Connect with us

Senza categoria

Il sindaco di Avezzano critica la stampa locale, il Sindacato Giornalisti Abruzzesi replica a De Angelis

Pubblicato

on

Avezzano“Anche il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, fa di tutto per entrare nell’affollato club di quella politica che vive con fastidio ogni considerazione, ogni critica, ogni affermazione non allineata – esordisce così in una nota il Sindacato dei Giornalisti Abruzzesi ammonendo le considerazioni che il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, ha rivolto ad alcune testate giornalistiche locali – dallo scranno del consiglio comunale, il sindaco ha pensato bene di prendersela con quanti hanno opinioni diverse sull’operato della sua amministrazione relegando tutti in un calderone di siti  web, finti giornalisti, fake news e leoni da tastiera”. E’ quanto avvenuto nel corso dell’ultimo consiglio comunale.

“Il Sindacato dei Giornalisti Abruzzesi vuole ricordare al sindaco di Avezzano, e a tutti gli amministratori e politici, che l’informazione on line fatta da professionisti ha la stessa dignità e la stessa serietà di quella che garantiscono gli altri media. Il sindaco non può confondere le opinioni espresse nei limiti del diritto di critica e della deontologia professionale, con le fake news, nè i giornalisti dell’informazione on line con i “leoni da tastiera”. Peraltro ogni cittadino, sindaco compreso, ha tutti gli strumenti giuridici e deontologici per difendersi dalla scorretta informazione”.

Senza categoria

Mele biologiche per sfamare gli orsi marsicani di Villavallelonga e Pescasseroli

Pubblicato

on

Pescasseroli – Nella dieta dell’orso ci saranno anche le mele biologiche del Molise. I produttori di Castel del Giudice (Isernia) forniranno le mele per le aree faunistiche e la gestione degli orsi nei Parchi nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella. Lo rende noto Legambiente Molise. È stato infatti sottoscritto questa mattina a Pescara nella sede di Legambiente Abruzzo il protocollo d’intesa tra il Comune di Castel di Giudice, l’azienda agricola ‘Melise’, Legambiente e responsabili dei Parchi per l’utilizzo di mele biologiche a supporto delle iniziative di tutela dell’Orso bruno marsicano e di educazione ambientale. L’iniziativa ‘Le Mele degli Orsi’ prevede che l’azienda agricola di Castel del Giudice fornisca agli enti Parco mele biologiche di sua produzione che saranno utilizzate per alimentare gli orsi presenti nelle aree e centri
faunistici di Villavallelonga, Pescasseroli, Campoli Appennino e Palena e, occasionalmente, anche per attività
di gestione faunistica quali catture di orsi per ragioni scientifiche e gestionali.

Continua a leggere

Senza categoria

Sospesi gli stipendi ai dipendenti della casa di cura privata “Di Lorenzo”

Pubblicato

on

Avezzano – “La Casa di Cura Di Lorenzo si è vista comunicare un’illegittima decurtazione di pagamenti dovuti, pari a quasi una mensilità intera di lavoro, per la scellerata applicazione di una Delibera di Giunta Regionale in netto contrasto con tutte le norme nazionali e con la vigente Legge Regionale che disciplina l’attività delle strutture di ricovero pubbliche e private. “È impossibile ormai gestire i ricoveri, mi occupo personalmente dell’invio giornaliero dei flussi dei ricoveri alla ASL – afferma il Dott. Maurizio Gentile, collaboratore della Direzione della Casa di Cura e Responsabile del Personale – e garantisco che è impossibile soddisfare le nuove condizioni di erogazione che la Regione, con la DGR 611 /2017 vorrebbe imporre. Praticamente pretendono che ogni giorno vengano operati pazienti di tutte le discipline, con l’aberrante risvolto che all’interno delle sale operatorie dovremmo mischiare pazienti con interventi cosi detti “sporchi” con quelli cosi detti “puliti. Dovremmo inoltre rinviare in continuazione ricoveri programmati per indisponibilità di posti letto che invece sono disponibili, autorizzati e perfettamente coperti dal personale necessario”. Tutto ciò è in contrasto con le Leggi vigenti e con le regole di buona gestione di una struttura sanitaria. Essendoci rifiutati di creare continui disagi e di far correre rischi ai nostri pazienti, il risultato è che ci siamo visti decurtare ingenti somme di fatturato”. La Direzione della Casa di Cura sta valutando importanti azioni nei confronti della Pubblica Amministrazione che, con tale atteggiamento ingiustificatamente vessatorio, rende estremamente difficoltosa l’attività della struttura mettendo a rischio prestazioni per i pazienti e posti di lavoro, oltre a provocare l’ennesimo aumento di mobilità passiva a carico della Regione Abruzzo, perché i pazienti che non possono essere assistiti migrano verso altre Regioni nei cui confronti aumenta il già consistente debito della Regione Abruzzo. “Nulla sarà lasciato al caso” continua il Dott. Gentile, “agiremo in tutte le più opportune sedi per ottenere il rispetto della legge ma soprattutto dei diritti degli erogatori sanitari, dei pazienti e dei lavoratori” .

“La Uil Fpl chiede un incontro urgente alla proprietà della casa di cura privata “Di Lorenzo” spa di Avezzano per discutere della sospensione del pagamento delle retribuzioni e per trovare una soluzione alla problematica. In una nota inviata oggi a tutte le organizzazioni sindacali, la casa di cura ha infatti comunicato che si troverà costretta a sospendere il pagamento delle retribuzioni a seguito dell’applicazione della DGR 611/2017, peraltro già impugnata dalla stessa casa di cura, che ha causato ingenti e insostenibili decurtazioni di fatturato e di conseguenza di pagamenti di prestazioni legittimamente erogate nel primo semestre del 2018. Questo non consente alla casa di cura di onorare gli impegni finanziari e pertanto saranno erogati solo acconti del 50 per cento di quanto dovuto mensilmente”.

Continua a leggere

Senza categoria

Nuovo rischio chiusura incombe sul Tribunale di Avezzano, preoccupazione tra gli avvocati

Pubblicato

on

Avezzano – Nella seduta del prossimo consiglio dell’ordine degli avvocati del foro di Avezzano, prevista per lunedì prossimo, si affronteranno le recenti novità sulla riforma della geografia giudiziaria frutto di dichiarazioni del Ministro della Giustizia all’ultimo congresso Nazionale Forense. Lo ha reso noto il consiglio dell’ordine in una nota inviata in seguito al congresso di Catania al quale hanno partecipato per Avezzano gli avvocati Nunzia Morgani e Antonio Di Mizio. ” Le dichiarazioni del Ministro  – si legge nella nota-  destano allarme e ci impongono di non abbassare la guardia, rilevando comunque che se il Ministro è stato chiaro nel dire che non vi è I”opportunità di mantenere aperti i fori che sono stati chiusi, ha però anche detto che gli uffici del Ministero stanno procedendo ad uno studio mirato per individuare quelle realtà  eccezionali in cui si è di fatto concretizzato un diniego di giustizia” . In particolare – prosegue la nota – egli ha annunciato la sospensione delle soppressioni dei tribunali anche piccoli delle isole, per evidenti problemi di collegamento”.  “E’ certo – si ribadisce nella nota –  che il nostro Tribunale non può considerarsi già chiuso e per questo  il consiglio dell’ordine si sta attivando con sollecitudine presso tutti i livelli istituzionali nazionali per ribadire le eccezionali ragioni che militano a favore del mantenimento del Tribunale di Avezzano anche in vista della prossima riunione della commissione regionale alla quale – si – specifica –  il foro di Avezzano ha fornito ampie e dettagliate relazioni del  carico civile e penale, di estensione del territorio, di distanze, ii località montane. di realtà economiche rilevanti e di contiguità con zone possibile infiltrazione mafiosa”.

Continua a leggere

Senza categoria

Riconversione della Cartiera Burgo, presentazione ufficiale della linea produttiva 2

Pubblicato

on

Avezzano – Presentazione ufficiale per la linea produttiva 2 dello stabilimento Burgo Group di Avezzano. La cerimonia è in programma per questa mattina. L’azienda ha illustrato il piano di riconversione la cui produzione è partita lo scorso aprile. In particolare l’operazione ha previsto il revamping della macchina continua, la modifica della testa macchina e una nuova preparazione impasti, oltre che un adeguamento dell’edificio dove è ubicato il macchinario. L’operazione fa parte della strategia di diversificazione di Burgo Group che, grazie all’ingresso nel business del cartone, spazia oggi dall’editoria al packaging, dalla carta da stampa alle carte ondulatori. Lo stabilimento è candidato a diventare un vero polo dell’eccellenza nazionale per la produzione di cartone. Si prevede che a regime la linea 2 possa raggiungere una capacità produttiva di 200 mila tonnellate per la produzione di cartone andulato.

Alla cerimonia sono presenti tra gli altri: Giovanni Legnini, Giovanni Lolli della Regione Abruzzo, l’onorevole Stefania Pezzapane, Gianni Letta, il vescovo del Marsi Pietro Santoro, il sindaco Gabriele De Angelis, l’ex sindaco Giovanni Di Pangrazio, amministratori e rappresentanti istituzionali.

Continua a leggere

Senza categoria

Blitz a Celano: sequestrati atti e computer, denunciata una dipendente

Pubblicato

on

CelanoTerzo blitz dei carabinieri del nucleo investigativo dell’Aquila oggi nel palazzo di città di Celano, nell’ambito di un’indagine condotta dalla procura di Avezzano in relazione ad una presunta turbativa d’asta. La lente d’ingrandimento è puntata su appalti pubblici e relativi documenti, alcuni dei quali sono stati sequestrati insieme ad un computer portatile. L’indagine, che coinvolge amministratori, imprenditori e dipendenti ,è coordinata dal maggiore Edoardo Commandè e dal sostituto procuratore Roberto Savelli. A seguito del controllo una dipendente è stata denunciata per favoreggiamento.

Continua a leggere

Lavoro

Crisi LFoundry, De Angelis in azienda per incontrare il manager Galbiati

Pubblicato

on

Avezzano“Lunedì 22 ottobre alle 10.30 il sindaco Gabriele De Angelis incontrerà il dottor Sergio Galbiati nella sede di LFoundry per approfondire le politiche aziendali attualmente in atto” . E’ quanto fanno sapere da Palazzo di città. L’incontro arriva a seguito dell’annuncio dell’azienda circa l’apertura di una fase critica ed il consegue annuncio di 18 mesi di riduzione lavoro. È quanto emerso nell’ambito di un incontro tra la direzione aziendalei rappresentanti istituzionali e le parti sociali che si è svolto nei giorni scorsi presso la Regione Abruzzo. Intanto è in programma per il 19 ottobre un nuovo incontro in Regione nel corso del quale verranno esplorati i possibili percorsi di gestione della delicata fase che si prospetta.

Continua a leggere

Senza categoria

Cinque nuove specie cacciabili, il Wwf contro la decisione della Regione Abruzzo

Pubblicato

on

Regione – Con ordinanza n. 222/2018 pubblicata l’11 ottobre scorso, i giudici del TAR Abruzzo sono intervenuti nuovamente sul calendario venatorio di quest’anno, stavolta a seguito di un ricorso di Federcaccia. Il WWF si è costituito in opposizione a tale ricorso insieme alla Regione Abruzzo e all’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (ISPRA). I giudici hanno respinto le richieste cautelari di Federcaccia finalizzate ad aumentare i periodi di caccia per le specie quaglia, alzavola, fischione, folaga, gallinella d’acqua, germano reale, marzaiola, beccaccino e pavoncella, beccaccia, cesena, tordo bottaccio e tordo sassello. Federcaccia ha rinunciato invece alla domanda relativa al reinserimento nel calendario venatorio delle seguenti specie: canapiglia, codone, mestolone, moriglione e frullino perché nel frattempo la Regione Abruzzo aveva provveduto in tal senso autonomamente, senza aspettare il pronunciamento del TAR.

Dichiara Luciano Di Tizio, Delegato regionale del WWF Abruzzo: “Ancora una volta i giudici hanno bocciato le richieste di una parte del mondo venatorio. Il TAR ha ribadito che l’interesse alla tutela della vita della fauna protetta è superiore rispetto all’interesse dei cacciatori di esercitare il diritto di caccia per il solo fatto di aver corrisposto i relativi tributi.  La Federcaccia in pratica ha ottenuto parziale soddisfazione per una sola delle richieste che aveva presentato ai giudici, mentre sono state respinte tutte le altre richieste che estendevano modi e tempi di caccia a danno della fauna e dell’ambiente”. 

Conclude Dante Caserta, vice-Presidente del WWF Italia: “Rimane il rammarico sul fatto che la Regione Abruzzo abbia reinserito tra le specie cacciabili la canapiglia, codone, mestolone, moriglione e frullino. Invece di difendersi convintamente davanti al TAR, la Regione ha accolto preventivamente le richieste dei cacciatori. Grazie anche alla nostra opposizione, è stato almeno impedito l’inserimento nel calendario venatorio delle specie moretta e combattente. Lavoreremo già da oggi affinché vengano nuovamente escluse dalla caccia tutte le specie oggetto del ricorso, in quanto molte di esse sono considerate specie in declino e presenti nella nostra Regione con poche decine di individui”.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com