Connect with us

Sport

Torneo delle Regioni 2014: salutano le rappresentative più “marsicane”

Pubblicato

on

JUNIORES QUARTI DI FINALE

 

ABRUZZO – LAZIO 4-5 dcr (1-1)

 

ABRUZZO – Digifico; Valerio, Florindi, Menna; Maloku, D’Adamo, Iallonardi (Cifaldi 36st), Di Sante; Albertazzi (D’Ottavio 32st), Fizzani (Meluso 24st), Torsellini (Conte 18st). A disposizione: Ferrara, Di Massimo, Legnini, Ramundo, Stivaletta. Allenatore: Roberto Marcangeli.

LAZIO – Saccucci; Gordini, Salvato, Nardi Ma.(Marino 6st); Gallo (Panico 25st), De Dominicis, Iemma (Giampaolo 17st), Nda Kindia, Marino; Gabrielli (Ghezzi 25st), Lo Russo. A disposizione: Andolfi, Copponi, Lisari, Nardi Mi. Allenatore: Maurizio Rossi.

 

Reti: 6pt Di Sante (A), 49st Gabrielli (L).

Arbitro: Santarossa di Pordenone (Assistenti Fettarappa di Monfalcone e Marino di Cervignano).

 

CORNO DI ROSAZZO – Emozioni senza sconti nei quarti di finale della categoria Juniores tra Abruzzo e Lazio. Pronti via, e l’Abruzzo si catapulta in avanti cercando con insistenza l’area laziale. Dopo 6 minuti il vantaggio. Da corner la palla schizza fuori area, Di Sante raccoglie al volo e fulmina l’estremo laziale per l’1-0. Il Lazio è scosso e cerca di riorganizzarsi, ma sono le iniziative abruzzesi le più pericolose, con un centrocampo puntuale nel tamponare e far ripartire gli avanti. Al 37’ occasionissima per i neroverdi: Maloku da calcio di punizione mette fuori causa Saccucci, ma la traversa gli nega la gioia del gol. L’Abruzzo insiste ancora, ma il raddoppio non arriva. Il primo tempo si chiude 1-0 per i ragazzi di Marcangeli.

Il secondo tempo si preannuncia battagliero, con il Lazio a caccia del pari, ma troppo esposto alle ripartenze abruzzesi. Al 2’ Torsellini vola sulla destra e si ritrova a tu per tu con Saccucci, che salva porta e risultato con un bell’intervento. Passano pochi minuti e si cambia fascia: da sinistra si invola Iallonardi dell’Abruzzo, innescato dall’ottimo Di Sante, ma perde il passo e viene recuperato dalla difesa laziale. Le occasioni fallite dagli avversari ridanno linfa ai blu del Lazio, che al 31’ sfiorano il pari con Ghezzi, che calcia addosso a Digifico ben piazzato. Al 40’ torna a farsi pericoloso l’Abruzzo con D’Adamo: gran botta da fuori deviata a lato dalla difesa. Passano 3 minuti e Giampaolo si rende pericolosissimo raccogliendo un pallone in mezzo all’area, tiro di prima intenzione che fa gridare al gol la compagine laziale, ma la sfera finisce alta sulla traversa. Sembra finita qui, ma il calcio riserva sempre sorprese. L’arbitro assegna 5 minuti di recupero, e proprio a 30 secondi dal termine il Lazio pesca il jolly: Gabrielli indovina un bel diagonale raccogliendo l’ultimo disperato pallone buttato in area dai compagni per l’1-1. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco che arriva il triplice fischio, segnale che il passaggio del turno verrà deciso dalla lotteria dei calci di rigore.

Parte male l’Abruzzo, con Cifaldi che si fa parare da Saccucci il tiro d’esordio. A seguire segnano Lo Russo (Lazio), Di Sante (Abruzzo) e Ghezzi (Lazio). Tocca a D’Adamo, ma Saccucci compie il secondo capolavoro deviando fuori: Lazio avanti grazie alle due parate dell’estremo. Sembra finita, e invece l’errore successivo del laziale De Dominicis, che calcia alto, rimette in gioco l’Abruzzo. Il penultimo rigore abruzzese è di Maloku, che segna, e come lui fanno Giampaolo (Lazio) e Valerio (Abruzzo). Il decimo penalty è decisivo: Panico si presenta dagli 11 metri e batte Digifico. È l’epilogo del match, dolce per il Lazio – che vola in semifinale – e amaro per l’Abruzzo, eliminato nonostante una gara gagliarda che nel complesso avrebbe meritato di portare a casa. I neroverdi fanno mea culpa per non aver chiuso la gara quando ne hanno avuto l’occasione, mentre i blu laziali raccolgono una qualificazione che a 30 secondi dal termine sembrava essere sfuggita di mano alla rappresentativa campione d’Italia in carica.

 

ALLIEVI QUARTI DI FINALE

 

ABRUZZO-LAZIO 4-3 dcr (0-0)

 

ABRUZZO – Petrini; Ferretti, Gentile, Camporese, Colarossi; Xhaferi, Varveri, Di Paolo; De Leonardis (Ettorre 8st), Retico, Ciarcellutti (Liberati 23st). A disposizione: Della Pelle, Fabriani, Galasso, Katal, Langellotti, Natale, Parker. Allenatore: Gabriele Aielli.

LAZIO – Santesarti; Rufini, Busti, Picarazzi, Lombardo; Blasi, Miracolo, Folorunsho (Barbini 21st), Kransniq (Pacielli 33st)i, Tiraferri (Ceccaroli 41st); Piacente (Loglio 23st). A disposizione: Mazzoleni, Cesaretti, Colafati, Golam, Tagliaferri. Allenatore: Antonio Macedonio.
BAGNAROLA DI SESTO – Quarto di finale caratterizzato da un crescendo di emozioni tra Abruzzo e Lazio Allievi.  Lo splendido impianto con erba naturale di Bagnarola e l’accoglienza della locale società sono la cornice ideale per questo quarto di finale del 53° Torneo delle Regioni, che mette in palio un posto tra le migliori quattro selezioni d’Italia. La prima frazione mette in evidenza il reciproco rispetto tra le squadre, che evitano di scoprirsi e faticano inizialmente a fare gioco. Al 6’ Ciarcellutti prova un’incursione in area laziale ma viene tamponato adeguatamente. Il Lazio prova ad alzare il baricentro e dopo i primi 15 minuti aumenta l’intensità di manovra. Al 21’ è l’attaccante Piacente a lambire l’incrocio dei pali abruzzese sfiorando il vantaggio. L’Abruzzo si fa preferire nelle palle ferme, e al 37’ è Retico che fa gridare al gol: punizione dalla sinistra e traversa piena. All’intervallo il match è in equilibrio sullo 0-0.

La ripresa è più vivace, e in avvio il Lazio prende il comando delle operazioni, ma l’Abruzzo regge e rischia solo su due mischie in area di rigore. Le trame laziali si fanno più concrete a metà ripresa, e al 25’ il neo entrato Loglio mette a lato di testa da buona posizione. L’Abruzzo risponde al 31’ con Retico, bravo a dialogare con Ettorre, ma bloccato dall’estremo laziale in uscita. Gli ultimi minuti sono thrilling: al 37’ Retico su calcio di punizione prende il palo, mentre un minuto dopo è il portiere abruzzese a fare il miracolo su Loglio lanciato a rete. L’ultimo minuto vede ancora Petrini protagonista: il portiere abruzzese para su colpo di testa ravvicinato di Pacielli e manda la gara ai calci di rigore.

La sequenza calci di rigore disegna il destino del match: Blasi (L) gol, Ferretti (A) gol, Rufini (L) gol, Gentile (A) gol, Loglio (L) deviata sul palo, Liberati (A) gol, Busti (L) gol, Camporese (A) gol, Ceccaroli (L) parata. Con un Petrini super l’Abruzzo elimina l’ottima selezione laziale e conquista un posto in semifinale. Grande festa da una parte e grande delusione dall’altra, dopo una gara entusiasmante e corretta che ha mostrato in campo due rappresentative ben allenate, che si sono date battaglia dal primo all’ultimo minuto. Soddisfatto il tecnico abruzzese Aielli, che ha saputo mantenere tranquilla la squadra anche nei momenti di maggiore pressione della selezione laziale.

Il capo delegazione del Club Abruzzo Ezio Memmo: “Abbiamo visto 20 ragazzi motivati, che hanno messo in mezzo al campo il vero cuore dell’Abruzzo. L’attaccamento alla maglia e la lealtà di questi ragazzi ci rende orgogliosi. Grazie anche alle società di provenienza, che ci hanno fornito dei giovani di assoluto valore”.

Domani mattina la semifinale sarà Umbria-Abruzzo.

 

CALCIO A 5 FEMMINILE QUARTI DI FINALE

 

ABRUZZO – MARCHE 6-5

 

Marche: Bori, Lasca, Di Buó, Berdini, Gullo, Uriani, Boutimah, Berti, Ciccioli, Magno, Mazzacane, Tomassini. All.Baldi Eleonora

Abruzzo: Di Giuliano, Vasapollo, Toselli, Piattelli, Plevano, Paolicci, Ferretti, Fazzoli, Zulli, Quaresima, Di Renzo, Mazzocchetti. All. Morelli Giovanni

Reti PT: Zulli (A 1,07″ pt), Berti (M 4,20″ pt), Berti (M 7,00″ pt), Uriani (M 9,40″ pt)
Reti ST: Fazzoli (1.10″), Magno (2.06″ M), Piattelli (6.38″), Boutimah (10.19″), Zulli (11.09″), Zulli (15.45″), Toselli (16.20″)

Grinta e caparbietà! È questo quello che oggi l’Abruzzo del femminile calcio a 5 ha messo in campo.Parte bene la rappresentativa Marche: pressing alto a strozzare il gioco di un Abruzzo troppo pensieroso, su un campo troppo stretto per cercare le giocate del singolo e quelle corali.Tant’e che il primo tempo si chiude con le Marche in vantaggio per tre reti a uno, salvata in diverse occasioni dal proprio estremo.

Nel secondo tempo la musica cambia e l’Abruzzo torna alla carica: minuto dopo minuto le marchigiane accusano la fatica e scendono di intensità e le abruzzesi colpiscono, rimontano e fanno propria la gara e la qualificazione. Il pareggio arriva a cinque dalla fine, dopo diversi interventi decisivi della Di Giuliano e due tiri liberi parati. La rete della vittoria arriva a 4 minuti dal termine, ma la selezione di Morelli può tirare un sospiro di sollievo solo al triplice fischio dell’arbitro, dopo aver contenuto gli ultimi tentativi disperati di pescare il pareggio da parte delle marchigiane.

Domani mattina la semifinale sarà Abruzzo-Puglia.

 

CALCIO A 5 MASCHILE QUARTI DI FINALE

 

ABRUZZO-VENETO 2-5
ABRUZZO – Del Duca, Agolli, Bellante F., Bellante S., Casalena, Di Biagio, Di Risio, Dominioni, Dosa, Panacci, Rocchigiani, Ricci. Allenatore: Davide Giffi.

VENETO – Ghirardello, Josic, Gonzaga Freire, Meo, Biancato, El Johari, Tenderini, Azzoni, Ventura Pasquia, Tela, Zoccolillo, Bartolo. Allenatore: Luigi Regondi.

 

Reti primo tempo: Azzoni (V), Dominioni (A).
Reti secondo tempo: Bellante F. (A), Ventura Pasquia (V), Meo (V), Zoccolillo (V), Azzoni (V).

 

Finisce qui la corsa dell’Abruzzo, dopo un torneo davvero particolare e ben giocato. Il Veneto, davvero una bella squadra, ha dovuto davvero sudare le proverbiali sette camicie per averla vinta sugli abruzzesi. La squadra veneta va in vantaggio a 52″ con un’azione manovrata. Dopo questo episodio gli abruzzesi aggiustano il tiro e ribattono colpo su colpo: pareggio di Dominioni a 10′ 00″ e la prima frazione si chiude in equilibrio sull’1-1.

Nel secondo tempo è ancora Abruzzo; arriva il raddoppio con Bellante Fabio, caparbio in percussione laterale e preciso bella conclusione. Il veneto raccoglie le forze e pareggia dopo solo un minuto. Ancora grossa fase di studio con occasioni da entrambi le parti, ma è una sfortunata deviazione di Agolli a trafiggere la porta abruzzese. Siamo a 12’42”.
L’Abruzzo però non molla e tiene botta cercando di rimontare lo svantaggio, ma é su ripartenza che il Veneto allunga: ancora un tiro dal lato e dopo la parata di Ricci la palla, nuovamente deviata in maniera sfortunata,  termina in rete. Gli ultimi minuti sono un assalto alla porta veneta: con il portiere di movimento si cerca di bucare la difesa avversaria senza ottenere però i successi sperati. Il primo arbitro assegna il secondo tiro libero della seconda frazione (il primo era stato calciato fuori) ed arriva anche il quinto gol della selezione veneta a solo un minuto dalla fine. Non accade altro fino al fischio finale ed il Veneto può festeggiare la conquista della semifinale.

Complimenti alle due squadre che hanno dato vita ad una bellissima gara: un Veneto davvero ben messo in campo e con tanti talenti, un Abruzzo forte agonisticamente e preparato sotto l’aspetto tattico che ha davvero venduta cara la pelle. I ragazzi di Gizzi escono dal torneo a testa alta.

Abruzzo

Prima edizione della “evoluzione dell’aperitivo apres ski” L’evento invernale più trendy della stazione sciistica di Pescasseroli

Pubblicato

on

La terrazza della Baita, che guarda gli impianti di risalita e le innevate piste da sci di Pescasseroli (AQ), sarà il caratteristico e piacevole scenario di montagna dove si terrà l’atteso evento Apres Evolution Ski, sabato 16 febbraio 2019. Dalle ore 16 – a conclusione della giornata sciistica – gli ospiti saranno accolti dalla music selection di un dj set, da degustazioni di vini e prelibatezze locali, da una selezione di liquori artigianali del territorio, da una drink station per i cocktail e da tutta la vivacità dei giovani maestri e dello staff della Scuola Italiana Sci e Snowboard “Evolution Ski”. Questa dinamica realtà a Pescasseroli – “capitale” turistica e amministrativa del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise – offre lezioni di sci alpino e snowboard, corsi di fondo e telemark e uscite con le ciaspole, attività dello Sci Club Pescasseroli per bambini e ragazzi, con l’ampia offerta di attrezzature da neve de La Baita Sport, primo noleggio, nonché laboratorio di assistenza e vendita, della località.

La prima edizione di Apres Evolution Ski, presentata da Stefano Dark, offrirà alla clientela amante degli sport invernali un momento di incontro e di svago, sottolineato dalla partecipazione di ospiti e aziende amiche. L’evento prevede una parte informativa e di incontro in cui tutti i maestri della Scuola e alcuni nuovi partner presenteranno al pubblico le loro attività. Oltre alla “Evolution Ski”, saranno promosse soprattutto tre aziende:

– Giovanni Pallotta, pregiato artista orafo incastonatore che ha un laboratorio d’arte a Roma e che ha realizzato un esclusivo gioiello “fiocco di neve” per “Evolution Ski” in formato collana e bracciale;

– Franco Sport, storico negozio pescasserolese di abbigliamento e articoli sportivi e di montagna, che ha fornito ai maestri di “Evolution Ski” alcuni capi tecnici di clothing;

– Parco1923, azienda di profumi nata dall’iniziativa dell’intraprendente P.R. Paride Vitale (attivo soprattutto a Milano) e che ha aperto store nel territorio abruzzese, portando inoltre il profumo del Parco nelle principali città d’Italia e d’Europa.

L’evento Apres Evolution Ski comprende anche la partecipazione degli amanti del telemark, che per tutto il weekend da varie città partecipano al raduno “La piega dell’Orso”, ed è inserito tra le manifestazioni stagionali della stazione sciistica. Nel programma ci sono le fiaccolate sulla famosa pista “Direttissima”, l’apertura serale ogni sabato della seggiovia Orsetta promossa dalla società gestore degli impianti di risalita Alta Quota, l’animazione sulle piste da sci nelle principali festività invernali e una gara di sci a fine stagione. Il tutto, per una clientela turistica di famiglie e di giovani, che nella stagione bianca arriva da tutto il Centro e Sud Italia per ammirare Pescasseroli, le sue attività, la splendida e unica natura che la circonda, i sapori locali e le bellezze del centro storico.

 

locandina Apres Evolution Ski

Continua a leggere

Altri Sport

RUGBY. TRASFERTA PARTENOPEA PER L’AVEZZANO

Pubblicato

on

“Andremo in casa della seconda forza del campionato consapevoli di affrontare una squadra che ambisce a salire in serie A ma l’affronteremo con impegno e con la massima concentrazione e con la voglia di ben figurare”.

Così il presidente giallonero, Alessandro Seritti  si è espresso nel corso della settimana, in vista della trasferta di Napoli in programma  domenica prossima alle 14 e 30.

” Nonostante qualche defezione per infortunio o motivi di lavoro – ha specificato Seritti – sono sicuro che daremo del filo da torcere agli amici partenopei che all’andata sono riusciti a vincere solo all”ultima azione”.  Nella prima fase di campionato, infatti, i marsicani avevano disputato un’ottima prestazione che aveva messo i difficoltà i campani che sono riusciti a vincere solo grazie ad una  meta siglata sullo scadere del tempo regolamentare. ” Siamo comunque soddisfatti di questa prima parte di stagione per il gioco espresso – ha concluso il presidente – anche se  in classifica mancano almeno 8/10 punti persi per strada per errori di ingenuità e per un pizzico di sfortuna”. Parole decise anche quelle del capitano, Roberto Lanciotti. ” Loro hanno ambizioni più grandi delle nostre a livello di classifica – ha detto Lanciotti – mentre noi abbiamo come obiettivo quello di esprimere un buon gioco, migliorando ad ogni prestazione tenendo presente anche la partita di andata che ci ha visto in testa fino alla fine e si è risolta in loro favore solo all’ultimo minuto; in quell’occasione abbiamo potuto vedere che sebbene occupino la parte alta della classifica, sono assolutamente una squadra con cui possiamo competere ad armi pari – ha concluso l’estremo –  avremo anche qualche assenza importante ma cercheremo di adattarci per andare a caccia di punti”.

Il programma del weekend per i gialloneri prevede queste gare: 
SABATO
Under 14 – sabato raggruppamento ad Avezzano con Sambuceto e Polisportiva L”Aquila.
DOMENICA
Under 12 –  torneo al Tommaso Fattori.
Under 16 – fase interregionale a Roma contro Arnold.
Under 18 – ore 12 ad Avezzano contro Capitolina Roma
Serie B – ore 14 e 30 Afragola Napoli  – Avezzano
Continua a leggere

Altri Sport

ETHNOBRAIN

Pubblicato

on

Suggestiva escursione che dal paese di San Sebastiano ci porterà fino alla località Fonte Appia, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
CIASPOLE OBBLIGATORIE!

PROGRAMMA
Ore 7.00 ritrovo presso Caffè Cavour, piazza Cavour Avezzano
Ore 8.30 inizio escursione
Ore 16.30 rientro

INFO
Dislivello in salita: 600 m circa
Distanza percorsa A/R: 13 km circa
Livello difficoltà: EE

EQUIPAGGIAMENTO OBBLIGATORIO
Scarponi da trekking, pantaloni lunghi, giacca antivento, pile,
mantellina antipioggia, guanti, cappello, occhiali da sole e crema solare, borraccia, CIASPOLE.
Pranzo al sacco.

N.B.
L’Associazione si riserva il diritto di cambiare destinazione o annullare l’escursione in caso di condizioni sfavorevoli. La partecipazione all’evento è aperta a tutti i soci Ethnobrain. Per info su tesseramento contattare il numero 3471067619 o scrivere a segreteria@ethnobrain.com

Continua a leggere

Abruzzo

“Il Teatro a difesa dei Diritti Umani”

Pubblicato

on

Giovedì 21 Febbraio, presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo “Collodi – Marini” di Avezzano (sede in via Bolzano n 27), si terrà l’incontro di lancio del corso di formazione gratuito per docenti “Il Teatro a difesa dei Diritti Umani” organizzato da FOCSIV – Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario e CVM – Comunità Volontari per il Mondo nell’ambito del progetto “GUNI – Generiamo Una Nuova Italia: I giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati” (finanziato dalla Divisione III – Promozione, sviluppo e sostegno degli enti del Terzo settore e del volontariato, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Avviso n. 1/2017).

Il FOCSIV – Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario, è attivo dal 1972 in Italia con campagne di sensibilizzazione e di educazione allo sviluppo ed un intenso lavoro di lobbying istituzionale per promuovere la giustizia sociale per tutti gli uomini e le donne del pianeta e nella cooperazione internazionale con progetti di sviluppo nei settori socio-sanitario, agricolo-alimentare, educativo-formativo, di tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, di difesa dei diritti umani e della parità di genere, di rafforzamento istituzionale.  Ad oggi conta sulla partecipazione di 84 organizzazioni attive in oltre 80 paesi del mondo.

Il CVM – Comunità Volontari per il Mondo, è un’ONG che opera da oltre 40 anni a favore dello “sviluppo di tutto l’uomo e di tutti gli uomini”, inteso come processo di liberazione dall’oppressione della povertà al fine di liberare le potenzialità insite in ognuno. In Italia interviene con attività di formazione e sensibilizzazione dei docenti sui temi della cittadinanza mondiale: migrazione, sostenibilità, interdipendenza fra Nord e Sud del mondo, dialogo tra culture e religione diverse, caos climatico, degrado ambientale, legalità. Di forte carattere laboratoriale, le formazioni CVM mirano ad accompagnare i docenti nella programmazione di UDA – Unità d’apprendimento per l’insegnamento dei temi della nuova cittadinanza mondiale, in linea con il Documento pedagogico dell’Unesco sull’Educazione. Esso si occupa inoltre di organizzare seminari di richiamo internazionale sulla didattica, laboratori nelle scuole per il diretto coinvolgimento degli studenti ed espleta un attivo intervento di sensibilizzazione sui temi di integrazione ed accoglienza. In Africa, interviene con progetti di auto sviluppo e cooperazione per garantire l’aumento della disponibilità di acqua a scopo potabile ed agricolo, per l’incremento dei servizi igienico-sanitari, in difesa dei bambini orfani e vulnerabili, delle lavoratrici domestiche e cameriere, delle minoranze, dei sieropositivi e malati di Aids.

 

In linea con le direttive dettate dall’UNESCO nel 2015 (l’Educazione alla cittadinanza globale; tematiche e obiettivi di apprendimento) e dall’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile dell’ONU, il percorso formativo affronta i temi della cittadinanza globale, analizzando gli obiettivi dell’Agenda 2030 e la loro trasferibilità nella didattica.

 

La formazione impiega la didattica costruttivista, interattiva e partecipativa basata sulle tre dimensioni dell’apprendimento descritte dall’UNESCO (cognitiva, socio-emotiva e comportamentale), attraverso l’uso di mediatori didattici plurimi esplicitati con il ricorso al metodo:

  • espositivo (lezione frontale)
  • operativo-laboratoriale (cooperative learning; flipped classroom; peer education)
  • euristico-partecipativo, dialogico (strategie argomentative, dibattiti)
  • apprendimento attivo per ricerca
  • sperimentale – investigativo (problem posing e problem solving)
  • ricerca – azione per la costruzione del metodo di valutazione

 

Rivolto ai docenti di scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, il corso è strutturato in 5 incontri della durata di tre ore che si svolgeranno rispettivamente nei giorni: 21 Febbraio, 27 Febbraio, 8 Marzo, 21 Marzo e 25 Marzo 2019, dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

 

Gli incontri saranno animati dalla formatrice CVM Giovanna Cipollari e da Mario Fracassi della Cooperativa Sociale FANTACADABRA.

 

Le Iscrizioni sono aperte fino al 20 Febbraio tramite l’indirizzo email easabruzzo@cvm.an.it o Piattaforma S.O.F.I.A. (nome “GUNI – GENERIAMO UNA NUOVA ITALIA”, Corso 23631 Edizione 37373).

Locandina Corso GUNI – Avezzano

Per maggiori informazioni: http://scuola.cvm.an.it/progetti/guni/avezzano, easabruzzo@cvm.an.it

Continua a leggere

Altri articoli

Rugby.L’Avezzano fa 36 punti a Salerno e prende cinque punti in classifica

Pubblicato

on

Rugby. Grandissima vittoria allo stadio dei gladioli dell’Avezzano rugby che porta a casa cinque punti vincendo in casa, 36 a 0, contro gli Arechi di Salerno nell’ambito del match di recupero. ” Siamo tornati a conquistare la vittoria che tanto mancava nonostante il terreno di gioco pesante per la pioggia – ha dichiarato a margine il presidente giallonero, Alessandro Seritti –  i ragazzi hanno espresso un buon gioco – ha proseguito  – e ora bisogna dare continuità ai risultati ed approfittare delle settimane di pausa del campionato per recuperare qualche infortunato”. La partita, infatti, è stata sempre controllata dai gialloneri che sono andati in meta con Michele Costantini, Simone Lanciotti, Roberto Lanciotti ( che ne ha trasformate anche tre aggiudicandosi anche il titolo di migliore in campo Birra del Borgo), Antonio Pelino, Luca Farina e Danilo Torti. ” Spero che i ragazzi riescano a dare  delle belle soddisfazioni alla società ed ai tifosi in questo girone di ritorno – ha concluso Seritti – e miei complimenti vanno anche agli Arechi per la correttezza e la sportività dimostrata in campo e la simpatia espressa durante il terzo tempo confermando la bellezza del nostro sport”. Entusiasta anche il tecnico Pierpaolo Rotilio che stila un bilancio dopo la partita di recupero. ” Sicuramente possiamo dire che è positivo e abbiamo finalmente un sistema di gioco produttivo che ci ha permesso di poter affrontare tutte le squadre che negli anni precedenti non erano alla nostra portata per una serie di motivi – ha dichiarato a fine partita il coach –  certamente non sempre abbiamo portato a casa il risultato ma le prestazioni sono migliorante giornata dopo giornata; abbiamo finito il girone di andata al sesto posto non lontani dalle prime in classifica – ha concluso –  abbiamo vinto quattro partite e pareggiata una, e quelle che abbiamo perso le abbiamo perse spesso all’ultimo secondo”. I gialloneri rispetteranno un turno di riposo per il sei nazioni e ritorneranno in campo il 17 febbraio per sfidare fuori casa l’Afragola rugby che si gioca la prima posizione con il Villa Pamphili. ” L’obiettivo di prendere cinque punti e giocare come abbiamo dimostrato di saper fare nelle ultime partite è stato raggiunto – ha dichiarato anche il tallonatore Simone Lanciotti – abbiamo comunque commesso qualche errore di troppo sia dovuto al campo pesante sia dovuto alle condizioni atmosferiche; in qualsiasi modo – ha concluso l’avanti – cercheremo in questa settimana di riposo di correggere le defezioni evidenziate”. Da segnalare la sconfitta fuori casa contro la Primavera Rugby Roma dell’under 18 per 13 a zero.

Continua a leggere

Altri Sport

CONTRO IL MONTORIO UNA SCONFITTA PESANTE (1-4), MA CHE NON ARRESTA IL PERCORSO DI CRESCITA

Pubblicato

on

CONTRO IL MONTORIO UNA SCONFITTA PESANTE (1-4), MA CHE NON ARRESTA IL PERCORSO DI CRESCITA
ANTROSANO. Pucetta – Montorio 88 termina 4 a 1 per gli ospiti che in campo mettono in la propria forza e anche tanta umiltà. L’aggressività dei gialloneri infatti ha limitato le giocate del Pucetta, quest’oggi con un’inedita maglia arancione. Mister Giannini deve fare a meno di Barrow per squalifica. La partita si gioca su un campo appesantito dalle piogge copiose degli ultimi giorni.
Dal fischio di inizio di Marchetti, della sezione dell’Aquila, al 3′ è Ioannone ad andare al tiro, ma la sua conclusione viene ribattuta da Tavani. Al 15′ il Pucetta ha l’occasione di poter battere a rete quando da un’azione ben orchestrata da Sabatini ed Incerto sulla destra, la palla arriva sui piedi del centrocampista che non trova il tempo per calciare a rete da posizione favorevole nell’area di rigore ospite. Ma nel momento migliore del Pucetta arriva la rete ospite al 17′ con Ridolfi che batte a rete sul primo palo appena dentro l’area di rigore. Il tempo di riportare la palla al centro e Salvi dalla sinistra si accentra e dal limite dell’area calcia sul primo palo insaccando per lo 0-2. Un uno-due micidiale che taglia le gambe al Pucetta. Se ci aggiungiamo anche un pizzico di fortuna per gli ospiti, ecco che al 21′ Ridolfi si inventa una conclusione dai 30 metri che si infila imparabilmente sotto al sette del secondo palo. Tre gol in cinque minuti che abbatterebbe le speranze di chiunque. Il Pucetta tenta la reazione, con Kande che va al tiro al 28′, ma Merlini para con sicurezza. Ci prova anche Sabatini al 36′ dal limite dell’area, ma sempre Merlini è lì a fare buona guardia.
Nel secondo tempo mister Giannini manda in campo “Pungiglione” Paolini che al 50′ trova la rete grazie ad un gran colpo di testa a scavalcare Merlini su assist di Di Silvio. Il Pucetta riprende coraggio e si spinge in avanti sperando nella clamorosa rimonta. Tuttavia inevitabilmente i gialloblù si espongono alle ripartenze del Montorio. Al 53′ D’Alessandro impegna Colella su calcio da fermo e al 55′ Faragalli va al tiro, ma sempre Colella riesce a disinnescare la minaccia. Qualche minuto dopo Pigliacelli dal fondo va al cross, ma sulla palla non trova nessun compagno. E’ il preludio alla rete che arriva al 61′ con il neo entranto Arrighetti che approfitta di un errore difensivo giallobù per battere Colella per la quarta volta. A questo punto c’è poco altro da raccontare con il Pucetta che non riesce più ad impensierire Merlini e con il Montorio che a tratti cerca sortite offensive. E’ sicuramente una sconfitta pesante nel punteggio, ma non deve cambiare di una virgola quello che è il cammino e il percorso di crescita che il Pucetta deve portare avanti. Testa ora al Real 3C Hatria per continuare ad inseguire il sogno salvezza. #lafavoladelPucetta #ilsognocontinua
PUCETTA – MONTORIO 88: 1-4
PUCETTA Colella, Di Silvio, Tavani, Idrofano (1′ st Paolini), Castellani, Bisegna, Sabatini, Liberati, Mattei (36′ st Nazzicone), Incerto, Kande (32′ st Tarola G.). A disp.: Dell’Unto, Pataccoli, Padovani, Massaro, Taglieri, Silvestri. All.: Corrado Giannini.
MONTORIO 88 Merlini, Di Silvestre, Pizii (5′ st Arrighetti), D’Alessandro, Acciari (37′ st Marano), Marini, Ioannone (41′ st Shabani), Salvi, Ridolfi (5′ st Di Stefano), Pigliacelli, Faragalli. A disp.: Ricci, Lolli, Maselli, De Marcellis, Azemi All.: Bruno Di Luigi
Arbitro: Marchetti dell’Aquila Marcatori: 17′ pt Ridolfi, 19′ pt Salvi, 21′ pt Ridolfi, 5′ st Paolini, 16′ st Arrighetti. Note: Ammoniti: Idrofano, Colella, Kande, Acciari, Incerto. Corner: 10-5
Continua a leggere

Appuntamenti della settimana

Rugby serie B: domenica alle 14 e 30 l’Avezzano sfida in casa gli Arechi di Salerno per gara recupero

Pubblicato

on

“Nonostante la sconfitta di domenica scorsa percepisco una buona sensazione nel gruppo che finalmente sta prendendo coscienza dei suoi mezzi”. E’ la dichiarazione di Pierpaolo Rotilio, tecnico dell’Avezzano rugby in vista del match casalingo di recupero contro gli Arechi di Salerno che si disputerà domenica alle 14 e 30 presso lo stadio di Via dei gladioli. ” La prestazione migliora – ha proseguito il tecnico – il livello si sta alzando anche se ci  sono ancora dei ruoli scoperti da cercare di riempire però l’atteggiamento è quello giusto”. I gialloneri, infatti, nella prima giornata di ritorno del campionato nazionale di serie B, domenica scorsa,  hanno perso all’ultimo secondo contro la capolista Villa Pamphili dopo un’ottima prestazione.  “Questo gruppo può fare bene e fare un bel ritorno di campionato – ha specificato Rotilio – ci stiamo allenando bene nonostante la sconfitta di domenica che ancora fa male ma sono sicuro che continuando così i risultati arriveranno”. I risultati potrebbero essere capitalizzati già da domenica contro i campani che occupano il fondo della classifica. ” Dai passi falsi c’è sempre da imparare – aveva commentato in settimana il presidente, Alessandro Seritti – e mi auguro che già da domenica si possa ritornare alla vittoria anche perché i progressi della squadra sono sotto gli occhi di tutti grazie  all’ottimo lavoro svolto da Pierpaolo Rotilio e Vincenzo Troiani”. 

Questo il programma del prossimo weekend:

CASA: 

domenica 3 febbraio 2019:

– ore 14.30 serie B: Avezzano Rugby – Arechi Rugby Salerno

TRASFERTA:

domenica 3 febbraioo 2019:

– ore 12.00 under 18 elite – Roma Acquacetosa: Primavera Rugby – Avezzano Rugby

– ore 13.00 raggruppamento regionale minirugby a Pescara – categorie under 6/8/10
Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com