Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Italia

Unioni civili, via libera dal Campidoglio al “registro unico”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Unione civile uguale matrimonio. O quasi. Dopo mesi di polemiche, tentativi di voto, bagarre in aula Giulio Cesare e sceneggiate varie, ieri il Campidoglio ha approvato il suo registro delle unioni civili. Per tutte le coppie conviventi, etero o omosessuali che siano. Il sindaco Ignazio Marino, da tempo in lotta con la prefettura per la registrazione dei matrimoni gay contratti all’estero, ha fortemente voluto questo provvedimento approvato dalla maggioranza di centrosinistra e dal M5S. Hanno votato contro Ncd, Fi e Fdi. Si è astenuta la Lista Marchini. La delibera equipara completamente le coppie di fatto e le famiglie gay con figli alle famiglie tradizionali tramite un registro unico per tutti i municipi di Roma. Potranno iscriversi le coppie formate da persone maggiorenni e conviventi di qualsiasi sesso, italiane o straniere, e che non siano legate tra loro da vincoli giuridici, che non facciano parte di un’altra unione civile e che non siano sposate, vincolo quest’ultimo che cade al momento dell’annotazione della separazione, senza quindi dover aspettare il divorzio. Durante il voto in Campidoglio erano presenti anche Vladimir Luxuria e Nichi Vendola, oltre a un nutrito gruppo di ragazzi delle associazioni lgbt che sono esplosi in urla di gioia, canti, applausi e “Bella ciao” finale. Per il centrodestra si tratta di una delibera «senza valore giuridico».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top