Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Consorzio di Bonifica: Coldiretti si presenta

Pubblicato

on

Un programma in sette punti con l’obiettivo di ristabilire la collaborazione con gli enti locali con particolare riferimento alle amministrazioni comunali per recuperare il dovuto protagonismo territoriale. Comincia il conto alla rovescia per costruire l’alternativa all’attuale gestione del Consorzio di Bonifica Ovest di Avezzano, che rinnoverà il Consiglio dei delegati il prossimo 29 marzo. Coldiretti ha presentato una lista rappresentativa del territorio consortile e dell’economia agricola fucense con i seguenti candidati: Domenico Cardarelli, Gino Di Berardino, Loreto Bianchi, Idilio Italo Gigli, Adriano Piperni, Salvatore Di Benedetto, Angelo Giommo, Angelo Cofini. Alle urne sono chiamati 5.560 votanti residenti nella zona fucense.

“Il nostro programma si articola in sette punti che hanno tre obiettivi precisi – sottolinea Massimiliano Volpone, direttore Coldiretti L’Aquila – maggiore attenzione ai fattori ambientali e territoriali, efficiente servizio irriguo per le imprese agricole, recupero della relazionalità con enti ed istituzioni per un rinnovato protagonismo territoriale di servizio. Riteniamo strategica la pratica dell’irrigazione delle coltivazioni orticole “fucensi” come fattore legato alla qualità delle produzioni e alla sicurezza alimentare dei consumatori. Infatti, gli elevati standard qualitativi delle produzioni del Fucino, orto del vero “Made in Italy” agroalimentare, possono essere raggiunti solo con la piena disponibilità di risorse idriche e con una elevata qualità delle acque. Per questo – aggiunge Volpone – il Consorzio di Bonifica deve garantire una gestione efficiente della risorsa idrica, intesa nel complesso delle operazioni che la riguardano. Dal prelievo alla distribuzione”. In un momento di congiuntura economica negativa, unitamente alla particolare vulnerabilità a cui è sottoposto il settore agricolo, per Coldiretti le necessità di ammodernamento e di efficienza dei sistemi irrigui non possono tradursi in un ulteriore costo per le imprese ma devono diventare una scelta strategica di uno scenario “politico-pianificatorio” in grado di programmare e sostenere importanti investimenti nel settore irriguo. Da qui, i sette punti del programma elettorale: 1. Ristabilire la collaborazione con gli Enti locali, in particolare con i Comuni, attraverso “accordi di programma” che contengano le esigenze del territorio, rispettando i principi della sussidiarietà attraverso la chiarezza delle specifiche competenze e compiti; 2. Intercettare risorse per le esigenze consortili e per la realizzazione di nuovi interventi negli ambiti operativi, attraverso una relazionalità con le Istituzioni ed un protagonismo territoriale di servizio; 3. Monitorare le situazioni di degrado e sicurezza del comprensorio consortile ponendo in essere azioni di manutenzione, pulizia, tutela e sicurezza delle aree del territorio, dando valore a tale funzione svolta dal Consorzio nei riguardi delle Istituzioni locali e regionali; 4. Programmare, progettare ed eseguire, con l’utilizzo di risorse pubbliche, interventi risolutivi della problematica irrigua del Fucino attraverso l’aumento delle superfici, il miglioramento degli impianti e la dotazione idrica a favore delle imprese agricole; 5. Rimodulare il “Piano di Classifica” per rideterminare gli oneri di “contribuenza” tenendo conto del corretto rapporto tra beneficio apportato dal Consorzio e sopportabilità da parte delle imprese agricole e consorziati per una contribuzione consortile “equa”; 6. Incentivare lo sviluppo di nuove attività consortili che permettano, da una parte di elevare il ruolo e la funzione del Consorzio nei confronti degli Enti ed del Territorio e, dall’altra, di incrementare le risorse economiche extra agricole; 7. Programmare periodiche “verifiche-confronti” con i Consorziati e con le Istituzioni per comunicare l’operatività consortile eseguita e raccogliere le indicazioni di esigenze territoriali.

Ambiente

Comuni Ricicloni, Luco dei Marsi al primo posto con il 78 per cento

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Luco dei Marsi sul podio dei Comuni ricicloni. Il comune guidato dalla sindaca Marivera De Rosa svetta tra i centri virtuosi e viene premiato all’EcoForum “L’Economia circolare dei rifiuti” organizzato da Legambiente e dalla Regione Abruzzo, tenutosi lunedì 17 dicembre nel Salone dei Marmi del Palazzo della Provincia di Pescara, nel corso del quale, alla presenza del sottosegretario regionale Mario Mazzocca, è stato anche sottoscritto il protocollo “Plastic free”, volto a ridurre gli imballaggi in plastica e a bandire l’usa e getta nell’intera regione. Sono stati 144 i Comuni abruzzesi che hanno conseguito il titolo di Ricicloni, Virtuosi e Rifiuti Free: tra i comuni al di sopra dei 5mila abitanti nella provincia dell’Aquila, Luco dei Marsi, rappresentato nell’occasione dal vicesindaco Giorgio Giovannone, centra il dato record del 78% di raccolta differenziata e conquista il primo posto, in scalata dalla terza posizione occupata appena un anno fa nella precedente edizione.

“Un risultato straordinario, che dedichiamo a tutti i nostri concittadini”, ha sottolineato con soddisfazione la sindaca Marivera De Rosa, “Stiamo conducendo un’attività costante di sensibilizzazione e di implementazione dei servizi, di concerto con la Segen, perché questa è da sempre per la nostra Giunta una battaglia prioritaria, a favore dell’ambiente e dunque della salute della collettività. Diffondere le buone pratiche e promuovere una capillare sensibilizzazione su questi temi ha il valore di un investimento sul futuro dei nostri figli. A fronte di qualche episodio di malcostume a opera di pochi incivili, locali o “occasionali”, che può verificarsi, vi è la grande attenzione e il senso civico della maggioranza dei nostri cittadini. A loro, e agli operatori che con senso di responsabilità si occupano di questo servizio essenziale per la città, va il nostro ringraziamento. Andiamo avanti puntando alla realizzazione piena di un’economia circolare effettiva e diffusa, a superare il dato di oggi e a fare ancora meglio. Obiettivi ambiziosi, ma gli unici possibili per un futuro sostenibile”.

Un circuito virtuoso che porterà benefici pratici anche sotto il profilo economico: sono in definizione, da parte dell’Amministrazione, una serie di misure premianti per i cittadini più attenti nella differenziazione, in particolare tramite il centro di raccolta, che saranno definite a breve e includeranno sconti e altre agevolazioni.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Auto si ribalta in pieno centro a causa del ghiaccio, ferita una donna

Pubblicato

on

Tagliacozzo – Un sabato sera da dimenticare ma che poteva finire ben peggio. É quello vissuto da una giovane donna, vittima di un incidente avvenuto la notte scorsa. La donna viaggiava a bordo della sua utilitaria quando, probabilmente a causa del manto stradale ghiacciato, ha perso il controllo del mezzo ed ha capottato. É accaduto nel centro di Tagliacozzo, poco prima delle due. Soccorsa, la vittima è stata trasportata e medicata all’ospedale di Avezzano, Nel sinistro, fortunatamente, non avrebbe riportato gravi ferite. Sul posto, con il 118, i carabinieri e i vigili del fuoco di Avezzano.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ladri ancora in azione nella Marsica, allerta per il periodo festivo. Le misure di autoprotezione

Pubblicato

on

Canistro – Ladri in azione nella Valle Roveto. I “soliti ignoti” hanno colpito a Canistro nel tardo pomeriggio di giovedì, nella zona centrale. I ladri avrebbero agito tra le 18 e le 19.30, intrufolandosi nell’abitazione dopo aver forzato una finestra. Molti danni e locali completamente messi a soqquadro: questo il desolante spettacolo che hanno trovato i proprietari di casa al rientro, poco prima delle 20. I malviventi hanno trafugato dei gioielli, per un valore ancora da quantificare, dileguandosi. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione.

Ogni anno, in prossimità delle feste natalizie – ma anche nel periodo estivo – si registra l’impennata dei casi di furto, nella Marsica come nel resto del Paese. Quest’anno, sebbene la cautela sia d’obbligo, le prime rilevazioni relative a buona parte del territorio marsicano mostrano al contrario un trend positivo. Parallelamente alle attività delle forze dell’ordine e delle amministrazioni, attraverso gli strumenti a disposizione e per quanto di competenza di queste ultime, è sempre opportuno mettere in atto tutti gli accorgimenti utili a sventare brutte sorprese.

Tra le misure di prevenzione e le buone abitudini “salva sicurezza”:

  • Ricordate di chiudere il portone d’accesso al palazzo;
  • Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato;
  • Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Nella sezione modulistica troverete le indicazioni per collegare il vostro antifurto al 112 . Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti;
  • Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro;
  • Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento;
  • Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente;
  • Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque;
  • In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici;
  • Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti;
  • Nel caso in cui, rincasando, trovaste la serratura manomessa o la porta socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112.

Sul sito web dei Carabinieri, dettagli e maggiori informazioni: http://www.carabinieri.it/cittadino/consigli/tematici/giorno-per-giorno/protezione-della-casa/protezione-della-casa

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Nas nelle mense scolastiche, accertamenti anche in una struttura della Marsica

Pubblicato

on

Marsica – Sono dieci le mense scolastiche pubbliche e private ispezionate in tutto l’Abruzzo dai carabinieri del Nas di Pescara. In particolare i controlli hanno riguardato 4 strutture della provincia di Pescara, 3 della provincia di Chieti, una della provincia di Teramo e 2 nell’aquilano ( di cui una nella Marsica).
Il titolare di un’azienda di ristorazione gerente il servizio di refezione di un istituto scolastico è stato segnalato all’autorità sanitaria ed amministrativa per aver mantenuto il laboratorio di preparazione dei pasti in carenti condizioni igienico-strutturali e aver omesso di attuare le procedure di tracciabilità e corretta gestione degli alimenti. Durante gli accertamenti è emerso che le attività di trasporto e consegna dei pasti precotti avvenivano con un veicolo non idoneo. I militari hanno disposto la sospensione dell’attività della mensa e il sequestro del mezzo di trasporto. Inoltre lo  stesso NAS ha deferito il legale responsabile di un’azienda di ristorazione delle scuole convenzionato con un Comune del teatino poiché ritenuto responsabile di aver somministrato agli alunni alimenti di qualità diversa da quella stabilita dal contratto di fornitura (formaggio “grana padano” anziché “parmigiano reggiano”). Sequestrati Kg. 50 di formaggio per un valore di circa 700 euro. Sono in corso accertamenti  sulle forniture alimentari di altre tre mense scolastiche.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Invasione di campo, daspo di un anno per un tifoso marsicano 50enne

Pubblicato

on

San Benedetto dei Marsi – Denunciato per invasione di campo dalla Digos un 50enne residente a San Benedetto dei Marsi (L’Aquila) a carico del quale il Questore dell’Aquila ha emesso il provvedimento amministrativo di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive (daspo) della durata di un anno. Il tifoso, durante l’incontro di calcio Città di L’Aquila – San Benedetto Venere disputatosi domenica 18 novembre presso lo stadio senza barriere “ Gran Sasso d’Italia – Italo Acconcia”, è stato bloccato dal personale in servizio mentre si dirigeva verso l’arbitro dopo avere scavalcato la ringhiera di separazione fra la tribuna ed il campo di gioco. L’azione è stata ripresa anche dalle telecamere del sistema di videosorveglianza gestito dalla Polizia Scientifica.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Capistrello. Arrestato il sindaco Ciciotti, 10 le misure cautelari eseguite

Pubblicato

on

Capistrello – É stato arrestato all’alba di oggi Francesco Ciciotti, sindaco di Capistrello. Agli arresti anche Corrado Di Giacomo, ex consigliere di maggioranza, e il responsabile dell’ufficio tecnico del comune, Romeo Di Felice.

Dieci in tutto le misure cautelari eseguite, sette delle quali a carico di imprenditori e liberi professionisti, nei confronti dei quali è stata disposta la sospensione dall’esercizio delle attività professionali per la durata di un anno. I reati per i quali si procede vanno dalla concussione, turbata libertà degli incanti, turbata scelta del contraente e corruzione in relazione ad una serie di appalti pubblici che riguardano la ristrutturazione di beni comunali, in particolare del Municipio. Le misure cautelari sono state eseguite da circa 50 carabinieri, coordinati dalla capitana Silvia Gobbini, provenienti dalla locale stazione, dalla stazione di Tagliacozzo e dal comando provinciale dell’Aquila. Il sindaco è in carica dal 31 maggio 2015.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Carte di credito clonate, marsicani truffati con mail o telefonate

Pubblicato

on

Avezzano – Gli è stata clonata la carta di credito prepagata dopo l’arrivo di una telefonata. Vittima della truffa è stato un 80enne residente nella Marsica. L’uomo ha riferito di una telefonata in cui, spacciandosi per l’istituto di credito che gestisce la carta prepagata a lui in uso, gli è stato chiesto di fornire il pin per sbloccare un fantomatico pagamento. Il malcapitato ha fornito il codice segreto e solo dopo si è accorto che gli erano stati sottratti 150 euro.
Anche una donna ha raccontato di essere stata raggirata al fine di prelevare denaro dalla carta di credito a lei intestata, solo che in questo caso la truffa è avvenuta tramite una mail in cui veniva comunicato un nuovo codice personale della carta e per ottenerlo bisognava fornire quello vecchio. Ignara ed in buona fede la donna ha fornito il pin che, anche in questo caso, è stato utilizzato dai malfattori per rubarle una somma di denaro. Si tratta di due casi denunciati nei giorni scorsi nella Marsica, ma le truffe con lo stesso modus operandi potrebbero essere molte di più. I truffati hanno sporto denuncia ed è stata avviata un’indagine per cercare di smascherare gli impostori. fdm

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com