Senza categoria

Tangenti in marsica, 25 amministratori indagati per corruzione

Sono 25 gli amministratori comunali della Marsica indagati dalla procura della repubblica di Avezzano con le ipotesi di reato di corruzione, associazione per delinquere, turbativa d’asta, falsità materiale e falsità ideologica, in concorso tra loro, nell’ambito di un’inchiesta su presunte tangenti in materia di illuminazione pubblica. Perquisizioni sono state eseguite stamani, dalla squadra mobile della Questura dell’Aquila, sui computer dei comuni di Trasacco, Ortucchio, Celano, villavallelonga, Castellafiume, Collelongo ed Avezzano. Gli atti d’accusa si basano sulle dichiarazioni rese da Angelo Capogna, della società Saridue s.r.l., il quale ha riferito ai pm Cerrato e Savellidi aver pagato ad amministratori locali della Marsica e loro intermediari tangenti al fine di aggiudicarsi appalti con gare truccate. Le dazioni sarebbero avvenute in denaro contante, assegni e regalie varie. Gli indagati sono Claudio Tonelli, Fabio Buccitti, Paolo Venditti, Luca Dominici, Roberto Salvi, Guido Pignacci, Mauro Contestabile, Danilo Paolini, Mariano Santomaggio, Gianfranco Tedeschi, Angelo Capogna,  Federico D’Aulerio, Mario Aureli, Luigi Babusci, Martorano Di Cesare, Angelo Salucci, Gianluca Giuseppe Del Corvo, Maurizio Bianchini, Francesco Di Stefano, Andrea Bianchi,  Giampiero Gualtieri, Carmine La Stella, Luca Manzoni, Francesco Marcelli e Mario Quaglieri. Il  colegio difensivo è composto dagli avvocati Leonardo Casciere, Franco Colucci, Roberto Verdecchia, Aldo Lucarelli, Antonio Milo, Roberto Di Pietro e Stefano Guanciale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top