Connect with us

Trasporti

Due nuovi treni lungo la tratta Avezzano-Pescara, sinergia Regione Trenitalia

Pubblicato

on

Avezzano  – “Il PD di Avezzano, avendo appreso la buona notizia della richiesta da parte della Regione Abruzzo a Trenitalia di una nuova coppia di treni per sopperire alla criticità che si era creata con i tagli di alcune corse ferroviarie la mattina da Avezzano per Pescara e nel tardo pomeriggio da Pescara per Avezzano, esprime una sincera soddisfazione affinché gli utenti della Marsica, che vogliono raggiungere la costa adriatica, possano farlo, servendosi anche  della ferrovia, come è sempre stato in passato. Introducendo un nuovo treno nella mattinata da Avezzano per Pescara (con cambio a Sulmona) alle ore 9.20 e la sera da Pescara per Avezzano (con cambio a Sulmona) alle ore 19.16, i Marsicani che lavorano o studiano o vogliono godersi le città rivierasche dell’Adriatico possono in tal modo tornare a sperare”. Lo dichiarano in una nota il segretario del PD di Avezzano, Giovanni Ceglie, ed Aurelio Cambise. “I tagli effettuati ultimamente sulla tratta ferroviaria in questione difficilmente consentivano il raggiungimento di Pescara dalla Marsica, isolando e mortificando in maniera inaudita le aree interne dell’Abruzzo. Tutto ciò che possa contribuire a facilitare i lavoratori, gli studenti e, perché no?, i turisti, rientra in un normale servizio alla comunità. Ci si augura anche che a lungo andare una continua, ma costante manutenzione, possa migliorare i traffici ferroviari in una zona accidentata e con clima rigido invernale (Si pensi al ghiaccio insidioso nelle strade e nelle autostrade). Tutto ciò si sposa con la ZES (Zona Economica Speciale) trasversale intermodale Tirreno – Adriatico, da poco istituita: quanto di meglio risulterebbe in questa ottica l’utilizzo della tratta ferroviaria in questione non solo per i viaggiatori, ma anche per le merci? (Ricordiamo che gli Interporti di Avezzano e di Manoppello  sono stati già collegati con la ferrovia Roma – Pescara). I servizi su gomma e su ferro sono complementari e nessuno vuole che entrino in conflitto tra di loro: sono servizi che rendono più agevoli gli spostamenti, creando economia, cultura, turismo, relazioni sociali di ogni genere. Insomma” proseguono non ci si deve rassegnare all’isolamento, ma bisogna guardare lontano, se si vuole vivere in un contesto che possa dirsi veramente moderno. Visione del futuro che abbiamo riscontrato nel Presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio e nel consigliere regionale con delega ai trasporti, Maurizio Di Nicola, i quali si sono adoperati in tutti i modi perché venisse compresa la criticità estrema del collegamento ferroviario Avezzano – Pescara e viceversa. Allo stesso modo” concludono “un ringraziamento va al Direttore di Trenitalia Regionale Abruzzo, Marco Trotta, che è apparso disponibile ad affrontare tale problema con la Regione Abruzzo”.

Continua a leggere
1 Comment

1 Comment

  1. RENZACCIO

    24 Gennaio 2019 at 11:46

    “Il PD di Avezzano, avendo appreso la buona notizia della richiesta da parte della Regione Abruzzo a Trenitalia di una nuova coppia di treni per sopperire alla criticità che si era creata con i tagli di alcune corse ferroviarie la mattina da Avezzano per Pescara e nel tardo pomeriggio da Pescara per Avezzano, esprime una sincera soddisfazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Abruzzo

Verifiche sui viadotti, A24 chiusa ai mezzi pesanti fino al 15 Marzo

Pubblicato

on

Prove di carico sui viadotti dell’autostrada A24 Teramo-L’Aquila: proseguirà fino a venerdì 15 marzo il divieto di transito per i mezzi pesanti sulla carreggiata ovest (direzione L’Aquila) tra gli svincoli di Basciano e Colledara/San Giuseppe. Si tratta di attività di monitoraggio e verifiche tecniche disposte dal ministero Infrastrutture e Trasporti (Mit) ritenute urgenti. Si comincia dal viadotto Colle Castino. Le operazioni sono coordinate da tecnici del Mit con l’ausilio della facoltà d’Ingegneria dell’Università di Roma “La Sapienza”. In sostanza sul viadotto viene fatta passare una colonna di Tir in modo da verificare la tenuta della struttura Lo stop al traffico vale per pullman e mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate tra gli svincoli di Basciano e Colledara/San Gabriele in carreggiata ovest (direzione L’Aquila/A25/Roma) dell’A24.

La concessionaria Strada dei Parchi ha pertanto disposto l’uscita obbligatoria a Basciano con rientro in A24 allo svincolo Colledara/San Gabriele. A mezzi pesanti e pullman sulle lunghe percorrenze consiglia di utilizzare le autostrade A14 e A25, uscendo allo svincolo di Bussi e proseguendo sulla statale 17 della Piana di Navelli, se diretti all’Aquila, o riprendendo l’autostrada A24 allo svincolo di Torano per quanti sono diretti a Roma. Per il traffico locale è possibile uscire dall’A24 a Basciano utilizzando in alternativa la statale 80 e poi la strada provinciale 491 per rientrare in autostrada a Colledara/San Gabriele.

Fonte: ilcentro.it

Continua a leggere

Abruzzo

LO STRANO CASO DI VIA BOITO. UN GIORNO PRIVATA E L’ALTRO PUBBLICA. INTANTO I CITTADINI SONO AL BUIO.

Pubblicato

on

Da anni i residenti di Via Boito cercavano risposte dal Comune. Fecero richiesta di cessione volontaria e gratuita al comune di Avezzano della via appunto Arrigo Boito al fine di avere in cambio illuminazione, pulizia quando nevica, asfalto e possibilmente fogne. Tutto ciò gli fu concesso finalmente con conferenza dei servizi del 9 giugno 2017. Sembrava la fine di lunghi anni di silenzio e menefreghismo.

Da allora però, nonostante numerosi solleciti sia da parte del portavoce che da parte dell’ufficio tecnico (si veda foto) l’amministrazione non si è mai degnata di rispondere.

Lo scorso anno su pressioni da parte degli abitanti il comune fece pulire la strada dalla neve, rompendo tra l’altro i cavi dell’elettricità, che gli stessi abitanti hanno ripristinato a proprie spese, lasciato come si evince dalle foto 2 transenne su un lato.

In questo momento la strada è pubblica e privata allo stesso tempo, ma nonostante l’ok dell’ufficio tecnico e i molteplici solleciti la situazione viene ancora oggi ignorata.

Fino a tre mesi fa l’illuminazione è stata pagata dai residenti, ma ora visto che sono stufi di pagare per un servizio che dovrebbe essere pubblico, la strada è al buio totale.

I residenti si sentono cittadini di serie B.

La città bella deve essere bella tutta ed è triste pensare che ci sono famiglie e bambini che non hanno nemmeno i servizi pubblici essenziali pur pagando le tasse come tutti gli altri.

Noi di marsicanews siamo qui per dar voce ai cittadini e speriamo che dando risalto mediatico a questa situazione in risalto si possa muovere qualcosa ed il sindaco o chi per esso decida finalmente di risolverla.

Continua a leggere

Abruzzo

PRIMA UDIENZA DELLA CAUSA CONTRO IL RINCARO DEI PEDAGGI AUTOSTRADALI

Pubblicato

on

Si è celebrata ieri presso il Tribunale di Avezzano la prima udienza della causa promossa da 50 cittadini contro Strada dei Parchi. L’azione civile ad iniziativa popolare è volta a far dichiarare l’inadempimento del Concessionario rispetto all’obbligo di garantire agli utenti le condizioni di sicurezza della circolazione sui tratti autostradali gestiti e conseguentemente perché il Tribunale disponga la sospensione degli aumenti dei pedaggi sino alla messa in sicurezza. Ricordiamo che addirittura il Ministero dei Trasporti aveva rilevato la carenza manutentiva e la pericolosità dell’autostrada. Il Giudice, sulle contrapposte richieste istruttorie ed eccezioni delle parti, si è riservato di decidere.
I cittadini sono sostenuti dagli avvocati Capponi, De Falco, Giffi.
” Ci siamo rivolti ad un giudice perché intervenga in una situazione sempre più paradossale. – Dichiara il Sindaco di Aielli Enzo Di Natale – Da una parte la spada di Damocle degli aumenti per ora ‘gentilmente ‘ sospeso dal concessionario, dall’altra le non adeguate condizioni di sicurezza delle autostrade. Chiediamo quindi al tribunale che vengano sospesi definitivamente gli aumenti e rimodulati i pedaggi fino a quando non venga messa in sicurezza tutta l’autostrada”

Continua a leggere

Abruzzo

A24-A25. Video-inchiesta del Correre della Sera

Pubblicato

on

A24-A25. Video-inchiesta del Correre della Sera. Dirigente Ministero
conferma preoccupazione sulla sicurezza, per i 13 interventi da 192 milioni secondo il MIT mancherebbero gran parte dei progetti esecutivi.*

https://www.corriere.it/video-articoli/2019/02/27/viaggio-incredibile-sotto-piloni-degradati-autostrade-a24-a25/dd45ef2a-3ab1-11e9-a94b-7b2b39079b0a.shtml

Il Corriere della Sera ha pubblicato stamattina sul proprio sito WEB una
video-inchiesta sullo stato dei viadotti di A24 e A25 e sulla spesa dei 192
milioni di euro previsti dal Decreto Genova.

Oltre a presentare le incredibili immagini sui viadotti tra Cocullo e
Bugnara l’autrice della video-inchiesta, Amalia De Simone, giornalista del
Corriere.it ha chiesto al Ministero delle Infrastrutture e a Strada dei
Parchi si esprimere le loro considerazioni sullo stato dell’arte delle
infrastrutture e sulle iniziative in corso per porre rimedio a tale
condizione.

Ebbene, il dirigente Migliorino ha confermato tutte le sue preoccupazioni
sulla sicurezza di A24 e A25 ribadendo per l’ennesima volta quanto messo
nero su bianco nelle relazioni tecniche e nel verbale della riunione del 26
ottobre davanti ai prefetti nonché quanto detto in sedi pubbliche
(ricordiamo tra l’altro il video del suo intervento al consiglio comunale
straordinario di L’Aquila di novembre scorso dove ha ripetuto in maniera
inequivocabile e più volte che per lui le autostrade non sono sicure)
mentre Strada dei Parchi ha ribadito le sue posizioni circa le spese di
manutenzione effettuate e sull’azione del Ministero prima di Genova sulla
necessità effettiva di interventi sui viadotti.

Dichiara Augusto De Sanctis, del Forum H2O “Come si evince nell’inchiesta
ci sono diverse Procure abruzzesi che hanno aperto fascicoli sia dopo i
plurimi esposti che ho depositato some Stazione Ornitologica Abruzzese
onlus, insieme a Nuovo Senso Civico, e dopo che alcuni pezzi
dell’autostrada erano caduti a terra, a Pratola sfiorando una pattuglia
della Stradale e a L’Aquila al quartiere San Giacomo, fortunatamente in
entrambi i casi senza creare danni. Questi fatti e l’evidente stato di
grave ammaloramento di molti viadotti, come evidenziato dai rapporti
dell’Ing. Migliorino, rendono necessario accertare eventuali responsabilità
di questa situazione. Al contempo impone di svolgere urgentemente tutti i
lavori necessari.”

A tal proposito nell’intervista rilasciata al Corriere, il dirigente
ministeriale replica sostenendo che per la spesa dei 192 milioni di euro
disponibili grazie al Decreto Genova su 13 interventi previsti – che, tra
l’altro, costituiscono solo una parte delle opere necessarie sull’intero
tratto – solo per due ci sarebbero i progetti esecutivi.

Ovviamente questa situazione è inaccettabile e auspichiamo che tutti gli
attori in campo assicurino da un lato l’accertamento delle eventuali
responsabilità e dall’altro tutte le iniziative necessarie per riportare
queste importanti infrastrutture allo stato di sicurezza che dovrebbero
avere.

Continua a leggere

Attualità

“I trasporti. E’ questa la chiave di volta per ripopolare il nostro Abruzzo Interno”. Ne è convinta Antonietta La Porta

Pubblicato

on

“I trasporti. E’ questa la chiave di volta per ripopolare il nostro Abruzzo Interno. Ne sono sempre più convinta e, ogni giorno, ricevo consensi da giovani, anziani, imprenditori.” E’ quanto dichiara Antonietta La Porta, candidata al consiglio regionale per la Lega in Provincia di L’Aquila al termine di un incontro pubblico a Lecce dei Marsi insieme al candidato della Lega, Simone Angelosante.

“Lecce abbandonata, Lecce non esiste più. Me lo hanno detto i cittadini che ho incontrato. Come far uscire una zona cosi bella dall’isolamento al quale l’ha condannata una politica scellerata? Il primo passo da fare è collegare questa zona con la Capitale con il mezzo più sicuro, ecosostenibile, economico: il treno. Non è possibile che una distanza che potrebbe essere fatta in un’ora attualmente richiede il doppio del tempo.” Continua La Porta ricordando alla platea che il suo interesse per il collegamento Marsica Roma parte da lontano in quanto componente dell’Osservatorio Trasporti del movimento di Civiltà Italiana che già quattro anni fa fece un convegno proprio ad Avezzano per affrontare l’argomento. “Come ho avuto modo di dire in più occasioni non occorre un treno ad alta velocità , non esisterebbero i presupposti, ma un treno veloce. La tratta potrebbe essere gestita dalla Tua, ex Sangritana, con mezzi già a disposizione che, attualmente, pesano solo sui bilanci.” Le ricadute positive sarebbero tantissime. “Pensiamo a leccesi e marsicani in genere che, lavorando a Roma, potrebbero fare i pendolari ed invece sono stati costretti ad accollarsi mutui onerosi per vivere in periferia mentre avrebbero potuto utilizzare case di famiglia nel loro paese di origine, pensiamo agli studenti che, invece di affittare una camera a 500 euro al mese potrebbero spostarsi col treno e vivere in Marsica.”  Un collegamento ferroviario avrebbe anche ricadute per quanto riguarda il discorso turistico. “Qui siamo nel Parco e dal Parco dobbiamo trovare la vita. Vita significa creare anche occasioni di sviluppo economico. Il parco va tutelato ma al tempo stesso reso fruibile, e, tornando ai trasporti, raggiungibile.” A conclusione del suo intervento Antonietta La Porta ha ribadito il suo impegno per il territorio marsicano “Insieme ad Angelosante lotteremo per ridare dignità all’Abruzzo Interno. Abbiamo creato un asse marsico-peligno perché i due territori hanno problematiche simili, sanità, tribunali, isolamento. Partiamo dal buonsenso, come dice il nostro leader Matteo Salvini e con il lavoro possiamo passare dalle parole ai fatti.”

Continua a leggere

Abruzzo

TUA. Avviso di sciopero per la mattinata del 1 Febbraio

Pubblicato

on

COMUNICATO STAMPA

Avviso di sciopero per la mattinata di venerdì 1 febbraio 2019

Venerdì 1 febbraio 2019 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 è stato proclamato uno sciopero da parte delle Segreterie Regionali Filt-Cgil e Orsa Trasporti che potrà comportare una riduzione dell’offerta di trasporto sia su gomma che su ferro.

TUA S.p.A. assicurerà la massima assistenza alla clientela al fine di ridurre gli eventuali disagi.

Chieti, 30.01.2019 

 

TUA SPA                                                    

Continua a leggere

Trasporti

I nuovi bus Tua saranno digitalizzati ed Euro 6, 6 operativi nella Marsica

Pubblicato

on

Abruzzo – Trentasette nuovi bus per TUA SPA. Immessi immediatamente in esercizio, i nuovi bus sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa presso la sede di Pescara di TUA. Nello specifico, si tratta di 17 bus Iveco da 12 metri, di 14 mezzi Iveco di 10,7 metri e di 6 autobus Scania 12,2 metri alimentati a metano. Tutti i bus sono alimentati da motori Euro 6. La prima consistente tranche di 37 nuovi bus fa parte di un programma di investimenti e di rinnovo della flotta più ampio che si completerà, entro il 2020, con l’arrivo complessivo di 206 nuovi autobus su 861 mezzi in dotazione di TUA SPA. Il rinnovo dei nuovi bus permetterà a TUA di abbassare in modo consistente l’età media dei mezzi, passando da quasi 13 anni a poco più di 9 anni, dato quest’ultimo in linea con gli standard europei. La prossima fornitura sarà di altri 75 nuovi autobus previsti tra l’inizio dell’estate e la fine di settembre 2019Quella successiva prevede ulteriori 94 autobus per il primo semestre 2020. I nuovi 37 bus sono stati assegnati a diverse zone abruzzesi: 6 opereranno in provincia di Chieti9 in quella di Pescara con l’utilizzo dei sei mezzi a metano nel capoluogo, 8 in provincia di Teramo e 14 in provincia dell’Aquila di cui 3 nel capoluogo di regione, 3 nell’area di Sulmona e 6 nell’area marsicana. L’investimento complessivo per l’acquisto dei 206 bus ammonta a 47,8 milioni di euro, di cui 13,1 a carico di TUA.

Questi 37 nuovi mezzi – ha dichiarato il Presidente di TUA SPA, Tullio Tonelli – rappresentano un investimento importante che rinnoverà il 24% del nostro parco veicoli riducendo la vetustà media da 13 a 9 anniIl nuovo materiale rotabile sarà distribuito in tutti i territori della nostra regione assegnando ad ognuno di essi una parte di nuovi veicoli. La nostra mission è proseguire su questa strada, per fornire chiare ed efficaci risposte a chi ci sceglie ogni giorno utilizzando i quasi 4500 collegamenti che garantiamo quotidianamente. Il primo passo è stato compiuto– ha proseguito Tonelli – e auspico che entro fine settembre altri 75 nuovi mezzi saranno a disposizione degli utenti di TUA. Una sottolineatura – ha spiegato Tullio Tonelli – la faccio anche sul sistema di digitalizzazione dei nostri nuovi mezzi che sono dotati di conta passeggeri, emettitrici automatiche, computer di bordo, can bus (scatola nera) ed indicatori di percorso con l’obiettivo di creare, a stretto giro, una centrale operativa per il controllo dell’intera circolazione dei mezzi“. I nuovi 37 bus sono tutti dotati dei sistemi di digitalizzazione. “Stiamo lavorando per informatizzare l’intero sistema di gestione aziendale e per migliorare il servizio per i clienti e poter gestire al meglio la flotta aziendale – ha fatto sapere il presidente Tonelli – infatti, ad esempio, per noi sarà possibile sapere in tempo reale i numero dei passeggeri presenti su ogni  autobus potendo intervenire in caso di necessità. Abbiamo intrapreso la via della digitalizzazione dei servizi aziendali, con l’obiettivo finale di centralizzare il controllo dei mezzi in circolazione per rendere sempre più comodo e rispondente alla domanda di trasporto l’offerta dei mezzi che mettiamo in circolazione”. Il Direttore Generale di TUA SPA, Giuseppe Alfonso Cassino, ha invece sottolineato le ricadute col segno più che si determinano con l’introduzione di 206 nuovi bus nel parco TUA: “La flotta dei bus in dotazione di TUA, il numero complessivo è di 861 mezzi che coprono 221 linee per un totale di 4507 corse nel periodo scolastico che sviluppano a circa 34 milioni di chilometri ogni anno – ha spiegato Cassino – ed il 53 % della flotta (455 mezzi) è dotato di motorizzazione Euro 3 o precedenti. TUA, d’intesa con la Regione Abruzzo, ha avviato un percorso di rinnovo della flotta dei mezzi per un totale di 206 nuovi autobus. Un investimento che, numeri alla mano, è senza dubbio rilevante. Ai 206 nuovi bus – ha aggiunto il diggì di TUA SPA – si aggiunge un investimento per altri 15 autobus elettrici per circa 10 milioni di euro. Questo investimento permetterà a TUA di radiare tutti i bus con motorizzazione Euro 2 o inferioriI 206 nuovi bus garantiranno la riduzione dei costi per il consumo del gasolio grazie ai motori di nuova generazione. Da studi aziendali – ha illustrato Cassino –  si stima una riduzione pari al 20 per cento circa di costi per il gasolio per i 131 bus che saranno impiegati in servizi interurbani che si traducono in un risparmio di 390 mila euro all’annoI 61 nuovi bus a metano impiegati nei servizi urbani, suburbani e interurbani, invece, garantiranno un risparmio di circa i 600 mila euro all’anno ma non solo. L’introduzione del parco dei nuovi bus – ha spiegato il direttore generale – determineranno la riduzione dei costi legati alla manutenzione di circa 1 milione e 350 mila euro ogni anno. Se si considerano, inoltre, gli incrementi dei benefici dello sconto fiscale sull’accisa del gasolio da autotrazione per i consumi dei nuovi bus, ma anche per la riduzione generale dei costi vari di gestione, TUA potrà contare su di un risparmio annuo di circa 2 milioni e 700 mila“.

Continua a leggere

In Evidenza