Politica

Avezzano, l’Udc si scaglia contro il provvedimento di chiusura di neurochirurgia

Non si placa la polemica attorno alla chiusura del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Avezzano. In una nota congiunta, il segretario dell’Udc di Avezzano Luigi Gallucci ed il coordinatore marsicano dell’Udc Rocco Di Micco, sollevano la propria preoccupazione riguardo la sospensione del reparto di Avezzano. “La gravità sta nel fatto che specialisti dell’ospedale di Avezzano, per volere del responsabile del reparto di neurochirurgia dell’Aquila, dovranno recarsi a prestare servizio presso l’ospedale di L’Aquila per far fronte ad una famigerata carenza di personale. L’avallo del manager della ASL si basa su motivazioni che sinceramente sfuggono ai più, ma hanno evidentemente convinto la dott.ssa Maria Teresa Colizza, direttore sanitario, ed il dott. Giovanni De Blasis, direttore del dipartimentochirurgico, entrambi cittadini marsicani che sembrano appoggiare la linea”. La nota prosegue ribadendo come tale decisione risulti essere irragionevole, non solo per il fatto che con l’avvicinarsi dell’estate si incrementa la presenza di turisti sul territorio, ma anche e soprattutto perchè lascia totalmente sguarnita la zona marsicana di un servizio di primaria e vitale importanza. Gallucci e Di Micco ricordano come anche nel luglio del 2014, l’allora direttore generale della ASL dott. Silveri, ” solo a seguito di molteplici interventi politici provvedeva a riaprire il reparto di neuro-traumatologia dopo un periodo di chiusura. Oggi, a distanza di soli due anni, il direttore generale dott.Tordera, ne avalla chiusura.” La nota si conclude con l’invito dei due esponenti dell’Udc al sindaco di Avezzano Di Pangrazio affinchè convochi urgentemente una riunione tra i sindaci dei vari centri marsicani, al fine di affrontare immediatamente ” la grave problematica della chiusura del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Avezzano, diffidando la direzione generale della ASL rispetto al provvedimento adottato”

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top