Cronaca e Giudiziaria

Un lettore ci scrive: “Una storia di scrocconi e…”

“E’ bello sapere che, andando a chiudere le utenze a causa di un’occupazione abusiva da parte di una famiglia albanese di una casa popolare:
– la signorina del call center della linea telefonica, che per chiudere l’utenza ha bisogno della raccomandata A/R e quindi di almeno un mese di tempo (!!! e intanto io uso il telefono e tu lo paghi!) e non può nemmeno bloccare le chiamate internazionali sulla linea che io regolarmente pago (!!!! si chiama assurdità… non sono padrone di bloccare alcuni tipi di chiamate sulla mia linea!!!), mi dice:”non mi dica che chiama da Avezzano…. in questo fine settimana abbiamo già ricevuto 23 disdette per lo stesso motivo”!
– il call center del gestore dell’energia elettrica mi informa che martedì scorso era già stata fatta una voltura su quell’impianto (e sì avete capito bene… io vengo a casa vostra, prendo il numero utente sul contatore e intesto la linea a pinco pallino… questo si può fare a seguito di una nuova legge per velocizzare le pratiche… poi il gestore invierà il contratto al quale si dovranno allegare i documenti e reinviare il tutto… ma intanto la corrente è attiva dalla richiesta di voltura e fino alla scadenza dei termini per il reinvio dei documenti… ma chi se ne frega, prima che scadano io faccio unaltra voltura!); l’occupazione c’è stata venerdì notte… pensate un po’ la premeditazione e le conoscenze in termini di procedure di questa feccia che è arrivata! Dulcis in fundo, l’intestatario della nuova linea ha nome e cognome italiano (chiaramente non mi hanno detto chi è per la privacy… e certo, sta solo dentro casa di una povera donna ottantaduenne ricoverata in
ospedale!!! Lì la privacy non conta! Ma tanto se sei una persona in carne ed ossa, ma ne dubito, ti becco prima o poi)
– il call center del fornitore del gas… gentile cliente le diamo un appuntamento per il giorno 9/9 in una fascia oraria che va dalle 8.30 alle 10.30… verrà il tecnico a sigillare il contatore…” Ah bene… intanto io comunico la lettura perchè a quei bastardi non voglio pagare il gas!!! E no signore… l’unica lettura valida è quella del tecnico… Ah cazzarola… devo prendermi il permesso al lavoro per venire col tecnico, pagare il gas che quei bastardi hanno consumato da venerdì notte al martedì successivo e sperare che tutto finisca così…
In tutto questo loro sono dentro quella casa dove mia moglie e i suoi parenti hanno vissuto per più di cinquanta anni… noi abbiamo dovuto fare i ladri in casa per prendere in fretta e furia ciò che era nostro…
E in tutto questo la legge che fa… ASSOLUTAMENTE NULLA… la signora che ha smurato il portone (e lo ha veramente smurato!!!) ha detto di averlo fatto da sola, con due bambini al seguito… in pratica abbiamo incontrato l’INCREDIBILE HULK ALBANESE DONNA…
Per la legge il proprietario dell’immobile è l’istituto case popolari, mentre, purtroppo, l’affittuario, attuale usufruttuario, non potrà portare avanti nessuna causa (chiaramente se devono occupare scelgono bene i bastardi). Dovrebbe essere l’istituto che porta avanti la causa e cerca di cacciare chi ha abusivamente occupato e assegnare l’alloggio a qualche povero avezzanese che ne ha bisogno (e visti i tempi credo che ce ne siano diversi)… Ma all’istituto case popolari, altra lobby politica di magna magna, cosa interessa fare causa a quelle merde? Magari gli pagano pure il misero affitto che chiedono…
MI verrebbe voglia di fare tante cose… proverò a scrivere a giornali locali e nazionali, alle istituzioni, a quella nazionali e locali…. ma sono certo che non avrò risposta…
E allora… spero solo di non trovarmi di nuovo di fronte ad una cosa del genere… ma di certo se mi capitassi, agirei in ben altri modi… Occhio per occhio , dente per dente…”

2 Comments

2 Comments

  1. domenico paris

    8 settembre 2014 at 12:44

    Non conosco bene il caso, comunque dal 24 Maggio chi occupa abusivamente un alloggio, non può più ottenere L’ allaccio dell’energia elettrica, del gas e del telefono.

  2. Pippo123

    8 settembre 2014 at 13:36

    Ci vuole il ritorno all’olio di ricino….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top