Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Tesoro dei Rom, nuovo sequestro


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Il tribunale de L’Aquila ha disposto un nuovo sequestro per beni dal valore di circa 5 milioni di euro che fanno parte del patrimonio immobiliare e finanziario delle famiglie rom avezzanesi Morelli e De Silva.

I beni erano già stati sequestrati nel corso dell’operazione ‘Delizia’, portata termine ad aprile dello scorso anno. Scopo del sequestro, quello di aggredire l’accumulo di proventi derivanti da presunte attività illecite.

Tuttavia, appena passati 18 mesi dal primo provvedimento, i beni sono stati dissequestrati il 2 dicembre scorso, in quanto erano scaduti i termini di legge. Di qui, un nuovo sequestro, adottato dal giudice del tribunale de L’Aquila Giuseppe Romano Gargarella, nei confronti dei quali gli avvocati  che difendono le famiglie rom, Roberto Verdecchia, Vincenzo Retico e Saverio Fortuna, hanno avanzato una richiesta di ricusazione.

Secondo i legali, non sarebbe possibile, a distanza di un considerevole periodo di tempo, iniziare un nuovo procedimento di prevenzione reale sugli stessi beni e da parte dello stesso giudice.

Il provvedimento riguarda tre ville, sei appartamenti, nove appezzamenti di terreni tutti nel circondario di Avezzano, trenta tra auto e motocicli e 99 rapporti bancari tra conti correnti, libretti postali e bancari e polizze assicurative.

2 Comments

2 Comments

  1. Marco

    27 dicembre 2013 at 22:08

    La domanda e’: perche’ si arriva sempre a far scadere i termini di legge???????????

  2. cagliostro

    28 dicembre 2013 at 12:07

    perchè servono per controllare il territorio come la mafia o altre organizzazioni , altrimenti l’autorità non sarebbe più tale e si scopirebbero i loro loschi traffici .

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top