Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Attualità

Stefano Chiantini, nessun finanziamento per il suo film


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

“Questa è la storia dell’incapacità e della cialtroneria dei politici e dei tecnici abruzzesi”. Inizia così lo sfogo su Facebook di Stefano Chiantini, regista e sceneggiatore marsicano. “Ho girato ‘Storie sospese’ interamente in Abruzzo – spiega Chiantini – più di sei settimane tra Villa Santa Maria, Sulmona ed Avezzano. La produzione si era aggiudicata un bando che prevedeva un contributo economico, un bando perché in Abruzzo manca una film commission perché i politici locali non riescono ad accordarsi rispetto a come mangiare anche su questa cosa. Dicevamo, si fa un bando e la produzione se lo aggiudica. Si gira il film, si spendono centinaia di migliaia di euro in Abruzzo; i politici provinciali e regionali vengono messi sui titoli di testa e coda del film, vengono (a spese della produzione) al festival di Venezia, alla prima del film. E poi viene il giorno in cui devono essere erogati i soldi, e cambiano le cose: non un euro viene assegnato, perché “le spese sostenute dalla Società non risultano attinenti ad attività di promozione e valorizzazione del territorio abruzzese”.

“Capite bene, un film non è per loro valorizzazione e promozione di un territorio – continua il regista – mediocri tecnici e politici abruzzesi non capiscono neanche questo. Per finire, alcune spese non sono state effettuate nei tempi da loro stabiliti, esattamente le spese di distribuzione. Chiaramente la produzione aveva chiesto una deroga per presentare la documentazione, perché il film per forza di cose sarebbe dovuto uscire dopo il festival di Venezia. La deroga non è stata concessa, ma i corrotti politici e tecnici abruzzesi pretendevano lo stesso di avere spese di distribuzione precedenti al periodo di uscita. Tutto questo unito alla necessaria presenza ad un importante festival, altra voce necessaria per accedere al finanziamento. Che altro dire?”.

“La mediocrità delle istituzioni della nostra regione è sotto gli occhi di chi la vive. L’incapacità, la presunzione, l’arroganza delle persone che ho dovuto incontrare durante questa esperienza non sono raccontabili. Appuntamenti mancanti, ritardi, superficialità, cialtroneria. La colpa è mia, avevo già avuto esperienze simili: uno dei miei film, ‘L’amore non basta’, era stato girato a L’Aquila. Molte promesse erano state fatte e non mantenute – conclude Chiantini – ho portato di nuovo una produzione a girare in Abruzzo, di nuovo è accaduta la stessa cosa”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top