Politica

Situazione acque Capistrello: “Scuola elementare salva, la palla passa al Cam”

Il sindaco di Capistrello Francesco Ciciotti, a seguito di una richiesta avanzata dal Cam, ha emesso nella serata di ieri un’ordinanza di divieto di utilizzazione dell’acqua per scopi umani in punti precisi del comune: “Il divieto di utilizzo nasce per permettere al consorzio di effettuare ulteriori analisi nelle zone circostanti il plesso scolastico. A Capistrello – spiega il primo cittadino – incomincia ad intravvedersi il bandolo della matassa circa la situazione acque maleodoranti: sono stati ultimati gli interventi del nuovo collegamento all’acquedotto in via S.Andrea, eliminando, in questo modo, gli allacci preesistenti. Ora siamo in attesa dei risultati dei prelievi effettuati dalla Asl. La scuola risulta ad oggi immune dal disagio; prevediamo la riapertura mercoledì prossimo. Le analisi eseguite in precedenza sono sempre risultate conformi alle norme del Decreto Legislativo 31/2001. La situazione è sempre stata monitorata – aggiunge Ciciotti – il Cam, quindi, ha deciso di monitorare la rete di adduzione riguardante l’approvvigionamento della scuola di ‘Santa Barbara’, spostando così l’attenzione su via Cese e via D’Annunzio”.

“È notizia di oggi il fatto che su uno dei tanti prelievi effettuati sulle acque lungo via D’Annunzio siano stati riscontrati valori non conformi ai requisiti di potabilità dettati dal Decreto legislativo. Il Cam si è reso disponibile, quindi, per un approfondimento della questione al fine di risolvere definitivamente il problema ‘acqua’. La palla, ora, passa nelle mani del Cam, che definirà le successive azioni da intraprendere per accertare le reali cause del disagio riscontrato. L’amministrazione – aggiunge il sindaco – ha fatto tutto quel che era in suo potere per dare una risposta certa e tempestiva alla cittadinanza circa la situazione dell’istituto scolastico locale. Noi amministratori andiamo avanti con le analisi al fine di individuare la causa primaria del disagio e di porle rimedio il prima possibile”.

“L’intera amministrazione resta sconcertata – afferma il primo cittadino – di fronte all’atteggiamento irresponsabile dei consiglieri di minoranza, i quali continuano ad alimentare attacchi e polemiche fuori luogo circa la situazione presentando un esposto alla Procura per accertamenti di illiceità penale. Carte alla mano scopriamo – aggiunge Ciciotti – che il caso della Scuola di ‘Santa Barbara’ trae origine dal lontano anno 2011. Da allora fino ad oggi, giorno del subentro della nuova giunta, la questione non è mai stata risolta. La strumentalizzazione del caso della Scuola di ‘Santa Barbara’ da parte dei consiglieri di minoranza appare dunque in netto contrasto con il bene della comunità”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top