Abruzzo

Trasporti pubblici unificati, si iniziano a prendere le misure…

«L’azienda unica dei trasporti è un’opportunità per tutto il sistema del trasporto pubblico locale. Anche per le aziende private». Il sottosegretario alla presidenza della Regione Camillo D’Alessandro, delegato dal governatore D’Alfonso a seguire la fusione delle tre società regionali Arpa, Sangrinata e Gtm, replica così a chi, come il presidente delle autolinee Baltour Agostino Ballone, avanza dubbi sull’operazione, definendola «monopolista» e «fuori dalle regole di mercato». È così Consigliere D’Alessandro? La Regione era e resta il monopolista del trasporto pubblico locale? «I privati non potevano pretendere che Regione Abruzzo portasse a fallimento le tre società, oppure che le svendesse. Quelle tre società, nella loro storia, oltre a rappresentare un patrimonio di professionalità, sono un patrimonio sul quale hanno investito i cittadini abruzzesi. Non potevano certo mandarlo in fumo o ai saldi. Detto questo il mondo è cambiato…» Proprio quello che sostiene Ballone quando vi accusa di restare monopolisti. «Non si può sostenere per nessuna ragione al mondo che questa è un’operazione da monopolio. Intanto perché la nuova società trasferisce in sè tutto cio’ che è già gestito dalle tre società singole, senza aggiungere un solo chilometro, ma si attrezza al proprio interno per realizzare efficienze e per fare in modo che non siano i contribuenti e sanare eventuali buchi di bilancio».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top