Connect with us

Senza categoria

Civitella Roveto, il mistero dei camper sull’erba verde del campo sportivo

Pubblicato

on

Non c’è pace per il rettangolo verde di Civitella Roveto. Il manto erboso del Campo sportivo del Comune è stato, di fatti, per tre giorni di fila, trasformato in un parcheggio all’aria aperta per trepidanti camperisti anonimi. Rabbia, delusione e perplessità montano fra i cittadini del paese marsicano, da poco fuoriuscito dalle luci della ribalta della notissima ‘Sagra della Castagna’ locale. I Camper, cioè, arrivati poco prima del lungo week end dedicato alla tradizionale manifestazione di ‘Lungo le antiche Rue’, hanno preso possesso, per tre giorni interi, dell’insolito numero civico ‘verde’, rimesso a nuovo da poco e letteralmente calpestato dalla presenza delle quattro ruote, giunte nella Valle Roveto per riaccendere, sì, i motori del turismo territoriale, ma forse non quelli dello sport locale.

Una, la domanda che la cittadinanza si pone, a pochi giorni dalla fine della baldoria al sapor di caldarroste, e cioè: perché i camper non sono stati fatti parcheggiare sulla base d’appoggio, ossia sulla pista adiacente al campo erboso, come è stato fatto, ad esempio, lo scorso anno? La colpa, si ben comprende, non è riconducibile ai camperisti e alla loro famigliole di turisti innamorati delle nostre terre, ma a chi ha dato loro il permesso di parcheggiare sul rettangolo verde e non sulla pista. “Il danno al Campo c’è. Io, avendo gestito il Campo sportivo per un anno intero, so quanto sudore e sacrificio ci sia dietro al suo certosino mantenimento. Durante l’arco dei 365 giorni passati, noi membri del Consorzio a capo della sua gestione, abbiamo realizzato vari lavori, oltre alla normale manutenzione obbligatoria; in tutto abbiamo speso circa 12 mila euro”.

Così spiega uno degli attori principali del mistero dei camper ‘infestanti’ il cittadino verde sportivo. Lui è Iuri Tocci, presidente del Consorzio ‘Valle Roveto’, che, proprio lo scorso anno, ha avuto in gestione il Campo sportivo civitellese. L’escursione fra quest’anno e lo scorso anno – a livello di parcheggio di camper – si è registrata nell’ottica adottata dagli organizzatori della Sagra di quest’anno, i quali, evidentemente, non hanno ritenuto opportuno transennare la zona in erba del Campo sportivo, laddove, cioè, si allena e disputa le partite domenicali la Squadra di calcio locale. “Il Campo è costato alle tasche della città parecchi soldi. Un’azione del genere non è rispettosa né del paese né dei ragazzi che, qui, passano ore e ore ad allenarsi per l’entusiasmo e la gloria generale della città”.

12178096_10207018615256256_1514544985_n“Mi è stata praticamente tolta la gestione da parte del Comune  – racconta – senza nemmeno avvertire; al mio posto, di fatti, – aggiunge – è stata avvisata con una lettera la persona sbagliata, che con la gestione vera e propria del Campo non ha nulla a che fare, ossia il presidente della Società Sportiva che lì semplicemente si allena. L’amministrazione ha praticamente apposto un nuovo lucchetto al cancello dell’area sportiva, togliendoci, quindi, l’autorità e la possibilità di poter entrare senza nemmeno diramare un avviso a riguardo. Questo ‘sequestro’ al limite del legale è stato posto in essere dieci giorni fa circa. – spiega Iuri  – Nella struttura, sono ancora contenuti alcuni computer di proprietà del Consorzio; ad oggi, non so nemmeno come riprenderli visto che non sono in possesso delle chiavi nuove”. A mandato scaduto di gestione del Campo, scattato verso la metà del mese di ottobre circa, il Campo Sportivo ha perso praticamente il padre putativo di una volta, accogliendo comunque i soliti camperisti che a Civitella arrivano in onore della famosa Sagra.

12180205_10207018614896247_1664461036_nTirando le somme e facendo leva sul canonico ‘due più due’, quindi, il Consorzio, ad oggi, non dispone più del Campo Sportivo ma nemmeno la squadra di calcio locale. “La squadra di Civitella Roveto, di fatti, nella giornata di domenica,  – spiega Iuri – ha dovuto giocare nel campo sportivo di Canistro, proprio perché non v’era possibilità di usufruire del nostro campo, occupato da altri, non sportivi. Una situazione paradossale, questa; ci hanno letteralmente cacciato da un’area che dovrebbe, a rigor di logica, abbracciare lo sport di una città”.

I camper che hanno preso possesso, durante i giorni di festa, del manto erboso di Civitella Roveto sono stati in tutto 50. Camper e camperisti, comunque, sono andati via dalla città già a partire dalla fine della Sagra civitellese stessa. La mattina del lunedì appena trascorso, di fatti, le case mobili hanno levato le tende e sono ripartite alla volta dei loro lidi abituali di residenza. “C’è da dire – continua Iuri – che con tre giorni, l’erba avrà sicuramente sofferto a causa della presenza della gomma delle ruote e degli stabilizzatori dei camper lì stazionanti. Il Campo andrà, senza dubbio, livellato quanto prima: 3 o 4 mila euro, la spesa prevista per questo tipo di manutenzione. La colpa non può che ricadere sull’Amministrazione comunale e su chi ha organizzato l’edizione del 2015 della Festa delle Castagne. Lo scorso anno, proprio perché era nostra premura l’occuparsi del Campo sportivo stesso, transennammo il manto erboso con l’intento logico di evitare questo tipo di ‘contaminazione’”.

In un paese in cui la cultura sta per riappropriarsi della sua casa naturale dipinta a nuovo – il Teatro – come mai lo sport non riesce a trovare un angolo verde in cui sostare? “Io giudico il giuoco del calcio lo sport più nobile che esista;  – conclude l’ex gestore – non me ne vogliano gli altri sportivi, ma togliere dalla strada i ragazzi di oggi ed aiutarli nella loro crescita e formazione morale, non è cosa da poco. Ora toccherà allenarci fuori casa, quindi lontani dalla nostra terra rovetana per semplici accortezze non effettuate”. L’aria della polemica fa sempre bene laddove riesce a spronare al confronto e al dialogo civile. Si spera che il mistero del Campo sportivo vietato agli sportivi trovi presto una pacifica e trasparente soluzione. (g.c.)

 

Senza categoria

La scuola di arti marziali “Lo Zen” fa il pieno di medaglie al Campionato Interregionale di Taekwondo WT

Pubblicato

on

Avezzano – La Scuola di Arti Marziali  “Lo Zen” di Avezzano, del Maestro Oscar Anniballi, ha partecipato con successo al Campionato Interregionale Lazio di Taekwondo WT, che si è svolto al palazzetto dello sport di Fondi l’8 e 9 dicembre scorsi. nella prima giornata medaglia d’oro per Alessio Di Benedetto Alessio, argento per Martina Abbate  e Giulia Di Berardino, bronso per Laura Continenza e Matteo Cossu. Ottime prestazioni di Lorenzo Di Battista, Cristian Di Benedetto e Isabella Stoduto. Nella seconda giornata sono quattro i podi conquistati: oro per Lucrezia Agostini e Eleni Haxhi e argento per Alessia  Angelini e Erika Macerola. “Questo sport Olimpico che è il Taekwondo sta appassionando sempre più le ragazze, a mio avviso sembrano avere molta più grinta e costanza dei maschietti, portando nella nostra scuola sempre ottimi risultati” ha dichiarato il maestro Anniballi.
Continua a leggere

Senza categoria

Alla Torre delle Stelle di Aielli per osservare la Cometa di Natale

Pubblicato

on

Aielli – Tutti col naso all’insù alla Torre delle Stelle di Aielli per osservare 46P/Wirtanen, meglio nota come cometa di Natale. L’appuntamento è per sabato 29 dicembre alle 22. L’evento “astronomico” sarà preceduto da un incontro a tema “Sol Invictus” scienza, storia e cultura popolare intorno al Solstizio d’Inverno che si svolgerà alle 17.30 presso la sala F.Angelitti. “Parleremo del “Solstizio d’Inverno”, di come questa data abbia influenzato le culture nella storia e di cosa rappresentasse e rappresenti tuttora dal punto di vista astronomico – riferiscono i promotori dell’evento – E poi non potrà mancare l’osservazione della cometa 46P/Wirtanen, prima che a causa del suo peregrinare per il Sistema Solare torni a quel miliardo di chilometri circa che la separa da noi!”

Continua a leggere

Senza categoria

#ExerciseAvezzano2019, il comune incontra i referenti delle comunità musulmana e romena

Pubblicato

on

Avezzano – In attesa dell’esercitazione di protezione civile che si terrà il prossimo 13 gennaio 2019, cui sarà coinvolta tutta la popolazione, anche Louali Oulaid della comunità musulmana e padre Daniel Mititelu, a capo di quella romena, hanno dato la propria disponibilità ad informare la propria comunità di fedeli su quanto accadrà. L’assessore alla Protezione civile, Crescenzo Presutti, insieme alla segreteria di coordinamento del progetto ideato dal centro studi Edimas, che ha attivato un Master di II livello all’Università degli Studi dell’Aquila, i cui tirocinanti sono a lavoro negli uffici comunali, ha incontrato i due rappresentanti delle nutrite comunità religiose avezzanesi, per chiedere la collaborazione nella diffusione delle notizie che riguardano l’evento “Exercise Avezzano 2019”. “Ad Avezzano la comunità musulmana e quella romena contano migliaia di fedeli – commenta Magda Tirabassi, referente della comunicazione del progetto, – pertanto è importante la collaborazione offerta da entrambe le guide. Spesso un ostacolo nella vita quotidiana dei cittadini che parlano arabo o romeno è proprio la lingua. Con il coinvolgimento delle comunità religiose nella comunicazione del progetto, riempiremo spazi che non saremo riusciti a colmare senza la loro collaborazione”.

Continua a leggere

Senza categoria

Aprono domani gli impianti di Ovindoli ed è già boom di prenotazioni

Pubblicato

on

Ovindoli – Partirà ufficialmente domani, mercoledì 19 dicembre, la stagione invernale 2018/2019 del comprensorio sciistico di Ovindoli Monte Magnola, per la gioia dei tantissimi appassionati del mondo degli sport invernali e della neve. Le precipitazioni nevose dei giorni scorsi, anche se non abbondanti, hanno permesso soprattutto in quota di creare il fondo per preparare le piste, e anche se con un paio di settimane di ritardo rispetto allo scorso anno, di aprire la stazione sciistica in previsione delle Festività Natalizie. Gli operatori economici e turistici del territorio stanno registrando un vero e proprio boom di prenotazioni e richieste che sta superando i livelli della passata stagione (la migliore degli ultimi 15 anni peraltro). Ovindoli Monte Magnola si presenta al cancelletto di partenza con sei impianti aperti: Telecabina Le Fosse, Seggiovia esaposto Capanna degli Alpini (Montefreddo), Seggiovie triposto Anfiteatro e Capanna Brin e Tapis roulant Belvedere e Snowpark e otto piste di discesa perfettamente innevate: Capanna Brin, Anfiteatro, Belvedere, Genziane, Daino, Skicross, Panoramica e Settebello. In sostanza a parte lo snowpark che avrà bisogno ancora di tempo prima di essere aperto, tutto il comparto degli impianti a monte sarà operativo, cosi come tutti gli 8 rifugi in quota e a valle, le 6 scuole di sci ed i 12 centri di noleggio attrezzature. La stagione sarà come sempre ricca di eventi e manifestazioni per Ovindoli Monte Magnola, con gare regionali, nazionali ed internazionali di sci alpino, con il Back to the roots Snowboard Tour (12 e 13 Gennaio 2019), con il 4 Matic Tour (26/27 Gennaio 2019), il week-end di test materiali del Pool Italia (23-24 Febbraio 2019) e le aperture serali in notturna degli impianti Dolcevita e Topolino (non appena l’innevamento lo consentirà). Anche quest’anno grazie al nuovo portale web della Monte Magnola Impianti, sarà possibile acquistare online lo skipass e saltare la fila alle casse, ritirandolo presso le casse automatiche o i punti pick-up presenti in stazione. Particolare attenzione è stata posta nei confronti dei turisti che soggiornano nelle oltre 50 strutture ricettive convenzionate, con un listino prezzi dedicato e con la possibilità di acquistare lo skipass direttamente in hotel. Soddisfazione nelle parole dell’Amministratore Giancarlo Bartolotti “Siamo contenti del grande lavoro svolto dal nostro personale per predisporre l’apertura di questa nuova stagione invernale, le condizioni meteorologiche altalenanti degli ultimi giorni ci hanno creato qualche difficoltà ed abbiamo preferito attendere qualche giorno in più per aprire la stazione, mettendo in sicurezza più piste possibile” che ha aggiunto “Gli operatori turistici del territorio ci informano di avere tante richieste per tutta la stagione invernale e confermano che Ovindoli Monte Magnola è una delle mete preferite dagli appassionati della neve del Centro Italia”.

Continua a leggere

Senza categoria

Tribunali d’Abruzzo: il 10 gennaio l’incontro con il ministro, parlamentari abruzzesi disertano eccetto Pezzopane

Pubblicato

on

Regione – Il Presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio ha convocato nel Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila, i parlamentari abruzzesi e i componenti la Commissione “Tribunali d’Abruzzo” per riferire dei lavori e delle proposte della Regione al Governo in merito alla riforma della geografia giudiziaria regionale. “Con rammarico ho dovuto registrare l’assenza di 20 parlamentari su 21 eletti in Abruzzo – ha dichiarato Di Pangrazio – l’unica presente all’incontro era infatti Stefania Pezzopane. Solo due parlamentari hanno giustificato la loro assenza con impegni di lavoro, l’Onorevole Rotondi e il Senatore Bagnai, gli altri non hanno dato alcun riscontro all’invito”. Nel corso della riunione, il Presidente ha ricostruito, assieme a Silvana Vassalli (Presidente Ordine avvocati Lanciano) e Piercarlo Cirilli (Presidente Ordine avvocati Sulmona), i passaggi che hanno portato all’istituzione della Commissione e ha illustrato il documento finale con le proposte, elaborate dalla stessa Commissione, per la salvaguardia dei Tribunali e delle Procure della Repubblica di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto. “La relazione si chiude con diverse opzioni e in via prioritaria propone la salvaguardia di tutti e quattro i Tribunali, anche alla luce di quanto contenuto nel contratto di Governo dell’attuale maggioranza – ha aggiunto il Presidente –  e oggi chiediamo un interessamento e un impegno forte e convinto dei parlamentari abruzzesi, affinché venga presentata in Parlamento una proroga fino al 2022. Bisogna fare presto, un emendamento potrebbe essere presentato già con la Legge di bilancio attualmente in discussione o in alternativa nel cosiddetto decreto Milleproroghe. Gli avvocati Vassalli e Cirilli hanno evidenziato l’urgenza della proroga per evitare gravi danni ai cittadini abruzzesi”.
“La proroga servirebbe a dare respiro agli uffici giudiziari e alla loro organizzazione in vista della riforma e delle nuove procedure del processo civile e degli uffici del giudice di pace
– ha spiegato l’avvocato Vassalli – si corre il rischio di bloccare anche l’iter giudiziario del processo penale”. Posizione condivisa in pieno dall’avvocato Cirilli che ha parlato di “riforme della giustizia che rischiano di togliere il giudice “naturale” al cittadino per dargli un giudice “incerto” . L’Onorevole Stefania Pezzopane, nel ringraziare il Presidente Di Pangrazio e i componenti della Commissione per il lavoro svolto, si è detta immediatamente disponibile a presentare un emendamento che chieda la proroga dell’attività dei Tribunali d’Abruzzo. “Cercherò di sensibilizzare anche gli altri colleghi parlamentari eletti in Abruzzo – ha dichiarato Pezzopane – l’Abruzzo può far valere le sue ragioni nella richiesta di ulteriore proroga, per questo serve costruire un fronte comune per raggiungere il risultato”. Nel corso dell’incontro il Presidente Di Pangrazio ha avuto un’interlocuzione telefonica con il capo di Gabinetto del Ministro Bonafede e ha fissato l’incontro della Commissione regionale “Tribunali d’Abruzzo”, proprio con il Guardasigilli Bonafede, per il prossimo 10 gennaio. Inoltre, Di Pangrazio invierà una propria nota ai Parlamentari assenti per chiedere loro il massimo impegno per la salvaguardia dei Tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto.

Continua a leggere

Senza categoria

Task force contro i rifiuti indifferenziati, ad Avezzano scattano le sanzioni

Pubblicato

on

Avezzano – Scattano le sanzioni per chi non fa la raccolta differenziata. La polizia locale di Avezzano, al comando di Luca Montanari, ha emesso una trentina di sanzioni nei confronti di chi continua a non differenziare carta, plastica, organico e altro. Va avanti la campagna contro l’indifferenza nei confronti dell’Ambiente, coordinata dall’assessorato a guida di Crescenzo Presutti. Gli operatori Tekneko insieme agli agenti di polizia locale hanno attenzionato alcune utenze presso le quali è stata riscontrata un’enorme quantità di immondizia indifferenziata. In particolare è stato evidenziato come nei giorni in cui si raccoglie di norma plastica, carta, organico e altro, le buste raccolte erano praticamente inesistenti mentre il giorno in cui spetta all’indifferenziata, i bustoni erano molto grandi, strapieni di rifiuti di ogni genere. Pertanto è stato accertato che i rifiuti non venivano “divisi” correttamente. Le sanzioni sono dell’importo di 122 euro e oltre a privati cittadini hanno raggiunto degli esercizi commerciali.

Intanto, per il quarto anno consecutivo, il Comune di Avezzano ha ricevuto il premio di “Comune Riciclone”. Il riconoscimento, ritirato a Pescara, alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente Mario Mazzocca, dall’assessore Presutti, rimane un segno tangibile dell’impegno generale della città nella raccolta differenziata. “Nel 2018”, spiega l’assessore Presutti “abbiamo superato il 70% e dal nostro insediamento amministrativo siamo riusciti quindi ad avere un aumento di almeno tre punti percentuali, ma in alcuni mesi abbiamo registrato anche picchi del 74%”. Un Comune impegnato anche sul fronte abbandono rifiuti: “Abbiamo iniziato una vera e propria lotta all’abbandono di rifiuti, tra sensibilizzazione e controllo da parte anche della polizia locale. Dal prossimo anno potremo avvalerci anche di veri e propri “ispettori ambientali” che stanno completando la formazione. Nell’ambito del premio ambientalista, dobbiamo riconoscere che è stato raggiunto soprattutto grazie all’impegno e alla sensibilità di una grande parte dei cittadini avezzanesi, che dimostrano una grande e crescente attenzione nei confronti dell’Ambiente”.

Continua a leggere

Senza categoria

Atti vandalici al Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra, denunciato un 70enne

Pubblicato

on

Vallepietra – I carabinieri di Vallepietra hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un 70enne con l’accusa di danneggiamento aggravato. L’uomo sarebbe il responsabile dei ripetuti atti vandalici verificatisi presso il Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra, in particolare del danneggiamento delle bacheche per i visitatori. Come riporta RomaToday le indagini hanno avuto inizio nel luglio scorso. Grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso e alla conoscenza del territorio, i Carabinieri hanno identificato con assoluta certezza l’autore del gesto. Sulla scorta degli elementi forniti, la Procura della Repubblica di Tivoli ha quindi avvisato l’indagato della conclusione delle indagini preliminari. Il santuario al confine tra Lazio e Abruzzo è meta di pellegrinaggio anche dalla vicina Marsica.

Foto: RoamToday

 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com