Abruzzo

Via alla colletta alimentare. “Cibo per 38 mila poveri”

Cresce il bisogno di assistenza e paradossalmente diminuiscono le derrate alimentari con le quali il Banco Alimentare assiste le famiglie in condizioni di povertà. E non perché manchi il buon cuore per chi ha voglia di donare, ma per colpa della burocrazia, che fa diventare sempre più difficili i trasferimenti di risorse dall’Europa alla Fondazione che da 18 anni promuove la Giornata nazionale della Colletta alimentare. Così, la risorsa più preziosa sulla quale fare affidamento è il contributo volontario di chi, per tutta la giornata di domani, si recherà a fare la spesa in uno degli oltre 200 punti vendita che aderiscono all’iniziativa in tutto l’Abruzzo. Nella nostra regione 38 mila persone che soffrono la fame possono contare concretamente sul Banco Alimentare, la realtà caritativa che recupera quotidianamente eccedenze alimentari per donarle a tutti questi indigenti mediante una rete di 199 enti convenzionati. L’anno scorso, questa “macchina della carità” ha donato ben 1.551 tonnellate di prodotti. Domani, 29 novembre, tutti avranno la possibilità di salire per un giorno su questa macchina, e contribuire ad aumentare la mole annuale di cibo per i poveri della nostra regione: puntuale, per il diciottesimo anno consecutivo, torna la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, la raccolta per i bisognosi promossa a livello nazionale dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica e con il Patrocinio di Expo Milano 2015, in collaborazione con Esercito Italiano, Associazione Nazionale Alpini, Società San Vincenzo De Paoli, Compagnia delle Opere Sociali e i Distretti italiani del Rotary International.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top