Altri articoli

Sulla Centrale a Biomasse nel Comune di San Benedetto risponde il Dott. Falco

Il Dott. Gianpiero Falco in qualità di amministratore unico della società PFRP srl, società concessionaria di Lavori pubblici, ha risposto con un comunicato alle notizie a suo parere false e tendenziose apparse in questi giorni sul noto social network facebook, relativamente alla realizzazione di una Centrale a Biomasse, da costruire nel comune di San Benedetto dei Marsi. Il Dott. Falco ha tenuto a precisare che i commenti pubblicati, volti a far intendere che la società in questione, avrebbe intenzione di realizzare inceneritori alimentati con ecoballe o qualsiasi altro materiale a danno della salute pubblica, sono estremamente diffamatori.

“Questo è un fatto per tutti noi grave ed insostenibile – ha affermato il Dott. Falco –  tanto che oggi stesso mi recherò presso la locale stazione dei Carabinieri per effettuare le denunce del caso. Noi non siamo, infatti, rappresentanti della legalità strillata e poi aggirata. Fa specie, che impianti del genere, regolarizzati dal D.M. del Ministero dell’Ambiente dell’agosto 2012, che disciplina le tariffe agevolative del GSE (la nostra autorità elettrica nazionale) , siano così osteggiati. Le dette Tariffe elettriche come disposto dalla normativa richiamata, sono tese proprio ad agevolare la realizzazione di impianti ad energia rinnovabile proprio perché risolutivi di problemi ambientali. Mi preme chiarire che nel nostro caso, stiamo parlando di impianto a biomassa vegetale e/o sfalci di potatura e sottobosco etc…, che attualmente vengono bruciate alla rinfusa all’aperto, in contrasto con la nuova normativa a livello europeo che impone un adeguato stoccaggio. Ciò detto, ribadisco con il presente, di aver ricevuto mandato dai soci di tutelare l’immagine della società con l’avvertimento che, in caso contrario, si darà ulteriormente corso alla tutela dei diritti lesi avanti le autorità competenti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top