Connect with us

Attualità

L’Abruzzo cresce lentamente ma le PMI soffrono ancora

Pubblicato

on

Abruzzo - "Le persone di 15 anni e più che in Abruzzo hanno svolto almeno un'ora di lavoro retribuito, nei primi tre mesi del 2018, sono 501 mila. "Un'occupazione che, rispetto al I trimestre dell'anno scorso, è incrementata di 37 mila occupati ma, in termini assoluti e non considerando la qualità precaria dei rapporti di lavoro, mancano ancora all'appello 14 mila posti per ritornare ai valori pre-crisi" - commenta così il Segretario della CISL AbruzzoMolise, Leo Malandra i dati pubblicati dall'Istat durante la conferenza stampa di ieri mattina alla presenza del Prof. Giuseppe Mauro, Ordinario di Politica Economica presso la Facoltà di Economia  della Università D'Annunzio di Pescara-Chieti. 

Il tasso di occupazione ha raggiunto il 58,1% recuperando più di 4 punti percentuali rispetto al I dell'anno scorso,ma sempre distante al valore del 2008, dove era pari al 59,5%. L'incremento occupazionale si concentra nell'agricoltura e nell'attività dei servizi, ma non nel commercio, negli alberghi e nella ristorazione. Anche l'industria in senso stretto e le costruzioni, in questo primo trimestre, mostrano una ripresa. Questa tendenza positiva dei settori produttivi non ha comunque riportato ai valori del 2008. Sono 60 mila i disoccupati, ossia coloro che tra i 15 e 74 anni si sono mossi a cercare lavoro. Un numero ancora elevato. Il tasso di disoccupazione è diminuito nel I trimestre 2018, ma rimane tuttavia ben sopra i livelli pre-crisi (6,8%).

"La ripresa occupazionale è legata essenzialmente all'aumento dei contratti a tempo determinato come ci segnala l'Inps dall'Osservatorio al Precariato. Un'occupazione che, purtroppo, non è di qualità e non è stabile soprattutto per la mancanza di incentivi, nazionali e regionali, che creerebbero posti di lavoro aggiuntivi a tempo indeterminato" - osserva il Segretario Generale della CISL.

"Il tessuto produttivo abruzzese sta risentendo ancora degli effetti della crisi, nonostante il valore dei prodotti esportati sia aumentato del 7,0% ed abbia recuperato il gap rispetto al 2008. Restiamo con un territorio poco competitivo e quindi scarsamente attrattivo per gli investimenti di nuova imprenditoria. Ne è prova il tasso di crescita delle imprese rilevato dalle Camere di commercio abruzzesi che continua ad avere un segno negativo, superiore anche alla media italiana. In Abruzzo abbiamo un sistema economico produttivo a macchia di leopardo con poche grandi e medie  imprese e una miriade di piccole e piccolissime imprese (anche artigiane), quelle che esportano e quelle che hanno difficoltà non solo ad entrare nel mercato estero ma anche a rimanere nel mercato interno, le poche grandi e medie aziende che puntano all'innovazione e alle ricerca, e la stragrande maggioranza di quelle piccole e artigiane che non fanno innovazione e ricerca, sono sottocapitalizzate e sottodimensionate e che, ricordiamolo, rappresentano comunque oltre l'85% del nostro sistema produttivo e che non possono essere lasciate senza sostegno pubblico dalla politica", - esamina Malandra nell'approfondire i vari dati elaborati dall'Ufficio Studi della CISL. 

"La lieve crescita economica e produttiva registrata è imputabile solo agli sforzi dell'apparto produttivo delle grandi imprese ed agli investimenti da queste operati. Gli investimenti pubblici sono ancora solo sulla carta degli strumenti di programmazione messi in campo dalla politica, ma in larga parte ancora non operativi e cantierati. L'Abruzzo non può reggersi solo sulla grande impresa manifatturiera, che pure, per rimanere e radicarsi, necessita di interventi infrastrutturali viari, portuali e di estensione della banda larga, come di abbattimento dei costi dell'energia. Ciò che deve essere assolutamente rafforzato è il sistema delle PMI, - dichiara il Professore GIUSEPPE MAURO nel suo intervento. Il problema della dimensione aziendale rende il modello fragile e vulnerabile, per queste ragioni l'attività imprenditoriale ha bisogno di certezze, credibilità e punti di riferimento come infrastrutture adeguate (materiali e immateriali), di un sistema bancario aperto e pronto a sostenerle nel percorso di consolidamento finanziario e di investimenti in innovazione, ricerca, crescita dimensionale, anche mediante aggregazioni consortili, ed  internazionalizzazione. Il modello di sistema bancario abruzzese dal 2012 è in crisi sia per le sofferenze lorde derivanti da prestiti al di sopra della media italiana, quasi doppia, e addirittura del Mezzogiorno, oltre che per la crisi economica che genera una relazione sempre più stretta tre economia reale e creditizia. Questa nuova situazione subita dalle banche ha conseguentemente avuto effetti fortemente restrittivi sul credito alle imprese, soprattutto quelle più piccole".

Il professore ed il Segretario Generale CISL hanno pertanto sostenuto che "per la ripresa e lo sviluppo dell'intero sistema produttivo abruzzese, non solo vanno urgentemente cantierate le azioni programmate da Masterplan, Patto per lo Sviluppo e dalla Carta di Pescara, ma contestualmente va ridato ossigeno, sostegno, alle PMI. E' necessario implementare tramite la FIRA le garanzie finanziarie regionali rilasciate dai Confidi; in quest'ottica la Regione ha avviato un percorso condivisibile di rientro in-house, ancora in atto,  per la FIRA allo scopo di renderla lo strumento principe nella programmazione pubblica di sostegno alle imprese. Bisogna creare un "PATTO con il sistema Bancario" per un plafond finalizzato a sostenere, a credito agevolato, progetti d'investimento delle PMI  destinati alla green economy, microcredito, ai programmi di ammodernamento o ampliamento produttivo, alla digitalizzazione, alle start up, e alla promozione dell'export e all'internazionalizzazione, snellendo i tempi di erogazione dei finanziamenti bancari".

 "Solo percorrendo questa strada l'Abruzzo potrà uscire definitivamente dalla crisi e solo così si potrà sperare di creare nuova occupazione stabile, facendo leva oltre che sulla grande e media industria, anche sulle PMI, che rappresentano anch'esse la struttura portante del nostro sistema produttivo, - concludono Malandra e Mauro -".

Attualità

Atti vandalici: ambulanti prendono distanze, si indaga dopo denuncia sindaco. Oggi nuovo incontro sulla questione mercato

Pubblicato

on

Avezzano – Il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, ha sporto una denuncia contro ignoti in relazione agli atti vandalici perpetrati ai propri danni e a quelli di altri amministratori della città. [Leggi qui] Indagini sono in corso per cercare di individuare il responsabile o i responsabili. Non è ancora chiaro, infatti, se si tratti di episodi non connessi tra loro oppure se, al contrario, dietro i gesti si nasconda una stessa mano criminale. Unanime è la condanna che giunge dalla città. Sulla vicenda si sono espressi anche Alberto Capretti, presidente Fiva Confcommercio Provincia dell’Aquila; Giovanni Cioni, Responsabile Fiva Confcommercio Marsica; e Roberta Mosci, Presidente Cidec Provincia di L’Aquila, che hanno condannato il gesto e preso le distanze da esso.

“Gli atti vandalici verificatisi a danno del Sindaco di Avezzano De Angelis ed altri Componenti dell’Amministrazione Comunale del Capoluogo Marsicano sono fatti esecrabili e da condannare senza “se” e senza “ma”, dai quali ci dissociamo convintamente. Così come non è consentito a nessuno di ricondurre tali gesti alla diatriba in corso sullo spostamento del Mercato con l’Amministrazione Comunale e chi lo fa rischia di screditare l’intera categoria del commercio ambulante che ha tradizione di legalità secolare e merita rispetto. Ci auguriamo che i responsabili di tali, sconsiderati e delinquenziali atti siamo al più presto individuati ed assicurati alla giustizia”.

Intanto è in programma per oggi pomeriggio alle 18 un nuovo tavolo di lavoro per ridiscutere lo spostamento del mercato del sabato. L’amministrazione comunale incontrerà nuovamente ambulanti e commercianti contrari alla decisione di dislocare il mercato di piazza Torlonia sia su via Garibaldi che nella zona nord. Lo scorso sabato gli ambulanti, unitamente alle attività commerciali del centro, hanno proclamato lo stato di agitazione. Se le loro richieste, oggi, non dovessero essere accolte gli stessi si dicono pronti ad andare avanti confermando lo sciopero indetto per sabato prossimo, 29 settembre. fdm

Continua a leggere

Attualità

Di Bastiano scrive al Sindaco: che fine ha fatto la fontanella del parco delle rimembranze?

Pubblicato

on

Avezzano – Augusto Di Bastiano del Centro Giuridico del Cittadino torna ad interrogare il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, sulle condizioni del parco di via Cavalieri di Vittorio Veneto. “Signor Sindaco il 5 gennaio 2018 Le scrissi per segnalarle lo stato in cui versava il parco di via Cavalieri di Vittorio Veneto, a oggi sono stati fatti interventi tampone ma non risolutivi del problema, so che dovrebbe partire a breve il piano manutenzione parchi e giardini e pazientemente la Città ed in particolare noi abitanti di Borgo Pineta attendiamo, ma – continua Di Bastiano – la scomparsa della fontanella all’interno del parco non trova giustificativi e preoccupa perché dal 5 di gennaio 2018 quando fu trovata a terra ad oggi  la fontanella è scomparsa, dove si trova la fontanella, perchè ancora non viene rimessa al suo posto?”.

Continua a leggere

Attualità

Atti vandalici, Casciere: metodo mafioso, azione di governo più decisa per i cittadini onesti

Pubblicato

on

Avezzano – Anche l’assessore con delega alla sicurezza, Leonardo Casciere, si è espresso in merito alla vicenda degli atti vandalici perpetrati ai danni delle automobili di proprietà del sindaco di Avezzano e di altri tre amministratori. “Il danneggiamento delle auto del Sindaco, dell’Assessore, di un consigliere e del dirigente e del funzionario del Suap, rappresenta un fatto di una gravità inaudita. E’ l’espressione di un metodo mafioso per imporre il proprio volere ad ogni costo – ha dichiarato Casciere, aggiungendo – Questi “signori” abbiano una certezza: da oggi saremo sempre più decisi nella nostra azione di governo a tutela degli interessi di tutti i cittadini onesti”.

Continua a leggere

Attualità

Grossi ratti avvistati in città, numerose segnalazioni dal centro. Presutti: topi nutriti dagli incivili

Pubblicato

on

Avezzano – Numerose segnalazioni giungono dal centro di Avezzano dove, nelle ultime settimane, sarebbero stati avvistati diversi esemplari di ratti. A dare notizia circa la massiccia presenza dei roditori in città sono gli stessi cittadini. Alcuni avvistamenti sono stati addirittura documentati con foto e video amatoriali. Risale a qualche giorno fa la diffusione di un video che riprendeva un grosso topo aggirarsi tra i portici di via Marconi. Altre segnalazioni, anche di esemplari rinvenuti morti, sono giunte da via Marruvio, una zona in cui gli stessi residenti hanno lamentano una presenza numerosa di ratti in strada e nelle abitazioni.

Sull’argomento, quasi a voler avvalorare le tesi degli avezzanesi circa la molteplice presenza di ratti in città, si espresso anche l’assessore con delega all’ambiente, Crescenzo Presutti. “La presenza sempre più radicata dei topi e dei ratti in città è un fenomeno che si accompagna all’urbanizzazione: zone industriali abbandonate o dismesse, aree di degrado, discariche anche non autorizzate, macerie, terreni incolti e abbandonati, aumento dei rifiuti e degli sprechi che spesso vengono abbandonati sulle strade. Ogni mattina – denuncia l’assessore – in pieno centro, grazie a molti cittadini che abbandonano rifiuti nei cestini gettacarte, i topi e i ratti ricevono dosi abbondanti di cibo. Non basta fare la derattizzazione sulle aree pubbliche, quando i privati danno da mangiare ai topi in città e offrono luoghi dove festeggiare la manna che ogni giorno viene loro offerta da incivili”.

Continua a leggere

Attualità

Al tribunale di Avezzano arrivano i metal detector, palazzo di giustizia più sicuro

Pubblicato

on

Avezzano – L’installazione dell’impianto di sicurezza all’ingresso del tribunale di Avezzano. è stato ultimato. Dai prossimi giorni, infatti, entreranno in funzione i due metal detector che sono stati installati nell’androne del palazzo di giustizia davanti il gabbiotto della sicurezza.  “L’installazione dell’impianto metal  detector è frutto dell’iniziativa di Eugenio Forgillo, già Presidente del Tribunale di Avezzano – ha specificato il presidente facente funzioni Andrea Dell’Orso – che prima del suo trasferimento si è tanto adoperato per garantire la presenza di uno strumento idoneo a garantire la sicurezza all’interno del palazzo di giustizia non solo dei magistrati, ma anche della classe forense, del personale di cancelleria e dell’utenza in generale”.  Nelle aule il pubblico accederà solo dopo aver superato i controlli di sicurezza dall’unico accesso possibile, quello che si affaccia sulla centrale via Corradini.

Continua a leggere

Attualità

Diocesi dei Marsi, cinque nuovi parroci per sei parrocchie della Marsica

Pubblicato

on

Avezzano – Novità in arrivo per alcune parrocchie della Diocesi dei Marsi. Il vescovo, Pietro Santoro, ha, infatti, nominato don Ilvio Giandomenico parroco della parrocchia di San Giovanni in Celano; don Gabriele Guerra parroco della parrocchia del Sacro Cuore in Celano; don Lorenzo Macerola parroco della parrocchia di Santa Maria in Cese; don Luigi Incerto parroco delle parrocchie di San Giuseppe e della Santissima Trinità in Aielli e don Antonello Corradetti parroco della parrocchia di San Sebastiano Martire in Paterno.

Continua a leggere

Attualità

La CNA di Avezzano presenta il premio Cambiamenti dedicato alle startup

Pubblicato

on

Avezzano – Il giorno 24 settembre si è tenuta presso la sede della CNA di Avezzano, alla presenza del Presidente e direttore della CNA Francesco D’Amore e Pasquale Cavasinni, dalla coordinatrice marsicana dei giovani CNA Maria Campomizzi e Tiziano Genovesi, del presidente e del coordinatore regionale, sempre dei giovani imprenditori, Luca Lecce e Silvio Calice, la cerimonia di presentazione del premio Cambiamenti, giunto alla sua terza edizione. Il premio Cambiamenti è il grande concorso nazionale, istituto dalla CNA, che rientra ormai tra gli eventi di spicco nell’universo delle startup e che ha registrato, nelle prime due edizioni, oltre 1300 imprese candidate. Il Premio è rivolto a imprese di persone o di capitali in fase di startup, costituite dopo il primo gennaio 2015 e che non superino ad oggi 50 dipendenti, che hanno saputo riscoprire le tradizioni, hanno saputo promuovere il proprio territorio e la comunità, attraverso prodotti e processi innovativi. Cambiamenti ha l’obiettivo di riconoscere il merito e di offrire occasioni di confronto e visibilità a quelle imprese che con la loro attività rappresentano ogni giorno il meglio dell’Italia e rendono il Paese competitivo. Il Concorso prevede una ricca serie di premi, a partire da quello per il primo classificato (20.000 euro) fino a vari benefit tra incontri, strumenti, servizi e opportunità messi a disposizione dai vari partner della CNA quali Bluserena, Artigiancassa, Facebook, Google e molti altri. L’evento odierno ha riscosso molto successo, radunando vari imprenditori locali che si sono detti entusiasti della partecipazione ad un evento di questa portata e fortemente motivati a raggiungere la fase finale che sancirà il vincitore il prossimo 30 Novembre a Roma. Inoltre, la CNA Giovani Imprenditori è lieta di invitare tutti gli interessati al Next Lab L’Aquila di Lunedì 1° Ottobre 2018, ore 17:30 all’Auditorium del Parco, dove si parlerà dei “Nuovi modi di fare impresa … nuovi modi di (Ben)Essere”, talk show, concerto dei The Soul Buddies e Disko e street food abruzzese.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com