Cultura

Avezzano, il talento made in Abruzzo alla fiera dell’editoria indipendente

Curiosi e intriganti i contenuti artistici del doppio appuntamento al Caffè Letterario di Avezzano. L’evento ha raccolto personalità e opere di notevole interesse, che si sono avvicendate in una staffetta dalle svariate particolarità. Tra i prodotti culturali made in Abruzzo un video realizzato dal fotografo e videomaker Alessandro Petrini in “time lapse”, la tecnica che consente la realizzazione di un filmato processando una serie di fotografie scattate in sequenza e opportunamente montate.

Soggetto e tema del video la nostra regione, con le sue bellezze naturali, spesso dimenticate. Collaboratrice dell’ambizioso progetto  la rivista “Tesori d’Abruzzo”, che in accordo con Petrini ne ha curato una versione cartacea (stampata nel numero di gennaio – marzo 2016) articolata su un testo scritto dal fotografo e sulle foto utilizzate per il time lapse. “Twofold Nature” il titolo dell’opera, a testimoniare quella duplice natura che, quasi come un ossimoro, si raccoglie all’interno dei confini dell’Abruzzo: il mare e la montagna, con una chiara e dichiarata predilezione della seconda dall’artista Petrini. Applausi e consensi anche per il documentario girato da Haydir Majeed, regista nato a Babilonia e diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Autore e direttore artistico del film proiettato al Caffè Letterario, il suo lavoro ha voluto omaggiare la figura di Romolo Liberale, poeta, giornalista e scrittore nativo di San Benedetto dei Marsi.

Bracciante agricolo e apprendista presso la bottega di un fabbro, Liberale riceverà da giovane la vocazione politica. Dopo il militare entrerà a far parte della CGIL di Sulmona e proprio nel sindacato farà carriera. Ci sarà spazio per gli scritti e le poesie, oltre alle lotte per i diritti dei contadini che, in più di un’occasione, gli procurarono guai con la legge. Il fiorire della vena artistica si manifesterà durante gli anni della pensione, proficui e stimolanti anche nelle collaborazioni giornalistiche con gli editori abruzzesi. Un uomo pieno di risorse che mai si è posto dei limiti. Una personalità descritta con cura e omaggiata in un percorso di ricostruzione storica che, grazie al talento di Haydir Majeed, ha esaltato il nostro passato recente.

Foto di Gian Andrea Carpineti

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top