Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Tre marsicani alla 14ª Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Oltre cinquanta studenti divisi su quattro parallele sessioni di lavoro, lezioni aperte e finestre sull’Europa affidate ad esperti internazionali, una tavola rotonda per riflettere sulle trasformazioni delle città e sulla gestione del patrimonio pubblico e immobiliare italiano, tra retoriche del Bel Paese e dismissione, distruzione e abbandono.
Questo e molto altro il programma del workshop che si è tenuto dal 16 al 21 settembre nell’ambito della sezione “Weekend Specials” di Monditalia della 14ª Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia al quale hanno partecipato tre marsicani iscritti al Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile – Architettura, Ambientale dell’Università degli Studi dell’Aquila.
Partiti alla volta di Venezia dopo una selezione effettuata fra futuri ingegneri edili e ambientali, Claudia Conti, Antonello Incerto, entrambi di Avezzano e Antonella Tempesta, di Ovindoli, hanno lavorato al fianco di altri studenti e studentesse del Dipartimento di Architettura dell’Università di Roma Tre e del Dipartimento di Culture del progetto dell’Università IUAV di Venezia con i quali ETICity, organizzatore del progetto, ha attivato un partenariato.
Durante la loro settimana veneziana hanno indagato sulle trasformazioni delle città e dei territori leggendole attraverso la lente della “schizofrenia lucida”, intesa come prassi che caratterizza il nostro paese in tema di gestione del patrimonio pubblico nell’attuale contesto di crisi economica. Nell’ambito di tale attitudine schizofrenica, che produce abbandono dei beni pubblici mentre si scandiscono le retoriche della protezione e della “valorizzazione”, hanno affrontato l’ambiguità analizzandola sotto i tre diversi aspetti della dismissione (che si traduce in una svendita del patrimonio immobiliare, del paesaggio e del suolo), della distruzione (che passa attraverso la rinuncia alla protezione dai rischi naturali e distruzione attiva di parti di storia e città) e dell’abbandono (che corrisponde al mancato intervento di protezione del patrimonio e a politiche che hanno sfavorito la cura del sistema architettonico, culturale e paesaggistico del Paese). Proprio parlando di distruzione, i partecipanti al workshop hanno anche affrontato il “caso L’Aquila”, analizzando i progetti, i fenomeni e le pratiche messe in atto rispetto al patrimonio storico artistico e al patrimonio immobiliare pubblico tra retoriche della ricostruzione “com’era, dov’era” e programmi urbani che si confrontano con le demolizioni e processi di ricostruzione selvaggi.
Il risultato della riflessione si è quindi tradotto nell’elaborazione di un itinerario virtuale lungo la linea del tempo, un “accumulator wall” (in foto) che rimarrà in mostra fino alla chiusura della Biennale Architettura 2014 recante orgogliosamente in calce la firma anche di tre marsicani.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top