Cronaca e Giudiziaria

Sito archeologico di Alba Fucens, si tratta di lavori e non di un crollo

11931642_10206638591035888_155095313_n

Massa d’Albe – Non si tratta di un crollo, ma di lavori, già programmati, di sistemazione dell’area dell’acquedotto nel sito archeologico di Alba Fucens. Per questo motivo l’area è stata recintata. A renderlo noto è la dott.ssa Emanuela Ceccaroni della Soprintendenza per i Beni Culturali dell’Abruzzo

L’intervento, promosso dal Comune di Massa d’Albe e dalla Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo, è stato finanziato con fondi del Gal Gran Sasso Velino e prevede la rimozione della vegetazione infestante, la creazione di uno spazio di visita e la collocazione di un pannello esplicativo.

I blocchi rimessi in luce, appartenenti al manufatto, erano da decenni, o meglio secoli, coperti dai rovi e pertanto non visibili. La pulizia effettuata ha consentito di documentarli per la prima volta, per poi procedere alla loro sistemazione nell’area.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top