Attualità

A Trasacco il primo fasciatoio per neomamme, inaugurazione nella Notte Rosa

All’interno della cornice della manifestazione della Notte Rosa nascerà il primo ‘nido’ ufficiale per le mamme e le neomamme. Unica nella zona marsicana, la casetta in legno tutta colorata di rosa, contenente il fasciatoio, verrà ufficialmente inaugurata oggi, 22 luglio, alle ore 18 in punto, presso il parco giochi del comune di Trasacco. Si tratta, in assoluto, del primo fasciatoio a totale disposizione delle mamme collocato in un’area video sorvegliata. Un accostamento intelligente, questo, che punta a mettere d’accordo genitori e tempo libero all’aria aperta. Un ‘nido rosa’, quindi, nel vero senso della parola, forgiato dalla passione delle donne per tutto ciò che significa ‘essere mamma’.

Il progetto del ‘Nido Rosa’ nasce dall’idea della commissione delle Pari Opportunità del Ccomune di Trasacco per cercare di andare incontro alle esigenze delle mamme di oggi di cambiare i loro bambini lontano da casa, mentre usufruiscono dell’aria e dell’area verde del parco giochi locale. Una promessa concreta, questa, sposata da parte dell’amministrazione comunale e ‘donata’ alla città dal comune in collaborazione con la ditta locale ‘Paletti Infissi’, che ha realizzato, in linea con la sua perentoria mission sociale, la casa di legno in rosa con il fasciatoio.

“La Notte Rosa, giunta alla sua quarta edizione, rappresenta un momento non solo di aggregazione sociale per il Comune di Trasacco, ma anche di attenta sensibilizzazione – commenta la presidente della commissione Pari Opportunità del comune di Trasacco Anna Morisi – quest’anno, infatti, noi della commissione abbiamo deciso di dare man forte ad un ampio regalo fatto alla collettività, soprattutto a quella di lato femminile, come è giusto che sia per una notte che vuole veder primeggiare la stella di una femminilità riscoperta e tutelata”.

Un pomeriggio ricco quello che annuncerà la ‘Notte Rosa’ di Trasacco, condito da laboratori ricreativi per i bambini a cura dell’associazione ‘LiberaSogni’ e che si concluderà con il volo simbolico di una mongolfiera, raccoglitore speciale per l’occasione di messaggi vertenti sui diritti e sull’uguaglianza delle donne preparati proprio dai bambini. Sempre nell’arco del pomeriggio di oggi, verrà effettuato anche il concorso fotografico ‘Donna è’, a cura del Circolo Fotografico Marsicano, il quale aiuterà a tingere l’atmosfera di rosa. Successivamente, entro la cornice rosa di una notte diversa e differente, alle ore 19, vi sarà il passaggio istituzionale, effettuato dall’amministrazione comunale, dell’apposizione della Targa contro il femminicidio negli interni della sala consiliare del municipio.

Una targa che ricorderà la memoria di tutte le donne morte, in questi anni, ‘per mano violenta’ e che vuole rappresentare un monito rivolto alle generazioni future. Un progetto, quest’ultimo, che segue le direttive emanate dalle democratiche della provincia di L’Aquila, donne a loro volta che hanno diffuso l’idea di fondo in tutti i comuni del circondario. “Un progetto di grande valore civile ed istituzionale assieme – afferma il sindaco di Trasacco Quaglieri – che servirà a scuotere le coscienze della gente”. A seguire: la presentazione del volume ‘Vibrazioni’, edito dalla casa editrice ‘Tabula Fati’ e scritto dalla penna locale ma di ispirazione nazionale, Lelia Ranalletta. Alle ore 21, invece, dalla donna in fieri, quale potrebbe essere una bambina ai primi passi della vita nel mondo, alla donna novantenne, tutte le sfumature in rosa delle anime gentili del mondo, verranno sfiorate attraverso la manifestazione ‘Racconti di donne’, presso Piazza San Cesidio.

La Notte Rosa, anche quest’anno, è stata organizzata dalla commissione Pari Opportunità di Trasacco, una squadra al femminile composta da: Anna Morisi, Sara Di Salvatore, Ilaria Paletti, Mersia Angelini, Antonella Di Cintio, Nunzia Salvi, Michela Di Cola, Andrea Bibiree, Rita Salvi, con il coordinamento di Sabrina Frezza, esperta in Politiche di Parità. L’intento di fondo è sempre lo stesso, ossia quello di stringere le mani in segno di attenzione al gentil sesso della società. Dopo i temi della prevenzione del cancro al seno e del femminicidio, oggi, toccherà esser svelata anche alla più semplice delle verità umane, ossia l’andare incontro alle piccole esigenze quotidiane delle mamme. Notte rosa sì, quindi, ma anche l’alba di una nuova idea che rischiara una società odierna che sta mutando segno.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top