Cultura

Una lettera scritta da D’Annunzio alla famiglia Ercole di Luco

panarda_dannunzio_letteraUna lettera scritta da Gabriele D’Annunzio al notaio Quirino Federico Ercole che, in occasione dell’antico rito della Panarda, lo ospitò per alcuni giorni nel suo palazzo di Luco dei Marsi. Il reperto, più unico che raro, è apparso nei giorni scorsi sulla pagina facebook “Luco dei Marsi: è il mio paese!” per riportare alla memoria dei luchesi un evento straordinario, la presenza del Vate nell’antica dimora della famiglia Ercole in occasione della festa dello Spirito Santo, quando l’evento venne celebrato circa un secolo fa.

La lettera dice: “Caro Don Ercole, è bellissimo il ricordo delle ore trascorse a Luco. Nardelli mi aveva anticipato tutto sulla festosa Panarda. Grazie. Gabriele D’Annunzio”.

In alto a sinistra è ben visibile un’immagine simbolo che accompagnava le sue lettere e che, nello specifico, ricorda la celebre espressione dantesca (Ricordera’ti anche del Mosca, che disse, lasso! Capo ha cosa fatta, che fu mal seme per la gente tosca – XXVIII canto dell’Inferno ) di cui D’Annunzio si avvalse per celebrare la storica impresa fiumana, dipinta da Adolfo de Carolis che illustrò e disegnò molte delle sue opere.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top