Cultura

Teramo festeggia i 70 anni di Ivan Graziani

Il chitarrista della storia del rock rivive nella memoria della sua città abruzzese di nascita. Ivan Graziani, l’anima nera della musica italiana, proprio ieri avrebbe compiuto 70 anni. La sua compagna prediletta di una vita intera? La chitarra elettrica. Nato il 6 ottobre del 1945, Ivan, è sempre stato raccontato – e chiacchierato – come ‘il visionario’ del cantautorato nostrano, in quanto sempre un passo avanti rispetto alla cassa di risonanza del momento: un artista dalle mille facce, tutte trasparenti però, dotato di una ironia unica, di un coinvolgimento emotivo estremo e di un carattere da vendere al peso delle parole che contano.

Il padre del rock in Abruzzo si sarebbe fatto vecchio, forse, ma non nel messaggio portato avanti dal suo ricordo.

Ieri pomeriggio, nella città di Teramo, si è riaccesa la miccia dello show dal vivo. La moglie, Anna Graziani, direttore artistico dell’evento ‘Pigro’, – annuale appuntamento abruzzese che ha l’ònere e l’onore di riproporre il volto e la mente di Ivan a chi lo segue da sempre – ha battezzato l’edizione 2015 dell’evento, che ha avuto luogo in Piazza Martiri della Libertà. Anna lo ha celebrato in una serata con tanti ospiti e colleghi, con le cover band di sempre e con la famiglia di Ivan, che con grande determinazione e contro ogni ostacolo ha lavorato per la realizzazione della festa di compleanno. Star casalinghe, fra i numerosi ospiti: Tommy e Filippo Graziani, che continuano con successo da alcuni anni a proporre il repertorio del papà (Filippo, in particolare, ha già un ‘Sanremo Giovani’ alle spalle e una carriera da cantautore davanti, con un ottimo album d’esordio lo scorso anno, vincitore della Targa Tenco e del Premio Lunezia, e un nuovo lavoro di prossima pubblicazione).

Anche la Marsica, forte della sua piccola esperienza pregressa, ricorda la luminosa figura di un grande della musica italiana, un gigante dello spirito più che del palcoscenico. Per Ivan, la solidità, si reggeva sulle coordinate familiari, non strappate mai dalla cornice abruzzese. I figli, amici cari della città di Avezzano, partecipanti entrambi al concerto di inizio settembre ‘Una città per cantare’, curato e ideato da Tony Orlandi, team manager regionale e amico fraterno di Tommy , realizzato a Piazza Risorgimento, hanno intrecciato con l’entroterra abruzzese uno scambio di umanità. Avezzano prima, Capistrello poi, inoltre, hanno goduto della ‘luce buona’ del paroliere della musica estrema, grazie ai suoi musicisti storici e ai suoi due eredi di sangue. Lo spettacolo ‘Pigro in Tour’, di fatti, è stato portato fra le colline e montagne nostrane il 16 marzo presso il Teatro dei Marsi locale e il 16 agosto, in occasione della festa patronale del paese di Capistrello. Ivan Graziani non è solo di Teramo, anche se lì ha trovato i natali. E’ un simbolo dell’Abruzzo intero, che sibilla ancora adesso, a distanza di 70 anni, alle orecchie dei suoi concittadini, esortandoli ad esternare i proprio pensieri, anche se molesti e controcorrente.

 

 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top