Politica

Tagliacozzo, la scottante questione Ospedale sul tavolo dell’imminente Consiglio comunale

 

Il consigliere comunale Alfonso Gargano, nel ribadire l’importanza della questione del pronto soccorso dell’Ospedale cittadino, invita gli abitanti dell’area tagliacozzana ad andare al prossimo Consiglio comunale, dove si affronterà la diatriba.
«Finalmente sabato 29 Novembre alle ore 10, nella Sala consiliare di Tagliacozzo si terrà il Consiglio comunale, che avrà come primo punto all’Ordine del giorno, la discussione sull’Ospedale Umberto I e successiva mozione da approvare, sulla costituzione in giudizio “ad adiuvandum” del Comune di Tagliacozzo, nel ricorso presentato al TAR Abruzzo (il Tribunale Regionale) dal Comitato pro Ospedale, a seguito del provvedimento del 15 settembre 2014, a firma del manager della Asl Abruzzo 1 dottor Giancarlo Silveri.
Io ed altri consiglieri comunali di Minoranza abbiamo richiesto con forza questo Consiglio comunale, poiché il sindaco di Tagliacozzo, per decisioni che non ha ancora reso pubbliche, ha deciso – purtroppo fino ad oggi – di non difendere il pronto soccorso, non facendo appunto costituire in giudizio il Comune di Tagliacozzo, a difesa del nostro Ospedale.

Nella stessa convocazione è evidente come il Comune sarà costretto a costituirsi solamente “ad adiuvandum”, ovvero “per sostenere” il Comitato, quando invece l’Ente doveva essere il primo sostenitore a difesa dell’Ospedale pubblico e non andare dietro a privati cittadini, seppur mossi da un nobile scopo.
Mi auguro che le motivazioni, che hanno spinto il sindaco a non tutelare direttamente il pronto soccorso, vengano esplicate durante il dibattito e siano valide. Personalmente, non condivido tale sciagurata decisione e spero che venga ribaltata in fase di votazione.
Sabato mattina, tutta la popolazione di Tagliacozzo e fruitori vari dell’Ospedale, sono invitati a partecipare al Consiglio comunale, per ascoltare personalmente ciò che è accaduto e vedere chi dei membri dell’assise, voterà contro e chi a favore della difesa dell’Ospedale».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top