Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

“Italian Dream”: nel primo Ep dell’avezzanese Andy l’ottimismo di poter trasformare i sogni in obiettivi

Pubblicato

on

Si intitola “Italian Dream” ed è firmato dalla nuova voce della musica hip-hop, l’avezzanese Andrea Martelloni, classe 1988, meglio noto a tutti come Andy. A poche ora dall’uscita di questo suo primo Ep, ufficialmente disponibile da oggi, marsicanews lo ha intercettato per farsi raccontare il suo percorso, il suo lavoro ed i suoi progetti.
Dunque Andy partiamo dall’inizio. Raccontaci un po’ il tuo percorso artistico. Come hai iniziato a fare musica? Qual è stata la tua formazione musicale? Quando ti sei reso conto che questa poteva essere la tua strada?
Ho iniziato a scrivere le mie prime rime all’età di 12-13 anni, subito dopo essermi appassionato alla musica Hip-Hop. A quell’età ascoltavo tutto ciò che era legato a questo genere dal Rap della Golden Age dei Run Dmc, anni 80, fino ai dischi dei primi anni 2000 di Eminem e 50 cent. Essendo la nostra zona povera di iniziative legate a questa cultura non ho mai registrato nessuna canzone o disco fino all’anno scorso quando è uscita la mia prima traccia “Fuck Fate”, che, devo dire, ha avuto un discreto successo. Subito dopo l’uscita di “Fuck Fate” ho conosciuto Davide Pignataro, in arte David Bacon, il quale aveva molta più esperienza di me nel mondo della musica avendo già prodotto numerosi dischi. Tra noi due è nata subito un’ottima intesa e dopo circa nove mesi di lavoro abbiamo terminato questo Ep “Italian Dream”. Ancora non so se questa sarà la mia strada, per il momento ci divertiamo facendo musica, spero sia solo l’inizio.

Avezzano, Santo Domingo, Italia, America. In quale misura questi luoghi hanno influenzato la tua formazione musicale?
Sicuramente l’Hip-Hop d’oltreoceano è stata la mia più grande ispirazione, ancora adesso lo è. Ho sempre ascoltato artisti proveniente dagli USA di conseguenza il mio stile è improntato su ciò che ho sempre ascoltato da 15 anni a questa parte. L’Italia è stata molto importante per questo disco dal momento che il titolo dell’Ep è proprio “Italian Dream “, difficile parlare di sogno italiano nel periodo storico nel quale ci troviamo a vivere, ma è proprio da questa situazione che nasce la mia ispirazione e la mia idea di scegliere questo titolo. Santo Domingo è stato sicuramente un luogo fondamentale per me negli ultimi anni, non tanto per il lato musicale quanto per il lato umano. Essendo completamente diverso dall’Italia mi ha permesso di avere una visione diversa su molte cose della vita, di crescere su molti aspetti, è da li che ho preso la carica e la giusta motivazione per riprendere la penna in mano e per riniziare a scrivere. Spero di riuscire a collaborare nei prossimi mesi con qualche artista che ho conosciuto li, vi terrò aggiornati.

Che musicisti o gruppi ti sono serviti d’ispirazione?
Eminem è stato il primo fra tutti, se non fosse stato per lui non mi sarei mai innamorato di questo genere, non avrei mai ascoltato i grandi classici come Rakim, gli N.W.A.,Tupac, Notorius Big fino ad arrivare ai Pusha-T e J.Cole dei giorni nostri e molti altri. L’altra mia più grande ispirazione è sicuramente Jay-Z, un uomo geniale e non solo nel campo della musica, ma anche dell’imprenditoria, probabilmente l’unico che riesca ad essere considerato uno dei migliori rapper di tutti i tempi pur interessandosi a numerose altre attività al di fuori della musica. L’ultima mia grande ispirazione è Kanye West, personaggio più che controverso, altro genio nel campo della musica sia nell’ambito del rap che della produzione musicale.

Come sintetizzeresti in poche parole il tuo genere ai lettori di marsicanews?
Hip-hop non etichettabile, nel senso che non mi definisco né Underground né Commerciale, scrivo e canto senza sentirmi legato a dei canoni prestabiliti dal rap italiano o da qualsiasi altro genere musicale.

Veniamo ad “Italian Dream”. Com’è nato questo tuo primo Ep e quanto tempo ci è voluto per realizzarlo?
Ci sono voluti circa nove mesi. È iniziato tutto come un divertimento, l’idea era quella di fare qualche canzone e metterla su internet, ma poi abbiamo iniziato a pensare di creare un unico progetto con tracce che si distinguessero una dall’altra per suoni e contenuti.

Dal video dell’intro (https://www.youtube.com/watch?v=ffgqd4LYHHY) emerge dirompente la tenacia di un giovane che guarda ai grandi esempi del passato per costruire ottimisticamente un futuro migliore del presente. Quale messaggio c’è dietro e dentro la tua musica?
Il messaggio è questo: non lasciarsi trasportare dagli eventi attorno a noi. Stiamo vivendo un enorme crisi economica e personale, questo è vero, ma dobbiamo reagire, dobbiamo ripartire da qualcosa e quindi perché non partire proprio dai nostri sogni. Provare a trasformare quei Sogni in veri e propri obiettivi e cercare di realizzare quegli obiettivi con un po’ di ambizione e tenacia! Sono queste le motivazioni che mi hanno spinto a chiamare questo disco “Italian Dream”. L’Italia è un grande Paese o almeno lo è stato, menti eccelse ci sono state prima di noi e sono convinto che ancora ci siano e sempre ci saranno, dobbiamo solo cercare di non fare di questa crisi un alibi, di non lasciarci trasportare da questa esasperazione che ci circonda e provare a reagire.

A quale pubblico di ascoltatori si rivolge “Italian Dream”?
Si rivolge a chiunque abbia la voglia di ascoltare questo disco. Non mi sento di indicare una fascia di età, sicuramente è un tipo di musica ha molto successo tra i giovani, ma ultimamente si sta sdoganando anche qui da noi. Ormai vedo rapper in molti talent show in importanti reti televisive, quindi sono convinto che possa essere ascoltato da tutti.

Quanto c’è della tua vita, delle tue esperienze personali in questo “sogno italiano”?
C’è tutto me stesso in questo cd, ogni rima rappresenta qualche momento di vita vissuto, niente è stato scritto a caso, dalla canzone più profonda a quella un po’ più mainstream adatta ad una discoteca, sono io , Andy, in versioni differenti. C’è l’ambizione di riuscire ad emergere da un piccolo posto come questo in un momento di enorme difficoltà e la stessa cosa è per Davide. Siamo consapevoli che è difficile ottenere la visibilità che altri gruppi possono avere venendo da una grande città come Milano, Roma, Napoli per questo speriamo in un grande supporto da parte di tutti quelli che vivono qui nelle nostre zone, per poter raggiungere più persone possibili.

Continuiamo a parlare di te…se ti chiedessi le tre canzoni chiave della tua vita quale sarebbe la risposta?
È molto difficile rispondere a questa domanda, ne avrei moltissime da elencare comunque dovendone scegliere tre direi “Changes”- di Tupac, “Lose Yoursel”- di Eminem e “Many Men” di 50 Cent.

Un desiderio da realizzare nella musica e uno nella vita…
Per quanto riguarda la musica come prima cosa devo dire di essere molto soddisfatto di essere riuscito a realizzare questo Ep. Fino ad anno fa era impensabile per una cosa del genere, ma il mio desiderio sarebbe quello di migliorarmi ancora e riuscire a raggiungere più persone possibili con i miei testi! Per quanto riguarda la vita il primo è sicuramente quello di riuscire finalmente a laurearmi! A parte gli scherzi spero semplicemente di essere sereno e felice e soprattutto di non avere mai rimpianti!

Tra le tante qualità della musica quale aggettivo sceglieresti per descriverla?
La qualità migliore della musica è l’ispirazione/la motivazione che riesce a darmi, la canzone che riesce a farmi scattare qualcosa dentro è quella che amo.

Quale consiglio ti senti di dare ai giovani (o meno giovani) che sognano di addentrarsi in questo mondo?
Il consiglio è di non fare l’errore che ho fatto io, e cioè aspettare! È meglio buttarsi e provare a seguire le proprie passioni anche se c’è il rischio di essere giudicati o di fallire, piuttosto che non mettersi in gioco e avere rimpianti. Leggere molto, documentarsi quotidianamente su ogni cosa, iniziare a scrivere delle rime e riunirsi in gruppo per esercitarsi magari con dei freestyle è la cosa migliore per partire.

Ringraziandoti per la disponibilità ed il tempo che ci hai regalato non resta che ricordare dove e come possiamo ascoltare i tuoi lavori…
Su Facebook (Andy Official-Page, attiva da oggi), su Instagram (Andygramofficial), su Youtube (https://www.youtube.com/user/AndyMartMusic) e su SoundCloud (AndyOfficialCloud). Inoltre dal 2 ottobre sarà disponibile in Free Download anche su Honiro.it, uno dei maggiori portali di Rap/Hip-hop italiano.

Un grazie ad Andy per averci regalato il suo tempo ed un buon ascolto a tutti i lettori di marsicanews.

Cronaca e Giudiziaria

Auto si ribalta in pieno centro a causa del ghiaccio, ferita una donna

Pubblicato

on

Tagliacozzo – Un sabato sera da dimenticare ma che poteva finire ben peggio. É quello vissuto da una giovane donna, vittima di un incidente avvenuto la notte scorsa. La donna viaggiava a bordo della sua utilitaria quando, probabilmente a causa del manto stradale ghiacciato, ha perso il controllo del mezzo ed ha capottato. É accaduto nel centro di Tagliacozzo, poco prima delle due. Soccorsa, la vittima è stata trasportata e medicata all’ospedale di Avezzano, Nel sinistro, fortunatamente, non avrebbe riportato gravi ferite. Sul posto, con il 118, i carabinieri e i vigili del fuoco di Avezzano.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ladri ancora in azione nella Marsica, allerta per il periodo festivo. Le misure di autoprotezione

Pubblicato

on

Canistro – Ladri in azione nella Valle Roveto. I “soliti ignoti” hanno colpito a Canistro nel tardo pomeriggio di giovedì, nella zona centrale. I ladri avrebbero agito tra le 18 e le 19.30, intrufolandosi nell’abitazione dopo aver forzato una finestra. Molti danni e locali completamente messi a soqquadro: questo il desolante spettacolo che hanno trovato i proprietari di casa al rientro, poco prima delle 20. I malviventi hanno trafugato dei gioielli, per un valore ancora da quantificare, dileguandosi. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione.

Ogni anno, in prossimità delle feste natalizie – ma anche nel periodo estivo – si registra l’impennata dei casi di furto, nella Marsica come nel resto del Paese. Quest’anno, sebbene la cautela sia d’obbligo, le prime rilevazioni relative a buona parte del territorio marsicano mostrano al contrario un trend positivo. Parallelamente alle attività delle forze dell’ordine e delle amministrazioni, attraverso gli strumenti a disposizione e per quanto di competenza di queste ultime, è sempre opportuno mettere in atto tutti gli accorgimenti utili a sventare brutte sorprese.

Tra le misure di prevenzione e le buone abitudini “salva sicurezza”:

  • Ricordate di chiudere il portone d’accesso al palazzo;
  • Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato;
  • Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Nella sezione modulistica troverete le indicazioni per collegare il vostro antifurto al 112 . Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti;
  • Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro;
  • Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento;
  • Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente;
  • Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque;
  • In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici;
  • Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti;
  • Nel caso in cui, rincasando, trovaste la serratura manomessa o la porta socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112.

Sul sito web dei Carabinieri, dettagli e maggiori informazioni: http://www.carabinieri.it/cittadino/consigli/tematici/giorno-per-giorno/protezione-della-casa/protezione-della-casa

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Nas nelle mense scolastiche, accertamenti anche in una struttura della Marsica

Pubblicato

on

Marsica – Sono dieci le mense scolastiche pubbliche e private ispezionate in tutto l’Abruzzo dai carabinieri del Nas di Pescara. In particolare i controlli hanno riguardato 4 strutture della provincia di Pescara, 3 della provincia di Chieti, una della provincia di Teramo e 2 nell’aquilano ( di cui una nella Marsica).
Il titolare di un’azienda di ristorazione gerente il servizio di refezione di un istituto scolastico è stato segnalato all’autorità sanitaria ed amministrativa per aver mantenuto il laboratorio di preparazione dei pasti in carenti condizioni igienico-strutturali e aver omesso di attuare le procedure di tracciabilità e corretta gestione degli alimenti. Durante gli accertamenti è emerso che le attività di trasporto e consegna dei pasti precotti avvenivano con un veicolo non idoneo. I militari hanno disposto la sospensione dell’attività della mensa e il sequestro del mezzo di trasporto. Inoltre lo  stesso NAS ha deferito il legale responsabile di un’azienda di ristorazione delle scuole convenzionato con un Comune del teatino poiché ritenuto responsabile di aver somministrato agli alunni alimenti di qualità diversa da quella stabilita dal contratto di fornitura (formaggio “grana padano” anziché “parmigiano reggiano”). Sequestrati Kg. 50 di formaggio per un valore di circa 700 euro. Sono in corso accertamenti  sulle forniture alimentari di altre tre mense scolastiche.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Invasione di campo, daspo di un anno per un tifoso marsicano 50enne

Pubblicato

on

San Benedetto dei Marsi – Denunciato per invasione di campo dalla Digos un 50enne residente a San Benedetto dei Marsi (L’Aquila) a carico del quale il Questore dell’Aquila ha emesso il provvedimento amministrativo di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive (daspo) della durata di un anno. Il tifoso, durante l’incontro di calcio Città di L’Aquila – San Benedetto Venere disputatosi domenica 18 novembre presso lo stadio senza barriere “ Gran Sasso d’Italia – Italo Acconcia”, è stato bloccato dal personale in servizio mentre si dirigeva verso l’arbitro dopo avere scavalcato la ringhiera di separazione fra la tribuna ed il campo di gioco. L’azione è stata ripresa anche dalle telecamere del sistema di videosorveglianza gestito dalla Polizia Scientifica.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Capistrello. Arrestato il sindaco Ciciotti, 10 le misure cautelari eseguite

Pubblicato

on

Capistrello – É stato arrestato all’alba di oggi Francesco Ciciotti, sindaco di Capistrello. Agli arresti anche Corrado Di Giacomo, ex consigliere di maggioranza, e il responsabile dell’ufficio tecnico del comune, Romeo Di Felice.

Dieci in tutto le misure cautelari eseguite, sette delle quali a carico di imprenditori e liberi professionisti, nei confronti dei quali è stata disposta la sospensione dall’esercizio delle attività professionali per la durata di un anno. I reati per i quali si procede vanno dalla concussione, turbata libertà degli incanti, turbata scelta del contraente e corruzione in relazione ad una serie di appalti pubblici che riguardano la ristrutturazione di beni comunali, in particolare del Municipio. Le misure cautelari sono state eseguite da circa 50 carabinieri, coordinati dalla capitana Silvia Gobbini, provenienti dalla locale stazione, dalla stazione di Tagliacozzo e dal comando provinciale dell’Aquila. Il sindaco è in carica dal 31 maggio 2015.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Carte di credito clonate, marsicani truffati con mail o telefonate

Pubblicato

on

Avezzano – Gli è stata clonata la carta di credito prepagata dopo l’arrivo di una telefonata. Vittima della truffa è stato un 80enne residente nella Marsica. L’uomo ha riferito di una telefonata in cui, spacciandosi per l’istituto di credito che gestisce la carta prepagata a lui in uso, gli è stato chiesto di fornire il pin per sbloccare un fantomatico pagamento. Il malcapitato ha fornito il codice segreto e solo dopo si è accorto che gli erano stati sottratti 150 euro.
Anche una donna ha raccontato di essere stata raggirata al fine di prelevare denaro dalla carta di credito a lei intestata, solo che in questo caso la truffa è avvenuta tramite una mail in cui veniva comunicato un nuovo codice personale della carta e per ottenerlo bisognava fornire quello vecchio. Ignara ed in buona fede la donna ha fornito il pin che, anche in questo caso, è stato utilizzato dai malfattori per rubarle una somma di denaro. Si tratta di due casi denunciati nei giorni scorsi nella Marsica, ma le truffe con lo stesso modus operandi potrebbero essere molte di più. I truffati hanno sporto denuncia ed è stata avviata un’indagine per cercare di smascherare gli impostori. fdm

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Rubato un furgone carico di attrezzi da lavoro nella notte, bottino da 4mila euro

Pubblicato

on

Avezzano – Un furgone con attrezzi da lavoro è stato rubato nella notte nel quartiere sud della città. Si tratta di un doblo di colore grigio chiaro con bande nere laterali targato DV549TE. Il furto è stato messo a segno dopo le due, ora in cui sarebbe rincasata la figlia del proprietario che ha dichiarato che a quell’ora il mezzo era ancora parcheggiato al suo posto. Disperato il proprietario del mezzo, un artigiano del posto che si occupa di termoidraulica edilizia, ora rimasto privo di strumenti utili per poter continuare a svolgere il proprio lavoro. Non è ancora certa l’entità del furto, da una prima stima potrebbe aggirarsi intorno ai 4mila euro. L’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri della locale stazione che hanno avviato un’indagine. Un furto di mezzi da lavoro era stato denunciato circa tre settimane fa a Luco dei Marsi ai danni della ditta Nena di Barrea, appaltatrice dei lavori per la banda larga. Oggetto del furto una fresatrice del manto stradale, una speciale ruota scavatrice e un camion con braccio meccanico. In questi caso gli inquirenti hanno ipotizzato che ad operare sia stata una banda di specialisti che avrebbe agito su commissione. [Leggi qui] fdm

 

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com