Connect with us

Senza categoria

Il Vescovo Pietro Santoro celebra una messa per la Giornata mondiale dei poveri

Pubblicato

on

Avezzano – In occasione della Giornata mondiale dei poveri che si celebrerà domenica 18 novembre, il Vescovo Pietro Santoro presiederà la celebrazione eucaristica, domani sabato 17 novembre alle 17, 30 nella Chiesa di Madonna del Passo in Avezzano. Parteciperanno le aggregazioni laicali e i gruppi Caritas parrocchiali e di volontariato.

L’indirizzo che Papa Francesco ha voluto apporre a questa Giornata è chiaramente espresso dalle parole del Salmo 37, che ha ispirato il suo Messaggio per la Giornata mondiale dei Poveri 2018. “Questo povero grida e il Signore lo ascolta”. Il contenuto del Messaggio si sviluppa intorno a tre verbi: “gridare”, “rispondere” e “liberare”. Per ognuno di questi tre, Papa Francesco elabora una breve sintesi esistenziale che provoca a riflettere. Anzitutto, − si domanda, − “come mai questo grido, che sale fino al cospetto di Dio, non riesce ad arrivare alle nostre orecchie e ci lascia indifferenti e impassibili?”. Il Papa risponde positivamente affermando che: “È il silenzio dell’ascolto ciò di cui abbiamo bisogno per riconoscere la loro voce. Se parliamo troppo noi, non riusciremo ad ascoltare loro. Spesso, ho timore che tante iniziative pur meritevoli e necessarie, siano rivolte più a compiacere noi stessi che a recepire davvero il grido del povero. In tal caso, nel momento in cui i poveri fanno udire il loro grido, la reazione non è coerente, non è in grado di entrare in sintonia con la loro condizione. Si è talmente intrappolati in una cultura che obbliga a guardarsi allo specchio e ad accudire oltremisura se stessi, da ritenere che un gesto di altruismo possa bastare a rendere soddisfatti, senza lasciarsi compromettere direttamente.”
Il Papa afferma, inoltre, che la povertà “non è cercata, ma creata dall’egoismo, dalla superbia, dall’avidità e dall’ingiustizia. Mali antichi quanto l’uomo, ma pur sempre peccati che coinvolgono tanti innocenti, portando a conseguenze sociali drammatiche”. Prendendo come icona il racconto del cieco Bartimeo (cf. Mc 10,46-52), Papa Francesco attesta nel Messaggio che tanti poveri si sono identificati in questo povero ai margini della strada, che molti volevano zittire. Anche oggi, sostiene il Papa, “le voci che si sentono sono quelle del rimprovero e dell’invito a tacere e a subire”.
Per questo il richiamo di Papa Francesco è forte e lapidario: “Sono voci stonate, spesso determinate da una fobia per i poveri, considerati non solo come persone indigenti, ma anche come gente portatrice di insicurezza, instabilità, disorientamento dalle abitudini quotidiane e, pertanto, da respingere e tenere lontani.” . La risposta dei credenti, pertanto, ha bisogno di essere coerente e deve sapere che un comportamento contrario, non solo rende indifferenti nei confronti dei poveri, ma paradossalmente allontana da Dio che sta loro vicino.
Da ultimo, il Papa mette in guardia dal “giocare per avere il primato di intervento”. Chiede, anzitutto ai cristiani di comprendere “quanto sia distante il nostro modo di vivere da quello del mondo, che loda, insegue e imita coloro che hanno potere e ricchezza, mentre emargina i poveri e li considera uno scarto e una vergogna”. Al contrario, i discepoli di Cristo “sono chiamati a rendere loro onore, a dare loro la precedenza, convinti che sono una presenza reale di Gesù in mezzo a noi”. Questa è una veritiera opera di liberazione, perché aiuta a creare le condizioni necessarie per rispettare la dignità delle persone più deboli.
La Chiesa con questa Giornata intende ribadire la sollecitudine della comunità cristiana verso quanti vivono ai margini della società a causa della loro condizione di povertà. Acquisisce così solidità la tradizione fortemente voluta da Papa Francesco nel 2016 di avere una Giornata Mondiale dedicata ai Poveri. In piena aderenza a questo magistero, la premura del Santo Padre e della Chiesa vuole essere una chiamata per la comunità cristiana all’ascolto che si trasforma poi in intervento, in azione concreta, per affermare a voce alta il rifiuto dell’indifferenza e dell’impassibilità che attanagliano questo periodo storico più di altri. È un invito all’incontro con le diverse forme di sofferenza ed emarginazione in cui vivono tanti uomini e donne che siamo abituati a disegnare con il termine di “poveri”. Di fronte a questa multiforme sofferenza e a questo grido di aiuto si impone la prima clamorosa verità su cui questo Messaggio si fonda: il Signore ascolta! La speranza di un Dio che ascolta viene proclamata per quanti a loro volta cercano l’abbraccio del Padre. Nessuno, dunque, può sentirsi escluso dall’amore di Dio; specialmente in un mondo che eleva spesso la ricchezza a primo obiettivo e rende chiusi in se stessi. Non è vano quindi il grido del povero. Non solo, questa dimensione relazionale di grido-ascolto ricorda come ogni iniziativa di aiuto e assistenza debba essere inquadrata in questa prospettiva di incontro con l’altro e non, invece, nel circuito chiuso dell’autocompiacimento delle coscienze. Papa Francesco con le parole del Salmo, infine, consegna un messaggio di grande speranza, introducendo un’espressione di enorme impatto: «Ho cercato il Signore: mi ha risposto». È disarmante la semplicità con cui è espresso l’esito di questa ricerca. Il Signore, dunque, risponde! Per chi è nell’indigenza, questa certezza illumina una notte spesso sconfinata, che non conosce l’alba.

Senza categoria

Al Teatro dei Marsi uno spettacolo all’insegna del volontariato e della prevenzione

Pubblicato

on

Avezzano – Giornata di solidarietà al Teatro dei Marsi che, per l’occasione, diventerà luogo di spettacolo, volontariato e prevenzione. Alle ore 21 di sabato 22 dicembre si terrà la commedia in 2 atti “12 ore di ferie” di Franco Villani, regista Raffaele Donatelli, realizzata in collaborazione con la Casa Circondariale San Nicola di Avezzano, mentre lo stesso giorno, dalle ore 10 alle 17, sempre presso il Teatro, sarà possibile farsi visitare da medici qualificati per la prevenzione del tumore al seno e delle malattie reumatiche. Il progetto, patrocinato dal Comune di Avezzano, nasce dalla collaborazione tra la sezione cittadina dell‘UNITALSI, l’associazione culturale Parrocchia Madonna del Passo,  la LILT, l’associazione IncontraDonna ONLUS e la ASL1.
Presenti in Municipio gli assessori comunali Fabiana Marianella e Crescenzo Presutti, la dottoressa Anna Angeletti, direttrice della Casa Circondariale, la dottoressa Anna Di Giamberardino, capo area della struttura carceraria, Giovanni Luccitti, vice comandante della Polizia Penitenziale, Rocco Nubile, presidente dell’associazione Madonna del Passo, Raffaele Donatelli, regista, e il dottor Antonio Addari, presidente provinciale della LILT, oltre a molti attori della compagnia.
Continua a leggere

Senza categoria

Stanno bene i due escursionisti recuperati in tarda serata sul Monte Velino

Pubblicato

on

Magliano de’ Marsi – Stanno bene i due escursionisti romani di 25 anni recuperati ieri sera sul Monte Velino da due unità speciali dei vigili del fuoco. I due, dopo aver perso l’orientamento, erano riusciti a lanciare l’allarme e a far scattare le operazioni di ricerca che sono state immediate [Leggi qui]. Il timore per i due giovani era quello del congelamento data la presenza di neve in quota unita alle temperature rigide registrate in questi giorni nella Marsica. I vigili del fuoco, in continuo contatto con i due escursionisti, li hanno raggiunti in tarda serata e tratti in salvo dopo averli localizzati. Per precauzione i 25enni sono stati accompagnati all’ospedale di Avezzano per le cure del caso dove  I medici li hanno trovati in buone condizioni salute. fdm

Continua a leggere

Senza categoria

L’orso marsicano va tutelato, caccia vietata nella zona laziale di protezione esterna del Parco

Pubblicato

on

Abruzzo – “Un passo importante per la sicurezza dell’orso marsicano, specie a rischio estinzione”, è il commento di ENPA, LAC, LAV e WWF a seguito della sentenza del Consiglio di Stato che pone una pietra tombale sulla caccia nel versante laziale della zona di protezione esterna del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise accogliendo, di fatto, le richieste delle associazioni ambientaliste. “Ora si dia piena attuazione al PATOM andando anche oltre: a fronte di una situazione di enorme gravità occorrono provvedimenti di tutela straordinari”. La Terza sezione del Consiglio di Stato ha riconosciuto la fondatezza del ricorso delle associazioni ENPA, LAC, LAV e WWF, patrocinate dall’avvocato Valentina Stefutti, “si mette finalmente una pietra tombale sul provvedimento della Regione Lazio che aveva aperto la caccia nel versante laziale della Zona di Protezione Esterna del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Una bocciatura senza appello per la Regione Lazio, condannata anche al pagamento delle spese legali. Il Consiglio di Stato da un lato sottolinea “la mancata sottoposizione del decreto del Presidente della Regione Lazio del 27 settembre 2018, n. T00220, al preventivo parere dell’ISPRA (in violazione dell’art. 18, comma 4, della legge 157/1992)”, dall’altra evidenzia come “sul piano della comparazione tra gli opposti interessi in gioco, che l’interesse pubblico, consistente nella speciale esigenza di proteggere l’habitat di una specie protetta, come l’orso bruno marsicano, in zone limitrofe al Parco Nazionale di Abruzzo, deve ritenersi senza dubbio prevalente sulla pretesa regionale di garantire più spazi e più occasioni di prelievo alla comunità di cacciatori nell’esercizio dell’attività venatoria”. È stato in sostanza confermato il principio già affermato nel decreto presidenziale n. 5564 del 22 novembre scorso. L’ordinanza del Consiglio di Stato è estremamente importante perché vieta l’attività venatoria in una delle aree fondamentali per la tutela dell’orso bruno marsicano, quali sono le Zone di Protezione Esterna del Parco. Non si dimentichi che proprio in ZPE, in una vasca per la raccolta dell’acqua piovana non adeguatamente protetta, sono morti annegati circa un mese fa una orsa e i suoi due cuccioli con un danno enorme per una specie a rischio estinzione, che conta attualmente su appena una cinquantina di individui. “La sentenza – sottolinea il delegato Abruzzo del WWF Luciano Di Tizio ci dice anche un’altra cosa importantissima: che l’interesse pubblico per la salvaguardia di una specie a rischio di estinzione è prevalente sugli altri interessi. È ora che il Ministero per l’Ambiente e le Regioni interessate ne prendano atto dando piena applicazione al PATOM, il piano d’azione per la salvaguardia dell’orso marsicano, è andando anche oltre: a fronte di una situazione di enorme gravità occorrono provvedimenti di tutela straordinari. L’orso non può attendere: non si può perdere altro tempo“.

Continua a leggere

Senza categoria

Alla scoperta di Tagliacozzo con il trekking urbano di Montagne Selvagge

Pubblicato

on

Tagliacozzo – Parte da Tagliacozzo il trekking urbano di Montagne Selvagge che lancia una nuova sfida all’insegna della scoperta degli angoli piú nascosti dei paesi della Marsica e dell’Abruzzo. Ercole WildAlberto Liberati, uno dei tre ideatori del Cammino dei Briganti, guideranno curiosi e appassionati tra arte, storia e natura del comune marsicano. In particolare si potranno visitare la pineta, le risorgenti del fiume Imele, le cinque porte e il castello. “Tagliacozzo, come tanti paesi della Marsica, è stato attraversato da molti viaggiatori del Gran Tour che hanno lasciato testimonianza, con dipinti o con scritti, del fascino che queste terre suscitavano. E noi durante il nostro trekking urbano andremo alla ricerca di questo panorama dipinto da uno di loro. Ci troveremo davanti la fontana di Largo del Popolo, dove un tempo si abbeveravano gli animali. Da qui, attraverso “porta da Piedi”, una delle cinque porte del centro storico, percorreremo caratteristiche viuzze affacciandoci di qua e di là su angoli suggestivi salendo verso il paese vecchio. Ascolteremo il lento fluire del fiume Imele, ci inoltreremo nella pineta e poi fin su monte la Difesa a dominare Tagliacozzo dal belvedere della Croce”. l’attività è adatta per bambini, 10 anni in su, oltre che per gli adulti. L’appuntamento è per domenica 23 dicembre alle 9 in Largo del popolo. Per prenotazioni e info 338.2717448.

 

 

 

Continua a leggere

Senza categoria

Temperature polari nella Marsica: meno 10 a Pescasseroli, in serata arriva la neve

Pubblicato

on

Marsica – L’appennino abruzzese fa registrare ancora temperature polari. Nella Marsica la località più fredda è stata Pescasseroli dove la colonnina di mercurio è scesa fino a meno 10.2, seguita da Ovindoli con meno 9.7 e Marsia con meno 9.6. Temperature rigide anche a quote più basse, Tagliacozzo ha fatto registrare meno 6.9, Magliano de’ Marsi meno 5.7, Avezzano meno 5.6, Luco dei Marsi meno 4.5 e Carsoli meno 3.7. Gelo anche nel resto dell’Abruzzo con temperature da record ai Piani di Pezza (- 18.7), a Piano Aremogna (-17.3) e sull’ Altopiano delle Cinque Miglia (- 17). Da segnalare anche i meno 15  gradi di Rocca di Mezzo. Il Centro Funzionale d’Abruzzo comunica dalla serata di oggi, domenica 16 dicembre, e per le successive 24-30 ore, si prevedono nevicate da deboli a moderate al di sopra dei 400/600 metri su Abruzzo e Umbria. L’avviso di condizioni meteorologiche avverse  è stato emesso dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Scippata a due passi del centro da un uomo in bicicletta, vittima una donna di 80 anni

Pubblicato

on

Avezzano – Uno scippo è stato messo a segno ai danni di una donna anziana a pochi passi dal centro. E’ accaduto ieri pomeriggio intono alle 16 in via Nicola Di Lorenzo, nei pressi del supermercato Vin. e Gi. A segnalare l’accaduto alla redazione di Marsicanews è stata la figlia della vittima. L’ 80enne è stata raggiunta da uno scippatore in bicicletta che l’ha sorpresa alle spalle e con una mossa tanto brusca, quanto veloce, l’ha strattonata strappandole la borsa dalle mani. L’anziana donna, sotto shock, è riuscita a lanciare l’allarme ed ad allertare le forze di polizia giunte prontamente sul posto. Questa mattina la vittima ha sporto una denuncia, ora in città è caccia aperta allo scippatore in bicicletta. fdm 

Continua a leggere

Senza categoria

Corsa ai regali di Natale: i marsicani spenderanno 170 euro pro capite

Pubblicato

on

Avezzano “Un Natale prudente, ma non dimesso”. Confcommercio prevede che i marsicani faranno spese congrue per i regali da piazzare sotto l’albero, infatti spenderanno una media di 170,00 euro pro capite, poco più dello scorso anno. Per i commercianti, il mese di dicembre si conferma come il più importante dell’anno per le vendite, concentrando da solo oltre il 15% degli acquisti totali. Il rapporto “consumi di dicembre e previsioni di spesa per Natale” spiega che tra i prodotti più venduti ci saranno l’enogastronomia, l’elettronica di consumo, i prodotti per l’informatica, i giocattoli, gli articoli per il tempo libero, i gioielli, l’abbigliamento e le calzature. Quest’anno le famiglie, pur disponendo di un maggior reddito, saranno molto prudenti a causa dell’incertezza delle prospettive economiche, ha spiegato il Presidente Confcommercio Roberto Donatelli.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com