Giudiziaria

Traditi da una suoneria rapinatori di tabaccheria condannati

Luco dei Marsi- Sono stati condannati dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avezzano a scontare 2 anni di reclusione per una rapina in una tabaccheria nel centro di Luco dei Marsi, avvenuta nel 2010.  I Due uomini, di origine rumena, erano stati rintracciati dai carabinieri del posto grazie alla confessione di un terzo complice che era stato riconosciuto dal proprietario dell’esercizio commerciale attraverso il suono, un pianto di un neonato, del telefono cellulare che gli era squillato al momento della rapina. Nel corso dell’interrogatorio, l’uomo aveva confessato alle forze dell’ordine che era stato convinto a compiere il delitto dai due connazionali. Per questi motivi, i due, accusati di essere i mandanti, sono finiti davanti al giudice che li ha condannati. I legali, Antonio Pascale e Alessandra Tarquini, hanno reso noto che ricorreranno in appello per far valere le ragioni dei loro assistiti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top