Abruzzo

Treni troppo lenti e cari “In ritardo di 30 anni”

Lenti, insufficienti, in molti casi assenti, pagati a ore e non a chilometro, con un sistema generale completamente soggiogato allo strapotere imposto da Trenitalia e una programmazione dei servizi che fa acqua, e sprechi, da tutte le parti. Sono i trasporti ferroviari abruzzesi secondo un dossier da 132 pagine di Federconsumatori regionale e presentato nei giorni scorsi dal segretario Tino Di Cicco. Il “Libro nero delle ferrovie d’Abruzzo” è una fotografia lucida e nella maggior parte dei casi drammatica di quello che si poteva fare in una regione da sempre alle prese con il problema dell’isolamento, e che non si è mai fatto. E la colpa, per Federconsumatori, è tutta da imputare alla politica. Se si è rimasti fermi al 1861, quando Cavour indicò nella ferrovia che stava per arrivare in Abruzzo «la base del suo sviluppo e del suo più produttivo rapporto, culturale, economico e sociale, col resto del mondo», lo si deve a chi per anni non ha mai mosso un dito per liberare l’Abruzzo dal suo isolamento. Nella regione dei parchi avvengono per Federconsumatori diverse cose definite «assurde». Una delle tante nella linea Bari-Pescara-Bologna. I treni, i Freccia Bianca, viaggiano ad una velocità media di 116 chilometri orari e il biglietto costa 0,13 euro al chilometro. Ma se tempi e tariffe vengono confrontati con la linea ad alta velocità Roma-Milano si scoprirà che i Freccia Rossa, che viaggiano ad una velocità media di 210 Km/h, costano ugualmente 0,13 euro a chilometro. In Abruzzo paghiamo quindi un treno come se appartenesse alla linea ad alta velocità anche se l’alta velocità non vi è mai sbarcata. Per queste ragioni recentemente la Federconsumatori Abruzzo ha proposto un ricorso alla Commissione Europea, al Garante della Concorrenza e all’Autorità dei Trasporti.

1 Comment

1 Comment

  1. Nino LA Fibra Ottica

    Nino LA Fibra Ottica

    10 novembre 2014 at 21:18

    30 ANNI FA’ SE VIAGGIAVA MEGLIO !!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top