Abruzzo

Turismo: presentato progetto “Santi e Guerrieri”

“L’unione fa la forza. E’ proprio il caso di usare questa allocuzione per descrivere l’iniziativa progettuale dello sviluppo turistico del Gran Sasso aquilano-pescarese con schema direttore della Valle del Tirino. Il progetto messo in campo e’ la dimostrazione di come mettendo semplicemente in rete le attuali potenzialita’ inespresse della nostra regione si possa avviare un percorso concreto per competere sul piano del marketing territoriale con le piu’ note realta’ nazionali e internazionali alle quali non abbiamo nulla da invidiare”. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente, Mario Mazzocca questa mattina, intervenendo a Santo Stefano di Sessanio alla presentazione degli atti e delle azioni finali del progetto “Territorio di Santi e Guerrieri”, alla presenza di operatori turistici e amministratori ,insieme al vice Presidente della Giunta regionale, Giovanni Lolli. Il progetto realizzato da Il Bosso Soc. Coop, in ATS con Wolftour discover Abruzzo, Viaggiatori nel Parco, LD editore e Associazione STL del Gran Sasso d’ Italia per il Gal Gran Sasso Velino nasce con lo scopo di coinvolgere le comunita’ rurali in un percorso di conoscenza e valorizzazione delle risorse storico antropologiche locali viste anche come opportunita’ economiche e occupazionali. In particolare, si intende attivare percorsi finalizzati al recupero e alla diffusione di informazioni non scritte custodite dalla comunita’ locale in forma orale, valorizzando il legame esistente tra le comunita’ locali e la propria storia passata; Santi e Guerrieri che nel corso dei secoli hanno vissuto e caratterizzato al livello socio-culturale questo territorio. “Un’iniziativa strategica – ha commentato Lolli – che si inserisce in un contesto di rilancio e valorizzazione delle molteplici risorse di cui il territorio e’ ricco, che guarda positivamente a iniziative di giovani attori e protagonisti dello sviluppo e che la Regione segue con attenzione e intende tradurre nel primo Distretto turistico di montagna su cui stiamo lavorando”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top