Cronaca e Giudiziaria

Venerdì 5 giugno una fiaccolata in ricordo di Marco Zaurrini

fiaccolata_Una fiaccolata per ricordare Marco Zaurrini, ma anche per sensibilizzare sul tema dell’introduzione della legge che disciplini “l’omicidio stradale”. La famiglia e gli amici del quindicenne celanese investito sulla Statale che collega Paterno a Celano, mentre era sullo scooter con un coetaneo, stanno organizzando una grande manifestazione che si terrà venerdì 5 giugno. La partenza della fiaccolata è prevista da piazza IV Novembre, a Celano, alle 20.30. Il corteo si muoverà su via Roma, poi in via Fontegrande, per scendere in via Santa Maria e poi risalire per la Madonna delle Grazie e rientrare infine in piazza.

“La morte di mio cugino non deve essere dimenticata – commenta Maria Paola Zaurrini – quello che è accaduto e che ha distrutto una famiglia intera deve essere un monito affinché cose di questo tipo non succedano più. Chiediamo a quante più persone di prendere parte alla fiaccolata, organizzata in ricordo di Marco, ma che è anche un invito a fare presto per chi deve firmare la legge che introduca, una volta per tutte, il reato di omicidio stradale. Marco è stato ucciso dall’auto guidata da Luigi Antidormi, 33enne celanese, già con dei precedenti penali. Il fatto che il giudice che ha convalidato il suo arresto per omicidio colposo e omissione di soccorso, abbia poi confermato i domiciliari, la dice lunga su quanto sia necessaria in Italia la legge sull’omicidio stradale”. La decisione del giudice ha provocato l’indignazione della famiglia Zaurrini, sostenuta anche da Paolo D’Onofrio, referente per l’Abruzzo dell’Associazione familiari e vittime della strada.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top