Connect with us

Attualità

Campagna Antincendio Boschivo 2018, Mazzocca presenta le attività

Pubblicato

on

Abruzzo – Il Sottosegretario Regionale con delega alla Protezione Civile Mario Mazzocca ha sottoscritto la Convenzione tra Regione Abruzzo e Corpo dei Vigili del Fuoco nonché l’Accordo di Programma con il Comando Regione Carabinieri Forestale Abruzzo e Molise in relazione alla Campagna AIB (Antincendio Boschivo) 2018 approvando, così, rispettivamente, un quadro operativo d’intervento dei VVFF per un importo di circa 800.000 euro e un’attività di sorveglianza e vigilanza AIB per un importo pari a 50.000 euro. L’investimento complessivo ammonta a poco meno di 2 milioni di Euro (precisamente €. 1.880.000).

           SPESE PREVENTIVATE, STANZIATE e IMPEGNATE – ANNO 2018

N Voce Importo
1 Convenzionamento VVF annualità 2018 €.    840.000,00
2 Convenzionamento CCFS annualità 2018 €.      35.000,00
3 Convenzione Volontariato abilitato spegnimento €.    395.000,00
4 Noleggio elicottero €.    250.000,00
5 Sorveglianza sanitaria Operatori AIB €.      90.000,00
6 Dispositivi di Protezione Individuale Operatori AIB (D.G.R. 379/2018) €.      90.000,00
7 Convenzionamento CCFS annualità 2018 (Servizio Meteomont) €.      15.000,00
8 Dispositivi di Protezione Individuale Operatori AIB (D.G.R. 840/2017) €.      165.000,00
  TOTALI €. 1.880.000,00

«Nello specifico – afferma il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca – per la Campagna A.I.B. 2018 si è provveduto a:

  1. a) Potenziare il volontariato abilitato allo spegnimento incendi, mediante la partecipazione, il controllo e l’approvazione di corsi avanzati A.I.B. per circa 400 volontari;
  2. b) Approvare con D.G.R. 840/2017 e G.R. 379/2018 il rimborso dei “Dispositivi di Protezione Individuale” per oltre 400 volontari abilitati, per un importo totale di € 255.000,00;
  3. c) Condividere la Direzione regionale dei VV.F., i Parchi e le Aree protette abruzzesi ed i Carabinieri Forestali i dettagli delle procedure A.I.B. 2018;
  4. d) Avviare, con il Dipartimento Politiche dello Sviluppo Rurale e della Pesca, le attività per il recupero dei mezzi ex CFS dedicati alle attività A.I.B. (DGR 536/2016);
  5. e) Formare 265 capo-squadra volontari e il personale della Sala Operativa regionale sugli interventi di spegnimento “piccoli fuochi”;
  6. f) Richiedere supporto del mezzo aereo ai Carabinieri Forestali per la verifica dei bacini idraulici;
  7. g) Partecipare a tavoli tecnici AIB presso le Prefetture di L’Aquila (22/05/2018), Chieti (21/05/2018) e Teramo;
  8. h) Inviare apposita circolare ai Sindaci d’Abruzzo contenente “Raccomandazioni operative sull’AIB”;
  9. i) Approvare il quadro operativo di intervento dei VV.F. per le attività AIB 2018 per un importo di circa € 800.000,00;
  10. j) Approvare con DGR 380/2018 per il rimborso della sorveglianza sanitaria ai 900 volontari abilitati per un importo pari a € 90.000,00;
  11. k) Espletare il bando di gara per il noleggio di mezzo aereo dedicato alle attività A.I.B. per un importo di € 250.000,00;
  12. l) Sottoscrivere accordo di programma con Carabinieri-Forestali per attività di sorveglianza e vigilanza AIB per un importo pari a € 50.000,00;
  13. m) Approvare con DGR 438/2018 l’aggiornamento del Piano Regionale AIB;
  14. n) Predisporre la Convenzione con la Provincia di L’Aquila per la formazione di 30 COS (Coordinatori Operazioni di Spegnimento) mediante l’utilizzo del personale della Polizia.
  15. o) Avviare le procedure per la formazione di personale DOS (Direttore Operazioni di Spegnimento) quali ricognizione interna e con Polizia Provinciale ad un costo preventivato di € 80.000,00».

«Va specificato – continua Mazzocca – che la Legge n. 353/2000 (Legge quadro in materia di incendi boschivi) pone a carico delle Regioni le attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi. Tale quadro, tuttavia, ha subìto mutamenti negli ultimi anni per effetto, sostanzialmente, di due interventi normativi: il Decreto 19 Agosto 2016 n.177, con il quale si è disposto l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri ed il contestuale trasferimento delle competenze del medesimo Corpo Forestale in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, e il Decreto n.1 del 2 gennaio 2018, il nuovo “Codice della Protezione Civile” entrato in vigore il 6 febbraio scorso, con il quale si interviene sul sistema di Protezione Civile attribuendo maggiori e più specifiche responsabilità ai Presidenti di Regione e, di riflesso, alle strutture regionali competenti per la materia».

«A seguito dei succitati interventi, se da un lato è venuto meno il supporto del Corpo Forestale dello Stato nella lotta attiva agli incendi boschivi che, per preparazione specifica del personale e capillare distribuzione dello stesso sul territorio, poteva garantire un apporto quantitativo che il Corpo dei Vigili del Fuoco non può offrire, dall’altro sono aumentate in misura esponenziale le competenze e le attività in carico allo stesso Corpo dei Vigili del Fuoco nonché alle Organizzazioni di volontariato di protezione civile specializzate. Tale variazione di carichi di lavoro ha comportato un sensibile aumento dei costi a carico della Regione, contrapponendo le attività A.I.B. di tipologia ‘straordinaria’ del Corpo dei Vigili del fuoco a quelle di ordinaria competenza dell’ex Corpo Forestale dello Stato».

Inoltre, spiega Mazzocca, «in una delle prossime sedute verrà sottoposta all”esame della Giunta Regionale la ”Carta per la lotta agli incendi boschivi nella regione Abruzzo” proposta da 20 associazioni firmatarie (tra cui Wwf e Legambiente), insieme a 5 organizzazioni scientifiche (Società Italiana per il Restauro Forestale e Società Italiana di Scienze della Montagna, tra le altre). Si tratta di un documento di 6 pagine costruito sul fondamentale concetto che, per annullare o comunque ridurre al minimo il rischio che si sviluppino incendi boschivi, è necessario pianificare azioni definite nelle fasi di: prevenzione, gestione dell”emergenza, restauro/manutenzione».

 

La Carta, conclude, «prevede l’istituzione di uno specifico organo scientifico consultivo, costituito da esperti in materia forestale, geologi, naturalisti, biologi ed un rappresentante delle associazioni di protezione ambientale; corsi di formazione abilitanti i volontari per le squadre operative nello spegnimento a terra e per la qualifica di Dos, (Direttori delle Operazioni di Spegnimento), passati da 216 unità del 2014-2015, quando la competenza era in capo al CFS, ad 11 nel 2017. Nella Carta viene, altresì, inserito il tema degli incendi boschivi nell’ambito del PACC (Piano Regionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici), da assumere come strumento sovraordinato di pianificazione della Regione Abruzzo».

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Al tribunale di Avezzano arrivano i metal detector, palazzo di giustizia più sicuro

Pubblicato

on

Avezzano – L’installazione dell’impianto di sicurezza all’ingresso del tribunale di Avezzano. è stato ultimato. Dai prossimi giorni, infatti, entreranno in funzione i due metal detector che sono stati installati nell’androne del palazzo di giustizia davanti il gabbiotto della sicurezza.  “L’installazione dell’impianto metal  detector è frutto dell’iniziativa di Eugenio Forgillo, già Presidente del Tribunale di Avezzano – ha specificato il presidente facente funzioni Andrea Dell’Orso – che prima del suo trasferimento si è tanto adoperato per garantire la presenza di uno strumento idoneo a garantire la sicurezza all’interno del palazzo di giustizia non solo dei magistrati, ma anche della classe forense, del personale di cancelleria e dell’utenza in generale”.  Nelle aule il pubblico accederà solo dopo aver superato i controlli di sicurezza dall’unico accesso possibile, quello che si affaccia sulla centrale via Corradini.

Continua a leggere

Attualità

Diocesi dei Marsi, cinque nuovi parroci per sei parrocchie della Marsica

Pubblicato

on

Avezzano – Novità in arrivo per alcune parrocchie della Diocesi dei Marsi. Il vescovo, Pietro Santoro, ha, infatti, nominato don Ilvio Giandomenico parroco della parrocchia di San Giovanni in Celano; don Gabriele Guerra parroco della parrocchia del Sacro Cuore in Celano; don Lorenzo Macerola parroco della parrocchia di Santa Maria in Cese; don Luigi Incerto parroco delle parrocchie di San Giuseppe e della Santissima Trinità in Aielli e don Antonello Corradetti parroco della parrocchia di San Sebastiano Martire in Paterno.

Continua a leggere

Attualità

La CNA di Avezzano presenta il premio Cambiamenti dedicato alle startup

Pubblicato

on

Avezzano – Il giorno 24 settembre si è tenuta presso la sede della CNA di Avezzano, alla presenza del Presidente e direttore della CNA Francesco D’Amore e Pasquale Cavasinni, dalla coordinatrice marsicana dei giovani CNA Maria Campomizzi e Tiziano Genovesi, del presidente e del coordinatore regionale, sempre dei giovani imprenditori, Luca Lecce e Silvio Calice, la cerimonia di presentazione del premio Cambiamenti, giunto alla sua terza edizione. Il premio Cambiamenti è il grande concorso nazionale, istituto dalla CNA, che rientra ormai tra gli eventi di spicco nell’universo delle startup e che ha registrato, nelle prime due edizioni, oltre 1300 imprese candidate. Il Premio è rivolto a imprese di persone o di capitali in fase di startup, costituite dopo il primo gennaio 2015 e che non superino ad oggi 50 dipendenti, che hanno saputo riscoprire le tradizioni, hanno saputo promuovere il proprio territorio e la comunità, attraverso prodotti e processi innovativi. Cambiamenti ha l’obiettivo di riconoscere il merito e di offrire occasioni di confronto e visibilità a quelle imprese che con la loro attività rappresentano ogni giorno il meglio dell’Italia e rendono il Paese competitivo. Il Concorso prevede una ricca serie di premi, a partire da quello per il primo classificato (20.000 euro) fino a vari benefit tra incontri, strumenti, servizi e opportunità messi a disposizione dai vari partner della CNA quali Bluserena, Artigiancassa, Facebook, Google e molti altri. L’evento odierno ha riscosso molto successo, radunando vari imprenditori locali che si sono detti entusiasti della partecipazione ad un evento di questa portata e fortemente motivati a raggiungere la fase finale che sancirà il vincitore il prossimo 30 Novembre a Roma. Inoltre, la CNA Giovani Imprenditori è lieta di invitare tutti gli interessati al Next Lab L’Aquila di Lunedì 1° Ottobre 2018, ore 17:30 all’Auditorium del Parco, dove si parlerà dei “Nuovi modi di fare impresa … nuovi modi di (Ben)Essere”, talk show, concerto dei The Soul Buddies e Disko e street food abruzzese.

Continua a leggere

Attualità

Comune vicino agli studenti diversamente abili, stilato un albo di fornitori accreditati

Pubblicato

on

Avezzano – Conquista dell’autonomia fisica, relazionale e di apprendimento per consentire agli alunni disabili una positiva fruizione dell’offerta scolastica, con una reale integrazione e con corrette e soddisfacenti relazioni oltre che con i compagni di scuola, anche con i docenti. In modo da migliorare non solo l’esperienza scolastica ma anche la qualità della vita. Sono questi gli obiettivi che l’assessorato alle Politiche scolastiche a guida di Chiara Colucci cerca di raggiungere tramite una nuova strategia di intervento a favore degli studenti diversamente abili che frequentano le scuole che insistono sul territorio del Comune di Avezzano. Grazie al lavoro del Settore Servizi sociali comunale, diretto da Maria Laura Ottavi, il Comune di Avezzano, Ambito Distrettuale Sociale numero 3, per la prima volta, si è dotato, tramite un avviso pubblico, di un albo di fornitori accreditati. Gli alunni/studenti cui è rivolto il servizio sono circa una novantina, compresi quelli che arrivano da altre città, in quanto si tratta di un’iniziativa in cui rientrano le scuole statali dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di primo e secondo grado.

Nell’azione, chiaramente, sono esclusi gli interventi di assistenza di base, di competenza dell’Istituzione scolastica.
Aristos Cooperativa Sociale, Leonardo Società Cooperativa sociale, Help Handicap Associazione di volontariato e Horizon Service Società Cooperativa Sociale sono le quattro realtà con sede legale e/o operativa ad Avezzano che sono risultate idonee alle specificità richieste. L’assessore Colucci, insieme all’assessore al Sociale, Leonardo Casciere e alla dirigente Ottavi, nei giorni scorsi hanno incontrato in Comune le famiglie e hanno consegnato loro i moduli su cui poter effettuare la scelta dei professionisti più consona e più adeguata alle esigenze dei propri figli.

Continua a leggere

Attualità

Bacheche con annaffiatoi pubblici installate al cimitero comunale di San Benedetto dei Marsi

Pubblicato

on

San Benedetto dei Marsi. Al cimitero di San Benedetto dei Marsi arrivano gli annaffiatoi pubblici. Sono state installate in questi giorni dieci bacheche contenenti annaffiatoi posizionate vicino le numerose fontane che si trovano all’interno del cimitero comunale. Il tutto è frutto di una donazione effettuata dall’agenzia funebre di Tiberi ed Odoardi.

In tal modo i visitatori potranno comodamente prendere l’acqua sufficiente, recarsi presso le tombe dei propri cari e poi riporre gli annaffiatoi vuoti sulle apposite bacheche. Un gesto di grande senso civico che aiuta i residenti e visitatori a prendersi cura dei defunti.

Continua a leggere

Attualità

Strada dei Parchi contro l’accesso sul PEF: “segreti commerciali”. H20: “cambi rotta e sostenga la trasparenza”

Pubblicato

on

Regione – Il Forum H2O continua ad attaccare Strada dei Parchi. Mentre l’associazione chiede a gran voce che vengano resi pubblici tutti i documenti relativi alla concessione, fino ad ora coperti da segreto di stato, la società si difende rivendicando “segreti commerciali”. Ma l’associazione ambientalista non ci sta e replica cosi:”Abbiamo letto piuttosto divertiti la stizzita e caotica (eufemismo) nota in cui Strada dei Parchi prova a rispondere alla nostra Conferenza stampa dove abbiamo divulgato integralmente un…suo documento! Ovviamente non serve replicare ad un tentativo di calciare il pallone in tribuna ma approfittiamo dell’occasione per evidenziare due aspetti e lanciare un appello alla società: Scrive Strada dei Parchi “La simulazione del Piano Finanziario non è la prima e né l’ultima elaborata sotto questo schema.”. Vuole forse sostenere che esistono versioni più aggiornate e che il Ministero non ci ha rilasciato l’ultima versione disponibile con la lettera del 18 settembre 2018 con cui ci ha dato i documenti? Sarebbe un fatto piuttosto grave”.

“Strada dei Parchi si è opposta tenacemente al rilascio della sua proposta di PEF da parte del Ministero. Come mai?
Scrive infatti il responsabile della Trasparenza del Ministero delle Infrastrutture nella nota del 28 agosto con cui ci ha dato ragione sull’accesso ribaltando la prima decisione negativa del direttore Cinelli della Direzione Vigilanza:
“La controinteressata società Strada dei Parchi S.p.A., nel contraddittorio attivato dalla Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali, è dapprima entrata nel merito delle motivazioni della richiesta effettuata dalla ONLUS Stazione Ornitologica Abruzzese. Ha inoltre evidenziato alcune opposizioni generiche riguardanti atti contrattuali in cui vengono esplicitati interi elaborati progettuali e strutturali dell’infrastruttura autostradale, la cui divulgazione comporterebbe un pregiudizio alla sicurezza. Infine la stessa società afferma come il “Piano/progetto depositato dal Concessionario” sia fuori dalla nozione di documenti conoscibili anche attraverso l’accesso generalizzato, considerati i segreti commerciali e le strategie alla base.” (neretto e sottolineatura nostri, ndr)”.

“Anche il direttore del MIT Cinelli nella nota di accompagnamento al documento rilasciato scrive che Strada dei Parchi si è opposta al rilascio dei documenti il 9 agosto. Cosa aggiungere? Ah, sì, en passant facciamo notare che nel PEF 2009 vi erano oneri per Strada dei Parchi di 2,5 milioni di euro connessi alla realizzazione di quattro aree di servizio. Non sono state realizzate. Quei soldi sono stati spesi in maniera alternativa? Dove? Ci permettiamo un suggerimento: Strada dei Parchi cambi rotta sulla trasparenza invece di opporsi al rilascio di documenti, sostenendoci nella campagna per la trasparenza di tutte le sue rendicontazioni e relazioni depositate al Ministero in tutti questi anni!
Visto che sostiene di far funzionare tutto con precisione da orologio svizzero avrebbe tutto da guadagnare in questa operazione “trasparenza””.

Continua a leggere

Attualità

Giordano Mazzocchi chiede il falò con Nilufar Addati, coppia pronta a lasciare Temptation Island Vip?

Pubblicato

on

Avezzano – Anticipazioni scottanti sono quelle che arrivano da Temptation Island Vip 2018. Secondo quanto rivelato dai quotidiani di gossip, l’avezzanese Giordano Mazzocchi avrebbe chiesto il falò con Nilufar Addati e, si vocifera, la coppia sarebbe pronta a lasciare il programma prima del previsto. L’ex corteggiatore di Uomini e Donne avrebbe richiesto il confronto immediato con la compagna dopo una frase da lei pronunciata di fronte a Nicolò Ferrari, suo ex corteggiatore. Giordano Mazzocchi e Nilufar Addati potrebbero lasciare il programma prima del previsto. È quanto emerso dalle anticipazioni diffuse nel corso dell’ultima puntata di Uomini e Donne del 20 settembre.

“Un vaso quando è rotto non torna più come prima. Nessuna donna sarebbe felice di una relazione così”. E’ la frase che avrebbe mandato Mazzocchi su tutte le furie spingendolo al confronto “Voglio subito il falò di confronto, la voglio qua perché non ha senso” avrebbe commentato il ragazzo. Tuttavia anche Mazzocchi, nel corso del programma si sarebbe abbandonato per primo a delle confessioni scottanti ammettendo di non essere innamorato pienamente di Nilufar. Ad una corteggiatrice che glielo aveva chiesto aveva risposto: “Ni”. La replica andata in onda nella prima puntata del reality ha comprensibilmente ferito la sua compagna.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com