Cronaca e Giudiziaria

Uffici giudiziari, l’idea di Cialente; che ne penseranno ad Avezzano?

«Ho partecipato a una decisiva riunione con il “comitato di manutenzione” degli uffici giudiziari, nella quale si è discusso anche della necessità di realizzare la nuova ala da destinare all’accoglienza dei tribunali di Avezzano e Sulmona, per il cui trasferimento il Parlamento ha fissato settembre 2018, il tutto nell’ambito della riorganizzazione». Lo afferma il sindaco Massimo Cialente, il quale spiega una sua proposta al riguardo. «In questa sede», dice «ho ribadito che sia il Comune che il Provveditorato alle opere pubbliche potrebbero rapidamente procedere a realizzare un corpo aggiunto necessario ad ospitare questi uffici e che i tempi di realizzazione potrebbero coincidere con la fine dei lavori di ristrutturazione del tribunale per la fine del 2016. Torno pertanto a ribadire quanto già trasmesso qualche mese fa. L’Esercito Italiano era proprietario di due edifici che ospitavano gli alloggi per appartenenti alle Forze Armate in un’area completamente votata a “direzionale” in Via XX Settembre. Per la ricostruzione di questi due edifici, di cui è stata ultimata la demolizione e la rimozione delle macerie, è previsto un finanziamento di ben 10 milioni di euro. Come già segnalato con una precedente nota, il Comune dispone di un sufficiente numero di appartamenti di recentissima costruzione o in via di realizzazione, derivanti dall’istituto “dell’abitazione equivalente” fissato dalle norme per la ricostruzione». «La proposta che rinnovo» dice Cialente,«auspicando questa volta una rapida risposta prodromica alla convocazione in tempi brevi di un tavolo decisionale, è di evitare di ricostruire gli alloggi delle Forze Armate, risparmiando 10 milioni di euro, acquisendo gli alloggi del Comune de L’Aquila. Chiaramente il Comune potrebbe averne un danno patrimoniale, ma questa Amministrazione, anche attraverso atti ufficiali, ritiene, così, di poter fare un intervento urbanistico che assicurerebbe la massima funzionalità agli uffici giudiziari preservando altre aree nei pressi del Tribunale aquilano interessate da un vincolo delle mura trecentesche, risparmiando dieci milioni dell’Erario. Tra l’altro, con una somma inferiore ai 10 milioni, attraverso una delibera del Cipe sarebbe possibile utilizzare parte dei 10 milioni per realizzare la nuova ala del tribunale. Credo si tratti di una proposta che ha solo effetti positivi e nessuna conseguenza negativa, neanche patrimoniale».

1 Comment

1 Comment

  1. Nino LA Fibra Ottica

    Nino LA Fibra Ottica

    25 ottobre 2014 at 16:46

    statti all’aquila non ti interessare di cose che stravolgerebbero un’altra citta’ che di danni a noi ne state facendo abbastanza , vi voglio ricordare che avezzano e la marsica davano lavoro a 3/4 della provincia dell’aquila QUINDI!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top