Connect with us

Calcio

Torneo delle Regioni, ora tutti a tifare per gli allievi

Pubblicato

on

ALLIEVI SEMIFINALE

 

ABRUZZO – UMBRIA 6-4 dcr (2-2)

 

ABRUZZO – Petrini; Camporese, Colarossi, Gentile, Ferretti; Xhaferi, Varveri, Di Paolo (Liberati 10st); De Leonardis (Ettorre 10st), Retico, Ciarcelluti (Galasso 38st). A disposizione: Della Pelle, Fabriani, Katal, Langellotti, Natale, Parker. Allenatore: Gabriele Aielli.

UMBRIA – Bazzucchi; Beers, Cricco (Ferranti 33pt), Monsignori, Chiocci; Mohammadi, Ammendola (Marchese 1st, Donnola 32st), Di Nicola (Pandolfi 30st); Castellone (Orecchiuto 7st), Biscarini (Nulli 1st), Vicenzini (Tazza 30st). A disposizione: Scorteccia, Mulas. Allenatore: Antonio Giogli.

Arbitro: Marcuzzi di Udine; Assistenti: Fabbris di Pordenone e Tonisso di Udine.

Reti: Ciarcelluti (A) 6pt, Castellone (U) 13pt, Chiocci (U) 8st, Retico (A) 14st.

 

CHIONS – Emozioni a non finire al “Francesco Tesolin” di Chions. In palio c’è un posto in finale per giocarsi il titolo italiano nella categoria Allievi, e le selezioni di Abruzzo ed Umbria sono pronte a darsi battaglia in una mattinata baciata dal sole. Pronti via, e al primo affondo l’Abruzzo si porta in vantaggio: un cross dalla sinistra trova in mezzo all’area la testa di capitan Ciarcelluti, che gira con forza mettendo alle spalle di Bazzucchi il gol dell’1-0 per i neroverdi. I ragazzi di mister Giogli non si scompongono, e iniziano a spingere con insistenza sulla destra, fino a quando proprio la punta esterna Castellone non pesca un fendente dai 20 metri che beffa Petrini, che riesce a toccare ma non ad evitare la marcatura umbra. È 1-1. Il pari immediato mette adrenalina nei celesti, che cercano di alzare il baricentro, ma vanno a sbattere contro la solidità dell’asse centrale della squadra di mister Aielli, che riordina le idee e torna a mettere pressione agli avversari. Al 26’ Retico appoggia una palla velenosa al centro, ma Ciarcelluti non trova lo spiraglio per calciare a rete. Nei minuti successivi l’Umbria non riesce a controbattere e subisce gli attacchi di De Leonardis e ancora Ciarcelluti, che mancano il bersaglio grosso di pochi centimetri. All’intervallo, dunque, le squadre sono sul risultato di parità.

L’avvio di ripresa è simile a quello del primo tempo, ma stavolta è la selezione umbra a passare in vantaggio. Sono passati solo 8 minuti quando Chiocci si inventa un tiro da oltre 25 metri, che scavalca con una parabola pregevole l’estremo abruzzese: Umbria avanti 2-1. Passano solo 5 giri di lancette e la gara torna in equilibrio: Retico sfrutta al meglio la prima punizione da posizione interessante, e fulmina Bazzucchi con un pregevole tiro a giro che decreta il 2-2. Gli ultimi minuti di gioco sono all’insegna dell’equilibrio, e l’unica occasione gol è sui piedi di Ciacelluti: il capitano abruzzese non sfrutta una palla d’oro a pochi metri dalla linea di porta calciando sul portiere. Il gran caldo e la stanchezza prendono il sopravvento negli ultimi minuti, e il verdetto sarà affidato ai tiri dagli 11 metri.

L’Abruzzo calcia per primo con Ferretti e segna, così come l’umbro Pandolfi. Al secondo turno di calci segnano sia Gentile che Marchese, e si resta in perfetto equilibrio. Liberati riporta avanti l’Abruzzo al terzo tiro, mentre è decisivo il portiere Petrini che para la conclusione di Mohammadi. Tocca a Camporese, che segna per il doppio vantaggio abruzzese, e l’Umbria è obbligata a segnare per prolungare la serie. Chiocci prende la rincorsa, calcia, ma prende il palo alla destra dell’estremo abruzzese. È finita: Abruzzo in finale con merito, Umbria eliminata dopo una gara gagliarda sotto tutti i punti di vista. Nel complesso i neroverdi si sono mostrati più solidi dei pari età umbri, che lasciano il campo sconsolati. Per la compagine di mister Aielli è festa grande.

Presente sugli spalti il Presidente del CR Abruzzo Daniele Ortolano, soddisfatto per il risultato e per l’ottima prova tecnica di entrambe le squadre: “Gara molto bella, piena di spunti e giocata correttamente. Andiamo in finale con merito e facciamo i complimenti all’Umbria”. La finalissima per il titolo italiano Allievi sarà tra Abruzzo e Toscana (Cervignano del Friuli UD)

CALCIO A 5 FEMMINILE SEMIFINALI

 

ABRUZZO – PUGLIA 3-5

 

 

ABRUZZO – Di Giuliano, Vasapollo, Toselli, Piattelli, Plevano, Paolucci, Ferretti, Fazzoli, Zulli, Quaresima, Di Renzo, Mazzocchetti. Allenatore: Giovanni Morelli.

PUGLIA – Mercurio, Anaclerio, Lorusso, Tricarico, De Lio, Russo, Pati, Annese, Sportelli, Minafra, Velasevic, Cordaro. Allenatore: Vito Grazio De Filippis.

 

Reti: Annese (P) 1pt, Russo (P) 7pt, Minafra (P) 7pt, Zulli (A) 11pt, Di Renzo (A) 2st, Zulli (A) 2st, Minafra (P) 3st, Pati (P) 9st.

Arbitro: D’Alziilio di Triste. 2° arbitro: Deann di Cervignano. Cronometrista: Ripa di Latisana.

 

LIGNANO SABBIADORO –  Per la terza volta di fila la Puglia, sempre con l’allenatore De Filippis, centra la finale del TDR nel futsal femminile. Ma il risultato non deve ingannare, perché l’Abruzzo è rimasto in partita fino agli ultimi istanti. La squadra pugliese si prende la rivincita su quella abruzzese rispetto alla finale del 2012 e può giocarsi l’atto conclusivo per quel trofeo che manca ormai dal 2007. E’ stata una partita emozionante con le ragazze di mister De Filippis avanti di tre lunghezze nei primi sette minuti, raggiunte poi dalle calciatrici di Morelli dopo i primi due giri d’orologio della ripresa. Su tutte per la Puglia la Velasevic, autrice di assist e giocate mai banali. Nell’Abruzzo la potenza e la precisione della Zulli sono state fondamentali per la rimonta. I colpi che hanno chiuso il match sono arrivati nel giro di quattro minuti, poi l’Abruzzo ha lottato fino all’ultimo senza trovare la via del gol per un soffio. Da sottolineare che malgrado sia stata una sfida tirata fino agli ultimi istanti, le calciatrici in campo sono state sempre corrette pensando solo a giocare senza proteste o reazioni quando ci sono stati scontri al limite del regolamento. Le due squadre hanno rappresentato al meglio lo spirito del TDR, tanto agonismo e voglia di vincere ma al contempo grande rispetto per gli avversari. Passa la Puglia, dunque, ma la squadra di mister Morelli può tornare a casa soddisfatta per aver disputato un torneo di altissimo livello, esprimendo appieno le potenzialità di un movimento regionale di primo livello nel panorama nazionale italiano.

Altri Sport

CONTRO IL MONTORIO UNA SCONFITTA PESANTE (1-4), MA CHE NON ARRESTA IL PERCORSO DI CRESCITA

Pubblicato

on

CONTRO IL MONTORIO UNA SCONFITTA PESANTE (1-4), MA CHE NON ARRESTA IL PERCORSO DI CRESCITA
ANTROSANO. Pucetta – Montorio 88 termina 4 a 1 per gli ospiti che in campo mettono in la propria forza e anche tanta umiltà. L’aggressività dei gialloneri infatti ha limitato le giocate del Pucetta, quest’oggi con un’inedita maglia arancione. Mister Giannini deve fare a meno di Barrow per squalifica. La partita si gioca su un campo appesantito dalle piogge copiose degli ultimi giorni.
Dal fischio di inizio di Marchetti, della sezione dell’Aquila, al 3′ è Ioannone ad andare al tiro, ma la sua conclusione viene ribattuta da Tavani. Al 15′ il Pucetta ha l’occasione di poter battere a rete quando da un’azione ben orchestrata da Sabatini ed Incerto sulla destra, la palla arriva sui piedi del centrocampista che non trova il tempo per calciare a rete da posizione favorevole nell’area di rigore ospite. Ma nel momento migliore del Pucetta arriva la rete ospite al 17′ con Ridolfi che batte a rete sul primo palo appena dentro l’area di rigore. Il tempo di riportare la palla al centro e Salvi dalla sinistra si accentra e dal limite dell’area calcia sul primo palo insaccando per lo 0-2. Un uno-due micidiale che taglia le gambe al Pucetta. Se ci aggiungiamo anche un pizzico di fortuna per gli ospiti, ecco che al 21′ Ridolfi si inventa una conclusione dai 30 metri che si infila imparabilmente sotto al sette del secondo palo. Tre gol in cinque minuti che abbatterebbe le speranze di chiunque. Il Pucetta tenta la reazione, con Kande che va al tiro al 28′, ma Merlini para con sicurezza. Ci prova anche Sabatini al 36′ dal limite dell’area, ma sempre Merlini è lì a fare buona guardia.
Nel secondo tempo mister Giannini manda in campo “Pungiglione” Paolini che al 50′ trova la rete grazie ad un gran colpo di testa a scavalcare Merlini su assist di Di Silvio. Il Pucetta riprende coraggio e si spinge in avanti sperando nella clamorosa rimonta. Tuttavia inevitabilmente i gialloblù si espongono alle ripartenze del Montorio. Al 53′ D’Alessandro impegna Colella su calcio da fermo e al 55′ Faragalli va al tiro, ma sempre Colella riesce a disinnescare la minaccia. Qualche minuto dopo Pigliacelli dal fondo va al cross, ma sulla palla non trova nessun compagno. E’ il preludio alla rete che arriva al 61′ con il neo entranto Arrighetti che approfitta di un errore difensivo giallobù per battere Colella per la quarta volta. A questo punto c’è poco altro da raccontare con il Pucetta che non riesce più ad impensierire Merlini e con il Montorio che a tratti cerca sortite offensive. E’ sicuramente una sconfitta pesante nel punteggio, ma non deve cambiare di una virgola quello che è il cammino e il percorso di crescita che il Pucetta deve portare avanti. Testa ora al Real 3C Hatria per continuare ad inseguire il sogno salvezza. #lafavoladelPucetta #ilsognocontinua
PUCETTA – MONTORIO 88: 1-4
PUCETTA Colella, Di Silvio, Tavani, Idrofano (1′ st Paolini), Castellani, Bisegna, Sabatini, Liberati, Mattei (36′ st Nazzicone), Incerto, Kande (32′ st Tarola G.). A disp.: Dell’Unto, Pataccoli, Padovani, Massaro, Taglieri, Silvestri. All.: Corrado Giannini.
MONTORIO 88 Merlini, Di Silvestre, Pizii (5′ st Arrighetti), D’Alessandro, Acciari (37′ st Marano), Marini, Ioannone (41′ st Shabani), Salvi, Ridolfi (5′ st Di Stefano), Pigliacelli, Faragalli. A disp.: Ricci, Lolli, Maselli, De Marcellis, Azemi All.: Bruno Di Luigi
Arbitro: Marchetti dell’Aquila Marcatori: 17′ pt Ridolfi, 19′ pt Salvi, 21′ pt Ridolfi, 5′ st Paolini, 16′ st Arrighetti. Note: Ammoniti: Idrofano, Colella, Kande, Acciari, Incerto. Corner: 10-5
Continua a leggere

Abruzzo

L’ENTUSIASMO DI BARROW: “STAGIONE POSITIVA. IL MIO SOGNO? DIVENTARE UN PROFESSIONISTA”

Pubblicato

on

L’ENTUSIASMO DI BARROW: “STAGIONE POSITIVA. IL MIO SOGNO? DIVENTARE UN PROFESSIONISTA”
Ebrima Amba Barrow è la stella del momento del Pucetta. La punta del Gambia, classe 2000 sta vivendo un periodo d’oro. Il giovane diciottenne ha messo a segno fino ad oggi 9 gol, creando problemi di marcatura a molti difensori decisamente più esperti di lui. Domenica prossima il capocannoniere gialloblù sarà assente nel difficile match interno contro il Montorio per squalifica. Sarà l’occasione per lui di riposarsi, intanto l’abbiamo raggiunto per tastare il suo umore, per capire anche come ha vissuto lo spiacevole evento di domenica scorsa che l’ha visto suo malgrado protagonista. Barrow nelle sue parole fa trasparire le idee chiare circa i suoi sogni, una forte determinazione nel raggiungerli, un’enorme saggezza nel commentare lo spiacevole evento di domenica scorsa e la gratitudine verso la dirigenza gialloblù. Ecco le sue parole:
Nove gol fino ad oggi e domenica hai messo a segno una tripletta. Come reputi la tua stagione fino a questo punto? “La mia stagione fino a questo punto è stata certamente positiva, oltre ogni miglior previsione. Sono contento di quanto fatto finora e ogni giorno lavoro per poter fare di più”
Rispetto ad inizio stagione il gruppo del Pucetta è diventato più unito. Pensi che questo sia il vostro punto di forza? “Si, il gruppo che si è instaurato è il nostro fondamentale punto di forza della nostra squadra che posso definire senza problemi una famiglia”
Domenica in campo sei stato vittima di un brutto episodio di razzismo e tu sei stato bravo a non reagire. Pensi che questo sia solo un brutto episodio oppure in Italia c’è veramente il problema “razzismo”? “Devo dire che è brutto essere discriminati in quel modo. Io spero e prego di diventare un giocatore professionista, e mentre lavoro per questo obiettivo, sono consapevole che questo faccia parte delle sfide da affrontare nel calcio italiano per me, in quanto giocatore africano. Però non lascerò che queste cose mi influenzino in campo, perché ho visto lo stesso atteggiamento verso molti giocatori professionisti nel campionato italiano. Per questo so che dovrò averci a che fare, in modo che quando sarò un professionista, saprò gestire quei momenti.”
Tornando al Pucetta stai vivendo un ottimo momento di forma. Quanto ti ha insegnato mister Giannini? “Devo dire molte grazie a mister Giannini per quello che sto facendo in questa stagione, ma mi porto dietro gran parte delle mie conoscenze anche dalla mia esperienza in Sicilia, che mi ha insegnato molto.”
In quale aspetto tecnico pensi di dover migliorare? “Non c’è un aspetto tecnico in particolare dove devo migliorare, penso che ho ampi margini di miglioramento e devo allenarmi al massimo per raggiungere il top”
Parliamo della tua storia. Tu sei venuto in Italia via mare, vuoi raccontarci cosa è significato per te arrivare in Italia? “Sì, ho raggiunto l Italia via mare, ma la cosa migliore è stata arrivare qui e a Palermo dove ho conosciuto persone fantastiche come Carmelo Di Salvo, l’allenatore del Castelbuono, ormai un mio amico fraterno, ed è grazie a lui se oggi gioco nel Pucetta.”
Qual è il tuo sogno? “Il mio sogno è giocare nei professionisti e mi giocherò tutte le mie chance per arrivarci il prima possibile.”
“Infine voglio ringraziare Fabio Salvatore, per il supporto nei pasti, e tutti i dirigenti del Pucetta che sono tutti bravissimi. Grazie ad Ugo e a mister Bixio Liberale.”
Ufficio Stampa – ASD Pucetta
Continua a leggere

Calcio

Gianni Paris ad un passo da L’Aquila Calcio, incontro con i vertici rossoblu

Pubblicato

on

Avezzano – L’ex presidente dell’Avezzano Calcio, Gianni Paris, è dato sempre più vicino alla società L’Aquila Calcio. Secondo un’indiscrezione riportata da Rete 8, sarebbe in programma un incontro in città proprio tra i vertici del club rossoblu e lo stesso Paris. L’Aquila calcio è una società con i conti a posto e attualmente il testa al campionato di prima categoria. Ma questo non basta all’attuale gestione che fa capo all’imprenditore campano Ernesto Penzi, affiancato da Marco De Paulis alla presidenza e dall’aquilano Maurizio Ianni in qualità di responsabile tecnico, che punta a costruire una società sportiva ancora più competitiva. Da qui la chiamata di imprenditori e professionisti tra cui l’avvocato marsicano Gianni Paris, che, dal canto suo, può vantare un’esperienza quasi decennale alla presidenza dell’Avezzano Calcio. Lo scorso novembre, dopo un lungo tira e molla, Paris aveva lasciato definitivamente la presidenza della società marsicana al vice Luciano D’Alessandro.

Continua a leggere

Calcio

Nuovo socio per l’Avezzano Calcio, imprenditore marsicano compra l’uno per cento

Pubblicato

on

Avezzano – L’Avezzano Calcio ha un nuovo socio. Si tratta della Energie 2 A srl di Bruno Rosati. La società, che  gestisce tutti i punti partner Enel della Marsica, acquisirà l’uno per cento del club biancoverde. La cessione di quota sarà formalizzata la prossima settimana. Lo ha reso la stessa società calcistica avezzanese. Dopo la partita contro il Cesena, il presidente Gianni Paris aveva lanciato un appello ad imprenditori e liberi professionisti della Marsica chiedendo un sostegno per la gestione della squadra. La sua richiesta è stata ben accolta da Bruno Rosati al quale va un pubblico ringraziamento del presidente Paris per il suo interessamento.

Continua a leggere

Calcio

L’Angizia Luco vince sul Tornimparte e vola al secondo posto, avvio da sogno per l’era Favoriti

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Un avvio di stagione così, a Luco dei Marsi, non si vedeva da tempo. L’Angizia Luco, del nuovo e giovane presidente Omar Favoriti, si sta confermando di giornata in giornata come una delle più forti e spettacolari del Girone A di Promozione. Ieri il club luchese si è imposto per 5-1 sul Tornimparte portandosi al secondo posto solitario del raggruppamento, a due sole settimane dallo scontro diretto con il Castelnuovo capolista.
Sulle ali di un tridente da favola, composto da Margagliotti, giocatore di altra categoria, oltre che dagli eccellenti Briciu e Di Girolamo, la squadra di mister Giordani sembra rappresentare il migliore attacco del girone grazie alle sedici reti messe a segno in sette giornate. Numeri da capogiro che fanno ancora più impressione se si considera che la squadra è stata costruita dal giovane Favoriti e dal suo staff in appena venti giorni: rapidità di esecuzione e competenza, dunque, che hanno instradato uno dei progetti calcistici più interessanti dell’intera Regione sul percorso migliore.
Così, mentre l’Angizia ed il suo pubblico continuano a cementarsi ed a stupire di domenica in domenica, crescono le prospettive intorno al fenomeno sportivo locale: tra un occhio di riguardo ai più giovani ed una progettualità che sembra non porsi limiti, non resta che accomodarsi ed attendere i prossimi sviluppi di una stagione bella ed emozionante… come soltanto le cose inattese sanno essere davvero.
Il Tabellino
Angizia Luco – Tornimparte 5-1 (3’ p.t. autogol, 4’ s.t. Di Girolamo, 7’ s.t. Zangari, 40’ s.t. Briciu, 45’ +1’ s.t. Margagliotti (A) – 31’ p.t. Miocchi M. (T))
Angizia Luco: D’Innocenzo, Ciocci, Ranieri (41’ s.t. Farouk), Cinquegrana (43’ s.t. Di Battista), Paris, Ciaprini, Briciu, Zangari, Di Girolamo (43’ s.t. Angelucci), Margagliotti, D’Aurelio (24’ s.t. Shero). A disposizione: Biancone, Di Giamberardino, Venditti R., Micocci, Giommo. Allenatore: sig.Gianluca Giordani.
ASD Tornimparte 2002: Venditti D., Pesce, Renzetti, Miochi M., Mattei, Padovani, Veliju, Cicchetti, Ciuffetelli (26’ s.t. Miocchi A.), Rocci (26’ s.t. Cremonte), D’Agostino. A disposizione: Bafile Mar., Trawally, Nuvolone, Bafile Mat., Viscolo, Ceselli, Di Battista. Allenatore: sig. Giampaolo Ciccozzi.
Arbitro: sig. Mauro Iannella di L’Aquila
Assistenti: sig.ri  Morelli e Giammarino di Pescara
Ammoniti: Cinquegrana e Briciu (A) – Miocchi M. (T)
Recupero: 1’ p.t. – 3’ s.t.
Continua a leggere

Calcio

L‘Angizia Luco si prepara al match casalingo con il Tornimparte

Pubblicato

on

Luco dei MarsiL‘Angizia Luco si prepara al match casalingo con il Tornimparte, squadra che si è rafforzata nel mercato estivo dopo il salto dalla Prima Categoria alla Promozione ma che attualmente si ritrova all’ultimo posto del Girone A. Mai vittoriosa, fino ad ora, la squadra di mister Ciccozzi promette però battaglia per allontanarsi dalla zona-retrocessione e tornare a giocarsi i punti necessari alla salvezza.

L’Angizia si presenta con il dubbio del recupero di capitan Venditti. Il club del giovane presidente Favoriti, infatti, è attualmente terzo nel raggruppamento: davanti ci sono soltanto il Castelnuovo Vomano  a punteggio pieno e la Nuova Santegidiese, seconda, staccata dai luchesi di appena due lunghezze.

Continua a leggere

Abruzzo

Troppa Angizia per il Tossicia: con un tempo in 10, è 3-0

Pubblicato

on

Luco dei Marsi –  Finalmente al debutto in campionato, la squadra del neo-presidente Omar Favoriti scende in campo con il solito 4-3-3 di mister Giordani; con ancora in panchina l’attesissimo Newell, davanti giostra il trio delle meraviglie composto da Margagliotti, Briciu e Di Girolamo.

Il Tossicia arriva invece nella Marsica con la chiara intenzione di coprirsi e ripartire: il 4-5-1 disegnato dal suo allenatore è infatti ottimo per mandare nel caos il centrocampo luchese, che solo ogni tanto mostra sprazzi del bel gioco che aveva demolito il Pucetta. Il match scorre dunque con un leitmotiv chiaro: l’Angizia tiene il pallino del gioco ma non riesce a pugnere, il Tossicia si chiude in modo ordinato e raramente prova l’affondo in ripartenza.

La partita, molto fisica, diventa nervosa verso la fine primo tempo. Un accenno di rissa in area del Tossicia viene sedato a fatica dall’arbitro, e sul ribaltamento di fronte succede l’incredibile: da un cross facilmente arpionato da Biancone scaturisce un contatto con Pierleoni, i due giocatori vengono alle mani ed il portiere dell’Angizia si fa espellere per comportamento violento, concedendo anche il calcio di rigore agli ospiti. Il neo-entrato D’Innocenzo, però, compie il miracolo parando la conclusione e manda tutti negli spogliatoio sullo 0-0.

Nella ripresa, l’Angizia sembra scrollarsi di dosso la tensione del primo tempo, mentre il Tossicia si copre con minore attenzione: al 54′, su solito invito di Margagliotti, un tocco davanti la porta di Di Girolamo porta in vantaggio il Luco, che continua a tenere totalmente il pallino della gara.

Il match si chiude così intorno all’80’: prima l’ennesima invenzione di Margagliotti mette Shero davanti al portiere per il 2-0, quindi un errore degli ospiti porta al tris proprio del numero 10 luchese. C’è tempo per il debutto dell’attesissimo Newell e poco altro, il triplice fischio manda alla storia i primi tre punti dell’Angizia di Favoriti.

Finisce con gli spalti in festa e la solita, enorme carica del pubblico locale: anche in campionato, il Luco parte decisamente con il piede migliore. 

 

Il Tabellino

Angizia Luco – Tossicia 3-0 (54′ Di Girolamo, 82′ Shero, 83′ Margagliotti)

ASD Angizia Luco: Biancone; Di Giamberardino, Ciaprini, Venditti (84′ Ciocci), Ranieri; Morelli, Shero (87′ D’Aurelio), Zangari; Margagliotti (83′ Newell), Briciu (45′ + 1′ D’Innocenzo), Di Girolamo. A disp: Paris, Micocci, Venditti E., Di Battista. Allenatore: mister Gianluca Giordani.

Tossicia: Bartolomei; Dartagnan, Cosmi, Melchiorre, Coia (66′ Monday); Pierleoni (78′ Damizia L.), Timotei, Napolitani (85′ Di Valentino), Tariscella (55′ Franchi), Mosca; Iervella. A disp: Damizia D., Nori, Fabii, Del Monte, Cortellini. Allenatore: mister Giacomo Di Giulio.

Ammoniti: Coia, Pierleoni, Monday (Tossicia)

Espulso: Biancone (Angizia) al 45′ per comportamento violento.

Note: al 45′ + 2′ D’Innocenzo para un calcio di rigore.

Recupero: 2′ p.t., 3′ s.t..

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com