Altri articoli

Vigili del Fuoco, i precari: i tagli non consentono soccorsi adeguati

«I pesanti tagli in atto creano difficoltà per il soccorso al cittadino». A parlare è il referente del gruppo precari dei vigili del fuoco, secondo cui «lo Stato sta facendo dei tagli importanti che riguardano anche i mezzi e il personale impegnati sul soccorso. Per poter garantire la sicurezza al cittadino il ministero (Dipartimento dei vigili del fuoco) utilizza del personale precario che viene richiamato con contratto di 20 giorni ripetuti nell’arco dell’anno per un massimo di 4-5 richiami per un totale di 80-100 giorni lavorativi, il personale discontinuo-volontario viene formato con un corso ben specifico che vede il superamento di prove scritte, orali e pratiche e il superamento delle visite mediche. Oggi in Italia sono 25mila le persone che vengono richiamate per sopperire alla grossa carenza di personale, con costi ben elevati per l’amministrazione. Noi siamo pronti a scendere in piazza per manifestare un nostro diritto, chiediamo di essere stabilizzati in quanto la formazione che a oggi abbiamo acquisito ci porta a essere pronti ad affrontare ogni tipo di emergenza».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top