Lavoro

Voci confermate, ad Avezzano chiude la cartiera Burgo

Il gruppo Burgo ha annunciato, nel corso di un incontro con i sindacati, la cessazione dell’attività nello stabilimento Cartiere Burgo di Avezzano. Lo rende noto la Cisl de L’Aquila precisando che alla riunione era presente il responsabile risorse umane del gruppo Burgo, Franco Montevecchi, il quale ha motivato la decisione dell’azienda «con le gravi difficoltà economiche della società, che non consentono di effettuare investimenti sullo stabilimento marsicano che, da gennaio 2014, è stato destinato alla produzione di tipologie di carta naturale». La fabbrica, che non riaprirà i battenti dopo la chiusura estiva per ferie, occupa circa 220 dipendenti. «Una notizia gravissima quanto inaspettata – dichiarano Antonio Fiasca (Fistel-Cisl), Sigismondo Sansoni (Slc-Cgil) e Alfredo Moschettini (Uilcom-Uil) – in quanto l’azienda non aveva dato segnali di difficoltà così evidenti. In ballo ci sono più di 200 posti di lavoro, senza considerare l’indotto. Facciamo appello alle istituzioni affinchè si attivi subito un tavolo governativo, alla presenza dell’amministratore delegato del gruppo Burgo, per valutare una soluzione alternativa alla chiusura dello stabilimento, che salvaguardi i livelli occupazionali e il futuro dell’azienda».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top