbligatoria, infatti, in base alla giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione Europea (sentenza Corte giust. UE, seconda sez., C 451/17 del 07/11/2018). Appennino Ecosistema, nel caso di approvazione del progetto senza modifiche significative, ipotizza la violazione di numerose normative poste direttamente a tutela delle aree protette a livello europeo e regionale/nazionale, tra le quali gli articoli del codice penale 733-bis (distruzione o deterioramento di habitat all’interno di un sito protetto) e 452-quinquies (delitti colposi contro l’ambiente, che punisce fatti colposi dai quali possa derivare anche solo il pericolo di una compromissione o di un deterioramento di un ecosistema, della biodiversità, della flora o della fauna) e gli articoli 6 e 11 della Legge n. 394/1991 (Legge quadro sulle aree protette, divieto di qualsiasi condotta che possa incidere “sulla morfologia del territorio, sugli equilibri ecologici, idraulici ed idrogeotermici”, divieto di tutte “le attività e le opere che possono compromettere la salvaguardia del paesaggio e degli ambienti naturali tutelati, con particolare riguardo alla flora e alla fauna protette e ai rispettivi habitat”). A questo proposito” conclude la nota  “Appennino Ecosistema ricorda che le norme previste dalla Legge quadro sulle aree protette come “norme di salvaguardia” devono essere applicate anche nel caso del Parco Regionale Sirente-Velino, in quanto né il Piano né il Regolamento del Parco sono ancora vigenti”.

Continua a leggere

Senza categoria

Consistente perdita idrica a Cappadocia, quattro comuni senza acqua

Pubblicato

on

Marsica – Interruzione del flusso idrico per i residenti dei comuni di Tagliacozzo, Cappadocia, Sante Marie e Carsoli. Il CAM, Consorzio Acquedottistico Marsicano, ha comunicato che a causa di una imprevista diminuzione di portata rilevata presso l’arrivo della “centrale di sollevamento di Roccacerro-Carico Generale” è stata accertata una consistente perdita idrica localizzata sulla condotta di adduzione, tra il partitore di “Cappadocia” e la centrale stessa. I tecnici sono al lavoro per riparare le perdita e pertanto il flusso idrico sarà interrotto fino alle 17 di oggi con possibili disagi per la popolazione.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Al via la seconda serata del Cinema di Montagna a cura del Cai Valle Roveto

Pubblicato

on

Balsorano – Prosegue la rassegna cinematografica di montagna nella Valle Roveto, e la manifestazione si sposta verso sud nel territorio del Comune di Balsorano. Dopo la giornata di Pescocanale, che ha visto la partecipazione di una numerosa platea di ospiti, nonché ben delineate molteplici tematiche per la prossima edizione, si giunge all’altra estremità della Valle Roveto con il film “Cannabis Rock”. L’appuntamento è per sabato 26 Gennaio, alle 17:30, presso la Sala Consiliare. La pellicola, anch’essa estrapolata della cineteca del Club Alpino Italiano, racconta le vicende di un gruppo di giovani arrampicatori torinesi che, tra gli anni 1973 e 1975, hanno contaminato l’alpinismo italiano sulla scia di tecniche già in uso nello Yosemite, seguendo la beat generation ed abbandonando gli schemi ed idealismi dell’alpinismo dell’epoca, sempre accompagnati dalle note di Bob Dylan, Crosby Stills Nash and Young ed altri storici gruppi rock degli anni ’70. Un nuovo modo di concepire l’arrampicata dettato sia dall’introduzione delle “scarpette”, contrastando così il dominio assoluto dello scarpone, ma anche e soprattutto rivoluzione concettuale in quanto le scalate, per come riportato da numerose riviste di settore, “diventarono delle vere esplorazioni visionarie cariche di significati simbolici, lungo vie battezzate con nomi evocativi: Cannabis, Fessura della Disperazione, Strapiombi delle Visioni, Diedro Nanchez”. La montagna, quindi, quale via di evasione e le pareti rocciose utilizzate a mo’ di strumento di creazione artistica. Al termine della proiezione si aprirà una riflessione curata da Fabrizio Pietrosanti, direttore della Scuola di Scialpinismo La Rosa Dei Venti, sul modo in cui gli alpinisti, e gli uomini in generale, hanno cambiato il loro modo di guardare alle montagne ed ai significati che ad esse sono stai dati nel corso della storia.

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com