Sanità

Strani movimenti ospedalieri, scatta l’esposto

Cadono con la moto e vengono trasferiti al pronto soccorso di Avezzano senza passare per Tagliacozzo. E così il padre di uno dei due giovani ha presentato un esposto perché l’ordinanza del Tar non è stata rispettata.

Infatti dovevano essere allertati i medici di turno e visitati i feriti, ma le cose sono andate diversamente. Subito dopo l’incidente in via delle Macchie l’ambulanza ha caricato i pazienti e si è preparata per partire in direzione Avezzano.

Alla luce di quanto accaduto il padre di uno dei feriti ha presentato un esposto al commissario ad acta di Tagliacozzo, Stefano Di Stefano.

2 Comments

2 Comments

  1. Ilaria Giacomini

    Ilaria Giacomini

    10 giugno 2014 at 12:50

    Il padre ha fatto benissimo fanno a scarica barile come le amministrazioni …… Vergognatevi…..

  2. Loreta Tozzi

    Loreta Tozzi

    10 giugno 2014 at 16:00

    Non vorrei davvero intromettermi …ma leggendo l’articolo credo che i responsabili dell’ambulanza si siano comportati nel migliore dei modi ;intanto c’è da precisare che questi mezzi sono dotati di ogni apparecchiatura necessaria ai primissimi pronto soccorsi meglio dello stesso ambulatorio (Pronto soccorso ospedaliero)e che all’interno ci sono sempre un paio di medici ,poi c’è da dire che l’ospedale di Tagliacozzo ,a quanto mi risulta,sta traversando un brutto periodo e sembra rischi la chiusura(quindi avranno ritenuto opportuno portarli direttamente ad Avezzano),inoltre per arrivare ad Avezzano da Tagliacozzo (specialmente con un’ambulanza che ha diritto di precedenza su tutto e su tutti)ci si impiegano massimo 10 minuti …e sicuramente i feriti non erano in imminente pericolo di vita…Qui non si tratta di fare a scarica barile o di far partire immediatamente denunce ,penso che ogni genitore si sarebbe comportato in questo modo all’inizio…ma poi ragionandoci sopra(scampato il pericolo e passata la paura) avrebbe capito l’agitazione del momento e la buona fede di chi stava soccorrendo il figlio…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top