Connect with us

Altri Sport

Giovani ciclisti del centro Italia sulla pista di Avezzano

Pubblicato

on

Avezzano – Il Memorial Sandro Cervellini ricorda l’ex ciclista avezzanese, caro amico di Vito Taccone, scomparso nell’ agosto del 2009. Quest’anno la manifestazione tesa a tenere vivo il ricordo dello sportivo si è tenuta ieri, 5 maggio, all’interno del velodromo del Centro Sportivo Rolando Apolloni dove hanno gareggiato circa trenta ciclisti partecipanti provenienti da Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche grazie all’organizzazione dell’Avezzano Cycling Team e di Federciclismo Abruzzo. L’inaspettato bel tempo ha reso più agevole l’incontro sportivo e l’esecuzione delle varie batterie di gara (giro lanciato, velocità, corsa a punti) impegnative e ricche di spunti tecnici per una disciplina in forte rilancio nella regione Abruzzo e fondamentale nella crescita tecnica dei ragazzi.

Grandi protagoniste nell’omnium per la categoria donne juniores le portacolori della neo formazione giovanile marchigiana della Dorica Mazzoni nel segno di Maria Francesca Baglione (120 punti), Francesca Recchia (114), Valentina Greci (106) e Rita Pia Marchitto (104). In evidenza nell’omnium allievi Mattia Di Pancrazio (Gulp Val Vibrata – 108 punti), Daniele Truzzolini (Capobianchi Cicli Moto Sport – 108), Jacopo Panone (Gulp Val Vibrata – 102), Andrea Iulianella (Avezzano Mtb – 98), Paolo Paolantonio (Gulp Val Vibrata – 96) e Andrea Di Maddalena (Gulp Val Vibrata – 94). Le altre reginette dell’omnium sono state Letizia Brufani (GS Lu Ciclone – 118), Noemi Lucrezia Eremita (Team Di Federico – 116), Martina Severi (GS Lu Ciclone – 116), Caterina Di Nauta (Team Di Federico – 100) e Valeria Piscicelli (Team Di Federico – 100) tra le esordienti, mentre non sono state da meno le rappresentanti della categoria allievi con Gaia Rossi (Team Di Federico – 120), Sara Rossi (Team Di Federico – 112) e Valeria Pompei (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara – 100). Si sono espressi ad ottimi livelli i ragazzi delle categorie esordienti con Simone Roganti (Nuova Spiga Aurea – 120 punti), Luigi Gabriele Di Febo (Nuova Spiga Aurea – 112), Danilo Capodicasa (Capodicasa Team – 108), Riccardo Bernardi (Montanaia Racing – 100) e Lorenzo Sorgi (Nuova Spiga Aurea – 100) ad occupare le prime cinque posizioni nell’omnium. Per il sodalizio di casa si sono distinti con orgoglio l’esordiente Riccardo Bernardini, gli allievi Matteo Di Venanzio e Andrea Iulianella in occasione della loro prima esperienza in pista, disciplina alla quale credono molto l’Avezzano Cycling Team del presidente Gianluca Colabianchi e il direttore sportivo Cristiano Taccone, ideatore di tante iniziative ciclistiche in ambito giovanile sul nostro territorio.

Il comitato regionale della Federciclismo Abruzzo rappresentato sul campo gara dal presidente Mauro Marrone, sposa in pieno gli obiettivi dell’Avezzano Cycling Team che in collaborazione con il Consorzio Pista di Antonio Di Lizio puntano a dare continuità e slancio all’attività sportiva grazie a numerosi appuntamenti in calendario tra le città di Avezzano e Lanciano. Obiettivo? Far guardare lontano i giovani talenti del ciclismo al fine di rappresentare la regione Abruzzo nelle corse che contano.

Altri Sport

Torneo Nazionale Femminile: medaglia d’oro e d’argento per l’ A.S.D. Sauli Boxe

Pubblicato

on

Torneo Nazionale Femminile ad invito Schoolgirl ‐ Junior – Youth/Torneo Nazionale Femminile ELITE 2°, le atlete SAVCHUK OLENA ed EL MEKKI MYRIAM dell’A.S.D. Sauli Boxe conquistano rispettivamente la medaglia d’oro nei 54 kg Elite e la medaglia d’argento nei 69 kg Youth.
Il Torneo Femminile era ad invito e si è svolto a Roccaforte Mondovì dal 15 al 17 Marzo a cui hanno partecipato 142 atlete.
Olena, nei tre giorni di gara, ha incrociato i guantoni con atlete di altissimo livello vincendo anche in alcuni casi prima del limite. Per l’atleta è l’ennesimo traguardo dopo l’onorificenza conferita dal CONI per l’anno 2018, la medaglia di bronzo ai Campionati Universitari e la medaglia d’oro al Torneo Regina di Roma.
Myriam invece, nonostante la giovane età, può vantare una medaglia d’oro al Torneo Femminile nel 2017 e una partecipazione ai Campionati Europei Giovanili sempre nel 2017, sfiorando di un soffio la medaglia di bronzo. La medaglia d’argento quindi, dopo un anno di transizione, è la conferma del talento della giovane.
Le ragazze si allenano nelle sedi dell’A.S.D. Sauli Boxe di Civitella Roveto e ad Avezzano presso la Palestra KoRyū Dōjō. Un ringraziamento va a George David, che segue in maniera minuziosa.
Di recente è la convocazione per i due atleti Mattia D’Innocenzo e Matteo Fina al Torneo Nazionale ITALIA “Alberto Mura“ – Qualifiche : Schoolboy – Junior – Youth avrà luogo a Cascia (PG) dal 29 al 31 Marzo 2019.
Che dire, ormai la Società è la realtà marsicana del Pugilato AOB nel panorama Italiano.

Continua a leggere

Abruzzo

ROCCARASO: Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Tre giorni di esercitazioni dedicate al soccorso organizzato in valanga e ricerca dispersi negli Altipiani Maggiori d’Abruzzo

Pubblicato

on

Si sono da poco concluse le esercitazioni in valanga e ricerca dispersi sugli Altipiani Maggiori d’Abruzzo, durate 3 giorni e che hanno coinvolto 30 tecnici del S.A.G.F. (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza), appartenenti a 12 Stazioni Sagf dislocate sull’arco alpino ed appenninico della penisola. I finanzieri sono stati coadiuvati da un elicottero AW 139 giunto dal Centro Aviazione di Pratica di Mare della Guardia di Finanza e supportati, per la parte sanitaria, dall’Unità di Soccorso Piste della Croce Rossa di Pescara. L’esercitazione ha visto anche l’impiego di 8 unità cinofile addestrate per la ricerca di persone travolte in valanga.

L’addestramento, sia teorico che pratico, rientra nel piano formativo dei finanzieri specializzati nelle “Tecniche di Soccorso Alpino” con l’obiettivo di implementarne le sinergie e di rendere sempre più efficace l’attività di soccorso congiunta in caso di calamità e/o eventi che possano comunque mettere in pericolo l’incolumità delle persone.

Sono state simulate varie metodologie di intervento attraverso l’utilizzo di tecnologie e di strumenti all’avanguardia, quali i sistemi denominati “Artva” (apparecchi di ricerca in valanga), “Recco” (sistema elettronico ricerca persone disperse), GPS, droni e radio digitali. E’ stato inoltre illustrato il funzionamento della termocamera “PULSAR”, utilizzata per il rilevamento di oggetti fino a 1800 mt di distanza e dotata di telemetro laser, di videoregistratore integrato e di sensore termico. L’apparecchio è stato utilizzato nella ricerca dispersi, nel corso della quale, nonostante il terreno innevato, è stata individuata una persona di cui si erano perse le tracce.

Le simulazioni hanno previsto anche la costituzione di un centro di coordinamento dei soccorsi in loco, indispensabile per stimolare ed efficientare le sinergie e la cooperazione tra le varie componenti del soccorso.

Sono stati simulati vari scenari d’intervento, tra i quali, il soccorso a seguito di evento valanghivo. L’attività, muovendo dalla richiesta d’intervento pervenuta dal 118, si è sviluppata nelle seguenti fasi: invio della squadra di soccorso sul luogo dell’evento con velivolo in dotazione alla Guardia di Finanza; raccolta di informazione dai testimoni presenti; ricerca con l’ausilio del sistema “Artva” dei dispersi, in sinergia con le unità cinofile; ritrovamento ed estrazione dalla neve dei figuranti, “nascosti” anche più di un metro sotto il manto nevoso. Una delle vittime della valanga è stata soccorsa dagli operatori dell’Unità della Croce Rossa Italiana e, successivamente, recuperata dall’equipaggio dell’elicottero AW 139 della G.di.F. attraverso un’operazione particolarmente complessa eseguita mediante l’utilizzo del verricello (un particolare strumento che serve a movimentare pesi attraverso l’utilizzo di funi).

L’esercitazione ha fornito l’occasione per valorizzare e veicolare, da un lato, il ruolo fondamentale svolto dal S.A.G.F. nel dispositivo nazionale di soccorso in ambiente montano e, dall’altro, le funzioni di supporto, grazie alle qualifiche di agente e ufficiale di p.g. rivestite dai suoi appartenenti, all’Autorità Giudiziaria. Tali qualifiche rappresentano infatti il tratto distintivo rispetto agli altri operatori del soccorso e consentono ai finanzieri del S.A.G.F. di curare i profili di rilevanza penale connessi, in particolare, alla scomparsa, al decesso o al suicidio di una persona in ambiente montano o comunque impervio.

Continua a leggere

Altri Sport

TAEKWONDO: GRANDISSIMO RISULTATO IL TEAM COTTURONE

Pubblicato

on

Grande affermazione del Centro Taekwondo Celano, Team Cotturone dei maestri Ennio e Calvino, al Campionato Interregionale delle Marche svoltosi a Pesaro.
La squadra si è confermata tra le più forti d’Italia aggiudicandosi un memorabile 3 posto nella classifica generale delle società conquistando 5 ori, 4 argenti e 3 bronzi.
Straordinario Nicolas Esposito che scende in campo tra lo stupore dei tifosi dato il suo infortunio al piede, eroicamente conquista un oro tra l’ incredulità di tutti. Continua il periodo di forma di Francesco Scamolla dopo l’argento agli internazionali di Germania vince l’Intrregionale delle Marche. Oro anche per Ivana Ciccarelli che surclassa l’avversaria in una finale dove risulta nettamente superiore. Sul gradino più alto del podio anche Giada Piccone che dopo il lungo stop riprende l’attività agonistica con un successo. Primo posto anche per Andrea Di Renzo l’atleta, dopo essere passato in svantaggio recupera e vince la categoria.
Buone le prestazioni di Mario Ciccarelli e Luigi Fegatilli, i due atleti continuano la scia positiva conquistando due argenti confrontandosi con una categoria superiore. In salita la gara di Assunta Finanza che trova un’avversaria ostica e si arrende in finale perdendo di misura, argento anche per lei. Buona anche la prova di Giovanni Luccitti, nella prima gara nella nuova categoria deve ancora ambientarsi ma riesce comunque a conquistare un secondo posto.
Bronzo per Vittoriano Tirabassi, 4 incontri combattuti con tanta grinta, un atleta che non si arrende mai. Serena Tirabassi pur conducendo l’incontro fino all’ultimo round si fa raggiungere e superare dall’avversaria negli ultimi istanti di gara. Buona la prestazione di Alessio Fosca 3 classificato dopo aver superato brillantemente i quarti di finale, in un derby casalingo cede il pass della finale al compagno di squadra Luigi Fegatilli. Netti miglioramenti per Mattia Venditti, combatte con grinta e determinazione e si arrende in semifinale dopo aver condotto due round in vantaggio, conquista la medaglia di bronzo. Prestazione convincente anche per Mattia Tersigni che torna alle gare dopo un lungo stop, meritatissimo bronzo per lui. Anche Giorgia Stornelli torna a combattere arrendendosi dopo un buon incontro all’avversaria che alla fine vincerà il torneo.
Un’altra giornata memorabile per il Centro Taekwondo Celano che fa incetta di medaglie e conquista la coppa come società terza classificata continuando la scia di successi in campo Nazionale e Internazionale

Continua a leggere

Abruzzo

KARATE OPEN DI TOSCANA 2019. GRANDE PROVA DEI RAGAZZI DELLA A. S. D. KARATE BODY & SOUL

Pubblicato

on

Si è svolto a Follonica (Grosseto) dall’8 al 10 marzo 2019, il “18° Karate Open di Toscana”. Importantissimo appuntamento valido per il Ranking nazionale e che ha visto iscritti circa 1300 atleti provenienti da tutte le regioni italiane.
La A.S.D. Karate Body & Soul Avezzano del M° Vittorio Bucceri ha iscritto all’evento 7 atleti.
Questi i nominativi:
– AYRTON FANTOZZI – Cadetti cat. -70 Kg;
– GIADA CIOFANI – Juniores cat. -59 Kg;
– ALEX TOLLIS – Juniores cat. -68 Kg;
– FRANCESCO PORZIO – Juniores cat. – 68 Kg;
– PIERFRANCESCO DI NICOLA – Juniores cat. -76 Kg;
– GIORGIA DI COSIMO – Under 21 cat. -68 Kg;
– ALESSANDRO COLUCCI – Under 21 cat. – 84 Kg.
Grandissima prestazione degli atleti della compagine Avezzanese che hanno conquistato due medaglie di bronzo, una con Giada Ciofani e l’altra con Giorgia Di Cosimo. Altre medaglie sono state mancate per un soffio come quella per esempio di Pierfrancesco Di Nicola che dopo aver vinto magistralmente tre incontri ed essere approdato in semifinale di poule è stato eliminato dal torneo per un “dubissimo” giudizio arbitrale. Buona anche la prestazione di Alex Tollis che dopo aver superato il primo incontro gli è stato privato, per una svista arbitrale (poi riconosciuta dagli arbitri che oltremodo si sono scusati), di poter proseguire il cammino. Comunque, veramente bravi TUTTI per essere riusciti ad esprimere livelli tecnici e tattici all’altezza della situazione ed avere affrontato con onore, orgoglio e determinazione una competizione di così alto livello.

Continua a leggere

Abruzzo

Abruzzo. Gran Sasso. L’Ippovia più lunga d’Italia: 320 Km tra Natura e Cultura

Pubblicato

on

Attraversa il territorio di 3 Province: L’Aquila, Pescara e Teramo e 8 degli 11 distretti turistico-ambientali in cui si articola l’area protetta.

Lungo il tragitto sono stati risistemati 11 punti d’acqua, ristrutturati 9 abbeveratoi e dozzine di fonti, in modo da offrire sostegno ed aiuto anche agli allevatori di ovini e bovini. Sono state allestite 9 aree di sosta attrezzate con punti fuoco, si è operata la ristrutturazione di 2 rifugi di montagna e sono stati allestiti 8 capanni per la sosta ed il ricovero dei cavalli in prossimità di strutture turistiche di servizio.

Lungo il percorso sono evidenziare le emergenze naturalistiche e quelle storico-architettoniche ed archeologiche, ma anche i ricoveri, gli ostelli e le specialità della gastronomia dei diversi territori attraversati. Il lungo itinerario mette in rete aziende agrituristiche ed alcuni centri ippici di riferimento.

Un anello di 300 chilometri
Il progetto ha favorito il recupero di una parte di paesaggio agrario costruito, poichè si è intervenuti con i metodi dell’ingegneria naturalistica, utilizzando i materiali della tradizione per la ricostruzione delle murature a secco di sostruzione o per la realizzazione delle fascinate e delle palizzate.

Sono stati ristrutturati tutti i punti d’acqua, gli abbeveratoi e le fonti che si incontrano lungo il percorso, in modo da offrire sostegno ed aiuto anche agli allevatori di ovini e bovini. Inoltre sono state allestite aree di sosta attrezzate con punti fuoco e capanni ed una innovativa segnaletica per evidenziare le emergenze naturalistiche e quelle storico-architettoniche ed archeologiche presenti lungo i percorsi, ma anche i ricoveri, gli ostelli e le specialità della gastronomia dei diversi territori attraversati. Il lungo itinerario mette in rete le aziende agrituristiche ed i centri ippici, favorendo così lo sviluppo dei servizi privati per una migliore accoglienza del cavaliere e del cavallo.

Naturalmente, queste vie ristrutturate ed attrezzate possono essere percorse non solo a cavallo, ma anche a piedi o con bici da montagna.

Nel versante teramano il tratto più significativo è quello che favorisce il percorso delle pendici settentrionali del Gran Sasso d’Italia in direzione di Rigopiano, verso est, e di Nerito e Cortino, fin sui Monti della Laga, dal lato opposto, ricongiungendosi agli estremi con il percorso sul versante aquilano che attraversa le vallate e i piani di media quota tra il lago di Campotosto, l’altopiano del Voltigno e Capestrano.

Il tracciato del versante aquilano, a differenza di quello teramano, molto più orientato sulla esaltazione delle qualità ambientali e paesaggistiche, valorizza in maniera assolutamente unica il grande patrimonio storico-artistico costituito dai borghi, dai castelli, le abbazie, i centri fortificati. E’ il caso dell’antica Baronia di Carapelle, con i famosi borghi di Santo Stefano di Sessanio, Castelvecchio Calvisio, Castel del Monte, Calascio, Barisciano, nonché centri possenti come Capestrano, famoso per il suo guerriero italico. Su questo versante, tuttavia, non mancano bellezze di grande interesse naturalistico come il lago di Campotosto o la Valle del Vasto, non lontano dalla straordinaria vallata del Chiarino, a cavallo tra le province di L’Aquila e Teramo.

Il percorso di collegamento con l’area pescarese, che attraversa l’amena vallata di Rigopiano, sotto l’imponente parete nord del Monte Camicia, straordinaria cornice della storica Castelli, si riallaccia a quello aquilano toccando luoghi di incomparabile bellezza come la Val d’Angri, famosa per la presenza dei camosci, l’area faunistica del Parco, e di Farindola, ancor più nota per il suo mitico formaggio pecorino.

Articolo estratto da https://viaggiando-Italia.com

E da pagina Facebook Fucino Land

Continua a leggere

Abruzzo

L’evento sportivo e umanitario più grande del 2019: Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi

Pubblicato

on

Era il *4 gennaio del 2018* quando attraverso una email Special Olympics
Italia ci comunicò la convocazione di *Paolo Aquilio* ai *Giochi Mondiali
Estivi Special Olympics Abu Dhabi 201*9 nella disciplina pallacanestro.
Abbiamo avuto più di un anno per prepararci a questo importante evento, un
anno che ha coinvolto non solo Paolo e la sua famiglia, ma anche i suoi
compagni di squadra e tutta la comunità aquilana.
Paolo è un ragazzo aquilano di 23 anni con un fratello gemello Luigi, si è
diplomato all’Istituto Amedeo d’Aosta di L’Aquila ed è impiegato in una
impresa edile.
Due sono le passioni che Paolo coltiva da sempre la pallacanestro e la
chitarra, ma ha anche due amori la Juve e Laura Pausini.
Alla fin fine Paolo è un ragazzo come tanti, con tanti interessi e desideri.
Ha però un cromosoma in più che lo rende speciale.
Da bambino Paolo ha avuto la fortuna di incontrare una società di *basket
il 2K5* dove si è allenato per 10 anni e dove ha trovato dirigenti, tecnici
e compagni di squadra che lo hanno accolto ed incluso nelle attività.
Crescendo, il percorso sportivo divenne troppo agonistico e non adeguato a
Paolo portandolo all’abbandono della pallacanestro.
Finchè *nel 2015* si presentò a Paolo il *programma Special Olympics* che
lo ha rimesso nuovamente in gioco, dandogli nuove motivazioni.
Paolo ha trovato nuovi compagni, nuovi allenatori e nuovi traguardi da
raggiungere. Con Special Olympics ha avuto l’opportunità di partecipare a
tornei interregionali e nazionali di pallacanestro facendo trasferte di uno
o più giorni, vivendo il momento del viaggio, dello spogliatoio, della
partita, della premiazione e della camera d’albergo in autonomia lontano
dai genitori.
Paolo è stato scelto tra tanti atleti in tutta Italia non solo perchè è
bravo tecnicamente, ma anche per il percorso di autonomia che ha realizzato
in questi anni, per la crescita del Team e dei familiari che stanno
apprendendo la filosofia di Special Olympics.

Special Olympics Italia in vista del più grande evento sportivo ed
umanitario del 2019, i Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi, ha
lanciato la Campagna di raccolta fondi “*Adotta un Campione*” con
l’obiettivo di coprire le spese della trasferta degli Atleti italiani
all’evento.

La partecipazione di Paolo ai Giochi Mondiali di Abu Dhabi avverrà grazie
alla generosità degli aquilani, ma soprattutto dei Service Club di
L’Aquila: *Kiwanis Club L’Aquila,* *Serra Club* – *Rotary Club
L’Aquila* – *Rotary
Club Gran Sasso D’Italia* – *Lions Club* – *Soroptimist* – *Inner
Wheel* – *Rotaract
Club L’Aquila* – *Panathlon Club L’Aquila * che in più di un’occasione
hanno mostrato grande generosità.

Il 21 gennaio 2018 a Roseto durante una partita di A2 Paolo ha ricevuto la
notizia della convocazione al mondiale. Da quel giorno gli allenamenti sono
seguiti incessanti. Ha partecipato prima al torneo centro sud di Special
Basket poi a giugno ai Giochi Nazionali di Montecatini.

Con la rappresentativa nazionale ha effettuato ben quattro raduni nazionali
utili a conoscere i compagni di squadra e gli allenatori.

Anche Sergio Parisse capitano della nazionale italiana di rugby e aquilano
d’origine ha voluto sostenere in questa avventura Paolo, condividendo i
valori di Special Olympics.

Paolo è una persona con una disabilità intellettiva e realizzerà il sogno
di rappresentare l’Italia ad un evento sportivo di caratura mondiale. E’ un
grande orgoglio per L’Aquila.
Dal 14 al 21 marzo*, oltre *7mila atleti* provenienti da ogni parte del
mondo, saranno impegnati in *24 discipline sportive*.

Gli Azzurri gareggeranno nelle seguenti discipline: *atletica, badminton,
bocce, bowling, calcio a 5 e a 7 unificati, equitazione, ginnastica
artistica e ritmica, golf, equitazione, pallacanestro unificata e
tradizionale, pallavolo unificata, nuoto, nuoto in acque libere, tennis,
tennistavolo.*

Porteranno in alto i colori del nostro Paese e saranno protagonisti di una
grande rivoluzione di prospettiva che, attraverso lo sport, toccherà temi
fondamentali del nostro tempo come l’accettazione di tutte le diversità e
la piena inclusione.

*Non esiste posto migliore di Abu Dhabi per invitare il mondo ad unirsi e
celebrare lo sport, celebrare le persone di tutte le culture e per
dimostrare al mondo che le barriere culturali possono essere cancellate* –
ha detto *Timothy Shriver*, Presidente di Special Olympics
International – *Siamo
entusiasti all’idea che siano i primi Giochi Mondiali organizzati nell’area
Medio Orientale del mondo*”.

Lo straordinario viaggio della delegazione italiana composta da *156
persone*, tra atleti e tecnici, inizierà da Roma a partire dal *6 marzo*,
quando alle *ore 18.00* verrà ricevuta a Palazzo Madama dalla Presidente
del Senato, *Maria Elisabetta Alberti Casellati*.

Il giorno successivo, *giovedì 7 marzo*, si svolgerà invece la Conferenza
stampa di presentazione della Delegazione stessa alla presenza del
Presidente del Coni, *Giovanni Malagò*, e del Presidente del Comitato
Italiano Paralimpico, *Luca Pancalli*. Si terrà, come da tradizione,
nel *Salone
d’Onore del CONI* alle *ore 10.00*. Subito dopo, alle *ore 13.00*, la
Delegazione sarà accolta nella Sala della Lupa, al Palazzo Montecitorio,
per il saluto del Presidente della Camera, *Roberto Fico*, del Presidente
del Consiglio, *Giuseppe Conte*, del Sottosegretario con Delega allo
Sport, *Giancarlo
Giorgetti* e del Sottosegretario *Simone Valente*.

*Venerdi 8 marzo* la delegazione italiana partirà per Abu Dhabi per poi
trasferirsi a Dubai per una tre giorni di visite culturali e ricreative.
Ad Abu Dhabi il 14 marzo ci sarà la spettacolare Cerimonia di apertura in
presenza di tante personalità mondiali e del principe Shaykh Khalifa bin
Zayed Al Nahyan , l’attuale Presidente degli Emirati Arabi Uniti, nonché
Emiro dell’emirato di Abu Dhabi.

Migliaia di persone prenderanno parte o guarderanno i Giochi. Si attendono
circa 7.000 atleti Special Olympicse i loro 2.500 coach. Lo stesso Abu
Dhabi coinvolgerà circa 20.000 volontari e fino a 500.000 spettatori. Le
famiglie degli atleti saranno 6.000. E c’è da aspettarsi che oltre 2.000
giornalisti, fotografi, videomaker e blogger seguiranno l’evento per i
media internazionali.

L’attenzione da parte delle Istituzioni, così come della stampa, donerà
quel valore aggiunto imprescindibile ad una trasferta così carica di
profonda umanità, portatrice di un messaggio culturale che infonde coraggio
e speranza di poter vivere presto in un mondo migliore in grado di
accogliere ogni diversità, incoraggiandola ad esprimersi un tutta le sue
potenzialità. E lo sport, ancora una volta, è lo strumento migliore per
offrire l’opportunità alle persone con disabilità intellettive di mettere
in campo tutte le loro capacità. Lo sport unificato, che per l’Italia ai
Giochi Mondiali di Abu Dhabi vedrà giocare insieme, nella stessa squadra,
atleti con e senza disabilità intellettive nel basket, nelle bocce, nel
bowling, nel calcio e nella pallavolo, dimostrerà quanto in fondo sia
semplice abbattere ogni stereotipo e pregiudizio con un semplice passaggio
di “pallone”, icona del Movimento Special Olympics in tutto il mondo.

Continua a leggere

Altri Sport

L’AVEZZANO RUGBY BATTE IL FRASCATI

Pubblicato

on

Avezzano. Grande Vittoria per L’Avezzano Rugby che batte il Frascati e conquista punti importanti in classifica.

Grande prova dei ragazzi marsicani che con forza e classe si impongono non lasciando scampo agli avversari.

Grande soddisfazione espressa dal Mister e dalla società.

Continua a leggere

In Evidenza