Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giudiziaria

Studenti Marsicani sfidano il meteo per sostenere un esame ma…


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Tantissime sono state le lamentele per la chiusura preventiva che ha interessato le scuole di Avezzano e dell’Aquila per una bufera che in queste due zone non è arrivata. L’università dell’Aquila, invece, ieri aveva deciso di rimanere aperta, almeno fino alle 15 di ieri pomeriggio quando la rettrice Paola Inverardi ha deciso di sospendere le lezioni. Quindi gli studenti che si trovavano lì hanno dovuto abbandonare in fretta e furia i locali dell’Università e tornarsene a casa. E i ragazzi saranno stati ben felici, starete pensando. E invece non è così, perché per alcuni questo ha creato un forte disagio. Stiamo parlando di alcuni studenti pendolari della Marsica che frequentano il Corso di Specializzazione post-laurea per il sostegno didattico agli alunni con disabilità e che ieri pomeriggio si trovavano lì per sostenere un esame. Questi studenti sono per lo più lavoratori e per loro non è semplice organizzare le loro giornate conciliando studio, lavoro e famiglia. Ieri, al termine della loro giornata lavorativa, si sono precipitati all’Aquila per sostenere una delle prove intermedie previste dal corso, fissata per le 15.00. Coscienti dell’allerta meteo, hanno chiamato per tutta la mattina l’Università e la docente del corso per accertarsi che il test si tenesse e, in seguito alle rassicurazioni ricevute, si sono avventurati nonostante i bollettini meteo avversi. Più di cento studenti erano lì, pronti per sostenere l’esame, quando la notizia della chiusura dell’Università è arrivata. A nulla sono valse le loro preghiere e le loro proteste: per motivi di sicurezza sono stati invitati a lasciare l’aula magna della ex Optimes, nella Zona industriale di Pile all’Aquila, senza sapere quando potranno sostenere la loro agognata prova . “Veniamo qui da ogni parte dell’Abruzzo,” – lamentano gli studenti – “paghiamo 3000 euro a testa per un corso di 6 mesi e veniamo sistematicamente calpestati. Ma a noi che veniamo dalla Marsica è andata anche bene”. Ci sono persone, infatti, che arrivavano da Vasto e ieri hanno impiegato più di 3 ore per arrivare all’Aquila, attraversando la bufera per poi tornare indietro con un nulla di fatto.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top