Cultura

“Terremoti del passato e del presente”: escursione nella storia della Marsica

“Fucino 2016. Archeologia a chilometro zero” arriva a Gioia dei Marsi e a Pescina seguendo le tracce dei terremoti del passato e del presente. Domenica 26 giugno, con appuntamento in piazza del Municipio a Gioia dei Marsi alle ore 9,30, è in programma un’escursione nei luoghi che ancora conservano una memoria geologica, storica e sociale degli eventi che hanno modellato il paesaggio della Marsica e la vita di coloro che vi hanno abitato nel corso dei millenni. I terremoti più antichi, ricostruiti attraverso i dati archeosismologici desunti dagli scavi, si confrontano con quelli più recenti, in particolare il disastroso terremoto del 13 gennaio 1915 che ancora si riconosce in numerosi segni presenti nel paesaggio. Il percorso costituisce un progressivo avvicinamento alla faglia che ha determinato il terremoto novecentesco e, molto probabilmente, quello di fine V-inizi VI sec. d.C., i cui segni sono stati riscontrati in numerose località della Marsica durante recenti scavi archeologici.

L’itinerario parte da Gioia dei Marsi, punto di osservazione della faglia che borda il monte Serrone, e prosegue verso il borgo di Sperone, distrutto nel 1915 e ricostruito nei pressi del sito originario, a sua volta abbandonato nei decenni scorsi. In località Venere di Pescina, sarà invece possibile esaminare da vicino la faglia che emerge in luoghi accessibili, nei pressi della Circumfucense. L’appuntamento costituisce anche un’occasione per approfondire aspetti che riguardano la vita quotidiana di questi luoghi, il rapporto con gli eventi naturali e la necessaria prevenzione attraverso la conoscenza del passato e l’adozione di idonee misure nel presente. L’escursione sarà guidata da Fabrizio Galadini, dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Roma e responsabile della sede dell’Aquila, che ha a lungo indagato il Fucino e pubblicato numerosi contributi scientifici su questo territorio.

Per informazioni: Facebook “Fucino 2016. Archeologia a chilometro zero”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top