Cronaca e Giudiziaria

Vertenza comune di Celano – Cam: chiusa la vicenda in modo positivo

In data di ieri 22 luglio 2014 alle ore 16,00 presso i locali del Cam si è svolta l’ultima riunione di una lunga serie fatte per definire l’accordo tra il Comune di Celano e il Cam S.p.A. ed inerente la compensazione del credito che il Comune vanta nei confronti del Cam stesso.
All’incontro erano presenti il vicesindaco di Celano Vittoriano Frigioni, l’Amministratore Delegato del Cam Ing. Giuseppe Venturini, l’avvocato Carlo Cantelmi e il dottor Giuseppe Cleofe per la minoranza consiliare, l’avvocato Franco Paolini per il Cam, l’avvocato Herbert Simone per il Comune e Gianvincenzo Sforza per il Comitato “A tutela di Celano- Acqua Nostra”.
Nell’incontro è stato stilato definitivamente il nuovo documento frutto di una mediazione tra le parti e che, sostanzialmente, permetterà al Comune di Celano di rientrare delle somme, circa 2 milioni di euro, attraverso la riscossione in un apposito ufficio aperto presso il Comune castellano delle bollette dell’acqua che i celanesi debbono pagare.
In sostanza i celanesi, fra qualche giorno e dopo la ratifica dell’accordo da parte delle due amministrazioni coinvolte, potranno versare direttamente in municipio le somme; somme che verranno accreditate sul conto corrente (Dedicato) del Comune appositamente aperto presso la Cassa di Risparmio di Celano (BPER).
Per rendere edotti i celanesi sulle condizioni specifiche degli accordi, sulle modalità dei pagamenti, sulle dilazioni, sulle agevolazioni e quant’altro verrà spedita agli utenti una apposita comunicazione cointestata Comune/Cam.
“Chiediamo ai celanesi- dichiara Gianvincenzo Sforza del Comitato “Acqua Nostra” – di avere ancora qualche giorno di pazienza e di continuare a sospendere il pagamento delle bollette che hanno ricevuto. Pagando il dovuto al Comune si permetterà allo stesso di incassare somme che saranno destinate alla città e non al Cam. Come Comitato- conclude Sforza- siamo soddisfatti per aver colto questo primo risultato che arriva dopo due anni di lotte. Come associazione portatrice di legittimi interessi collettivi con il Cam e il Comune andremo a discutere anche di altri aspetti legati alla vicenda e, come è avvenuto per questo specifico risultato, sono sicuro otterremo anche altri benefici così come da noi chiesti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top