Cronaca e Giudiziaria

Trasacco, rivendica alloggio e minaccia esplosione: il racconto dei carabinieri

Da tempo alloggiava in un magazzino di Trasacco ma quando ha trovato l’ingresso chiuso con un lucchetto ha perso il controllo. E’ quello che è successo a E.M. classe 84, marocchino da tempo domiciliato nella Marsica e noto alle forze di polizia. Vistosi buttato fuori dall’alloggio di fortuna che occupava da mesi, non ha esitato a farsi giustizia da solo e ha forzato il lucchetto dell’ingresso rioccupando la sua dimora. Intervenuto il proprietario dello stabile il marocchino si è rifiutato di uscire e, rivendicando diritti acquisiti quale locatario ha minacciato di far esplodere tutto con una bombola del gas. Il pronto intervento dei carabinieri della stazione di Luco dei Marsi e dei Vigili del Fuoco di Avezzano ha scongiurato il peggio.

L’uomo è stato disarmato della rudimentale bomba e allontanato dall’area. Condotto in caserma è stato denunciato per minaccia aggravata, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose, violazione di domicilio aggravata. L’extracomunitario, già denunciato in precedenza dal Nucleo Operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Avezzano, è stato sottoposto ad un fermo di identificazione e deferito per minaccia aggravata, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose, violazione di domicilio aggravata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, dove il pm Roberto Savelli ne valuterà la posizione.

(Foto d’archivio)

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top