Altri articoli

Taglio tribunali: La Contestabile dice “Consulta ci offende”

«Siamo dispiaciuti e offesi dal pronunciamento della Corte Costituzionale».

È il commento del presidente del comitato civico per la difesa dei tribunali locali di Avezzano, l’avvocato Fabiana Contestabile, nonchè coordinatrice nazionale dei comitati, dopo la bocciatura da parte della consulta del referendum abrogativo della riforma della geografia giudiziaria. Il comitato, sorto ad Avezzano  ha sostenuto l’azione della Regione Abruzzo, capofila della richiesta referendaria sottoscritta da altri 8 Consigli regionali.

«Oggi la consulta – valuta Contestabile – aveva tutti gli strumenti giuridici necessari a dichiarare l’ammissibilità del quesito referendario. Questa decisione – aggiunge – di fatto svuota i contenuti dell’articolo 75 della Costituzione (quello relativo ai referendum ndr) e ciò renderà più difficile la possibilità di presentare un’altra consultazione popolare in futuro».

La presidente, oggi a Roma per il verdetto della Consulta, si dice sorpresa di aver appreso la notizia solo dalla stampa: «I nostri delegati – spiega – stanno ancora aspettando una comunicazione ufficiale e quindi mi riservo ulteriori commenti. In ogni caso – conclude  – posso dire già da ora che proporremo azioni suppletive in sede Europea. Ci sono 23 milioni di italiani che, rappresentati dai nove consigli regionali, hanno chiesto invano di essere ascoltati».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top