Giudiziaria

Uccisa e murata in cantina, arriva la condanna per il compagno

Una storia di confine questa, che presto però ha invaso anche la Marsica: Antonio Cianfarani, 41 anni, manovale, di Fontechiari (Frosinone), è stato condannato a 25 anni di reclusione per aver ucciso Samanta Fava, 36 anni, di Sora.  Le indagini, all’inizio, si erano concentrate prevalentemente ad Avezzano e a Luco dei Marsi, dove la donna aveva molti amici. Infatti Samanta era conosciuta in zona perchè si esibiva in spettacoli musicali nei locali pubblici. E da un pò di tempo si vedeva in giro con il Cianfarani che, messo sotto torchio, alla fine ha confessato il delitto avvenuto nel 2012, probabilmente per gelosia. 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top