Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Sviluppo della microimpresa leader, siamo all’atto finale

Pubblicato

on

“Sviluppo della Microimpresa Leader” è un progetto di cooperazione, realizzato dal GAL Gran Sasso Velino, attraverso Confartigianato Imprese Avezzano (soggetto capofila) ed i partner Confcommercio Imprese per l’Italia – Provincia di L’Aquila e Copagri (Confederazione Produttori Agricoli) – Sede provinciale di l’Aquila.

Il progetto ha come obiettivo prioritario quello di sostenere la creazione e lo sviluppo delle piccole, medie e microimprese locali, appartenenti al settore dell’artigianato, attraverso iniziative volte a valorizzare le risorse endogene, a rafforzare le capacità gestionali, ad aumentare la competitività d’impresa.
Al fine di stimolare la vitalità imprenditoriale, puntare su un’immagine nuova del territorio e contrastare la tendenza allo spopolamento, il progetto è stato strutturato per rispondere alle esigenze di 3 principali categorie di attori locali: Imprenditori attivi, Imprenditori interessati al passaggio generazionale, Potenziali nuovi imprenditori con vocazione verso i mestieri dell’artigianato. A tal proposito sono state avviate le seguenti attività:

1) Creazione di una banca dati con informazioni analitiche di aziende operanti nel territorio dell’area Gal Gran Sasso Velino:
Attraverso una capillare attività di ricerca ed analisi sul territorio, si sta realizzando una Mappatura contente informazioni di dettaglio sulle realtà e sulle eccellenze esistenti nel mondo dell’artigianato. Tali informazioni sono riportate su una Banca Dati accessibile da un nuovo Portale Web WWW.BIZNETWORK.IT (già online) appositamente creato per favorire l’incrocio domanda/offerta – rilevazione/cessione di azienda. Il Portale fornisce un quadro attuale e dettagliato sulle aziende artigianali del territorio, utile anche per neoimprenditori e potenziali investitori che volessero attivarsi sul territorio. Tramite un approccio integrato di informazione, di orientamento e di assistenza, il portale offre notizie utili e favorisce incontri di consulenza specialistica per supportare i processi di incrocio domanda/offerta – rilevazione/cessione di azienda. (attività in corso)

2) Realizzazione di attività di consulenza attraverso l’apertura di 6 Sportelli Informativi:
Gli sportelli informativi sono dislocati presso le sedi delle maggiori Associazioni di Categoria della Provincia di L’Aquila (Confartigianato, Confesercenti, Coldiretti, Confcommercio, Fenapi, Copagri). Gli sportelli, tramite un gruppo di esperti, forniscono assistenza (Costituzione e sostegno alle PMI, Analisi delle competenze delle risorse umane, Consulenza fiscale e Analisi economico finanziaria, Strategia aziendale, Mkt e Comunicazione Efficace, Accesso ai Finanziamenti e Business Plan, Internazionalizzazione) all’imprenditore attivo, al potenziale imprenditore e all’imprenditore in procinto di cessare l’attività. (attività in corso)

3) Realizzazione di attività di formazione e informazione:
Sono state avviate tre diverse tipologie di formazione e informazione indirizzate ad altrettante diverse tipologie di utenti/fruitori:
– Imprenditori attivi: il Corso di Formazione “Nuova Cultura per Imprenditori Attivi” è finalizzato a sviluppare l’interesse delle Pmi ad una cultura imprenditoriale innovativa, orientata a moderne politiche gestionali, aperta alle innovazioni tecnologiche; una cultura d’impresa dinamica in grado di assorbire i diversi input provenienti dal mercato ed in grado di adattarsi ai rapidi cambiamenti. Alcuni degli argomenti: Strategia e Organizzazione aziendale, Qualità e Ambiente come fattori di competitività, Mkt e Comunicazione aziendale, Internazionalizzazione. (attività in corso)
– Imprenditori interessati alla cessione della loro azienda: Formazione specialistica con il corso “Trasmissione d’Impresa e Passaggio Generazionale”. Il corso ha lo scopo di sostenere le imprese interessate al delicato e difficile processo di passaggio generazionale trattando i seguenti argomenti: Strumenti e metodi per la continuità d’impresa, La gestione contabile e amministrativa, Strategie di potenziamento della gestione d’impresa, Tecniche di miglioramento della leadership.(attività in corso)
– Futuri imprenditori: attraverso protocolli di Intesa attivati con diversi Istituti Scolastici Superiori dell’area GAL GSV, è stato attivato un corso di orientamento e formazione per futuri potenziali imprenditori: “Promozione della piccola impresa negli istituti scolastici”. Il Micro Progetto è finalizzato ad orientare i giovani al mondo dell’imprenditoria nell’artigianato e scoprirne i nuovi sbocchi e le nuove potenzialità (Istituti coinvolti: Istituto “Domenico Cotugno” di L’Aquila Comprensivo per Liceo Classico, Linguistico e Scienze Umane, Istituto Tecnico Industriale “E. Majorana” di Avezzano, Istituto Tecnico Commerciale “G. Galilei” di Avezzano, Liceo Classico “A. Torlonia” di Avezzano, Istituto D’Arte “V. Bellisario” di Avezzano, Istituto Statale Agrario “A. Serpieri” di Avezzano). L’accesso al corso è avvenuto attraverso 3 step di selezione continua, ad ogni step sono stati selezionati gli studenti interessati all’idea dell’autoimprenditorialità. Sono stati coinvolti complessivamente circa 700 studenti. Hanno completato il corso di formazione, superando i vari step di selezione, circa 130 ragazzi. E’ collegato agli Interventi negli istituti Scolastici il Concorso “VA.I – Valorizzo la mia Idea”, finalizzato ad incentivare la creatività e la produttività dei giovani premiando i 3 migliori siti Web ed il miglior Calendario ideati dagli stessi ragazzi degli Istituti Scolastici indicati. I vincitori del Concorso saranno premiati nel corso dell’Evento conclusivo del Progetto “Micro Impresa Leader”, previsto per il prossimo 12 Dicembre 2014.

4) Creazione di una metodologia per gestire il passaggio generazionale:
Individuazione di un progetto pilota per la definizione di una metodologia sperimentale sul passaggio generazionale. Il progetto pilota consiste in un percorso personalizzato di assistenza ad un gruppo d’imprese selezionate in base a criteri prestabiliti, alle quali vengono fornite attività consulenziali attraverso azioni di coaching, studio di un piano di avvicendamento imprenditoriale, creazione di un Business Plan per valutare lo “stato dell’arte”, i possibili sviluppi futuri e le opportunità di accesso a forme di finanziamento. E’ stato implementato inoltre un “Laboratorium” consistente in un percorso di seminari collettivi e momenti di consulenza individuali. (attività in corso)

5) Promozione e diffusione:
E’ stata attivata una campagna promozionale per diffondere l’iniziativa ed illustrare tutte le attività previste.
– E’ stato realizzato un Evento di Diffusione del progetto lo scorso 15 ottobre 2014, presso la sede di Villa Palentina in Scurcola Marsicana, dedicato al tema: “Il futuro è l’artigianato, il lavoro non si cerca, si crea” – “La valorizzazione dei gesti della tradizione ed i nuovi scenari dell’artigianato”. All’evento hanno partecipato: il Presidente del GAL Gran Sasso Velino, i Partners e collaboratori di Progetto (Confcommercio, Copagri, Confesercenti, Fenapi), Il Segretario dell’ANAP Nazionale Fabio Menicacci, Il Segretario di Confartigianato Lazio Maurizio Aluffi, i Presidi degli Istituti Scolastici coinvolti nel progetto, i ragazzi delle scuole, i giovani imprenditori ed i Maestri d’Opera e d’esperienza dell’ANAP Confartigianato, quali portatori di conoscenza ed esperienza del valore della tradizione artigiana sul nostro territorio. L’evento è stato accompagnato dalla promozione e degustazione delle tipicità del nostro territorio.

– Si è tenuto in data 31 ottobre 2014, presso la Sala Conferenze del Comune di Avezzano ed alla presenza del neo Assessore alle Attività produttive Roberto Verdecchia, un Seminario di approfondimento sullo stato dell’arte del Progetto “Sviluppo della Micro Impresa Leader”. Oltre all’assessore Verdecchia, che si è mostrato molto interessato ed entusiasta del progetto, hanno partecipato i massimi dirigenti del Gal Gran Sasso Velino, i Partners e collaboratori di Progetto (Confcommercio, Copagri, Confesercenti, Fenapi), i Presidi degli Istituti Scolastici coinvolti oltre che numerose imprese. Nell’evento sono state evidenziate le peculiarietà del progetto ed illustrato lo stato dell’arte e le attività connesse.

– Sono stati svolti due workshoop nell’ambito delle azioni volte a promuovere presso le nuove generazioni i valori e le esperienze del mondo dell’Artigianato e l’opportunità dell’autoimprenditorialità nei settori “moderni e innovativi” dell’artigianato:
 L’Artigianato Tradizionale (Grafica e Stampa) incontra i nuovi attori della Comunicazione: I Giovani (14/11/2014)
 “L’Artigianato del WEB (Informatico, Sviluppatore Web/App) incontra i nuovi protagonisti dell’ “on-line”: I Giovani” (17/11/2014)
Hanno partecipato ai lavori i giovani degli Istituti Scolastici coinvolti nel Progetto che prevede per loro anche un Concorso: “VA.I – Valorizzo la mia Idea”, dove i ragazzi, organizzati in gruppi di lavoro, concorrono per la realizzazione di 4 prodotti di comunicazione, 1 Calendario e 3 Siti WEB. Attraverso un percorso di Simulimpresa, produrranno i loro lavori, assistiti da Esperti Artigiani di Grafica, Stampa e Siti WEB.
Sono intervenuti i rappresentanti dell’ANAP (Associazione Nazionale Pensionati) per rilevare ed offrire il supporto dell’esperienza a fronte di esigenze e criticità che possono emergere nei casi di passaggio generazionale e nella creazione di nuove imprese.

Evento di diffusione finale su Avezzano previsto per il prossimo 12 dicembre, finalizzato, come tutto il Progetto, a promuovere e sostenere la micro impresa ed il mondo dell’artigianato visti in chiave moderna ed innovativa, orientati a mescolare sapere scientifico con i gesti della tradizione.
Seguono alcuni dei temi che saranno trattati:
– Diffondere le attività svolte ed i dati e le informazioni raccolte nel corso dell’opera al fine di promuovere interventi ed iniziative mirate a diffondere il nuovo artigianato: le opportunità, i settori emergenti, le iniziative di successo di giovani imprenditori
– Approfondire il tema trattato nel 1° evento “Il futuro è l’artigianato, il lavoro non si cerca, si crea” – “La valorizzazione dei gesti della tradizione ed i nuovi scenari dell’artigianato” con testimonianze di Soggetti Istituzionali e rappresentativi del mondo dell’artigianato.

Abruzzo

POLIZIA DI STATO: OPERAZIONE “FARE CENTRO” DURO COLPO AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI.

Pubblicato

on

Ieri mattina, personale della Squadra Mobile di L’Aquila, al termine di una complessa e articolata attività investigativa, ha eseguito sette, delle nove, ordinanze di custodia cautelare disposte dal GIP del Tribunale di L’Aquila, Dr. Giuseppe Romano GARGARELLA, nei confronti di sei uomini ed una donna, indagati per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, R. K., 32enne di nazionalità albanese, e M. M., 46enne di nazionalità italiana, sono stati destinatari della misura cautelare della custodia in carcere, mentre sono stati posti agli arresti domiciliari S. O., 28enne, R. S., 25enne, e H. E., 40enne, tutti cittadini albanesi, S. D., 30enne romena, e S.T. , 50enne macedone.
Sono in corso le ricerche di altri due indagati, un 27enne romeno e un 32enne albanese, destinatari, rispettivamente, della custodia cautelare in carcere e di quella degli arresti domiciliari.
Sei di loro dovranno rispondere del delitto di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di cocaina, gli altri tre delle varie cessioni dello stupefacente.
Le indagini, durate circa un anno, sono iniziate nell’estate del 2017, allorquando nel corso dei continui servizi di osservazione effettuati dagli operatori della Sezione Antidroga è stato notato un anomalo via vai di persone nei pressi di un’abitazione della centrale Via del Guasto.
Gli investigatori, approfondendo il fenomeno, hanno capito che, all’interno e nei pressi dello stabile, avvenivano numerose cessioni di sostanza stupefacente del tipo cocaina.
Le attività investigative, coordinate dal P.M., dr. David MANCINI della DDA di L’Aquila e dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Ministero dell’Interno, hanno permesso di documentare, anche attraverso l’utilizzo di intercettazioni telefoniche ed ambientali, una fiorente attività di spaccio di cocaina.
I clienti, dopo aver preso accordi telefonici con gli indagati, utilizzando anche whatsapp, entravano nell’abitazione e ricevevano la cocaina pattuita: il prezzo di ogni singola dose (mezzo grammo) era di circa 50 euro.
In alcuni casi, per eludere i controlli delle Forze dell’Ordine, alcuni clienti consumavano la droga direttamente nell’abitazione.
Le articolate attività operative hanno consentito, inoltre, di dimostrare l’esistenza di una vera e propria associazione, di cui facevano parte alcuni degli indagati, costituita allo scopo di reperire e poi vendere al dettaglio la cocaina, evidenziando i singoli ruoli degli appartenenti all’associazione criminale.
Lo spaccio avveniva, principalmente, nell’abitazione di Via del Guasto, luogo scelto dai malviventi perché vicino ai locali di intrattenimento della città; in alcuni casi è stata documentata la cessione di droga anche in altri luoghi cittadini,
Già ai primi stadi delle indagini, R.K e T.M. , uno dei soggetti al momento irreperibile, sono stati arrestati in flagranza di reato, con conseguente sequestro di circa 450 gr. di cocaina.
La puntuale e analitica ricostruzione degli episodi di spaccio, l’individuazione del modus operandi e dei “compiti” che ogni appartenente all’organizzazione svolgeva, hanno consentito alla Squadra Mobile di prospettare alla Procura della Repubblica un solido quadro probatorio circa le responsabilità degli indagati e hanno così permesso all’Autorità Giudiziaria di disporre i provvedimenti cautelari oggi eseguiti dalla Polizia di Stato.

Continua a leggere

Abruzzo

POLIZIA DI STATO : MAXI SEQUESTRO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

Pubblicato

on

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio nella provincia di L’Aquila, in particolare nella Valle Peligna, nel tardo pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato in servizio presso la Sottosezione Polizia Stradale di Pratola Peligna, ha proceduto, nei pressi del casello autostradale A25 di Bussi (PE), al controllo di due autovetture che avevano destato sospetti negli operatori.
Il controllo eseguito sulla prima autovettura, una Fiat Panda di colore nero, e sul conducente, un 30enne di origine campana, ha dato esito negativo, mentre quello effettuato sul secondo veicolo, un’autovettura Lancia Y di colore azzurro metallizzato, condotta da un romano 39enne, ha fatto emergere anomalie sui rivestimenti interni delle portiere.
La rimozione dei pannelli in tessuto ha consentito di rinvenire, occultati, n.14 panetti rivestiti di cellophane, che sottoposti ai narcotest risultavano contenere sostanza stupefacente, ed in particolare cocaina, per oltre due chili complessivi, ed hashish, per un quantitativo superiore a sei chili.
Entrambi i conducenti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Pescara, che disponeva l’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del giovane romano.

Continua a leggere

Abruzzo

FURTI MARSICA : IDENTIFICATO IL LADRO DI TABACCHI

Pubblicato

on

Si è reso responsabile di due furti di tabacchi, sottratti all’interno dei
veicoli di due donne, titolari di esercizi commerciali bar nella Marsica, le quali avevano prelevato una fornitura di sigarette poco prima presso i Monopoli di Stato in Avezzano.

Gli episodi verificatisi il 23 gennaio in Scurcola Marsicana, frazione
Cappelle dei Marsi ed il 18 febbraio scorso in Tagliacozzo hanno
immediatamente allertato i Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo, nella considerazione delle analogie circa le modalità in cui si sono verificati, ovvero furti su autovettura ai danni di due donne, mentre i rispettivi veicoli si trovavano parcheggiati nelle aree antistanti grandi esercizi commerciali lungo la Via Tiburtina Valeria.

I Carabinieri delle Stazioni di Tagliacozzo e Scurcola Marsicana, al termine di un’attività di indagine, costituita principalmente nell’analisi dei filmati di video sorveglianza di alcune attività commerciali presenti nei luoghi ove sono state perpetrate le azioni delittuose, hanno identificato e
deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un 49enne di Napoli.

Le indagini proseguono ulteriormente al fine di individuare eventuali
complici e sono orientate anche a riscontrare le responsabilità in ordine ad altri eventi della stessa natura, nella considerazione che questi non sono gli unici casi riscontrarti di recente nella Marsica.

Continua a leggere

Abruzzo

TAGLIACOZZO : SCOPERTA BANDA DI RAPINATORI SERIALI DAI CARABINIERI

Pubblicato

on

I Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo (AQ) stanno dando esecuzione in queste ore a due ordinanze di misura cautelare, emesse dai GIP del Tribunale di Avezzano e del Tribunale per i Minorenni di L’Aquila, nei confronti di 5 indagati, di cui due sottoposti a speciale misura di protezione in località protetta, poiché familiari non conviventi di un collaboratore di giustizia, ritenuti responsabili di aver commesso una sequela ininterrotta di gravi reati predatori e contro la persona nella provincia di L’Aquila tra novembre 2017 e marzo 2018.

Ulteriori informazioni si avranno dopo la conferenza stampa prevista per 11:00 di questa mattina.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

CAPISTRELLO : DEFERITO IL RESPONSABILE DEL GESTO INTIMIDATORIO RIVOLTO A MARCO LUSI

Pubblicato

on

I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.

Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.

L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.
I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.
Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.
Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.
L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

CAPISTRELLO : DEFERITO IL RESPONSABILE DEL GESTO INTIMIDATORIO RIVOLTO A MARCO LUSI

Pubblicato

on

I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.

Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.

L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.
I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.
Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.
Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.
L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

CAPISTRELLO : DEFERITO IL RESPONSABILE DEL GESTO INTIMIDATORIO RIVOLTO A MARCO LUSI

Pubblicato

on

I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.

Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.

L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.
I militari della Stazione di Capistrello hanno deferito in stato di libertà
alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano (AQ) per il
reato di “danneggiamento” il responsabile dell’atto intimidatorio rivolto a
Marco Lusi, 45enne, ingegnere di Capistrello, il 2 marzo u.s. nel piazzale
antistante il locale campo sportivo, consistito nello sfregio alla fiancata
dell’autovettura di sua proprietà.
Si tratta di un familiare di uno dei destinatari della misura cautelare
eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo il 20 novembre 2018
nell’ambito delle indagini condotte sull’affidamento di incarichi e servizi
pubblici del Comune di Capistrello.
Inoltre, i Carabinieri della Stazione sono riusciti ad identificare un altro
congiunto che è stato deferito alla Procura della Repubblica di Avezzano
perché ritenuto responsabile di minacce rivolte al LUSI nel mese di dicembre
2018.
L’attività dell’Arma dei Carabinieri, sempre in costante sinergia con
l’Autorità Giudiziaria, è diretta a tutelare anche le persone coinvolte, a
vario titolo, nei procedimenti penali, al fine di garantire il regolare
svolgimento dell’iter processuale.

Continua a leggere

In Evidenza